Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Evitare le bocciature alla scuola media, tramite le ripetizioni a domicilio!

Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Come Impartire Lezioni Private a Studenti delle Medie?

Iniziare le scuole medie può fare paura …

Saper destreggiarsi in una nuova struttura, gestire bene i tempi, il peso dei libri, gli spostamenti…

Enunciati incomprensibili, compiti in classe consegnati incompleti, voti deludenti … Le generazioni si succedono, ma lo schema del fallimento resta lo stesso per gli alunni in difficoltà.

Si intraprende una nuova materia, poi il programma diviene complesso e si tende a volerla abbandonare.

Se come insegnante privato fai anche tesoro della tua esperienza di ex alunno, adattando pedagogia e savoir faire, in breve i tuoi servigi saranno richiestissimi!

Ma come fare per dare lezioni di supporto scolastico ad uno studente delle medie?

Scopriamo insieme le ragioni che spingono un alunno a chiedere aiuto ad un insegnante privato per non abbandonare tutto e il modo in cui questi può veramente fornire sostegno.

Partiamo dunque alla scoperta dell’affascinante mondo dell’insegnamento individualizzato!

La scuola media: un programma educativo cruciale nel percorso dell’adolescente

Si tratta di un'età difficile, in cui un fallimento èuò costituire un grosso danno. Meglio fare seguire il ragazzo. L’importanza della scuola media è tale anche per la particolarità dell’età degli studenti!

Ritenuta l’anello debole del sistema educativo, la scuola media è fonte di stress per i genitori. Lo è ancor più per gli alunni, che vivono non solo l’attesa dei voti, ma anche l’incontro coi pari, come una causa di preoccupazione frequente.

Tanto più che spesso la tappa precedente, la scuola elementare, può non esser stata superata brillantemente. La cosa si aggrava se lo studente in difficoltà non ha mai usufruito di un accompagnamento durante i compiti alla scuola elementare, che potesse far emergere eventuali problemi per affrontarli in tempo!

Le scuole medie, nel bel mezzo dell’adolescenza, possono a volte apparire di durata eterna …

I compiti si accumulano, i libri mostrano formule e teorie incomprensibili e l’insegnante – assorbito dalla classe intera – non può accorgersi di tutto.

Molti di noi se ne ricordano: il programma di studio è fittissimo alla scuola media.

La comprensione delle frazioni in matematica, il perfezionamento della scrittura di temi in Italiano, l’apprendimento di una lingua straniera sono dei mali necessari che non si possono evitare!

È questo che, come un coach, l’insegnante privato dovrà subito far capire all’adolescente, in modo da consentirgli di entrare a passi sicuri nella vita di giovane adulto.

La maggior parte delle discipline apprese alle medie rappresenta delle pietre da apporre le une sopra le altre, insieme all’allievo, in modo che egli edifichi una casa solida da abitare al momento del liceo e della vita professionale.

Proponendo un accompagnamento scolastico per ripassare e studiare a casa, per capire teoremi e enunciati, per cercare la soluzione logica ad un problema, l’insegnante privato offre le chiavi del successo scolastico all’alunno.

Pensa a tutti quegli elementi che possono governare il contesto in cui vive l’alunno in un periodo cruciale dello sviluppo.

L’accompagnamento scolastico per aiutare gli studenti nelle lingue straniere

Il materiale scolastico così come i libri costituisce la strumentazione con cui lo studente crea la propria cultura. Preparare bene lo zaino la sera prima di un compito in classe aiuta ad entrare nell’atmosfera giusta!

Que voy a hacer, je ne sais pas. Que voy a hacer, je ne sais plus…

I trilingue come Manu Chao, come pure certi insegnanti privati altamente specializzati, non sono poi così numerosi! Sfortunatamente per la maggior parte degli studenti, l’apprendimento di una lingua straniera passa attraverso il percorso scolastico.

Il nostro sistema educativo, da sempre, non propone metodi dai risultati immediati e vantaggiosi come accade, invece, in Scandinavia.

Del resto, gli studi che mettono a paragone la conoscenza delle lingue straniere dei bambini italiani con quella dei loro coetanei di altre nazioni parlano chiaro. Siamo piuttosto indietro.

Saper dire che “Brian is in the kitchen” è un conto, ma saper intrattenere una conversazione – passo dopo passo – è tutt’altra cosa. E lo stesso vale in Inglese, in Francese, e così via.

Diversi elementi vanno considerati per spiegare il debole livello degli Italiani in lingua straniera:

  • La chiusura culturale ed il blocco dal punto vista psicologico con ripercussioni sulle abilità linguistiche a livello nazionale: si consultano poche opere in lingua originale e si guarda poca televisione in altre lingue. Capolavori cinematografici, fra l’altro, sono annientati dalle traduzioni che se ne fanno.
  • La presenza, alla scuola elementare, di insegnanti non laureati in lingue che insegnano lingue.
  • L’attenzione eccessiva, nei primi gradi scolastici, allo scritto piuttosto che ad una pratica orale.

Per rimediare a tutto ciò si potrebbe inviare il proprio ragazzo all’estero, offrendogli una full immersion dall’esito a volte violento (data l’impreparazione italiana dal punto di vista della fluenza in altre lingue). Ma la soluzione è costosa, probabilmente troppo dura per bambini e ragazzini delle medie. Lontani dalla famiglia, non tutti i giovani riescono a sbloccarsi e vivere a pieno un’esperienza linguistica arricchente. Si rischia, a volte, pur di vedere migliorare il proprio figlio, di imporgli delle esperienze ancora troppo ardue da vivere. Tanto più se mancano delle competenze e nozioni di base, oltre all’agilità a passare da un registro linguistico ad un altro.

Prima la scuola elementare, in cui il bambino impara le basi; poi il liceo, in cui lo studente prepara il suo futuro. La scuola media è un periodo che fa da cerniera tra due epoche della vita dello studente!

In compenso, proporre al giovane studente di perfezionare le proprie conoscenze linguistiche in vari idiomi – per poter poi sfruttare tutto ciò durante il periodo universitario – tramite un graduale percorso di accompagnamento scolastico è di certo meno rischioso e traumatico. In ogni caso, anche se volete poi lanciarlo nell’esperienza del viaggio all’estero, essere seguito parallelamente alla scuola non potrà fargli alcun male. Anzi!

Questa seconda opzione – che agli occhi degli odierni genitori italiani (più anziani ed ansiosi rispetto al passato) è meno onerosa ed azzardata – è effettivamente sempre più praticata, essendo alla portata di qualsiasi mente, psiche e tasca. Soprattutto, essa è adatta ad ogni profilo di studente. Avanzato, in difficoltà o quant’altro. Si tratta di una pratica flessibile, da adattare alle esigenze del giovane e delle sue tempistiche scolastiche e sociali. L’aiuto nei compiti si rivela sempre e comunque utile e fattibile.

Pur rimanendo a contatto con la propria famiglia, il giovane può comunque migliorare nelle lingue, arricchire il proprio vocabolario, esercitarsi con la pratica orale sfruttando esperti linguistici, laureati in lingue e letterature straniere, nativi inglesi o tedeschi sono infatti richiestissimi nell’ambito dell’accompagnamento e dell’assistenza durante i compiti a casa!

Supporto scolastico per migliorare di livello nelle principali discipline

Il ritmo differente del pomeriggio rispetto alla mattina a scuola, oltre ad un ambiente più raccolto, saranno un valido aiuto. Un sostegno pomeridiano a domicilio consentirà allo studente di prendere fiducia in se stesso e di recuperare i ritardi!

Per quanto l’aumento delle difficoltà e dell’impegno richiesti dalle discipline principali intervenga più che altro alla scuola media, anche le elementari sono a volte difficili da vivere. Tanto per i genitori, quanto per gli alunni. I blog degli studenti delle medie, del resto, sono pieni di dichiarazioni in tal senso.

I bambini della prima media restano generalmente sconvolti durante il primo quadrimestre, vedendo che l’Italiano e la Matematica si fanno davvero impegnativi e ardui da superare giorno per giorno. L’assimilazione della lezione del giorno diviene allora qualcosa di non sempre scontato.

Tenendo conto che la licenza media costituisce l’ultima tappa prima del grosso lavoro del liceo, è normale che genitori ed alunni delle medie si stressino al pensiero di dover affrontare questi tre anni. Una volta iniziate le medie, in effetti, sono in molti i giovani a dichiararsi “stressati ed ansiosi” all’idea di andare a scuola.

E proprio qui la soluzione delle ripetizioni a domicilio interviene per dare un supporto allo studente nei momenti di maggiori dubbi e di difficoltà d’adattamento alle nuove materie o lezioni.

L’insegnante che da ripetizioni è colui che potrà evitare agli studenti delle medie di sbagliare dei congiuntivi, di assimilare le innumerevoli eccezioni di cui è ricca la lingua italiana, di padroneggiare i numeri relativi ed il loro presunto senso…

La scuola media poi, oggi, propone addirittura più di una lingua straniera, l’informatica, dei corsi extra di scienze applicate…Lo studente è invitato a superarsi di continuo, mettendosi alla prova e impegnandosi con tenacia.

L’insegnante privato farà il necessario per inquadrare i ragazzini della scuola media. Apporterà il proprio sostegno affinché il metodo di studio venga sviluppato e fatto proprio. Il giovane dovrà essere guidato, dall’insegnante privato, nei tentativi di comprensione ed esercizio delle varie discipline.

Così, se sei tu l’insegnante del dopo-scuola, a te spetterà di scongiurare il pericolo di una bocciatura, che in età adolescenziale sarebbe assolutamente scoraggiante.

Tieni presente, poi, che se il tuo studente di dopo-scuola dovesse trovarsi bene con il tuo accompagnamento ai compiti durante il periodo delle medie, potrà di certo scegliere di fare appello ai tuoi servigi anche nei primi anni del liceo. Potrai allora impartire lezioni private per liceali!

Supporto ed accompagnamento scolastici per le materie scientifiche

La matematica fa parte di quelle discipline assieme all'italiano e alle lingue straniere che formano il futuro studente e lavoratore. Alla scuola media non si richiede la soluzione di equazioni troppo complicate, ciononostante si possono incontrare difficoltà!

Per quanto indispensabili alla vita quotidiana, come allo sviluppo economico e scientifico di un Paese, le materie dette « scientifiche » porteranno spesso veri e propri grattacapi in seno alle famiglie, al momento dello svolgimento dei compiti. Esse richiedono, in effetti, una logica che può apparire a dir poco astratta agli occhi di bambini di dieci ed undici anni. Spesso, essa si rivelerà semplice solo col passar del tempo. E con l’aiuto di spiegazioni supplementari fornite durante lezioni private.

Costituisce un problema il fatto di non capire un enunciato dell’esercizio, quando si è soli di fonte al compito in classe. Un allievo si aspetta che dei veri e propri trucchi per l’apprendimento gli vengano « infusi » dall’insegnante del dopo-scuola. Lo stesso dicasi per quanto riguarda il rigore indispensabile all’assimilazione delle conoscenze.

Consiglio pratico: ricordati di fare uno sconto se l’alunno richiede lezioni per un periodo prolungato di tempo, se in gravi difficoltà scolastiche o se ha una famiglia che attraversa difficoltà finanziarie. Dopo tutto, anche così trasmetterai un sapere universale!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar