Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quali sono le posizioni tipiche dei corsi di yoga?

Di Igor, pubblicato il 07/06/2019 Blog > Sport > Yoga > Le Posture da Conoscere Assolutamente: la tua Lezione di Yoga!

Metti il tuo cuore, il tuo spirito, la tua intelligenza e la tua anima anche nella più piccola delle cose.

Swami Sivananda

Quando si pensa ad una lezione di yoga, alle posture yoga o semplicemente alla pratica dello yoga in sé, la maggior parte delle persone percepisce questa disciplina come se fosse legata solo alla dimensione meditativa. Ora, questo non è per niente vero. E, se sempre più persone si mettono anima e corpo alla pratica dello yoga è perché si tratta di una disciplina, in cui il lato fisico e sportivo risulta comunque importante, in cui sono necessari oltre ad un mentale rilassato, anche una buona forma fisica.

Leggendo le diverse riviste di yoga disponibili sul mercato, ci si accorge di come oltre la metà dei praticanti affermi di trovare un migliore equilibrio di vita, di ottenere un mentale chiaro e sereno e di rilassarsi e ridurre lo stress, quando si tratta di praticare yoga! Delle vere e proprie parole chiave, che incitano ciascuno ad imparare e a migliorare in posture come il yiengar, il saluto al sole, gli stiramenti o, ancora, lo yoga nidra.

Ma la prima cosa da fare è imparare correttamente le posture migliori!

Corsi yoga e yoga mudra: le basi della disciplina

Soprattutto all’inizio di un corso yoga, ci si rende conto di quante posture vi siano all’interno di questa disciplina. Sembra quasi di perdersi nel flusso delle informazioni e delle posture, quando si pratica in modo regolare. Tuttavia, con l’aiuto di un insegnante, un maestro o di un libro specifico, sarà piuttosto facile trovare dei riferimenti e riuscire a mettere in pratica alcune posture semplici; e questo sia che si tratti di yoga che pratichi da solo a casa o di una lezione di yoga collettiva.

Lo yoga mudra fa parte di quelle posture con cui avrai sempre a che fare nella pratica dello yoga, perché consente di far lavorare la regione lombare in modo molto efficace, così come la messa in movimento degli organi interni.

Si tratta semplicemente, senza sollevare le natiche, di mettersi nella posizione del loto (più o meno precisa, a seconda del proprio livello e delle proprie capacità), di inspirare e poi, espirando di posare la testa a terra di fronte a sé.

Qui, la concentrazione ha un ruolo fondamentale, oltre alla colonna vertebrale, alle anche e alla flessibilità di tutto il corpo, ovviamente. Si tratta di trattenere e poi di rilasciare espirando. Dovrai farlo in modo regolare, senza respirare in modo confuso e disordinato: un respiro che non sia regolare e leggero nuocerebbe alla presa di coscienza durante l’esercizio. Praticare lo yoga mudra durante un corso yoga è un ottima maniera di imparare questa disciplina.

Allinea correttamente il tuo corpo di yogi!

Il saluto al sole durante il corso di yoga

Semplice, rapido ed efficace, il saluto al sole è una base che conviene conoscere sempre quando si inizia un corso di yoga. Questo concatenamento di posture, creato a partire da un’alternanza testa in alto – testa in basso e schiena arrotondata – schiena inarcata, permetterà di far circolare meglio il sangue nel corpo. Vi sono diversi modi di effettuare il saluto al sole e l’ideale è di farsi seguire, almeno all’inizio, dal proprio maestro di yoga. Allo stesso tempo, è fondamentale conoscere a fondo la tecnica di respirazione.

Riuscirai a tenere le posizioni più semplici, ma anche quelle più complesse. In poche lezioni, potrai diventare un vero piccolo yogi!

In questo modo, questa postura di yoga ti consentirà di migliorare un buon numero di parametri della tua vita, oltre a dinamizzarti al mattino. Effettivamente, il saluto al sole consente di tonificare gli organi vitali, migliorare il sistema digestivo, allungare il muscoli e risvegliare lo spirito in modo dolce. In breve, si tratta di un concatenamento completo di posture, che permette di entrare al meglio nella disciplina.

Impara il cobra durante le lezioni di yoga e praticalo quotidianamente

Se si volesse individuare una postura tipica dello yoga, questa è sicuramente il cobra! Il cobra è quel genere di postura, che, nello yoga per debuttanti, provoca un immediato effetto. Per trovare il centro di se stessi, per equilibrarsi e rendere il proprio corpo più elastico, il cobra è il re degli esercizi. Questa asana fortifica la colonna vertebrale e, al contempo, previene la costipazione e solidifica i reni.

E nonostante gli impedimenti dovuti agli anni, riuscirai ad evolvere e sviluppare uno spirito yogi. A qualsiasi età, ti sarà possibile iniziare lo yoga!

Il principio, qui, è di allungarsi sulla pancia, di porre il palmo delle mani all’altezza delle spalle e di sollevare la parte alta del busto, mantenendo i piedi uniti a terra. Tutto questo deve essere, ovviamente, accompagnato da esercizi di respirazioni propizi all’efficacia della postura: insomma, è importante inspirare mentre si inarca la schiena ed espirare ritornando a terra, ad esempio.

Impara la postura del cobra a lezione di yoga, così entrerai a fondo nello spirito di questa disciplina.

Postura della pinza: semplice per la tua lezione yoga

La pinza, molto probabilmente, fa parte di quelle posture che si imparano nei corsi i yoga, che in realtà vengono già praticate anche nel mondo occidentale (magari imparata alla ginnastica della scuola elementare). La differenza, quasi certamente, sta in una non sufficientemente corretta gestione della respirazione!

La postura, in sé, è piuttosto semplice: si tratta di sedersi a terra a gambe tese in avanti e di andare a toccare i piedi espirando profondamente; ritornando in posizione seduta, con la schiena dritta, si espira e si cerca di raggiungere così una pace profonda e addominale allo stesso tempo.

L’effetto della pinza è piuttosto semplice, dato che questa postura ti consentirà non solo di elasticizzare la colonna vertebrale (andando, così, a prevenire l’infiammazione della sciatica), ma anche di tonificare gli organi sessuali, di regolare l’appetito e di limitare i problemi renali. Un vero elisir di giovinezza per il tuo corpo, che ti consentirà di approfittare nel migliore dei modi possibili dei benefici dello yoga!

Ovviamente, perché questo sia possibile, è necessario che ti alleni a lungo e che pratichi con regolarità. Qualsiasi sia la postura di base che pratichi, una sensazione di benessere si impadronirà di te!

Un esercizio base di tutti i corsi yoga: la candela

Esiste la mezza candela, che, come indica il nome, è una candela a metà, messa in pratica a chi non riesce o non ha voglia di andare fino alla fine dell’esercizio. Esiste, però, anche la candela, un esercizio di yoga praticato molto spesso dal maestro di yoga, perché si tratta di un postura di base, che mette assieme meditazione e rafforzamento muscolare.

Dalla posizione allungata sulla schiena, dovrai semplicemente alzare le gambe e raddrizzarle verso l’alto.

Questa posizione permette di trovare il centro di se stessi, di rilassarsi e di adottare una posizione che, pur non essendo naturale, è ottima per il cuore e il corpo in generale, come anche contro le vene varicose.

Vi sono alcune contro indicazioni della postura della candela: evita di praticare questa postura durante la digestione e, nel caso delle donne, durante i giorni del ciclo mestruale. Al di là di questo, però, questa postura yogi produrrà un ottimo effetto durante una lezione di yoga.

La torsione: non può mancare durante una lezione di yoga!

Pochi tra noi hanno perso il loro spirito, ma molti tra noi hanno perso da molto tempo il loro corpo.

Ken Wilber

Anche se si tratta di una delle posture da conoscere e praticare assolutamente, la torsione è tuttavia una delle più delicate da realizzare. Per effettuare una torsione, dovrai, seduto o sdraiato a terra, posizionare il tuo corpo in modo tale che il piede destro vada a sinistra e che la mano sinistra vada a destra. Dopo qualche minuto in questa posizione, dovrai invertire il senso (piede sinistro a destra e mano destra a sinistra): in questo modo gli organi intestinali, renali e digestivi lavoreranno e miglioreranno le loro funzionalità.

Questa posizione ha anche il merito di mettere in rilievo la flessibilità del nostro corpo, che sarà migliorata, soprattutto a livello della colonna vertebrale. Questo, a livello mentale, ti darà maggiore fiducia in te stesso, maggiore capacità di lasciar correre davanti a te gli eventi negativi, senza dimenticare i benefici a livello fisico: l’eliminazione di tante tossine, dovuta alla pressione esercitata sul fegato.

Per una lezione yoga in piedi: il triangolo

Simile alla pinza, il triangolo è in realtà una postura di yoga da praticare in piedi. Le gambe allargate, inspira a fondo, poi colloca la tua mano sinistra sul tuo piede destro, il più lontano possibile; tutto questo espirando. Procedi poi alla stessa maniera con l’altro lato, sempre in accordo perfetto con la tua espirazione. Potrebbe essere che tu senta i tuoi muscoli tirare: proprio per questo, il triangolo è una postura da realizzare poco alla volta, aumentando l’apertura o la discesa verso il basso, ogni giorno un po’ di più.

In questo modo, potrai allora lavorare ancora più la flessibilità dei tuoi muscoli, ma anche e soprattutto trovare sollievo dai dolori di schiena, assottigliare la tua vita e prevenire le turbe urinarie. Una posizione, dunque, che dà la priorità ai vantaggi fisici, al contrario della maggior parte delle altre posture delle lezioni yoga, che si concentrano invece sugli organi vitali.

Un tappetino a terra e sarai pronto a partire per il tuo corso di yoga!

Poi dedicherai del tempo ad approfondire anche le posture più complesse o quelle meno frequenti. Una successione di posture classiche ti permetterà di farti un’infarinatura della disciplina!

Qui, lo yoga si mostra nella sua veste più semplice, ma completa, delicata, ma risolutamente potente, e consente ai debuttanti di imparare, all’interno di questa disciplina, tutto quello che essa ha di più ricco. Dall’albero, al saluto al sole, passando per la torsione, ce n’è per tutti i gusti e le posture da imparare a lezione di yoga ce lo ricordano tutti i giorni. In poche lezioni di yoga, sarà dunque possibile padroneggiare le basi di una bella disciplina, come lo yoga.

Allora, sei pronto a far lavorare la tua respirazione profonda e a rinforzare i tuoi muscoli?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar