Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come definire le tariffe di un insegnante di italiano

Di Catia, pubblicato il 12/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Come Fissare il Prezzo di un Corso di Italiano

Ami la cultura italiana e ancora di più la lingua italiana.

Eh sì, è la tua lingua madre e la conosci alla perfezione: sintassi, grammatica, vocabolario…

Visto che ami la condivisione delle conoscenze, perché non mettere a frutto le tue competenze? È deciso: diventerai un insegnante privato e darai lezioni di italiano.

Tuttavia, prima di aiutare i tuoi allievi a imparare l’italiano e a perfezionarsi, hai bisogno di conoscere le procedure da seguire per insegnare e dare lezioni di italiano a domicilio.

La prima domanda che viene da farsi quando ci si vuole lanciare nell’insegnamento privato riguarda la tariffa.

Si tratta di dare un valore alla propria prestazione, e non è sempre scontato.

Insegnare l'italiano privatamente è un modo per vivere la tua passione mettendo a frutto le tue competenze. Hai una passione per l’italiano? Diventa insegnante privato!

Ti starai sopravvalutando, oppure il prezzo che hai in mente è troppo basso? Come definire il prezzo più conveniente per te e per la tua clientela?

Niente panico: queste domande sono assolutamente normali, soprattutto se sei agli inizi.

Per determinare la tariffa più giusta e per insegnare l’italiano nell’ambito del sostegno scolastico, ti basta seguire alcuni semplici passi e tenere in considerazione alcuni dettagli.

Con qualche consiglio, potrai cominciare a dare ripetizioni e condividere con i tuoi studenti tutte le conoscenze che li aiuteranno a migliorare.

Conoscere il mercato dei corsi di italiano

Innanzitutto, prima di cominciare a trovare degli studenti per i tuoi corsi privati di italiano, devi conoscere meglio il mercato del sostegno scolastico.

È impossibile orientarsi sulle tariffe senza conoscere la concorrenza!

In qualche modo, si tratta di fare quello che in marketing si chiama uno studio di mercato. Il ragionamento è lo stesso per ogni settore di attività.

La cosa più semplice è cominciare con una ricerca su internet. Sui siti per annunci e su Superprof ti puoi mettere nei panni di un allievo o di un genitore che cerca un insegnante di italiano presso una scuola di lingue, con corsi individuali o di gruppo, corsi serali o privati.

Guarda anche le tariffe applicate per imparare l’italiano online.

Cerca sul web per capire quale tariffa fissare per il tuo corso di italiano. Fai qualche ricerca prima di fissare la tua tariffa come insegnante privato di italiano!

Non esistono molti studi sul mercato delle lezioni a domicilio, ma da anni alcune realtà monitorano l’andamento dei prezzi.

Secondo la Fondazione Einaudi, il prezzo medio di un’ora di sostegno scolastico è di 27€. Ovviamente, si tratta di una media e il prezzo varia in base alla materia insegnata.

Per l’italiano il prezzo può essere più basso o più alto, a seconda di diversi fattori che riguardano l’insegnante e l’allievo.

Per l’anno scolastico 2017, su Supeprof la tariffa media di un corso privato di italiano come lingua straniera è stata di 17€ l’ora.

Queste cifre sono indicative ma ti danno un’idea del prezzo che un allievo è disposta a pagare per imparare l’italiano.

Puoi anche rivolgerti alle scuole di lingua in generale o agli enti che offrono corsi di italiano come lingua straniera per conoscere il compenso degli insegnanti.

Individuare il prezzo delle proprie lezioni in base alle proprie competenze

Guardando gli annunci degli insegnanti privati trovi che il prezzo cambia a seconda del livello di preparazione dell’insegnante.

Su Superprof e su altri siti per gli annunci privati, trovi una grande varietà di profili degli insegnanti di italiano.

In Italia, la legge permette di cominciare a lavorare alla fine della scuola dell’obbligo, ovvero a 16 anni.

Si possono quindi trovare dei liceali che magari preparano gli esami di maturità e che danno ripetizioni di italiano ad altri studenti degli anni precedenti o delle scuole medie.

Ci sono anche insegnanti in pensione, insegnanti abilitati della scuola pubblica, insegnanti certificati delle scuole private, insegnanti-ricercatori, aspiranti insegnanti che seguono la formazione iniziale tirocinio, FIT. Puoi trovare tanti profili diversi!

Un insegnante, a patto che abbia un livello superiore a quello del proprio allievo, sarà certamente in grado di trasmettergli delle conoscenze e permettergli di imparare l’italiano.

I test di italiano non servono solo agli stranieri ma anche a studenti e potenziali insegnanti. Per conoscere il proprio livello di italiano, bisognerebbe fare un test!

La differenza di livello ha un impatto diretto sulla tariffa delle lezioni.

Se sei uno studente al primo anno di lettere e vuoi dare delle lezioni a domicilio, non puoi chiedere la stessa tariffa di un insegnante con 20 anni di esperienza. Devi rimanere in linea con il tuo livello di preparazione.

Per un insegnante di italiano abilitato all’insegnamento nella scuola pubblica, basta menzionare gli studi fatti e il numero di anni di esperienza per potersi collocare in una fascia di prezzo medio-alta.

Se l’insegnamento non è il tuo mestiere, è chiaro che devi cominciare dal primo gradino della scala.

Anche se non hai esperienza non devi preoccuparti!

Hai un diploma di maturità o stai facendo degli studi universitari in ambito umanistico? Cerca di fare il punto sui titoli di studio e le esperienze che hai acquisito nell’insegnamento dell’italiano.

Se sai che hai il livello e le competenze per dare lezioni di italiano ma pensi che i tuoi studi non siano altrettanto elevati, perché non passare un test di italiano?

In realtà questi test sono per lo più usati per valutare la conoscenza delle lingue straniere, ma possono anche aiutare un madrelingua a provare le proprie competenze logico-grammaticali.

Il livello C2 del CILS, Certificato di Italiano come Lingua Straniera, può infatti essere utile anche per studenti o universitari, o italiani che hanno passato molto tempo all’estero oltre che agli stranieri che vogliono provare una conoscenza avanzata della lingua di Dante.

Il CILS si basa sui livelli del CEFR, il quadro europeo di riferimento per le lingue e va dal livello base A1 al livello avanzato C2.

Determinare il profilo dei propri allievi

Come per gli insegnanti, anche il livello degli allievi influisce sul prezzo delle lezioni private.

In effetti, lezioni ed esercizi in vista degli esami di terza media non richiedono la stessa preparazione dei corsi di italiano destinati ai maturandi o agli studenti universitari.

L’approccio pedagogico è diverso e le competenze sono più approfondite man mano che sale il livello scolastico.

Infatti, il prezzo delle tue lezioni di italiano dipende anche dal livello dei tuoi apprendisti.

Scegli l'età dei tuoi studenti in base alle tue competenze linguistiche! Sta a te definire il livello degli studenti a cui offrire lezioni di italiano!

Comincia col fissare l’identikit dei tuoi allievi.

Per esempio, se se uno studente universitario di lettere, puoi dare ripetizioni a dei liceali, o anche a matricole e studenti stranieri.

Un ricercatore in ambito universitario potrà preparare gli studenti che devono fare concorsi pubblici.

Sta a te determinare fino a che livello ti puoi spingere per dare corsi. Per farti un’idea del prezzo da chiedere puoi consultare le offerte degli insegnanti che hanno un profilo simile al tuo.

Studia bene le abitudini dei tuoi studenti perché non tutti sono inclini a fare del lavoro extra. Sta a te scegliere se assegnare dei compiti tra una lezione e l’altra di italiano.

Fissare le proprie spese di gestione

Come in molte altre professioni, il mestiere dell’insegnante privato ha delle spese di funzionamento. Per fissare la tariffa giusta e rientrare dei costi, devi sapere quali spese devi affrontare.

In genere, nell’ambito dell’insegnamento privato, è l’insegnante che si sposta per raggiungere il proprio allievo.

Devi determinare, innanzitutto, la zona geografica nella quale puoi dare delle lezioni di italiano.

Quest’area ti permetterà di stabilire in anticipo i costi per la benzina o i trasporti pubblici.

Inoltre, devi prendere in considerazione il materiale necessario per la tua attività.

Per aiutare uno studente a imparare l’italiano devi calcolare quaderni, penne e soprattutto il costo della stampa per gli esercizi, eventuali manuali.

La cosa più importante, però, è che le lezioni private vanno dichiarate, quindi devi sapere qual è l’aliquota per pagare le tasse.

Chiedi informazioni a un commercialista per sapere tutto su regimi fiscali, imposte sul reddito, previdenza sociale ecc.

Scegliere l’organismo per il sostegno scolastico

Infine, devi scegliere la piattaforma che ti permette di trovare gli allievi per i tuoi corsi.

Molti organismi specializzati nel sostegno scolastico cercano insegnanti di italiano laureati. In alcuni casi viene offerto un contratto come dipendente a tempo determinato o indeterminato, in molti casi si cercano collaboratori autonomi.

Prima devi inviare il tuo curriculum con una lettera di motivazione, per poi superare l’eventuale colloquio.

Il prezzo del corso di lingua viene determinato dall’organismo stesso. Sono loro che ti mettono in relazione con i tuoi futuri allievi. Puoi anche essere remunerato con i buoni lavoro, se insegni in maniera occasionale.

In alternativa, ci sono le associazioni che lavorano direttamente con le scuole, offrendo servizi di doposcuola e aiuto compiti.

Il tradizionale metodo degli annunci privati funziona sempre molto bene. Puoi farti pubblicità nelle bacheche dei negozi di quartiere o mettere un annuncio privato su internet offrendo corsi di italiano.

Per maggiore visibilità puoi iscriverti su Superprof. Puoi lasciare il tuo annuncio gratuitamente e fissare da solo la tua tariffa senza che venga prelevata alcuna commissione.

Sei pronto a condividere le tue conoscenze? Ormai sai tutto quello che c’è da sapere per cominciare.

Un consiglio: per trovare più allievi riduci il prezzo iniziale e offri lezioni anche via webcam!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar