« La musica è un mondo in sé. E’ un linguaggio compreso da tutti » Stevie Wonder

Alcuni specialisti americani del centro di Neurobiologia della California sono riusciti a provare che la creatività musicale è una delle funzioni principali dell’encefalo, tanto quanto il linguaggio o la logica matematica. Per sviluppare questa capacità, perché non lanciarsi nell'apprendimento del basso?

Arpeggi, corde, tablature, ritmiche, I corsi di musica permettono di sviluppare la tecnica, ma sono anche l’occasione di sviluppare i propri gusti musicali. Ma a che prezzo?

I prezzi dei corsi variano secondo la formula dei corsi stessi

Prima di lanciarsi in una carriera di musicista professionista, è importante iniziare dalla base: dei corsi di musica. Ma il prezzo dei corsi può velocemente frenare questo desiderio di essere il nuovo miglior bassista della storia della musica. La cosa migliore è quindi conoscere prima le tariffe applicate ai corsi di basso.

 

Combien dépenser dans les cours de basse ?
Qual è la tariffa proposta per un corso di un’ora di basso?

E’ comunque impossibile dare una tariffa applicabile da qualsivoglia insegnante di musica. Il prezzo dei corsi di musica rispondono a numerosi criteri, uno fra tutti, il tipo di corso scelto dall’apprendista musicista.

In effetti, dei corsi individuali dati a domicilio non c’entrano nulla con dei corsi di musica presso un Conservatorio.

Sulla piattaforma Superprof ad esempio, un corso di basso costa in media 24 € l’ora. Questa tariffa è a titolo informativo. Ci potranno essere delle differenze di prezzo in funzione della durata e della frequenza dei corsi.

Se un allievo sceglie di seguire dei corsi di basso  tre volte alla settimana e s’impegna per un intero anno, l’insegnate sarà allora più disponibile ad abbassare il prezzo. In effetti, è senz'altro una buona occasione per un insegnante avere una certa stabilità in queste entrate e dunque può permettersi di abbassare leggermente il prezzo per il suo allievo.

La stessa cosa vale se scegliete di seguire uno stage intensivo di basso. La tariffa oraria può in questo modo abbassarsi poiché tutte le ore si svolgeranno in una settimana..

Ma i corsi a domicilio non sono le uniche soluzioni per diventare un buon bassista

Alcuni musicisti preferiscono rivolgersi ad una scuola di musica o ad un Conservatorio regionale. Le scuole di musica pubbliche propongono tariffe piuttosto omogenee su tutto il territorio. Talvolta possono anche essere applicate delle riduzioni in funzione delle risorse economiche della famiglia, oppure quando due figli sono iscritti alla stessa scuola. Anche i Conservatori in effetti applicano le tariffe secondo le possibilità economiche della famiglia. Un sistema  ideale per incoraggiare l’accesso alla formazione musicale per tutti.

Le tariffe in questo caso si situano in un range che va da un centinaio di Euro, fino a 1.000 Euro l’anno.

Non dimentichiamo che in un Conservatorio, gli allievi possono usufruire  di più corsi. I solfeggio è obbligatorio per imparare a leggere le partiture, ma gli apprendisti bassisti seguono anche corsi di pratica strumentale e di formazione musicale. Bisogna quindi considerare la tariffa nel contesto.

Inoltre, corsi basso sono altresì proposti da alcune associazioni dedicate all'apprendimento della musica. Alcune di esse possono essere estremamente accessibili, proponendo a volte solo una tassa di iscrizione, altre possono scegliere di fatturare in questo modo le ore di corso, Conviene sempre informarsi presso le associazioni presenti dalle vostre parti.

 

Le tariffe dei corsi secondo la zona geografica.

I prezzi dei corsi di chitarra (link)variano anche a seconda della zona geografica dell’allievo e dell’insegnante. Ad esempio, un corso privato di basso in una grande città costa circa 27€ l’ora, mentre in una città di provincia costa in media 21€

 

Bâtiments, Église, Ville, Village, Maisons
Imparare a suonare il basso in una grande città costa più che imparare in una città di provincia

 

Una differenza di prezzo che si spiega in parte dal costo della vita più alto in alcune città d’Italia, soprattutto a Roma o a Milano. Gli insegnanti devono prima di tutto fare i conti con questo perché la loro attività non si fermi. La tariffa oraria sarà dunque più alta.

Questo è dovuto anche al tempo di spostamento calcolato dall’insegnante. Infatti, spostarsi con i mezzi, o con l’automobile prende più tempo in una grande città che in provincia. Bisogna quindi considerare anche questo criterio nel costo globale dei corsi di basso

Per capire meglio, ecco i prezzi medi  con Superprof nelle varie città:

  • Milano : 25€
  • Roma : 20€
  • Vicenza : 19€
  • Napoli : 25€
  • Catania : 20€

Per quanto riguarda de scuole di musica pubbliche, c’è invece una ben piccola differenza nel panorama delle città italiane.

 

Il livello e l’età dell’insegnante contano sulla tariffa dei corsi di basso

Che voi scegliate dei corsi con un insegnante a domicilio, online o in stage intensivo, avrete sicuramente da scegliere tra profili molto diversi e vari.

Infatti, alcuni insegnanti possono avere più esperienza di altri, sia che voi scegiate di imparare la chitarra, il basso, il pianoforte, il violino o il flauto. Esperienza che può influenzare il prezzo del corso di basso

Un insegnante di musica della scuola pubblica in pensione sarà più legittimato a chiedere di più di uno studente autodidatta. Questo non significa per forza che il professore in pensione sarà un bassista migliore dello studente autodidatta, ma semplicemente che saprà come meglio accompagnare gli allievi, e che conoscerà tutti i metodi pedagogici per farli avanzare.

Ciononostante, l’insegnante in pensione chiederà forse leggermente meno di un insegnante di musica in piena attività poichè, nel caso del pensionato, si tratterà più di arrotondare la pensione che non di un vero e proprio mezzo di sostentamento.

In linea generale, bisogna contare una differenza di circa 5€/10€ per ora di corso tra un insegnante di basso senza esperienza ed uno con maggiore esperienza.

La scelta dell’insegnante dipenderà quindi completamente dalle vostre possibilità economiche ma anche dalle vostre aspettative in quanto allievo bassista o chitarrista. Un insegnante autodidatta forse non avrà molto da insegnarvi, se avete già un buon livello con il basso

Comment choisir son prof de basse ?
Quale insegnante bassista sceglierete?

 

Tariffe di basso: qual è il livello dell’allievo?

Il costo di un corso di basso non sarà lo stesso anche in funzione del livello musicale dell’allievo. I principianti hanno molte cose da imparare tablature, partiture, gamme, utilizzo della mano sinistra e della mano destra, ritmica, ecc…. Ma anche se il programma è ben carico, questi elementi devono esistere in un corso principiante. Sarà dunque più facile trovare un insegnante, poiché molti bassisti hanno già superato queste tappe.

D’altro canto, i bassisti affermati, avendo un livello di competenza molto alto, non sono molto numerosi. Inoltre, i corsi dovranno essere preparati con cura per fare veramente progredire  l’allievo se questo è già preparato. Bisognerà quindi prendere dei corsi di improvvisazione, ripassare le gamme, forse fare anche delle composizioni?

Evidentemente, il lavoro non è lo stesso, ed alcuni insegnanti possono decidere di aumentare la loro tariffa in funzione del livello dell’allievo.

Alcuni corsi possono anche essere specializzati in uno stile ben preciso: jazz, musica moderna, folk, funk, blues, ecc…E’ il vantaggio dei corsi privati. L’insegnante si adatta al profilo dell’allievo. Ma tutto questo tempo di preparazione deve essere anch'esso remunerato.

 

Corsi di basso : trovare dei trucchi per pagare meno caro

A volte è complicato trovare un compromesso tra le possibilità economiche e la voglia di imparare il basso. Tuttavia, esistono dei piccoli trucchi che possono permettervi di realizzare qualche economia

E’ soprattutto il caso in cui decidiate di prendere dei corsi con più persone. Forse conoscete qualcuno che suona già la chitarra elettrica o quella acustica e che vorrebbe provare con il basso? Prendere dei corsi collettivi vi permette spesso di usufruire di una tariffa di gruppo, che risulta quindi meno cara per ognuno dei partecipanti.

Ed è anche l’occasione di condividere un’attività fra amici e, perché no, di formare un gruppo?

 

Comment payer moins cher un cours de basse ?
Sei pronto a formare un gruppo con i tuoi amici?

 

Un’altra opzione consiste nello scegliere dei corsi di basso online. Un insegnante propone il suo corso, ma via webcam. L’insegnante sente e vede ciò che fa l’allievo, ma senza doversi spostare. Questa formula permette di economizzare sulle spese di trasporto dell’insegnante. Bisogna tuttavia avere una buona connessione Internet ed un computer con sufficiente RAM affinchè il corso si svolga correttamente
Infine, sulla piattaforma Superprof, più del 90% degli insegnanti propongono la prima ora di corso gratuita. Oltre a realizzare un’economia, questo permette anche all'allievo di vedere se c’è “feeling” con l’insegnante prima di impegnarsi nell’avventura dei corsi di basso.
Siete pronti a lanciarvi e a diventare il miglior bassista?

 

Bisogno di un insegnante di Chitarra?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue