Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I motivi per insegnare la lingua di Molière

Di Catia, pubblicato il 27/07/2017 Blog > Lingue straniere > Francese > Perché Diventare Insegnante di Francese?

Orientarsi non è una cosa semplice.

Chi ama il francese e si fa delle domande sul proprio futuro, può essere attratto dal mestiere di insegnante.

Il 59% dei giovani diplomati ha valutato l’idea di diventare professore.

E’ vero che diventare un insegnante di francese comporta molti vantaggi?

Chiunque tu sia, un neolaureato, uno studente nel pieno del suo corso di studi, o un adulto desideroso di cambiare lavoro, i tuoi dubbi riguardo a questa professione sono legittimi:

  • i vantaggi reali dell’insegnamento del francese
  • le ragioni che ti spingono a diventare insegnante
  • la metodologia per poter aiutare gli studenti a fare progressi.

Cerchiamo di partire con i motivi per cui insegnare francese.

L’insegnamento del francese è una strada per i giovani laureati

In Italia il tasso di disoccupazione dei giovani è ormai da qualche tempo a dei livelli allarmanti.

I dati sulla disoccupazione nel maggio 2017, in generale hanno visto un aumento di 0.2 punti rispetto al mese precedente con l’11.3% della popolazione lavorativa italiana in cerca di un impiego.

L'Italia è un paese che offre poche possibilità di lavoro ai giovani. Il tasso di disoccupazione giovanile in italia è tra i più lati d’Europa!

Se guardiamo alla disoccupazione tra i giovani ci rendiamo conto della portata del fenomeno: il 37% dei giovani tra i 15 e i 24 anni è senza lavoro. Il 34.8% è inattivo, il che vuol dire che non cerca neanche un lavoro (e non studia).

In base ai dati Istat, rispetto al 2016 la disoccupazione è scesa di 1.8 punti, ma questa riduzione ha interessato solo gli ultracinquantenni, mentre è aumentato il numero dei giovani (15-34 anni) disoccupati.

Le paure dovute all’assenza di un posto di lavoro sono quindi comuni a molti giovani studenti che cercano di decidere sul proprio futuro professionale.

Il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (Miur) come datore di lavoro

Al di là del mito del posto fisso, ci può essere una considerazione di carattere generale: c’è sempre bisogno di insegnanti e con la nuova riforma della scuola, dovrebbe anche essere più facile determinare esattamente il numero di docenti da assumere ogni anno.

Per ora i numeri non sono incoraggianti. Si prevede che l’organico della scuola per l’anno scolastico 2017/2018 sarà così composto:

  • 601 mila insegnanti dall’anno precedente
  • 48 mila assunti per potenziare le classi
  • 9.600 precari stabilizzati

Il fatto  è che non si tratta proprio di novellini, ma di una parte del numero imprecisato di precari (erano 100 mila nel 2014) che lavorano di fatto nella scuola, ma senza un ruolo fisso.

Ma c’è una speranza: l’ultimo concorso scuola bandito nel 2016 riguardava la copertura di 63.712 posti di lavoro come insegnanti (di cui circa 6 mila di sostegno).

I posti assegnati agli insegnanti di francese, classe di concorso AA24 sono stati 694 così ripartiti:

  • 372 per la scuola secondaria di II grado
  • 309 nella scuola secondaria di I grado
  • 13 come insegnanti di conversazione

Se ti sembra poco ci sono, altri modi per diventare insegnante francese.

Scegliere i propri allievi

Insegnare la lingua francese può essere una buona prospettiva di carriera in ogni tipo di scuola, pubblica o privata.

Puoi scegliere a chi insegnare francese, se ai bambini, ai ragazzi o agli adulti. Se ti piacciono i bambini puoi insegnare francese alla scuola primaria!

Ci sono diversi modi per insegnare il francese. Innanzitutto ti serve una laurea in lingue e letterature straniere, dopodiché puoi:

  1. Diventare un insegnante della scuola pubblica

Nelle scuole superiori di I grado, ovvero le scuole medie, sono richiesti due insegnanti di lingua: uno è quello di inglese, l’altro, nella stragrande maggioranza dei casi, è quello di francese.

2. Insegnare francese nelle scuole superiori

Alle superiori, oltre ad insegnare le basi della grammatica francese, potrai dare libero sfogo al tuo amore per la letteratura francese.

3. Diventare un insegnante ricercatore all’università

Un dottorato di ricerca in letteratura francese è un viaggio culturale molto ampio che abbraccia la produzione letteraria di molti paesi della Francofonia. Puoi insegnare ai giovani universitari quello che impari sulla letteratura post-coloniale, per esempio.

4. Diventare insegnante di francese nel settore privato

Al di fuori della pubblica amministrazione si apre un ventaglio di possibilità. Per esempio, potresti lavorare come insegnante per le scuole di lingua privata. Il francese rimane sempre la seconda lingua più richiesta in Italia. In alternativa ci sono le scuole bilingui o internazionali. Qui puoi seguire gli studenti dalla scuola d’infanzia al liceo!

L’insegnamento pubblico e la sicurezza di un impiego

Con tassi di disoccupazione così alti, i millenials possono comunque contare sul mestiere di insegnante come fonte di quella stabilità che al privato sembra un miraggio.

Nonostante le tante falle del sistema scolastico, non da ultimo la precarietà degli insegnanti, le nuove generazioni, quelle che diventeranno insegnanti con le nuove regole possono, sperare in un percorso più lineare per la cattedra di ruolo.

Il settore pubblico continua ad essere molto ambito dai giovani per la sicurezza del posto di lavoro.

Chi sceglie di diventare insegnante si mette al servizio della conoscenza, non lo fa solo per il posto fisso. Fare l’insegnante è una scelta di vita!

Ci sono diversi vantaggi nel lavorare come funzionari pubblici:

  • un contratto di lavoro per cui i licenziamenti sono difficili;
  • uno stipendio garantito, anche se tra i funzionari pubblici è il più basso;
  • un lungo periodo di vacanze e la possibilità di conciliare il lavoro con la vita familiare.

Il posto di insegnante continua ad attrarre molti laureati. Nell’ultimo concorso scuola del 2016 sono state presentate oltre 165 mila domande per coprire quasi 64 mila posti!

Diventare insegnante per trasmettere la lingua di Molière

La lingua francese è considerata una delle più difficili da imparare e, allo stesso tempo, una delle più belle.

Il poeta inglese Samuel Taylor Coleridge ha detto che il francese “è la lingua più limpida e più precisa del mondo.”

E detto da un inglese, fa un certo effetto!

Per dare una lezione di francese è indispensabile avere una vera passione per la lingua di Molière.

L'amore per la lingua e la letteratura francese spinge molti a diventare insegnanti. Sei un appassionato di Molière e della sua lingua? Potresti insegnare francese!

E’ possibile quantificare la passione? E basta davvero essere appassionati per poter trasmettere il sapere e l’amore per il francese ai propri studenti?

Ci sono altri elementi che entrano in gioco:

  • amare i libri, in particolare quelli di letteratura francese
  • avere un buon livello di cultura generale e rimanere sempre informato sull’attualità nel mondo francofono
  • conoscere e avere un’ottima padronanza delle regole della grammatica francese
  • avere delle ottime competenze redazionali, per evitare gli errori di ortografia

Un insegnante di francese, come ogni altro docente, ha un compito fondamentale: quello di trasmettere la conoscenza.

Questa missione è di fondamentale importanza per il futuro degli studenti e della società in generale.

Dalla scuola primaria all’insegnamento superiore, un insegnante id lingua francese partecipa in parte alla costruzione del futuro professionale dei suoi allievi.

Per lavorare con i ragazzi poi, bisogna avere una buona dose di pazienza e determinazione.

Essere un insegnante di francese: un mestiere utile e una forma di soddisfazione personale

Tutti gli insegnanti capiscono bene di esercitare un mestiere di utilità pubblica.

L’istruzione è uno degli elementi più importanti della nostra società, e contribuisce all’educazione in generale, facendo degli insegnanti delle figure di riferimento molto importanti, dopo i propri genitori.

La pedagogia, l’anima della professione

La pedagogia è quello che ci rimane della scuola, quello che ognuno di noi conserva quando scopre o ritrova il piacere di apprendere.”

Questa frase, apparsa nell’articolo Les approches contemporaines de la pédagogie scritto da Daniel Hameline et Jacques Pain per l’Encyclopédie Universalis, illustra bene il legame tra l’insegnante pedagogo e la voglia di imparare di un individuo.

La pedagogia è la scienza che studia l’educazione e la formazione dell’uomo.

Banalizzando, possiamo dire che un buon pedagogo è in grado di trasmettere il proprio sapere, saper spiegare le cose in modo chiaro e, soprattutto, suscitare l’interesse dei suoi allievi.

Vedere l’impatto positivo che si ha sulla vita delle persone è già un ottimo motivo per diventare insegnanti.

Un mestiere dinamico

L’insegnante di francese, cresce insieme ai suoi studenti. Ogni anno la classe acquista nuove competenze, cambia l’orario e cambiano le esigenze!

Il mestiere dell'insegnante di francese è tutto tranne che noioso, cambia di classe in classe e di anno in anno. Ogni nuovo anno scolastico porta nuove sfide all’insegnante di francese!

Se si insegna nelle scuole superiori, oltre alla grammatica ci sono anche le lezioni di letteratura.

Il programma evolve costantemente. Ogni anno si affrontano periodi storici, correnti letterarie, scrittori diversi.

Vuoi scoprire l’esperienza di altri che hanno effettuato la tua scelta professionale e qual è la loro offerta? Consulta corsi di francese milano per farti un’idea!

L’altruismo al centro della professione

Una persona altruista è una persona che ha a cuore l’interesse degli altri, indipendentemente dal tornaconto personale.

Il più bel mestiere al mondo, presuppone che l’insegnante si metta in secondo piano e che il centro della sua azione sia l’apprendimento e la riuscita scolastica dei suoi allievi.

E questa centralità dei bisogni degli studenti accompagna l’insegnante per tutta la sua carriera.

L’individualismo della nostra società è spesso oggetto di critica. L’insegnante invece, deve essere perfettamente in grado di prendere in contropiede “il male del nostro secolo.”

Gli sforzi dell’insegnante di francese, in particolare, sono rivolti a offrire un perfezionamento in tutti gli aspetti della lingua francese.

Nelle scuole medie getta le basi per la fonetica e le coniugazioni più importanti. Nelle scuole superiori si approfondisce la struttura della lingua e si introduce il programma di letteratura francese.

L’insegnante di francese partecipa alla crescita dell’individuo, al rafforzamento di una cultura europea, all’apertura degli orizzonti verso tutti i paesi di lingua francofona.

Bravo! 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar