Sia che tu lavori per il Ministero dell’Educazione Nazionale o per il Ministero dell’Insegnamento Superiore, il mestiere di insegnante richiede numerose competenze pedagogiche e didattiche, ma anche della creatività allo scopo di rendere i propri corsi interessanti.

L’obiettivo è chiaro: gli allievi non devono vedere passare il tempo! Difficile, soprattutto appena laureati, o quando si inizia proprio il mestiere di insegnante. La preparazione al concorso di insegnante scolastico, non prepara molto a mantenere l’attenzione di tutta una classe durante un’ora o due.

Superprof ti propone di scoprire i metodi semplici per insegnare alla scuola elementare o media, cercando di interessare i tuoi allievi.

Ti daremo le chiavi per captare la loro attenzione con pedagogia utilizzando dei mezzi concreti e delle attitudini efficaci, soprattutto se è il tuo primo anno di insegnamento!

I/Le migliori insegnanti disponibili
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (23 Commenti)
Giorgia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (22 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (5 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (14 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (123 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (14 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (18 Commenti)
Antonino
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (54 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (23 Commenti)
Giorgia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (22 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (5 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (14 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (123 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (14 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (18 Commenti)
Antonino
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (54 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Variare le attività in corso ed adattare il programma

Preparare i corsi è una parte molto importante del lavoro di insegnante. Bisogna saper trattare il programma per renderlo interessante per i giovani!

Durante il concorso per scegliere gli insegnanti delle scuole, si richiede ai candidati di creare dei corsi e mostrare le proprie competenze per diventare professore: si tratta quindi  di avere l’attitudine ad interessare, sempre applicando i programmi previsti, alle medie e al liceo.

I professori devono dunque imparare a variare i loro metodi di insegnamento. In effetti, un corso magistrale di due ore rischierà rapidamente di far addormentare i tuoi allievi  e si diranno che non sei il prof dell’anno.... Per porvi rimedio, esistono numerosi metodi che dipendono da te e dalla tua disciplina.

Sappi innanzitutto che le caratteristiche di un “buon corso” secondo allievi e professori, possono riassumersi in questi elementi:

  • Gli allievi partecipano e non vi sono problemi di disciplina,
  • Il corso è strutturato e centrato su competenze che bisogna aver ottenuto alla fine,
  • Gli allievi hanno la sensazione di avanzare nel programma e le lezioni sono completate alla fine,
  • Tanto gli allievi quanto il professore non vedono passare il tempo,
  • C’è un buon ambiente, l’insegnante si interessa al lavoro degli allievi e spiega bene.

Se hai già esercitato il mestiere di insegnante, sai che tutti questi elementi sono difficili da ottenere in un solo corso! Tuttavia, nulla è impossibile con una buona organizzazione ed un certo talento: diventare insegnante, è anche diventare entertainer.

Il consiglio principale da dare ad un insegnante di scuola privata, pubblica o del liceo, è quello di variare le attività in classe. Hai la scelta del metodo ed è anche questo il vantaggio di essere insegnante: la libertà di creare la propria esperienza professionale in corso.

Il sistema educativo ti obbliga a rispettare alcune condizioni sine qua non durante l’anno scolastico, come quella di valutare i tuoi allievi attraverso i compiti assegnati. Tuttavia, hai l’imbarazzo della scelta per insegnare loro ciò che dovranno restitiure nel momento degli esami.

Quindi, durante un corso, puoi variare tra prendere appunti, lettura, espressione orale, espressione scritta, esercizi, lavoro personale o in piccoli gruppi o ancora dibattiti per gli insegnanti di storia e geografia più audaci. La tua attitudine a fare la transizione tra le molteplici attività è il punto sul quale ti devi più allenare.

Diventare insegnante di scuola elementare o scuola media ti farà in seguito capire perchè tu stesso facevi la siesta durante i corsi: i programmi non sono sempre molto interessanti. Purtroppo, tanto per loro come per te, dobbiamo accontentarci!

Il vantaggio è che tu hai carta bianca sul modo con il quale tratterai questo programma. Alcune scuola ti lasciano più libertà di altre, ma il ruolo di insegnante rimane comunque abbastanza flessibile e la preparazione delle lezioni è un privilegio riservato agli insegnanti.

Sta a te quindi adattare il programma selezionando i documenti sui quali lavorare ed il modo di abbordare ogni soggetto. Che tu sia titolare, precario, part-time o anche stagista, fai parte del corpo insegnante della scuola, quindi non dubitare delle tue capacità!

Scopri come dare ripetizioni a domicilio in pochi clic!

Utilizzare diversi strumenti di apprendimento

I supporti visuali aiutano molto a mantenere l’attenzione degli allievi e a rendere il tuo proposito interessante o memorabile!

Al giorno d’oggi, il vantaggio di diventare insegnante di scuola, è che puoi disporre di una quantità di supporti per dare il tuo corso, che un tempo non esistevano. Parliamo ovviamente del digitale, ma non solo!

Se tu hai il tuo certificato di idoneità all’insegnamento, sai che il più importamte per l’insegnante è di concludere il programma stabilito in funzione del numero di ore della scuola in questione (e quindi del tuo statuto)

Se invece sei un allievo, sei probabilmente obbligato a seguire il corso, e che sia nella scuola pubblica o in quella privata, ci sono poche probabilità che tu abbia veramente voglia di essere là. Con questa configurazione, il corso ti sembrerà per forza lungo e noioso, a meno che i tuoi insegnanti non facciano uno sforzo a livello della forma (il contenuto, ad ogni modo sarà già catalogato come noioso.....)

La tua idoneità all’insegnamento non ti servirà a niente se i tuoi allievi non ti ascoltano. Master, specializzazioni, ecc... tutto questo non ha nessuna importanza se, in pratica, il tuo corso è soporifico. Ecco qualche strumento che ti aiuterà a non entrare in questo scenario:

  • Power Point (abusane e metti delle immagini!),
  • Fotocopie  (con delle immagni, è ancora meglio),
  • Giochi in Javascript (con una info room),
  • Quiz interattivi (idem),
  • Lavagna  (certo, è evidente, ma bisogna saperla utilizzare bene),
  • Supporti audio (canzoni, discorsi),
  • Supporti video (films, video corti, documentari),
  • Lavagna luminosa (se vivi nella nostalgia).

In quanto insegnante, io utilizzo sempre dei Power Points durante i miei corsi (Italiano e Storia-geografia). Questo permette di aiutarli ad annotarsi le informazioni importanti, di far loro visualizzare i personaggi o di legare le informazioni a delle immagini. Inoltre, è l’ideale per farli leggere ad alta voce.

L’uso del video o dell’audio è anch’esso interessante, ma la classe può rapidamente partire nell’euforia incontrollata e dovrai fare il gendarme più volte. L’utilizzo dei computer per i giochi o i quiz è l’ideale perchè gli allievi  sono molto concentrati sullo schermo: lo vedono come una ricompensa.

Sta a te vedere cosa preferisci utilizzare. Ogni supporto può essere formatore ed essere insegnante è anche saper maneggiare questi diversi strumenti, e trarne il meglio, malgrado le piccole preoccupazioni disciplinari che alcuni possono generare. Utilizzando un po’tutto questo, crea dunque i tuoi corsi su vari strumenti!

Se lo sport è la tua grande passione, perché non diventare personal trainer a domicilio?

Rendere il corso formativo e divertente

Un corso che non sia per nulla divertente sarà sicuramente scoraggiante. Ricordati di quello che detestavi quando eri tu stesso un allievo!

Nel 1989. Il romanziere e giornalista Yachar Kemal diceva:

"L’insegnamento dovrebbe portare allo sviluppo della personalità, dunque ad una creatività, ed è esattamente il contrario che accade”

Da oltre 30 anni, il sistema educativo ha cambiato molto. Ormai, i futuri insegnanti ricevono l’incarico di lasciare i giovani esprimere il loro pieno potenziale. Così, il processo creativo è messo al primo posto, ma anche la condivisone di una cultura allargata comune: così, i programmi si adattano alla nostra epoca.

Il fatto di dare dei corsi privati a degli allievi ben più giovani di te necessita di metterti un po’ in fase con la loro epoca. Nessu dubbio che le informazioni del tuo corso sono di prima qualià della ricerca documentale e che impareranno molte cose con l’insegnamento accreditato nei vari decenni, ma occorre riattualizzarlo per interessarli.

Per essere più chiari: bisogna aggiungere ad un corso classico argomenti più vicini a loro: aneddoti interessanti, fatti di società attuali, immagini che li colpiscano, ecc.. (se c’è un minimo di legame con il corso).

Giocare sull’interattività e sulle relazioni

L’interattività è un punto essenziale per captare l’attenione degli allievi. Evidentemente, se sono le 8 del mattino sarà più complicato.... ma può essere un buon modo per risvegliarli!

Se non riesci a sortire alcun effetto con il tuo corso e che gli allievi non riescono veramente a seguirlo, o non fanno alcuno sforzo, può essere che la forma del tuo corso sia il problema. Dovrai quindi rimettere in questione alcuni aspetti per migliorarlo, perchè gli allievi non hanno sempre torto:

"L’unico vero errore è quello dal quale non impariamo nulla” - John Powell

Per insegnare in una scuola, bisogna saper giocare sull’interattività durante i corsi. Questo permette di tenere i tuoi allievi svegli e di far passare il tempo più rapidamente sempre facendo loro imparare le nozioni elementari del programma. I professori insegnano meglio con degli allievi coscienti!

Utilizzare il principio del gioco rende le cose più divertenti. Questo si può fare. Informati su quello che i tuoi giovani amano, allo scopo di adattarti.

Che tu sia stagista, o che tu abbia una cattedra in educazione fisica e sportiva, è comunque necessario intrattenere una buona relazione con i tuoi allievi. Non devi certo essere il loro migliore amico, ma trovare un giusto mezzo con l’autorità.

Una situazione professionale ti insegnerà molto di più di tutte le teorie sul soggetto che hai potuto studiare durante la tua formazione iniziale in vista del concorso dell’insegnamento in vista del conconcorso per l’idoneità all’insegnamento. Niente di meglio della pratica per imparare a lavorare nell’insegnamento!

Conosci ormai tutto quello che bisogna sapere per capire come diventare il prof dell’anno per i tuoi allievi, sempre mantenendo un ottimo livello di insegnamento pur con una forma più divertente ma sempre educativa.

Per maggiori informazioni  sulla funzione di insegnante, consulta anche gli altri nostri articoli su Superprof!

 

 

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere