Studiare, non per sapere di più, ma per conoscere meglio.
Seneca

La tesi di laurea è senza dubbio un grande traguardo quando arrivi alla fine del tuo percorso universitario, tuttavia rappresenta anche un grande impegno. Circa 100 pagine da scrivere bene, in modo scientificamente valido e senza improvvisare. La tesi, che sia di ricerca o compilativa, prevede infatti tanto studio, la lettura di molto materiale (articoli, libri, tesi), la raccolta di informazioni accurate e di fonti sicure e la stesura di un elaborato preciso e ben scritto.

In generale devi seguire una metodologia definita dalla tua facoltà, ma forse hai bisogno di un piccolo aiuto in più? In questo articolo troverai i passaggi da seguire per preparare la tua tesi in tre fasi: prima di scrivere, durante la scrittura e dopo la scrittura. Superprof non ti deluderà con i suoi consigli!

I/Le migliori insegnanti disponibili
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (24 Commenti)
Giorgia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (25 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (6 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (16 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (159 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (27 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (20 Commenti)
Antonino
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (13 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (60 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Barbara
5
5 (2 Commenti)
Barbara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Maurizio
5
5 (2 Commenti)
Maurizio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giorgia
5
5 (24 Commenti)
Giorgia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Serena
4,9
4,9 (14 Commenti)
Serena
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rina clece
5
5 (3 Commenti)
Rina clece
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cristiana
5
5 (25 Commenti)
Cristiana
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lara
4,9
4,9 (14 Commenti)
Lara
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (5 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Laura
5
5 (6 Commenti)
Laura
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Bruno
5
5 (16 Commenti)
Bruno
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Nath
5
5 (159 Commenti)
Nath
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Arianna
5
5 (5 Commenti)
Arianna
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
5
5 (27 Commenti)
Giuseppe
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (20 Commenti)
Antonino
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (13 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marta
5
5 (60 Commenti)
Marta
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (6 Commenti)
Andrea
28€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La fase di ricerca: cosa fare prima di scrivere una tesi?

Non possiamo iniziare a scrivere una tesi se prima non assimiliamo un po' di contenuti sul soggetto trattato, giusto? Vediamo insieme le tappe della fase di ricerca.

Fase 1: scopri le istruzioni da seguire e la metodologia da adottare in base alla struttura della tua tesi

La metodologia presentata in questo articolo è una metodologia generale per redigere una tesi. Alcuni elementi possono variare a seconda delle istruzioni fornite dalla tua università.

Sei pronto a leggere tanto materiale per la tua tesi?
Trascorrerai lunghe ore a fare ricerche sui libri!

Fase 2: organizzarsi utilizzando un calendario di lavoro

Lo abbiamo dettagliato nell'articolo dedicato all'organizzazione del calendario per la tesi. È essenziale definire un programma all'inizio del tuo lavoro che descriva nel dettaglio tutto ciò che dovrai fare.

Fase 3: scegli la tua materia e il tuo relatore di tesi

Potresti già avere un'idea della materia di cui desideri occuparti, ma dovrà essere molto specifica e circoscritta. In questa fase ti consigliamo anche di scegliere un relatore la cui specialità sia direttamente correlata alla materia che hai scelto di approfondire. Non tardare troppo: i professori migliori  sono spesso sopraffatti dal lavoro e dalle richieste (e possono seguire solo un numero limitato di studenti).

Fase 4: esplorare la letteratura esistente

Prima di definire il tuo problema, ti consigliamo di approfondire l'argomento della tua tesi per avere la sicurezza di ciò che andrai ad affrontare e per sapere quale approccio adottare. L'esplorazione della letteratura esistente ti consentirà di definire meglio i concetti e le idee in campo, identificando i modelli teorici e gli strumenti metodologici utilizzati nel lavoro accademico ed esaminando criticamente le ricerche esistenti sull'argomento. Non basterà la lettura di qualche libro generico: dovrai esaminare tutte le fonti, articoli accademici in primis, suddividendoli per autore. Questo studio ti aiuterà a porti delle domande e a raccogliere informazioni utili per il tuo elaborato.

Fase 5: scegli il tuo tema e definisci le ipotesi

Come avrai capito, il lavoro di ricerca avrà inizio non appena saprai di cosa vuoi parlare e su cosa si concentrerà la tua tesi di ricerca. Questo lavoro preliminare ti renderà più facile scegliere il tuo quesito di ricerca e definire le ipotesi, che dovrebbero basarsi su ciò che attualmente conosci sull'argomento.

Come hai pensato di impostare il tuo lavoro?
Scopri il metodo di ricerca che fa per te!

Fase 6: definire il metodo empirico

Cosa stai cercando di valutare? Chi vuoi valutare? Come progetterai il tuo sondaggio? Ci sono generalmente due approcci di ricerca che ti aiuteranno a sviluppare la tua fase empirica: l'approccio qualitativo e l'approccio quantitativo. Molto spesso, il metodo ti sarà imposto dalle istruzioni fornite dal tuo relatore di tesi.

L'approccio qualitativo è un approccio esplorativo che cerca di costruire un oggetto teorico. Lo utilizzerai per analizzare, spiegare, comprendere un'opinione, una percezione o un comportamento in un determinato contesto. Viene utilizzato principalmente per i campi di ricerca afferenti alle  scienze umane e sociali: marketing, sociologia, scienze politiche, storia dell'arte, scienze del linguaggio, ecc. Ha il vantaggio di essere flessibile e di evidenziare nuovi paradigmi e fenomeni. Ma è soggettivo, non genera dati statistici ed è difficile ottenere risultati attribuibili a un'intera popolazione.

L'approccio qualitativo a volte precede l'approccio quantitativo. È un approccio volto a confermare una teoria. Lo userai per misurare, descrivere e valutare concetti usando variabili misurabili. Viene spesso utilizzato in economia, chimica, ingegneria, nelle discipline scientifiche (matematica, medicina, biologia). È un metodo rigoroso, oggettivo e valido anche esternamente, ma è necessario saper padroneggiare gli strumenti statistici e non è molto flessibile. Ricorda inoltre di stabilire una tipologia di piano di tesi adatto al metodo scelto"!

Fase 7: analizzare e interpretare i risultati

Una volta scelto il tuo approccio, condurrai ovviamente le tue indagini qualitative e/o quantitative. Dopo questa fase, sarà necessario analizzare e interpretare i risultati ottenuti al fine di verificare la validità delle ipotesi avanzate, avvicinare la realtà del campo e proporre modelli per spiegare i fenomeni osservati.

Come organizzarti per scrivere l'indice e le diverse parti della tua tesi?

Ora è il momento di iniziare a scrivere il tuo progetto di ricerca. Scrivere una tesi prevede diverse fasi che vedremo insieme ora.

Fase 8: crea una scaletta

Questo passaggio potrebbe apparire prima a seconda delle linee guida del tuo relatore. A volte la scaletta deve essere approvata prima di iniziare il lavoro. Tuttavia la tua scaletta potrebbe evolvere man mano che la tua ricerca avanza. Lo scopo di avere una scaletta dettagliata è quello di esplicitare le tue argomentazioni in modo logico per evitare di andare fuori tema. Non esitare a includere delle transizioni se ti aiuta a seguire il progressivo svolgersi della tua argomentazione.

L'indice della tesi di solito prevede tre capitoli principali, tre parti per capitolo e da due a cinque sotto sezioni per ogni parte.

Prima di iniziare a scrivere la tesi raccogli il materiale necessario.
Non sottovalutare la fase della ricerca bibliografica.

Fase 9: scrivere l'introduzione

L'introduzione è generalmente suddivisa in più parti:

  • Aggancio tematico
  • Presentazione dell'argomento
  • La tua motivazione per affrontare l'argomento
  • Quadro teorico
  • Il quesito
  • Metodologia scelta
  • Programma

Alcuni passaggi non saranno obbligatori, come la motivazione e il quadro teorico, altri saranno sistematicamente richiesti, come il quesito e il programma di tesi, aspetti imprescindibili nel tuo lavoro.. La tua introduzione dovrebbe essere lunga una o due pagine. Meglio scriverla prima per avere le idee chiare e non andare fuori tema.

Fase 10: scrivi lo sviluppo della tua tesi

Come regola generale, una dissertazione è divisa in tre parti: una parte teorica chiamata “rassegna della letteratura”, una parte empirica e una parte sintetica, analitica o addirittura “di raccomandazione” (come nel contesto di una dissertazione professionale).

È necessario mantenere una sequenza logica tra le diverse parti e sottoparti e tenere presente che è necessario confermare o confutare le ipotesi iniziali. Lo scopo del tuo lavoro è soprattutto quello di rispondere al quesito formulato all’inizio della tesi. Attenzione all'equilibrio fra i diversi paragrafi e alla loro lunghezza.

Fase 11: scrivere la conclusione

Come l'introduzione, la conclusione deve racchiudere alcuni elementi essenziali e dovrebbe consistere in una o due pagine al massimo:

  • Una sintesi delle idee principali del tuo lavoro
  • Una risposta al quesito iniziale
  • Una proposta di discussione
  • Un'apertura su un altro aspetto del soggetto o su un altro tema correlato

Fase 12: scrivere il riassunto della tesi

Dopo aver scritto la tua tesi, dovrai farne un riassunto, che dovrebbe spiegare il titolo della tua tesi, e costituire una versione breve della tua tesi per coloro che non hanno il tempo di leggerla tutta e fornire una breve panoramica di tutto il tuo lavoro. Il riassunto non deve superare una pagina ed essere scritto al presente.

Fase 13: scrivere i ringraziamenti

È consuetudine ringraziare le persone che ti hanno accompagnato nella stesura della tua tesi: docenti, amici, compagni di classe, colleghi, esperti in materia. I ringraziamenti devono essere scritti in modo semplice e autentico (evitando frasi troppo lunghe e formule pompose).

Cosa fare dopo aver scritto la tesi?

Cosa fare dopo aver scritto la tesi? Dopo aver seguito tutti i nostri consigli per scrivere una tesi prenditi del tempo, leggi più volte il tuo elaborato e correggilo,e poi controlla la formattazione prima di stampare!

La scrittura non esaurisce il lavoro sulla tesi!
Dopo aver scritto la tesi il lavoro non è ancora finito!

Fase 14: controlla la formattazione

Devi seguire le regole tipografiche per la tua tesi. In generale :

  • Font:  Times New Roman
  • Dimensione carattere: 12
  • Interlinea doppio
  • Giustifica il testo
  • Margini di 2,54 cm (su tutti i lati)

Queste indicazioni possono variare a seconda delle istruzioni del tuo relatore. Verifica anche la presenza della numerazione, sistema la copertina della tua tesi, controlla che i riferimenti bibliografici siano ben posizionati, alfabetizza la bibliografia secondo gli standard APA, formatta le appendici e il riassunto.

Fase 15: controlla la struttura della tua tesi

La struttura richiesta può variare a seconda della tua istituzione, ma ecco come appare generalmente una tesi:

  • Frontespizio
  • Abstract o Riassunto
  • Ringraziamenti
  • Introduzione
  • Indice
  • Quadro teorico
  • Parte empirica
  • Parte analitica/raccomandazioni
  • Conclusione
  • Elenco delle abbreviazioni (se necessario)
  • Glossario (se necessario)
  • Bibliografia
  • Appendici

Gli allegati possono essere aggiunti anche in un documento separato.

Ultimi passi

Infine, ecco le ultima tappe da seguire per correggere, stampare, consegnare e discutere la tesi.

Fase 16: correzione bozze

Non dimenticare di rileggere la tua tesi e farla correggere da più persone per non rischiare di dimenticare gli errori di ortografia e/o sintassi.

Fase 17: invia e stampa la tua tesi

Fase 18: prepara la tua discussione

Dopo aver fatto tutto, ciò che dovrai fare è prepararti per la discussione della tesi.

Ma questa è tutta un'altra storia!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

Prima lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Educatrice, insegnante di meditazione, appassionata di storia, filosofia e di discipline spirituali.