Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come diventare un perfetto yogi? Segui queste lezioni di yoga!

Di Igor, pubblicato il 12/06/2019 Blog > Sport > Yoga > La Guida Completa per il Tuo Primo Corso di Yoga!

La forza non viene dalle capacità fisiche, ma da una volontà invincibile.

Mohandas Karamchand Gandhi

Praticare lo yoga è un’attività sempre più diffusa in Europa e in Italia. Milioni di persone stanno finalmente capendo che fare yoga, fare degli asana, praticare in modo regolare la respirazione consapevole, concentrarsi sul momento presente o meditare in modo regolare e pienamente cosciente sono tutti atti portatori di molti benefici, non solo per il corpo.

È il motivo per cui, milioni di italiani si danno allo yoga, preferendo la flessibilità, il pranayama, lo yoga nidra, la piena coscienza allo stress, al sonno disturbato ai pensieri cattivi. Tra buon controllo della respirazione, serenità e distacco dai problemi, troverai tutti gli elementi per fare di te un essere perfettamente tranquillo e in pace con te stesso e con gli altri. Ma allora, come diventare un professionista dello yoga, quando si è ancora un debuttante e non si arriva ancora alla pace interiore?

Controlla la tua respirazione al corso yoga

La respirazione è primordiale nella pratica dello yoga! Devi iniziare con l’imparare a respirare correttamente, prima di lanciarti in posture troppo complesse.

Vi sono pratiche che sono più o meno facili da sperimentare e la respirazione ne fa parte. Si tratta di uno degli elementi essenziali, quando si vuole praticare lo yoga. Ti chiedi come controllare la tua respirazione durante la lezione di yoga: la respirazione è un elemento vitale e costitutivo della nostra buona salite, perché è proprio lei che ci tiene in vita. È dunque fondamentale che tu riesca ad ascoltare il tuo corpo.

Ascoltare il tuo corpo significa anche ascoltare i segnali precursori, quelli che possono fare di te un essere più sereno, più angosciato o più rilassato. Una respirazione più o meno profonda ti dà degli indici su tutto ciò e molto altro ancora. Ma, durante i corsi di yoga, più che in qualsiasi altra disciplina sportiva o meno, la respirazione è intimamente legata agli esercizi che stai facendo, alle posture di yoga in sé!

Insomma, non è sufficiente che tu sappia saper gestire bene il flusso di aria che entra ed esce dal tuo corpo, ma devi anche saperlo adattare alle posture. Sono proprio queste ultime che possono insegnarti a controllare la tua maniera di respirare, dato che ognuna di loro implica una respirazione particolare. Tutto ciò, e molto altro ancora, sarà il tuo maestro a lezione di yoga che potrà indicartelo in modo concreto. Una figura di guida e di supporto che ti porterà sulla strada per la serenità!

Allineamento perfetto durante i corsi di yoga

Mantenere un buon allineamento nello yoga permette di beneficiare al massimo dei benefici della disciplina! Questo, ovviamente, vale tanto per i debuttanti quanto per gli avanzati.

Questa serenità può essere raggiunta anche adottando un allineamento perfetto. Nello yoga, un allineamento è il modo in cui il corpo, ma anche lo spirito e il mentale, si allineano e si concordano, in modo che le posture di yoga siano più efficaci possibile. così anche senza stage di yoga, senza corsi di yoga collettivo, sarà possibile approfittare dei benefici dello yoga, grazie ad un corretto allineamento. Potrai, in questo modo, equilibrare al meglio i tuo chakra!

Così, per riuscire ad ottenere un allineamento perfetto nello yoga, puoi utilizzare dei modi piuttosto semplici, come la ripetizione degli asana (le posture). Calmarsi e apprendere lo yoga, semplicemente grazie a queste semplici ripetizioni: questo potrai fare! Un vero esercizio di ascolto del tuo corpo e del tuo spirito. Un concatenamento di esercizi in particolare, noto come “saluto al sole”, se ben realizzato, ti aiuterà a partire con il piede giusto!

Che si tratti di un primo corso yoga oppure no, è ad ogni modo, sempre buona regola seguire i consigli di un maestro, che sarà sempre in grado di indicarti come posizionarti, in linea con il tuo respiro e con la tua postura. In questo modo, potrai divenire più flessibile, ma potrai anche lottare contro lo stress; in modo estremamente efficace, sempre.

Dal corso di yoga tradizionale a quello dell’allineamento, il passo è breve. Fai sempre un buon riscaldamento, prima!

Le posture da conoscere assolutamente: la tua lezione di yoga!

Quando si inizia a praticare yoga, alcune posture sono troppo complicate da realizzare! Procedendo per gradi, si riusciranno a realizzare anche le posture più complesse, senza provocare lesioni o danni.

Lontano da un centro di yoga, dal corso di yoga online, dallo yoga a casa o dal metodo Pilates, le posture di yoga da conoscere assolutamente riguardano un po’ tutti, sempre, e alcune di queste ti hanno sicuramente accompagnato anche durante la tua infanzia. D’altro canto, dato che alcune persone possono avare una condizione fisica più debole di altri, sarà meglio consultare un maestro, almeno per iniziarti alla pratica dello yoga. Tra le posture imprescindibili, vi sono sicuramente:

  • Lo yoga mudra, che è una base dello yoga che consente di lavorare la regione lombare della schiena,
  • Il saluto del sole, postura che, almeno di nome, tutti conosciamo,
  • Il cobra, una posizione efficace, soprattutto se praticata tutti i giorni, che consente di trovare un equilibrio e di diventare più flessibili,
  • La pinza, semplice ed efficace, da eseguire toccando i piedi con le mani,
  • La candela, altra postura che molti, se non tutti, conoscono, almeno di nome,
  • La torsione, un po’ più complessa, che fa lavorare gli organi digestivi, oltre che fornire elasticità al corpo,
  • Il triangolo, una posizione yogi da praticare in piedi, in modo da lavorare allo stesso tempo flessibilità del corpo e respirazione.

Insomma, vi sono un sacco di posture yoga che puoi provare, riprovare e praticare regolarmente, per lavorare sui diversi organi e apparati del tuo corpo. Senza trascurare la flessibilità, il rafforzamento muscolare e la colonna vertebrale, puoi centrare il tuo pensiero su te stesso, senza pressione, senza fretta, secondo quello che più ti conviene, in un’ottica di yoga facile ad ogni lezione, facendo attenzione a non ferirti, a non sentire male alla parte bassa della schiena e puntando invece a rilassarti.

Tutti i corsi yoga di meditazione in 10 esercizi da svolgere tutti i giorni

Ogni giorno yoga e meditazione si incrociano anche negli atti più banali e comuni della vita quotidiana. Sta in noi riuscire a trasformare la quotidianità in qualcosa di benefico per noi, per il nostro corpo, per il nostro mentale e per il nostro spirito.

Quando ti chiedi quali siano i 10 esercizi per praticare la meditazione ogni giorno, saresti tentato di risponderti che “è troppo”, che “ogni giorno, con tutti i problemi e le complessità della vita, riuscire a meditare correttamente è impossibile”.

In realtà, è proprio qui che ti sbagli, perché la concentrazione e la meditazione possono mescolarsi alla vita quotidiana, senza problemi. Delle lezioni di yoga semplici e, soprattutto, accessibili a tutti: ecco quello che ti mostriamo qui!

Così, diversi brevi esercizi potranno aiutarti senza troppe difficoltà. Non si tratta nemmeno di yoga nel senso stretto, poiché la meditazione passa attraverso tutti gli atti quotidiani, dalla semplice osservazione di quello che succede attorno a te e dentro di te, alla concentrazione su qualcosa di particolare.

Ecco una piccola lista di atti meditativi che potrai mettere in pratica tutti i giorni:

  • Prenditi 5 minuti per te al risveglio o prima di dormire: si tratta semplicemente di focalizzare i tuoi pensieri su di un solo e stesso punto, argomento, in modo da guadagnare in concentrazione, ma anche in rilassamento;
  • Ascoltati: è molto importante, quando si è stressati. Ascoltare il tuo corpo, sentire quello di cui ha bisogno, riflettere alle tue tensioni, ai tuoi dolori e prenderne coscienza;
  • Ascolta quello che succede attorno a te. Qui, la tua concentrazione sarà portata verso quello che succede all’esterno e adotterai uno sguardo focalizzato su di un punto, in modo che il tuo spirito veda e senta solo se stesso;
  • Mangia in piena coscienza: che si tratti di un pasto preso in piedi, in tutta rapidità, di un pranzo in famiglia o da solo a casa tua, è fondamentale che tu sappia quello che mangi, nel dettaglio. L’alimentazione è quello che fa di te quello che sei! Il gusto, l’odorato, la percezione dei colori, tutto quello che mangi è potenzialmente importante e costituisce un atto di meditazione in sé;
  • Devi saper focalizzare la tua attenzione: è un punto base, quando si parla di meditazione. In effetti, essere nel momento presente, approfittare di ogni momento, ovunque tu sia, per sentire l’aria passare attraverso le narici, tutto questo è praticabile in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi posto (a casa, al lavoro, in spiaggia, nel traffico, …);
  • Utilizza i tuoi sensi. Nella stessa ottica, si tratterà in questo caso, in piena coscienza, di sviluppare e di rendere la tua attenzione più allertata a quello che tocchi, vedi, senti, … Si tratta di qualcosa di piacevole? Di cosa può trattarsi? Altrettante domande che attizzano la tua concentrazione e il tuo capitale benessere;
  • Lascia andare il tuo spirito: qui, si tratta di parlare di divagazione controllata, nel qual caso prenderai coscienza del tuo ambiente diretto, in legame con i due esercizi precedenti;
  • Dormire: si tratta di un atto di mediazione in sé, poiché incosciente. I pensieri inizieranno a fluire e la concentrazione si svilupperà durante il sonno, in modo da dirigere i pensieri;
  • Scrivere: scrivere è un vero atto di meditazione, poiché porterai la tua concentrazione su qualcosa di ben preciso. Qualsiasi sia il contenuto di quello che scrivi, l’esercizio ti farà lavorare in modo sottile;
  • Concentrati su quello che fai. Ogni minuto, ogni secondo, quello che stai facendo è un esercizio di mediazione potenziale. Come nel caso della digitazione su di una tastiera, che può essere un atto meditativo, a partire dal momento in cui ti concentri unicamente sulle dita, che battono sui tasti. Semplice ed efficace!

Lo avrai capito, immediatamente: lo yoga è accessibile a tutti, anche ai debuttanti. Tra respirazione, allineamento, meditazione e posture di base, tutto è messo assieme per farne una pratica ricca ed efficace per tutti!

Un tappeto di yoga e… via!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar