Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Insegnante di italiano privato: quali compiti assegnare agli allievi?

Di Catia, pubblicato il 22/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Quali Esercizi Dare tra Una Lezione di Italiano e l’Altra?

Chi tiene dei corsi di italiano non sempre è in grado di capire fino a che punto il suo allievo ha delle difficoltà se non gli assegna del lavoro autonomo.

Quello che per un insegnante sembra normale e logico, agli occhi dell’allievo può essere invece molto complicato. Ecco perché è necessario che lo studente faccia degli esercizi per conto proprio.

Tutti gli insegnanti di italiano confermeranno che chi ha difficoltà con la lingua o sta imparando l’italiano come lingua straniera deve armarsi di molta pazienza ed essere pronto a lavorare in autonomia, molta autonomia…

Per chi insegna a scuola è scontato dare dei compiti da fare a casa, ma alcuni insegnanti privati si fanno degli scrupoli.

L’obiettivo è quello di migliorare le competenze linguistiche dell’allievo e quindi il lavoro autonomo tra una lezione e l’altra di italiano deve essere ben dosato. Non bisogna sovraccaricare l’allievo e fargli perdere la voglia di studiare l’italiano.

Come in altri settori, si tratta di creare degli automatismi con cui lo studente padroneggia davvero la lingua. Vediamo che cosa puoi proporre ai tuoi studenti come compiti a casa prima della successiva lezione di italiano.

È fondamentale ripassare gli argomenti di un corso di italiano

Per andare avanti con le ripetizioni di italiano è importante fermarsi e ripassare le nozioni apprese. Qual è il modo migliore per ripassare italiano?

Insegnare significa comportarsi come una guida, un mentore o un direttore d’orchestra, per chi preferisce una figura legata alla musica.

Le conseguenze professionali e personali di un bravo insegnante si vedono al di fuori delle lezioni, nella vita quotidiana, a partire dai compiti assegnati agli studenti per ripassare la lezione del giorno.

In ambito sportivo i personal trainers consigliano ai propri allievi di ripetere l’allenamento muscolare anche da soli, nel corso della settimana. Lo stesso succede per un insegnante di italiano che assegna degli esercizi da svolgere in autonomia. 

La concentrazione è uno dei punti deboli dello studente che segue un corso di italiano scolastico o per stranieri. La grammatica, le specificità sonore della lingua, i tempi verbali non facilitano di certo il compito.

Succede spesso di confondere le subordinate, di non ricordare le informazioni base e mettere in dubbio le proprie competenze nell’espressione scritta e orale in italiano.

Per evitare problemi di concentrazione e memorizzazione e preparare gli studenti per un’interrogazione o un esame è importante ripassare regolarmente gli argomenti trattati per rafforzare la comprensione e la memoria.

Il segreto per imparare bene le regole grammaticali dell’italiano si basa su un concetto molto semplice: il ripasso.

Incitare i tuoi allievi a ripassare costantemente le lezioni precedenti di italiano significa aiutarli a:

  1. consolidare le conoscenze acquisite per perfezionare la composizione scritta e l’espressione orale;
  2. seguire il programma in modo costante e con risultati positivi;
  3. prepararsi per un’eventuale verifica a sorpresa.

I tuoi studenti devono essere pronti a seguire queste indicazioni se vogliono davvero cavarsela con congiuntivi, periodi ipotetici, concordanze.

Con un metodo rigoroso conquisterai la fiducia dei genitori e, grazie al passaparola, potrai sempre trovare nuovi studenti per i tuoi corsi di italiano.

Oltre le ripetizioni di italiano: letture e relazioni su articoli di giornale

Leggere è il modo migliore per imparare a esprimersi correttamente. Leggere permette ai tuoi studenti di italiano di aumentare la concentrazione!

Il tuo compito di insegnante di italiano è quello di fornire ai tuoi allievi tutti gli strumenti per usare le conoscenze culturali apprese non solo a scuola, ma anche nella vita professionale e quotidiana.

Ci sono diverse risorse che potresti scegliere per rendere le tue lezioni più interattive prolungando l’attività dello studente anche oltre l’orario della lezione. Eppure, non è poi così facile selezionare il materiale adatto.

Per far migliorare il tuo studente rapidamente in ortografia, sintassi e analisi è essenziale scegliere bene gli esercizi di italiano da fare a casa.

Questi esercizi dovrebbero rafforzare le competenze linguistiche che l’allievo si costruisce giorno dopo giorno.

Qualunque sia il livello di italiano e il grado scolastico dei tuoi allievi, la lettura sarà sempre il miglior alleato per usare al meglio la lingua di Dante.

Per arricchire il vocabolario di un allievo che segue corsi di italiano come lingua straniera, per esempio, potresti proporgli di leggere degli articoli di giornale di Corriere della Sera, Repubblica o il Sole 24 Ore.

Cerca di capire qual è la passione del tuo allievo per offrirgli dei contenuti in linea e infondergli la motivazione per leggere nel tempo libero. Per esempio, se si tratta di uno studente che ama il calcio potresti portargli degli estratti della Gazzetta dello Sport.

Inoltre, potresti avere un’attenzione particolare per l’attualità attraverso i media online.

I media e i giornali spesso usano un linguaggio semplice da capire e da assimilare, e poi su internet ci sono molte risorse gratuite e di facile accesso.

Sfruttando la curiosità dei tuoi studenti, leggere diventa più facile e lo studente può migliorare il suo livello di italiano senza troppa fatica. 

Informati su quali sono i titoli di studio per insegnare italiano privatamente!

Fare dei temi online tra una lezione di italiano e l’altra

Studiare solo la grammatica non aiuta gli studenti a migliorare in italiano, bisogna anche esercitarsi. È efficace l’insegnamento della grammatica nella scuola pubblica?

L’ortografia italiana spesso viene sottovalutata. È vero che l’italiano è una lingua fonetica dove l’alfabeto latino riesce a corrispondere ai suoni prodotti.

Tuttavia, ci sono dei dubbi che attanagliano gli studenti fin dalla scuola primaria e a volte non vengono sciolti neanche nei gradi di istruzione superiore. Se a questo poi si aggiunge il linguaggio dei social network usato da molti ragazzi, si capisce perché la questione dell’ortografia italiana è tutt’altro che secondaria.

Spesso, quello che sembra un errore di ortografia, in realtà è un errore grammaticale: o con o senza la h? Ovviamente, se è voce del verbo avere deve essere scritto ho.

In tema di errori grammaticali, i maggiori strafalcioni, come dicevano spesso le maestre delle elementari, riguardano le coniugazioni. Ci sono verbi inventati di sana pianta soprattutto se si tratta di scrivere frasi con tempi poco usati come il passato remoto.

Per ovviare a questi problemi, l’insegnante privato di italiano può proporre ai propri studenti degli esercizi scritti: dettati, frasi, temi…

Con le nuove tecnologie non hai bisogno di andare in giro scandendo parola per parola a i tuoi studenti. Il dettato può essere fatto anche online con i file audio che trovi in diversi siti.

Il dettato è uno strumento pedagogico usato soprattutto nella scuola primaria, ma può essere utile anche per colmare le lacune di studenti più in là con gli studi.

Un altro alleato sono i riassunti o delle brevi composizioni su un argomento a scelta. L’obiettivo è quello di stimolare la capacità di esposizione scritta dell’allievo e non necessariamente si devono trattare temi scolastici.

Il riassunto su un argomento di interesse o una breve traccia in cui lo studente esprime le proprie opinioni sono un ottimo esercizio sulla formazione delle frasi, la capacità di sintesi e analisi e il lessico.

Hai già un’idea del prezzo di un corso di italiano?

Leggere blog e siti specializzati sulla lingua italiana

Se hai dei dubbi sull'uso della lingua italiana puoi cercare le risposte su siti specializzati e blog online. Ci sono molti blog educativi con cui ripassare la grammatica italiana!

Che tu sia appassionato o no, devi praticare per poter acquisire una lingua, anche la tua lingua madre.

In attesa della successiva lezione di italiano né l’insegnante né l’allievo devono rimanere con le mani in mano. L’insegnante deve infatti preparare le sue lezioni di italiano.

Per quanto riguarda gli studenti, oltre a ripassare, fare esercizi di scrittura e lettura, possono leggere i blog sulla lingua italiana. Sono accessibili sui trasporti pubblici, al parco o in qualunque altro luogo offrendo una miniera di risorse gratuite.

Alcuni di questi blog vengono aggiornati quotidianamente, offrono contenuti ricchi e dettagliati per lavorare su un argomento in particolare. Alcuni sono suddivisi per classi, dalla prima elementare alla maturità, o, se indirizzati agli stranieri, per livello, dal principiante all’avanzato.

Possono essere utili per il sostegno scolastico, per la storia della lingua italiana, per la letteratura o per l’attualità.

Tra i siti specializzati nella lingua italiana ci sono:

  • Accademiadellacrusca.it: qualunque dubbio tu abbia sul lessico o sulla grammatica puoi trovare una soluzione nell’autorevole accademia.
  • Garzanti.it: si definisce il sito di chi ama leggere e raccoglie articoli, dizionari, libri della casa editrice Garzanti. Puoi anche trovare dei consigli su come ritrovare o infondere la voglia di leggere.
  • Osservatorionline.it: è un sito dedicato ai più giovani che investe e crede nella loro formazione. Si possono trovare concorsi aperti agli studenti, materiale didattico e notizie di interesse per i giovani.

Ci sono poi, pagine e pagine aperte dai singoli insegnanti o da professionisti che trattano della lingua italiana sotto diversi punti di vista: grammaticale, storico, letterario…

Gli insegnanti hanno una carta da giocare per fare in modo che i propri allievi approfittino al meglio delle loro lezioni di italiano. Se si riesce a trovare del materiale complementare in linea con gli interessi e gli obiettivi dell’allievo, sarà più facile invogliarlo a lavorare autonomamente.

Scopri anche come usare le risorse della rete per tenere un corso di italiano via webcam!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar