Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come strutturare una lezione di recupero scolastico tramite video-conferenza?

Di Igor, pubblicato il 25/10/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > In che Modo Dare un Corso Privato tramite Webcam?

Per via della difficoltà a reperire un insegnante privato nei pressi della propria abitazione, molti genitori si rivolgono oggi all’insegnamento tramite webcam per trovare insegnanti adatti e qualificati.

Ripassare la lezione davanti al pc, anziché sui libri cambia sicuramente l'atmosfera e magari anche la resa. E’ comunque più divertente studiare al computer, o no?

Del resto, sapevi che con Superprof puoi dare lezioni private direttamente dal tuo pcS?

A tal fine, nulla di più semplice: indica sul tuo profilo che accetti le lezioni via webcam e raggiungi così gli insegnanti di tutta Italia!

Senza uscire da casa potrai apportare sostegno utile al tuo salario di insegnante o finanziare i tuoi studi universitari.

Scopri fin d’ora come diventare insegnante di sostegno scolastico tramite webcam!

Acquisto del buon materiale audio e video per il corso di recupero

Per lavorare bene a distanza, l’importante è intanto disporre del materiale sufficiente per farsi capire dal proprio discente.

In tal caso, la comunicazione è la chiave di tutto!

Molti insegnanti ve lo diranno: capire le difficoltà dell’alunno passa attraverso l’interpretazione del suo comportamento fisico.

Ad esempio, se l’alunno afferma di capire tutto, ma i suoi occhi girovagano, vuol dire che egli è preoccupato da altro. Per ben assimilare ogni piccolo segno rivelatore, occorrerà ben vederlo e poterlo sentire!

Inoltre, la cattiva comunicazione orale potrebbe prolungare la lezione: potresti giungere al punto in cui rischieresti di continuare a ripetere le stesse frasi.

Una perdita di tempo inutile tanto per l’insegnante quanto per l’alunno!

La qualità audio è fondamentale in una lezione di un'ora o più. Non trascurare questo aspetto. Le cuffie con microfono sono indispensabili per impartire delle lezioni private di qualità!

Se desideri lanciarti nell’insegnamento tramite webcam, eccoti tre consigli da seguire:

  1. Acquista una webcam di qualità. Per 50€ massimo puoi trovare un’ottima camera per farti capire bene dallo studente.
  2. Usa la tua macchina fotografica. Con il cavo adatto, potrai collegare l’apparecchio al tuo PC e usarlo come webcam. Privilegia le marche di qualità come Nikon o Canon.
  3. Investi in una piccola cuffia audio. Può sembrare fuori moda, ma è popolarissima tra gli insegnanti privati! Perché? Perché altri microfono sono spesso di cattiva qualità. Con 30€ puoi invece assicurarti una cuffia completa di base.

Col materiale buono potrai assicurare un sostegno scolastico efficace e serio.

Tramite quale programma di video-conferenza fare del dopo-scuola?

Se vuoi dare lezioni private a domicilio tramite internet, starà a te scegliere il miglior programma.

Naturalmente, se i tuoi studenti sono delle medie o del liceo, si aspetteranno un certo livello di supporti tecnologici da parte tua, durante le lezioni private e l’inquadramento pedagogico.

Non esiste un programma migliore degli altri!

La tua scelta deve prendere in conto i tuoi bisogni metodologici, per esempio. Se devi dare ripetizioni ad un alunno, comincia col fare il punto sulle aspettative e le esigenze del giovane:

Dovrai trasmettergli spesso dei file?

Ha bisogno di spazio per disegnare durante il vostro collegamento (pensiamo alle lezioni di geometria)?

Desideri disporre di un « tempo chat », per fare un copia e incolla di testi, ad esempio?

Naturalmente, tutto dipende dalla disciplina: per una lezione di lingue moderne, ad esempio, la cosa migliore è scegliere un programma ben strutturato a livello della ricezione uditiva.

I programmi di cui non si può fare a meno sono:

  • Skype. Si tratta del leader delle chiacchierate online! Molti insegnanti se ne servono per organizzare lezioni in teleconferenza collettive, cosa che non è possibile con qualsiasi programma.
  • Google Talk. Direttamente in Gmail, on line sul tuo browser o scaricandolo, il programma consente di chattare in video e audio.
  • E infine, in aggiunta: Dropbox. Il programma permette di depositare esercizi online per facilitare gli scambi con gli studenti.

Secondo un sondaggi del 2013 del Pew Research Center, il 62% degli utenti di Internet avrebbe già prodotto video da mettere on line!

Perché non diventare produttori di una sorta di “coaching scolastico”, al passo coi tempi?

Fare un test audio con lo studente prima di intraprendere una collaborazione ufficiale

Un buon materiale informatico ed un programma adeguato servono, ma non bastano!

Per seguire bene il tuo studente, fin dal primo giorno di scuola, occorre una buona connessione Internet che eviti bug e assenze di collegamento.

Naturalmente, le condizioni dovranno essere rispettate da entrambe le parti: anche l’alunno dovrà avere una buona connessione perché le cose funzionino!

Per verificare la qualità della connessione non c’è problema. On line esistono degli strumenti che consentono di calcolare la capacità della connessione (come Speedtest). L’ideale sarebbe avere una velocità di connessione di circa 40 Mb/secondo almeno.

Evita assolutamente di lavorare da cybercafè e luoghi affollati (McDonald’s, Starbucks …) poiché la connessione sarà troppo debole per assicurare una buona comunicazione.

Esistono parecchi programmi anche gratuiti per la video conferenza, ma non tutti contemplano lo scambio di immagini disegante in diretta. Se devi insegnare matematica, utilizza un programma di video conferenza che ti permetta di disegnare e scrivere!

A casa tua, ti consigliamo di avvalerti della fibra ottica, cosa che accelera la rapidità della connessione!

Con una buona ricezione, potrai facilmente impartire lezioni di recupero scolastico a domicilio:

  • Lezioni di matematica,
  • Lezioni di Francese,
  • Lezioni di Inglese,
  • Lezioni di Tedesco,
  • Lezioni di Spagnolo,
  • Lezioni di fisica, chimica e biologia,
  • Lezioni di scienze della terra ed astronomia,
  • Lezioni di storia e filosofia,
  • Lezioni di latino e greco.

Con un ritmo regolare, potrai mettere le tue doti pedagogiche a profitto del tuo alunno, che si tratti di risollevare la media scolastica o di preparare un esame!

Non dimenticare di indicare la qualità dei tuoi programmi, delle tue apparecchiature informatiche e della tua connessione se lasci un annuncio su Internet in qualità di insegnante privato.

Lo studente sarà attento agli strumenti pedagogici e potrai dunque distinguerti dalla massa di docenti privati.

Adattare una lezione alle difficoltà dell’alunno e alle lezioni a domicilio

Anche se hai una formazione professionale in una disciplina (in Inglese, ad esempio), ciò non significa che tu sia per forza di cose tagliato per essere un insegnante privato.

Per poter dare ripetizioni e lezioni di recupero scolastico online, bisogna essere specialmente attento alle difficoltà scolastiche dell’alunno!

Il docente deve saper trasmettere le nozioni di base di una disciplina, e anche aiutare il proprio allievo a perfezionarsi.

A tal fine, vi sono delle regole da tener presenti e rispettare:

  • Messa in opera di una gestione dei tempi compatibile con quelle dello studente (corsi serali, pomeridiani, al sabato e domenica),
  • Essere puntuali ad ogni sessione on line ed avvisare per tempo nel caso un collegamento possa saltare,
  • Proporre delle lezioni on line ben strutturate,
  • Svolgere il ruolo del consulente pedagogico e saper presentare bene i diversi percorsi di studio che esistono al proprio alunno,
  • Aiutare nella preparazione di esami a venire (licenza media, maturità, materie universitarie) – e tendere al massimo dei voti (la lode),
  • Evitare che lo studente si ritrovi con debiti formativi a fine anno, grazie alle lezioni private,
  • Essere buon pedagogo mostrandosi sempre in grado di ascoltare l’alunno,
  • Ridare motivazione all’alunno per evitare l’abbandono scolastico,
  • Fare il punto della situazione ogni mese, relativamente alle competenze dell’alunno,
  • Organizzare sessioni di ripasso intensivo durante i periodi di vacanza a scuola.

Le lezioni a distanza non sono poi così diverse dall’insegnamento privato tradizionale!

A prescindere dal fatto che il tuo alunno si senta più portato per le materie umanistiche o per quelle scientifiche, nessuna materia dovrà essere trascurata.

Anche se non sei presente fisicamente, è importante controllare i compiti svolti dal tuo studente: controllane ortografia, grammatica e sintassi, influiranno di certo su chi corregge i suoi scritti a scuola, al di là dell’esattezza dei contenuti.

E' fondamentale che tu ti doti della tecnologia all'altezza per affrontare le lezioni online. Non vorrai invecchiare davanti alla webcam, in attesa del caricamento delle immagini, vero?

Per poter fare questo, chiedi al giovane di scannerizzare le pagine redatte e trasmettertele tramite un sito di condivisione tipo Dropbox.

Mettendo il dito nelle piaghe, potrai guadagnare tempo rispetto al momento della lezione online e poi focalizzarti direttamente sulle competenze che il giovane deve migliorare.

Per finire, insegna al tuo studente a migliorare nel prendere appunti, al fine di poter poi rileggerli agevolmente la sera stessa!

Se non sei ancora certo dell’impatto educativo di una webcam, eccoti le riflessioni di Anna, insegnante di matematica, intervistata da Superprof nel 2016:

«Nel 2015, ho seguito 8 studenti tramite Skype (webcam). Le lezioni di matematica si sono svolte bene. Gli studenti vivevano in diverse città d’Europa. […] Nel giro di 6 mesi, avevano migliorato i voti in matematica del 40-60 per cento».

Con una buona abilità pedagogica, potrai anche tu, come Anna aiutare studenti di livelli diversi!

I vantaggi delle lezioni di recupero tramite webcam

Il mercato delle lezioni private è letteralmente esploso negli ultimi anni.

Perché?

Perché questo tipo di insegnamento tramite webcam è vantaggioso per insegnanti ed allievi.

I costi sono detraibili.

Per un insegnante privato, poi i benefici sono evidenti:

Uno dei vantaggi delle lezione tramite webcam è quello di poterle impartire comodamente da casa. Che bello non dover più prendere l’autobus per andare a lezione!

  • Evitare inutili ed onerosi spostamenti,
  • Risparmiare benzina ed arrotondare il salario già percepito a scuola,
  • Flessibilità negli orari (possibilità di continuare i propri corsi anche se si va all’estero o al mare in vacanza),
  • Possibilità di tenere delle video-conferenze e essere messo in relazione con diversi studenti,
  • Pubblico potenziale piuttosto numeroso (dato che potenzialmente si può raggiungere qualsiasi Paese),
  • Livello di stress ridotto al minimo per lo studente, il che aiuta il lavoro dell’insegnante,
  • Facilità nella condivisione di file,
  • Allenamento alla comunicazione orale.

Le lezioni tramite webcam sono quindi un buon modo per testare le proprie competenze di insegnante prima di tuffarsi in una grande ed impegnativa avventura: quella dei corsi privati a domicilio!

Ricorrere alle moderne tecnologie, significa fidarsi del futuro che avanza e scoprire gradualmente delle nuove tecniche di insegnamento adatte al XXI secolo.

Oggigiorno, sempre più scuole fanno ricorso al PC per lo svolgimento di discipline di base.

Se più tardi vorrai insegnare nella scuola pubblica, allora, ti toccherà saper usare bene gli strumenti tecnologici!

Perché non iniziare fin da subito dando lezioni private on line nella tua disciplina preferita?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Ilona Dávid Recent comment authors
Les plus récents Les plus anciens Les plus populaires
Ilona Dávid
Invité
Ilona Dávid

Un articolo ben scritto e completo.

Ilona Dávid
Invité
Ilona Dávid

Apprezzo molto le illustrazioni dell’articolo. Congratulazioni all’autore!