Chi mai direbbe che per costruire un violino è necessario, prima, tracciare due pentagoni in un cerchio?

Stradivarius (1644 – 1737).

Questo celebre liutaio non avrebbe mai contraddetto l’adagio secondo cui insegnare a suonare il violino richiede un lungo processo di apprendimento: una formazione musicale di alto livello, per imparare il solfeggio, per leggere le note degli spartiti, l’armonia, l’improvvisazione e infine le giuste sonorità.

Degli studi neuorologici hanno provato nel 2017 tutti i benefici della musica: scienziati giapponesi dell’Università di Tsukuba, osservando un campione di topolini che soffrivano di iper tensione, hanno constatato che, l’ascolto prolungato del Divertimento n° 7 in re maggiore di Mozart ha avuto effetti positivi sull’abbassamento della tensione arteriale.

Dopo aver studiato musicologia o dopo esserti diplomato al Conservatorio, vorresti diventare professore di musica?

Ecco come trovare degli studenti per dare lezioni di violino.

Annalisa
Annalisa
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (24) 20€/h
Prima lezione offerta!
Giada
Giada
Insegnante di Violino
4.86 4.86 (7) 20€/h
Prima lezione offerta!
Marta
Marta
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (11) 30€/h
Prima lezione offerta!
Alessandra
Alessandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 15€/h
Prima lezione offerta!
Cristiano
Cristiano
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (1) 25€/h
Prima lezione offerta!
Claudio
Claudio
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 20€/h
Prima lezione offerta!
Sandra
Sandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (2) 25€/h
Prima lezione offerta!
Elisa maria
Elisa maria
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (7) 25€/h
Prima lezione offerta!

Dare lezioni di violino: come fissare la tariffa oraria?

Il violino non è di certo semplice da suonare e da imparare, ma con Superprof nulla è impossibile.
Nessun tasto e nessun punto di riferimento: uno strumento difficile?

Cavoli! Stavamo dimenticando la cosa essenziale: prendere delle lezioni di violino potrebbe essere molto simpatico, divertente, utile e gratificante, ma quanto costerà? Che tariffe puoi proporre ai tuoi studenti?

Ce qui détermine l'engagement de tout enseignement de la musique, c'est surtout le prix à payer pour les cours d'instrument de musique.

Ciò che determina il ritorno sull’impegno di ogni insegnante di musica è, anche, il prezzo da pagare per le lezioni di strumento (cui si aggiunge anche la gratificazione, certo, ma con la gratificazione da sola, difficile sfamarsi e pagare le bollette).

Ecco, qui di seguito, quello che dovrà determinare e fissare il prezzo orario della tua lezione di musica.

Prima di tutto, fissare la tariffa oraria di una lezione significa, per un professore di musica, stimare la remunerazione che lui o lei desidera ottenere e proporre un montante che le famiglie saranno comunque disposte a pagare.

Si tratta di trovare il montante che possa soddisfare l’offerta (tu) e la domanda (il futuro allievo).

Ogni professore privato deve passare da questa fase, quella della politica tariffaria del corso, qualsiasi sia la disciplina che insegnino o vogliano insegnare.

Si tratta di proporre una tariffa oraria di violino, né troppo alta, né troppo bassa: un prezzo relativo di mercato.

Non potrai proporre dei corsi a 200€ l’ora e nemmeno a 2€ l’ora. Per aumentare l’affluenza e riempire le tue ore libere, trovare dei bambini, dei ragazzi e degli adulti per i tuoi corsi, dovrai collocarti nel range di prezzi accettabili dalla domanda potenziale.

Prendi in considerazione tutti i fattori e calcola correttamente la tua tariffa.
Decidi quanto valgono le tue lezioni di violino!

Nel caso specifico, quello delle lezioni di violino sulla piattaforma di Superprof, i prezzi medi si attestano in una forchetta che va da 20€ a 30€. Questo non significa che chi cerca nella sua città non possa trovare lezioni per 10€ o 15€, e nemmeno per 35€ o 40€ l’ora. Ma, ponendoti agli estremi, rischi di perdere una fetta della popolazione di potenziali studenti. Se chiedi troppo, molti rinunceranno in partenza; se chiedi troppo poco, oltre a non essere una strategia economica efficace per te, rischi di sembrare uno che si sottovaluta. Aspetto da evitare completamente, di fronte agli studenti; fosse anche per sbaragliare la concorrenza.

Puoi agire invece, proponendo la prima lezione gratuita, in modo da dare una buona impressione e di attirare quanti più clienti possibili. Puoi anche proporre delle tariffe scontate, per chi acquisti un certo numero di lezioni (ad esempio, 10 lezioni al prezzo di 9!).

Per quanto riguarda il regime fiscale che potresti adottare, ci sono più possibilità. Escludendo ovviamente tutte quelle strategie che non fanno che incrementare il mercato del lavoro nero, considera che nessuna tassa è dovuta fino ad un guadagno di 5.000€ l’anno, anche se, contemporaneamente, hai un lavoro fisso da dipendente (non sono rari i casi di coloro che, pur essendo musicisti, fanno lavori diversi e alla musica dedicano solo gli spazi di tempo residuali; non per scelta ovviamente!). Ti basterà emettere una fattura per collaborazione occasionale e sarai in regola con il Fisco ed Equitalia!

Se hai già la partita Iva e le lezioni di musica fanno entrare nelle tue tasche più di 5.000€ annuali, puoi aggiungere una voce alla tua iscrizione alla Camera di Commercio e il gioco è fatto. Il regime forfettario, poi, ti consentirà di non pagare l’Iva a fine anno.

Conteggia, però, tra le spese fisse i versamenti annuali all’INPS (un vero salasso!)

Per quanto riguarda, infine, quanto farti pagare, molto dipende anche dal tuo livello, dalla tua preparazione e dalla tua esperienza. Se hai 30 anni di esperienza alle spalle e due o tre diplomi al Conservatorio, non puoi di certo chiedere 35€: sarebbe sottovalutare tutto quello che hai fatto. Al contrario, se stai ancora studiando al Conservatorio o al Liceo coreutico, allora potresti pure scendere al di sotto dei 20€ l’ora.

Allo stesso modo, un corso di iniziazione al violino o alla musica in generale sarà molto meno caro di un corso di specializzazione, un corso per bambini costerà meno di un corso per adulti. E i corsi individuali saranno più costosi di quelli collettivi.

L’ultimo consiglio: quando concludi il tuo annuncio, fallo sempre con una nota di allegria un gioco di parole, un saluto cortese, …

Potrai postare il tuo annuncio ovunque vorrai sulla rete (Subito.it, pagine locali delle singole città, piattaforme online, …) e in città.

Crea un sito web per proporre le tue lezioni di violino

Difficile, in questa guerra del posizionamento naturale e pagante (vedi alla voce SEO del web marketing), passare davanti a piattaforme di professionisti, come addlance, Superprof e così via.

Tuttavia, chi voglia proporre la propria professione (non solo quella di musicista) sfruttando i canali online ha una soluzione ideale per massimizzare le possibilità di essere visto sul mercato dei corsi di musica: la creazione di un sito web personalizzato!

Una pagina facebook e un sito web possono spingerti molto in avanti rispetto alla concorrenza.
Fatti conoscere con un sito web: impara WordPress!

Dovrai avere delle capacità di infografica, ma ci sarà probabilmente qualcuno, nel tuo entourage, che conosca WordPress, i linguaggi HTML, CSS o la programmazione JavaScript e il webdesign, no?

Inizia, prima di tutto, con la creazione di una pagina Facebook per arrivare ad un pubblico dell’ambiente scolastico o semplicemente per farti conoscere dalla tua rete di contatti.

Ad anno iniziato, non è possibile (quasi mai) entrare in un corso di musica già iniziato: le persone che vogliano imparare a suonare uno strumento (percussioni, clarinetto, tromba, chitarra elettrica, chitarra classica, basso, trombone, tuba, flauto traverso, sassofono, violino, etc), allora, cascheranno inevitabilmente sulla tua pagina FB. Ancora meglio, se disponi di un sito internet tutto tuo, ottimizzato per apparire su Google. L’unica spesa sarà quella dell’affitto da pagare al fornitore del servizio, ma puoi cavartela con circa tre Euro al mese.

I nostri corsi privati di violino: trova degli studenti su Superprof

Ok, ora hai il tuo annuncio, ma dove trovi gli studenti? Ma sulla piattaforma di Superprof, ovviamente!

Sono diverse centinaia i violinisti di tutta Italia riuniti sulle nostre pagine, iscritti alla nostra piattaforma. Tutti qui per insegnare gli strumenti musicali a corda, nelle più grandi città italiane, ma anche nei paesini più piccoli.

Fare musica aumenta la creatività di ogni apprendista, che grazie ai corsi di solfeggio e di improvvisazione, accresce la propria comprensione e la propria espressione corporale. Questo gli permette soprattutto di approcciare altri strumenti a corde, come il violoncello o la chitarra.

Un professore di violino può anche proporsi come professore di pianoforte per insegnare a suonare il piano più rapidamente ad un gruppo di studenti più ampio.

Su Superprof, gli studenti hanno la possibilità di pagare molto meno di quello che dovrebbero pagare in una scuola di pianoforte o di altri strumenti.

Allorché gli organismi di sostegno scolastico fatturano fino a 35€ l’ora per una lezione di matematica, i nostri corsi oscillano tra 15€ e 25€ (delle volte anche più, ma la medi è più bassa).

La maggior parte dei nostri insegnanti si rivolgono a profili di tutti i livelli e si propongono per insegnare tutti gli stili musicali: un modo per progredire, divertendosi.

Per riempire un po’ di più il tuo tempo libero, con attività da professore privato, potresti seguire i nostri consigli sulle qualità da padroneggiare e sulle cose da fare con ogni studente.

Ricorda, infatti, che un allievo soddisfatto è di per sé una buona pubblicità per te, nella misura in cui parlerà delle lezioni che segue da te, con parenti, amici, conoscenti e contatti. Tra tutti questi, qualcuno ti chiamerà per seguire la prima lezione di prova con te.

Ecco, quindi, un comportamento da adottare durante le lezioni private a domicilio di violino:

  • Cerca di essere sorridente sempre e anche simpatico, se possibile
  • Non tardare mai, ma cerca sempre la puntualità
  • Devi presentarti bene, con una cura personale nel vestire e nell’igiene
  • Non scoraggiare mai il tuo allievo
  • Sottolinea i progressi che compie ogni giorno e incoraggialo a continuare
  • Mostragli come suonare un brano rallentato, a suo ritmo
  • Incitalo a suonare con un metronomo
  • Diversifica i brani che gli fai studiare, per ampliare la sua cultura musicale
Cerca, allora, di curare, oltre a te stesso, anche la casa o la stanza in cui terrai la lezione
Un ambiente insalubre non invita gli studenti a tornare!

Il violino, questo strumento sprovvisto di tasti e di punti di riferimento visivi, richiede un grande rigore nell’insegnamento: devi, quindi, implicare e coinvolgere il tuo apprendista, felicitandolo spesso.

Dovrai saper adattarti a tutti i profili: un liceale che desidera progredire, per far conoscere il proprio gruppo musicale non richiederà lo stesso impegno e lo stesso tempo di un adulto che prenda lezioni intensive di violino su Superprof, in vista della preparazione al concorso di entrata al Conservatorio di Milano o di Roma.

Bisogno di un insegnante di Violino?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura