“Ho fiducia: guardo la mia classe un po’ troppo piena per me,

E terrò loro la mano fino a che il successo apra loro le braccia,

Ho capito che a volte, gli adulti sono persi

Perchè le più grandi lezioni, sono loro che me le hanno date” - Bigflo & Oli, Io sono

Il mestiere di insegnante, quale sia la vostra disciplina, non è certo facile, al contrario. Tra il momento dell’assunzione degli insegnanti, a volte difficile, alla preparazione delle lezioni, le correzioni dei compiti ed i consigli di classe, il fatto di insegnare e le misure disciplinari, nessuno può diventare insegnante dall’oggi al domani.

Che tu faccia parte del Ministero dell’Istruzione Pubblica, dell’insegnamento cattolico (insegnamento privato) o di un liceo professionale, ci sono degli elementi sui quali il certificato di idoneità all’insegnamento non ti prepara molto, o molto poco, soprattutto a livello pedagogico.

Superprof ti propone di scoprire tutti i nostri consigli per il lavoro di insegnante, a tutti i livelli.

Diventare insegnante è un insieme di esperienza ed apprendimento!

I migliori insegnanti disponibili
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (23 Commenti)
Giorgia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (22 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (5 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (14 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (120 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (14 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (18 Commenti)
Antonino
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (54 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (23 Commenti)
Giorgia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (22 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (5 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (14 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (120 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (14 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (18 Commenti)
Antonino
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (54 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Ottenere il rispetto dei propri allievi, è possibile?

L’autorità e la simpatia: incompatibili? Certo che no! Sta all’insegnante trovare il comportamento adeguato tra la gentilezza e la severità!

Gli insegnanti che iniziano e che escono quindi dall’Università, o che hanno appena ottenuto il Certificato di Idoneità all’insegnamento, spesso fanno fatica a trovare l’atteggiamento migliore per farsi rispettare dalle loro classi. Il primo anno è spesso una specie di anno test al riguardo!

Vari comportamenti ti aiuteranno ad ottenere l’approvazione dei tuoi allievi, sempre imponendo la tua autorità:

  • Adotta un atteggiamento fermo sin dall’inizio, poi addolcisci un po’ le lezioni,
  • Utilizza la variazione dei toni e gli spostamenti nell’aula,
  • Ricorda loro le regole e punisci in caso di mancanza di rispetto nei confronti di un compagno o dell’insegnante,
  • Conosci bene la tua materia, e cerca di evolvere sempre nella tua disciplina,
  • Pensa in anticipo all’organizzazione dei corsi sull’anno scolastico,
  • Cerca di avere dei corsi strutturati che utilizzino anche supporti interessanti,
  • Non esitare a dare dei richiami o delle punizioni se necessario.

Il mestiere di insegnante richiede esperienza per padroneggiare le basi della pedagogia, ma bisogna anche capire che un allievo non può rispettare il proprio insegnante se quest’ultimo non fa lo stesso sforzo. Un Master insegna le discipline da usare, ma non come comportarsi:

“Il segreto dell’educazione risiede nel rispetto dell’allievo” - Ralph Waldo Emerson

Le sanzioni ptranno aiutarti a mantenere un ambito calmo ed una stabilità, tuttavia è preferibile non utilizzarle ad ogni momento. Bisogna vedere anche cosa propone il vostro Istituto in termini di disciplina: il Consigliere Principale dell’Educazione potà aiutarti.

Sogni di diventare personal trainer? Prendi esempio dai nostri coach!

Captare l’attenzione della propria classe con dei corsi interessanti

Per interessare al meglio i tuoi allievi, utilizza dei supporti visivi ed interattivi!

"Un professore influenza l’eternità: non può mai dire dove si ferma la sua influenza” - Henry Brooks Adams

Non è unicamente riuscendo il concorso per l’insegnamento a scuola che si diventa un buon professore. Per segnare i tuoi allievi nel senso positivo e riuscire ad interessarli, bisognerà creare ed animare dei corsi interessanti che cattureranno la loro attenzione!

Educazione nazionale e realtà sul campo non vanno sempre di pari passo. I programmi, non sempre appassionanti per gli allievi, devono essere adattati dal formatore allo scopo di corrispondere al sistema educativo della scuola, ma anche al suo proprio modo di lavorare.

Non c’è bisogno di un Master super specializzato per creare il proprio corso: basta semplicemente conoscere la materia e prendere il proprio tempo. Più il corso è strutturato ed utilizza supporti che variano, più gli allievi saranno immersi in ciò che i professori insegnano.

In termini di supporto, ti consiglio, per avere una classe attiva, di scegliere dei Power Points, dei supporti visivi come le immagini, ma anche video o audio. Se la scuola dispone di una sala multimediale, questo ti permetterà di insegnare attraverso giochi educativi.

Struttura dunque le sedute durante l‘anno scolastico, così come i tempi di controllo delle conoscenze. Bisogna che siano moderni, con un reale valore informativo. Che tu sia insegnante  alle medie o al liceo, gioca sull’interattività e cerca di avere una buona relazione con i tuoi allievi.

Lavorare nell’insegnamento è anche dare dei corsi privati, che piaceranno ai tuoi studenti, sempre rispettando il livello dell’insegnamento. Solo l’esperienza professionale ti aiuterà a progredire!

Scopri come dare ripetizioni con Superprof!

La punizione: il potere dell’insegnante

A volte non hai altra scelta che quella di dare un cartellino rosso ad un allievo. La punizione non ha lo scopo di punire ingiustamente uno studente, ma di servire il suo interesse, quello dei suoi compagni e quello dell’Istituto. (Fonte: LeSoir.be)

Essere insegnante alle scuole elementari, medie o superiori, ti richiederà a volte di punire: dovrai infliggere delle punizioni agli allievi. Evidentemente, bisogna usare questa prerogativa con parsimonia.

Dalla scuola materna fino al liceo, la pedagogia dei formatori necessita di punire gli allievi che non rispettano le regole. Fra le missions del’insegnante c’è anche quella di educare i giovani a rispettare il lavoro dell’insegnante come quello dei propri compagni.

In generale gli alievi sono puniti per:

  • La trasgressione delle regole di base da rispettare durante una lezione,
  •  Il rifiuto di obbedire all’insegnante,
  • La mancanza di rispetto o l’insolenza verso il personale dell’insegnamento e gli altri allievi,
  • L’utilizzo di prodotti pericolosi o illeciti a lezione o all’interno della scuola,
  • La violenza fisica o morale verso un compagno o un insegnante.

La punizione permette agli insegnanti di creare degli  esempi o di troncare sul nascere dei comportamenti dannosi alla classe durante tutta la scolarizzazione. Evidentemente, questo privilegio non è riservato solo all’insegnante, ma anche al Preside.

Le punizioni possono andare dalla nota sul libretto personale fino all’espulsione definitiva in caso di consiglio disciplinare. Gli istituti scolastici non desiderano mai arrivare a questi estremi, ma a volte non hanno scelta. Se il lavoro dell’insegnante è disturbato o se l’allievo è pericoloso, deve andarsene.

"Non esiste punizione più terribile che il lavoro inutile e senza speranza” - Albert Camus

Beninteso, una punizione non ha alcun interesse se non porta qualcosa all’allievo. La funzione di professore esige di trovare il giusto mezzo, di spiegare le ragioni della sanzione e di fare in modo che serva a qualcosa: lezione fondamentale o lezione di vita!

L’abbigliamento perfetto dell’insegnante

Puoi vestirti come vuoi, finchè rimani corretto. Fai semplicemente attenzione poichè gli allievi, come gli altri insegnanti, non sono sempre benevoli.

Diventare prof, ti obbiga ad alcune restrizioni, e soprattutto a quella dell’abbigliamento. Che tu sia nell’insegnamento pubblico o in quello privato, devi adottare un aspetto corretto per la funzione di professore di scuola.

Tu già lo sai, soprattutto per gli insegnanti delle superiori, ma gli allievi sono giovani e possono facilmente giudicare gli insegnanti in base al loro aspetto fisico, più che sulle loro conoscenze. Una persona che lavora come insegnante deve quindi pensare a tutte queste eventualità.

"L’intellignza è come la biancheria: bisogna averla ma non esibirla” - James Dent

Evidentemente, è sconsigliato portare delle tenute troppo osées, o che lasciano vedere troppa pelle. I futuri insegnanti o gli stagisti devono dunque imparare a portare un abbigliamento che non scioccherà, più pratico che estetico, senza esagerare. Ovvio, hai il libero arbitrio sull’argomento, ma sii furbo.

Il personale insegnante può portare degli outfit “raccomandati”, nei quali non prenderà nessun rischio, come dei pantaloni eleganti, una camicia e un blazer, jeans e camicia (a volte accettati) dei collants per le donne e una tuta da ginnastica per gli insegnanti di educazione fisica.

Attenzione: la tua situazione professionale non sarà mai in gioco se il tuo abbigliamento è un po’ criticato dagli allievi o anche dai colleghi, con commenti fuori luogo. Tuttavia la messa in situazione professionale mostra che è meglio evitare di tentare il diavolo, anche se si muore dalla voglia di esprimersi attraverso il proprio abbigliamento.

Purtroppo, e senza sorpresa, diventare insegnante è più difficile per le donne, che saranno maggiormente giudicate per il loro aspetto. Questo non significa che l’insegnante laureata dovrà abbassare la testa, ma bisogna a volte prepararsi alla guerra.....

In conclusione, sappi che puoi portare qualsiasi tenuta per diventare insegnante, o professore al liceo. L’attitudine all’insegnamento non c’entra nulla con l’abbigliamento ed è questo primo punto il più importante. Fai in modo di sentirti a tuo agio nella tua testa e nel tuo corpo!

Ormai conosci tutto ciò che serve sapere circa i nostri consigli pedagogici per l’insegnamento nelle scuole. Per sapere di più sul mestiere di insegnante, puoi consultare gli altri nostri articoli su Superprof!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere