Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

La matematica applicata alla finanza

Di Natalia, pubblicato il 23/04/2019 Blog > Sostegno Scolastico > Matematica > Come Imparare la Matematica Finanziaria?

Il mondo della matematica è piuttosto complesso e possiamo ritrovare applicazioni di questa disciplina in numerosi campi.

Al di fuori di quelli tradizionali della scienza e della tecnologia, è soprattutto in quello della finanza che la matematica si ritrova più spesso: si chiama appunto matematica finanziaria.

Ma come imparare la matematica finanziaria?

Cosa è la matematica finanziaria?

Si tratta di una branca della matematica applicata. Lo scopo della matematica finanziaria è quello di comprendere il funzionamento dei mercati finanziari e azionari. In passato, la matematica finanziaria si occupava in genere di operazioni connesse con il credito bancario o privato e veniva definita come “Teoria del Credito”.

Il campo di influenza si è notevolmente ampliato. Il campo di influenza si è notevolmente ampliato.

Ora il campo di influenza si è notevolmente ampliato e, compreso sotto il nome di applicazioni di matematica finanziaria, si intende oggi l’ampio complesso di problemi relativi alle determinazioni, valutazioni di fatti economici non necessariamente legati al credito, come ad esempio la scelta degli investimenti, la valutazione finale del risultato economico ottenuto dall’impiego di capitali nella produzione, e altri elementi ancora.

Per provare a offrire una definizione, che non ha affatto la pretesa di essere completa ne tantomeno unica e universale, che la matematica finanziaria è per sommi capi la branca della matematica applicata che si occupa di gestire e portare a compimento operazioni economico-finanziarie di varia entità e natura. Con l’espressione operazioni economico-finanziarie si vogliono intendere tutte quelle operazioni economiche che hanno come loro oggetto l’utilizzo di uno o più capitali monetari oppure riconducibili a una valutazione monetaria.

Nelle operazioni finanziarie agiscono tre soggetti:

  • chi dispone del capitale e lo vuole impiegare;
  • intermediari;
  • chi richiede ed accetta il capitale per l’uso.

I due soggetti dell’operazione fisicamente possono essere rappresentati da due o più persone. Agli effetti pratici coloro che dispongono dei capitali rappresenteranno una parte e coloro che accettano i capitali per l’impiego la controparte. Esistono due operazioni caratterizzanti in un’azione finanziaria:

  • Prestazione da parte di chi cede il capitale di sua proprietà, azione che si attua all’inizio o durante l’operazione finanziaria;
  • Controprestazione da parte di chi, ottenuto il capitale per l’uso, è impegnato a renderlo ad un certo tempo o in tempi successivi. Questa ultima azione si attua generalmente alla fine o durante l’operazione finanziaria.

Le operazioni economico-finanziarie hanno come loro oggetto l'utilizzo di capitali monetari. Le operazioni economico-finanziarie hanno come loro oggetto l’utilizzo di capitali monetari.

L’operazione finanziaria può essere caratterizzata da una sola prestazione, iniziale, ed una sola controprestazione, finale (operazione finanziaria definita semplice o elementare), oppure da più prestazioni, di cui una almeno iniziale e le altre nel corso dell’operazione, e da più controprestazioni, di cui almeno una alla fine dell’operazione e le altre in periodo antecedente (operazione finanziaria complessa).

A seconda che le prestazioni e le controprestazioni si verifichino con certezza, cioè non condizionate, oppure il loro verificarsi dipenda dall’avverarsi di eventi legati al caso, vengono classificate  operazioni in “certe”“aleatorie”.

Tra gli strumenti più utilizzati in matematica finanziaria troviamo la probabilità, la statistica e il calcolo differenziale. Si tratta di strumenti che, per chi ha frequentato un istituto tecnico-scientifico, non sono affatto sconosciuti, al contrario! Tutte queste operazioni matematiche e finanziarie sono legate all’analisi dei prestiti e dei mutui in un ambiente specifico: la grande caratteristica di corsi di borsa e bancari è quella di essere molto volatili e dobbiamo sempre tenere in conto i tassi d’ interesse.

Come si può facilmente evincere dalle definizioni appena proposte, la matematica finanziaria non è quel che si definisce un argomento piacevole, tranne per chi ama davvero lavorare con numeri e percentuali! In verità sono sempre di più gli appassionati di matematica che scelgono di dedicarsi a questa branca pratica della loro amata disciplina!

Studiare la matematica finanziaria significa aprirsi le porte di Wall Street! Eccoti svelati i segreti di Wall Street!

Sicuramente è necessario sottolineare l’importanza della matematica di base per potersi addentrare in questa branca: questo è il motivo per cui si consiglia vivamente di frequentare delle lezioni di matematica nel caso in cui si abbiano delle lacune notevoli in ambito logico matematico!

Questa disciplina, infatti, è impegnativa e faticosa per definizione, e richiede che  chi la studia abbia conseguito tutte le nozioni di base, a scuola, in autonomia come autodidatta o con l’aiuto di un insegnante privato.

Per immergersi al 100%  nella matematica è quindi necessario verificare quali siano le competenze che si hanno; per provare a colmare le lacune di matematica da soli il prerequisito essenziale è quello di avere una buona conoscenza di te stesso.

Se infatti sei in grado d’identificare i tuoi punti di forza, le tue debolezze, le tue capacità e i tuoi limiti per quanto riguarda l’apprendimento, partirai già con una solida base per formarti in autonomia!

Consolidare prima le proprie basi di matematica: e-learning

Se desideri studiare In autonomia la matematica potresti pensare di ampliare le tue conoscenze attraverso l’e-learning, l’apprendimento online che offre la possibilità a chiunque di accostarsi allo studio a distanza in modo efficace e versatile! In termini di e-learning, i MOOC (Massive Open Online Courses) rappresentano un’alternativa ai corsi tradizionali davvero molto interessante. Anche se ci sono ora sempre più MOOC in italiano, la stragrande maggioranza è ancora in inglese, ma per la matematica, questa è una soluzione davvero di rilievo.

Un MOOC in matematica è un corso online che viene erogato tramite video nell’arco di un periodo di tempo definito. Il MOOC non dà accesso ad un diploma, ma permette di completare esercitazioni ed esami per imparare un concetto in particolare, da casa o dal posto di lavoro e sempre con il sostegno di una comunità online.

Con un MOOC, la formazione a distanza non ha più nulla a che vedere con ciò che era prima: qui sei nel cuore del processo di apprendimento, sei protagonista del tuo insegnamento. Qui, non esistono degli effettivi insegnanti di matematica.I video esplicativi in ​​materia mostrano agli studenti come applicare e padroneggiare i metodi fondamentali del programma, in base al loro livello, per aiutarli a capire e a fare e rifare gli esercizi.

Ovviamente, i video non sostituiscono il corso, sono solo dei supporti visivi ma in grado di assicurare una valida base agli studenti con difficoltà, per farli progredire rapidamente. Questo sarà di aiuto anche per gli studenti più meritevoli, perché ad ogni modo andranno a consolidare in modo efficace il loro apprendimento.

Un MOOC è un corso online che viene erogato tramite video nell’arco di un periodo di tempo definito. Un MOOC è un corso online che viene erogato tramite video nell’arco di un periodo di tempo definito.

Lezioni di matematica base : con un insegnante privato

Se l’e-learning non dovesse fare per voi e siete nella necessità di consolidare le vostre competenze prima di lanciarvi nel mondo della matematica finanziaria forse potreste prendere in considerazione l’ipotesi di farvi seguire da un insegnante privato! Le lezioni individuali  di matematica base possono costituire un vero aiuto!

Dal punto di vista dello studente, si tratta di una soluzione assai utile ed efficace: non ci sarà alcun imbarazzo, e non si verificheranno quei momenti di disagio provocati dalla presenza di altri allievi, e potrà tranquillamente rivolgere al docente tutte le domande e, se non si riesce ad assimilare un concetto, l’insegnante può trascorrere più tempo del necessario fino a quando sarà opportuno.

Dal punto di vista dell’insegnante invece, parliamo di un professionista dell’insegnamento, che può essere ad esempio un laureando presso la facoltà di matematica dell’università, oppure un insegnante in pensione o un professore che vuole offrire i propri servizi e competenze in altro modo che non sia in una classe tradizionale. Un insegnante di questo tipo è competente, ha esperienza di insegnamento, conosce perfettamente il programma di matematica da impartire, qualsiasi sia il livello di preparazione dello studente, e saprà accertarsi delle conoscenze e delle lacune del suo allievo e sarà in grado di regolare il corso secondo il profilo e le esigenze del suo alunno!

È proprio in base al ritmo personale dello studente nonché alla sue conoscenze ed aspettative, che il docente potrà dispensare lezioni private di matematica ottimizzate. Ovunque in Italia, potrai trovare degli insegnanti privati di matematica base, elemento essenziale se si desidera colmare le proprie lacune per approfondire la conoscenza delle teorie della matematica finanziaria!

Le 10 formule da conoscere in matematica finanziaria

Per informazioni su come e cosa imparare riguardo alla matematica finanziaria, ci sono 10 formule chiave di cui dovresti almeno conoscere il nome:

  • Il tasso proporzionale
  • Il tasso equivalente
  • Capitalizzazione e attualizzazione: le formule utilizzate per calcolare il valore attuale del capitale futuro per un periodo.
  • Formule mutui indivisi
  • Il valore futuro di una serie di rendite costanti

Quanto denaro ti rimane? La matematica finanziare ti aiuta per calcolare l’interesse di un mutuo.

  • La rendita di costituzione di un capitale futuro
  • Il valore attuale di una serie di rendite costanti
  • Il rimborso annuo del capitale
  • Il calcolo di ammortamento di un mutuo

Si tratta di formule molto precise, che possono essere applicate in tutti i settori, per identificare con precisione un mercato azionario o mercato bancario. Fondamentali quindi per chiunque desideri lanciarsi nel mondo della matematica finanziaria! Pertanto il consiglio di Superprof è quello di studiare al meglio queste formule, e di impadronirsene in modo stabile e sicuro: il mondo della finanza è assai competitivo e talvolta persino spietato, per cui non bisogna farsi trovare impreparati se non si vuole rimanere indietro!

Termini da riconoscere

Naturalmente, prendere lezioni di matematica finanziaria implica il fatto di parlare il gergo specifico per questo ramo della matematica.Ci sono termini particolari -e tutto un lessico specifico- che devi necessariamente conoscere se desideri davvero entrare a far parte di questo mondo affascinante ma decisamente complesso!

Ecco il linguaggio specifico da imparare per padroneggiare la matematica finanziaria. La finanza ti aiuta nella vita di tutti i giorni!

Ecco quindi alcuni dei principali termini della matematica finanziaria che vi servirà imparare e memorizzare:

  • i derivati ​​del tempo: prodotti finanziari e flussi dipendono da un evento atmosferico (spesso applicati alle imprese agricole e turistiche).
  • I derivati ​​di credito: determinati prodotti e il loro flusso dipendono da eventi di credito.
  • Interessi su prestiti bancari: essi fluttuano in funzione del  costo del denaro e del rischio di insolvenza da parte del mutuatario.

Questi sono sonlo alcuni esempi di dati e termini che, nel complesso ambito della matematica finanziaria, si impiegano continuamente.

Per coloro che vogliono sviluppare la loro conoscenza attraverso i libri di argomento matematico, va sottolineato che alcuni insegnanti di fama internazionale, come Paul Wilmott, il noto esperto giapponese Sishi Kuriowa oppure il prof.ssore statunitense Ralph Tyrell Rockafellar  sono ora considerati veri e propri punti di riferimento per le teorie della matematica finanziaria, pertanto vi consigliamo di documentarvi circa la loro produzione letteraria e iniziare a leggere qualcosa di ciò che hanno scritto! La matematica finanziaria richiede impegno, disciplina e grande passione, pertanto occorre studiare approfonditamente le teorie proposte dai luminari del settore nelle loro opere.

Scopri le possibilità di matematica milano!

Altre nozioni da conoscere in matematica finanziaria

Ecco altre nozioni che dovrebbero diventare familiari per integrare totalmente la tua formazione in ambito matematico-finanziario.

Il costo del denaro: prendere in prestito denaro ha un costo, che dipende da quello che viene chiamata “la curva dei tassi”. Questa famosa linea è in funzione del denaro ed è generalmente determinata dal mercato.

Il costo del rischio: questo è il modo in cui la banca compensa il rischio di default. Due modi vengono proposti di solito, vale a dire l’ipoteca e il  tasso supplementare.

Prendere in prestito denaro ha un costo, che dipende da quello che viene chiamata "la curva dei tassi". Prendere in prestito denaro ha un costo, che dipende da quello che viene chiamata “la curva dei tassi”.

Interessi: ci sono due tipi di interessi, che fanno parte della matematica finanziaria. In particolare:

  • l’interesse semplice – che illustra il concetto di interesse in senso proprio- si calcola in base alla quantità di capitale iniziale;
  • l‘interesse composto, che prende in conto – come base per il calcolo – il capitale iniziale e gli importi di interessi generati in base al posizionamento.

Dove e come imparare la matematica finanziaria?

Questo ramo singolare della matematica può essere accessibile  attraverso l’insegnamento della matematica in modi diversi; che gli studi siano lunghi o brevi, i cosiddetti fondamentali o studi di ricerca applicata, non c’è che l’imbarazzo  della scelta e ognuno di essi può aiutare a imparare la matematica finanziaria.

Un percorso tradizionale

Il percorso tradizionale di uno studente che vuole orientarsi verso gli studi di matematica finanziaria è di passare attraverso i corsi universitari convenzionali, vale a dire la Laurea Magistrale in Matematica e quella in Scienze Statistiche e Attuariali oppure presso le Facoltà di Ingegneria.

Si tratta di studi da intraprendere dopo il diploma, che aprono le porte alle scuole di specializzazione in matematica finanziaria.

Ottenere una laurea “nei numeri” permette di avere più  sbocchi professionali e anche in Italia è tra le strade più percorribili per poter trovare lavoro.

Non a caso, nella Top 5 delle specializzazioni più richieste dal mondo del lavoro, rientrano i laureati in Statistica e gli attuari, gli esperti nella previsione di variabili demografiche ed economiche nel medio e lungo periodo.

La laurea in matematica non sconfina più (soltanto) in ambiti ormai stereotipati come banche, assicurazioni e società di consulenza ma la formazione scientifica è ricercata soprattutto nel ramo finanziario.

È un trend molto forte e presente anche in ambito industriale e nelle società no profit, perché si è compreso che, attraverso la matematica finanziaria, si possono ridurre tempi e costi alla base dell’innovazione e sono sempre più richiesti gli esperti di forecasting, in grado di realizzare previsioni finanziarie.

Altri corsi

In Italia, è possibile frequentare corsi di Financial Engineering presso alcuni Politecnici specializzati, come quello di Milano: ingegneria finanziaria, finanza quantitativa  e dipartimento di matematica (Ingegneria con orientamento alla Finanza) per ottenere il titolo previo superamento di esami scritti e orali, molto selettivi.

Per conseguire la Laurea in Matematica, è possibile frequentare le lezioni presso i Politecnici italiani Laurearsi in Matematica al Politecnico

Altra struttura in cui è possibile formarsi in questo campo è il Politecnico di Torino, che offre un corso in grado di integrare le conoscenze acquisite nell’insegnamento di Mercati e Strumenti finanziari e con quello di Gestione del rischio.

Naturalmente, con una preparazione adeguata, è possibile frequentare queste scuole. Non necessariamente hai bisogno di avere il genio di Einstein per studiare!

Le scuole di ingegneria

Se è vero che molti arrivano alla matematica in generale –e a quella finanziaria in particolare- anche passando attraverso le Facoltà di Economia, sono molti più numerosi quelli che usufruiscono della matematica di prim’ordine prevista nei corsi di Ingegneria. Un percorso diverso ma che può condurre a risultati ottimali.

L’insegnamento della materia è approfondito  e attuale. Il vantaggio di essere un ingegnere con questo tipo di specializzazione  è quello di ottenere maggiori probabilità per poter entrare in modo relativamente rapido nel mondo del lavoro, dopo 4 o 5 anni di formazione post-diploma.

La matematica è una delle discipline auree per entrare ad esempio in una scuola di formazione per insegnanti o andare in una scuola di ingegneri specializzati.

A questo percorso potrà seguire una formazione di alto livello come quella del MSC (Master of Science) in Matematica Finanziaria, di cui i più rinomati sono all’estero:

  • University of Denver,
  • Daniels College of Business,
  • Warwick Business School,
  • University of Amsterdam,
  • University of Leicester, Birmingham e Londra.

Corsi intensivi

Vi è, infine, la possibilità di avvicinarsi al mondo della matematica applicata –in particolare quella finanziaria- attraverso dei corsi intensivi organizzati nei vari Atenei d’Italia. Quello di Milano ad esempio è riservato agli studenti dei Corsi di Laurea in lingua italiana della Facoltà di Economia, che in questo modo possono migliorare la preparazione sui punti più delicati della materia.

Come possiamo vedere, ci sono diversi modi per imparare la matematica finanziaria, ma questa richiede, in ogni caso, un eccellente livello di preparazione e prerequisiti solidi.

C’è anche chi si cimenta nell’apprendimento della matematica da autodidatta.

Nuove alternative: corsi di formazione matematica orientati alla finanza

Con l’arrivo di Internet, l’apprendimento a distanza e vari tutorial, è possibile anche l’auto-formazione nel campo della matematica finanziaria.

Tuttavia, questo tipo di apprendimento, per quanto completo possa essere – soprattutto attraverso i MOOC (i noti “video in pillole” che offrono un approccio formativo su un argomento specifico) – sicuramente non sarà sufficiente per comprendere pienamente la materia e imparare la matematica finanziaria. Puoi continuare, in aggiunta, a fare affidamento ai buoni testi scolastici o ai libri di matematica.

Perché non approfondire il tuo livello di formazione sfruttando tutti i vantaggi di lezioni private in questa disciplina?

Ci sono molti insegnanti esperti e con forti competenze scientifiche che ti forniranno l’aiuto e il supporto necessario per capire meglio questo specifico ramo della matematica applicata.

Recandosi direttamente a casa tua, l’insegnante indipendente (che può essere ad esempio un ex- insegnante in pensione o uno studente lui stesso prossimo alla laurea) sarà in grado di adattare il programma alle tue esigenze, colmando le tue lacune e aiutandoti nella comprensione della disciplina.

Naturalmente, è possibile trovare un insegnante di matematica tra gli annunci o consultando l’elenco dei docenti disponibili nel comune della tua città.

Ma se vuoi un sostegno serio e beneficiare di un monitoraggio regolare -il tutto ad un prezzo accessibile- ti consigliamo di passare attraverso le piattaforme di tutoraggio.

Quest’ultime funzionano da intermediario tra te e l’insegnante, selezionano con cura il docente in base alla sua motivazione ed esperienza, per offrirti il meglio del meglio in materia di insegnamento a domicilio.

La matematica finanziaria, si sa, non è assolutamente facile da capire, né è sufficiente frequentare alcuni corsi di base per dire di aver imparato da soli l’intera materia (e averla compresa come si deve!): è il motivo per cui puoi mettere tutte le chance dalla tua parte, usufruendo di lezioni private di matematica con un professore responsabile e preparato. Ne ricaverai solo benefici.

Per quanto riguarda i bambini, è possibile educare anche loro alla matematica con i LEGO! Ebbene si! Anche se potrà suonare strano, un gioco di costruzione come LEGO fa appello alla creatività dei bambini (e degli adulti!), i quali giocano utilizzando il loro senso logico e sviluppandolo. La costruzione è sottoposta a regole di montaggio ma anche a regole di simmetria, architettura, logica… tutti aspetti importantissimi, che vanno stimolati quanto prima nei bambini se si desidera avviarli in modo ludico alle regole della matematica e della logica!

Strumenti come i LEGO contribuiscono a sviluppare la fantasia dei bambini (e dei meno giovani!) e la loro intelligenza spaziale: questo non è un gioco che distrae, bensì educa e aiuta a “costruire” e sviluppare l’intelligenza dei bambini. Questo tipo di gioco ha quindi un valore educativo innegabile.Pertanto se volete che i vostri figli imparino ad amare le discipline connesse alla matematica non esitate ad avviarli a giochi di costruzione sin dalla più tenera età…chissà che non diventino in futuro esperti di matematica finanziaria! Cosa aspettate…corrette a procurarvi delle costruzioni!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar