Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni private e bocciatura: buoni motivi per ripetere l’anno

Di Alice, pubblicato il 11/03/2019 Blog > Lezioni private > Prendere Lezioni Private > SOS Trova Prof per Bocciatura

Si avvicinano i consigli di classe di fine anno e voi attendete il verdetto con ansia?

Se la bocciatura è spesso vissuta male dalle famiglie, può tuttavia rappresentare una tappa importante e rappresentare una vera possibilità di crescita per l’alunno.

A patto che si sia pronti alla decisione e disposti ad accettarla. Si parla spesso di una seconda chance di successo educativo.

Nonostante le lezioni private e i siti ripetizioni consultati, bisogna tenere presente che una bocciatura può essere un’opportunità di approcciare il sistema scolastico con una nuova motivazione e maggiore maturità.

Gli insegnanti e le lezioni private possono comunque essere un reale investimento positivo per i ripetenti, ma un riorientamento può essere benefico e permettere all’alunno di trovare la sua strada.

Fare un passo indietro per saltare meglio

Una bocciatura può essere un’occasione per analizzare le proprie lacune e meglio comprendere le ragioni che hanno portato a questa decisione. L’allievo potrà allora concentrarsi sulle sue difficoltà scolastiche per lavorare sulle materie in cui ha avuto maggiori difficoltà.

Questo tempo può servire anche per una riflessione sul proprio progetto professionale futuro. Ripetere l’anno non è una tragedia e non impedirà di certo di poter avere poi una bella carriera.

Nessun dramma quindi… anzi, può essere che alcuni dei vostri stessi insegnanti siano passati da una bocciatura!

Conoscete le cifre delle bocciature nella scuola italiana?

Darsi una seconda possibilità…

Avete avuto alcune difficoltà nel corso dell’anno? La bocciatura può darvi una nuova possibilità per acquisire le basi necessarie al proseguimento sereno dei vostri studi.

Può essere infatti necessario rivedere le nozioni che avete avuto difficoltà a assimilare nel corso dell’anno.

Per esempio, i teoremi di Talete e Pitagora sono nozioni chiave dell’insegnamento di alcune scuole, come il liceo scientifico.

Meglio allora assicurarsi di averle ben comprese… in questo cercare un annuncio ripetizioni di matematica o le lezioni private possono essere un valido aiuto.

Ripetendo l’anno, poi, avrete il vantaggio di conoscere in anticipo ciò che gli insegnanti si aspettano da voi. Conoscerete anche i vostri punti di forza e le vostre debolezze e potrete evitare di entrare in panico.

Una bocciatura può avere risvolti anche molto positivi per l'alunno che si trova a fronteggiarla. Ripetere un anno scolastico permette di cancellare le cattive abitudini per ripartire su nuove basi.

In altri casi, rifare un anno vi offre la possibilità di mettere in discussione il percorso scolastico che si è scelto e intrapreso.

Una bocciatura può infatti aprire gli occhi sulle lacune: se uno studente del liceo scientifico scopre di non avere padronanza delle matematica, ad esempio, potrà decidere di intraprendere un altro percorso con nuove certezze e sicuramente maggiore serenità.

Oppure di recuperare, anche grazie alle lezioni private.

La buona notizia infatti è che ripetere l’anno permette all’alunno di recuperare il suo ritardo nelle materie che lo mettono in difficoltà e rimettersi in pari.

Una bocciatura può essere lo spartiacque da cui ripartire per avere successo. Ripetere un anno per rimettersi in pari e ripartire con successo!

… o intraprendere un nuovo percorso

Ripetere l’anno può anche essere un trampolino per una nuova partenza! In ogni caso, è importante che la bocciatura non venga percepita come un fallimento.

Potete per esempio pensare di cambiare indirizzo di studi oppure di cambiare istituto. L’ambiente scolastico può in effetti avere un’influenza non solo sul vostro stato d’animo ma anche sui risultati scolastici. Se non vi sentite a vostro agio nel luogo in cui studiare, è arrivato il momento di parlarne con i vostri genitori o direttamente con i vostri insegnanti.

Dare il via a un nuovo percorso può essere un mezzo efficace per esprimere al meglio il vostro talento.

Sapete quanto costano le bocciature alla scuola italiana?

Non sprofondare nell’idea di fallimento scolastico

Quando un bambino o un ragazzo si trova in difficoltà, il rischio di fallimento scolastico è sicuramente più alto. Se non ha più voglia di lavorare e perde la sua motivazione, può infatti entrare in una spirale negativa.

Bisogna evitare che un ragazzo in difficoltà a scuola perda motivazione e entri in una spirale negativa. Non fatevi scoraggiare dalle difficoltà scolastiche: è importante non entrare in una spirale negativa!

Sembra strano ma una bocciatura può rimediare a questo. Bisogna tuttavia fare attenzione alla tempistica: se il fine è davvero quello, è importante che l’allievo si senta sostenuto e pronto.

Che si tratti di scuola primaria o di insegnamento superiore, la bocciatura può aiutare moltissimo a livello di maturità. L’importante è quindi saper ascoltare i suoi bisogni per aiutarlo al massimo nel risalire la china  e poter puntare al successo scolastico.

Il ruolo dei genitori e degli insegnanti

Bisogna capire bene che una bocciatura è efficace solo se è ben compresa e accettata dall’alunno. Per questo, genitori e insegnanti giocano un ruolo davvero fondamentale.

Se, in qualità di genitori dell’anno, considerate che vostro figlio non abbia investito abbastanza nel suo lavoro e che abbia il potenziale per migliorare i suoi risultati l’anno prossimo, la bocciatura è davvero una buona opzione, Ma vostro figlio avrà bisogno di essere incoraggiato per sentirsi davvero coinvolto dal suo percorso scolastico e ritrovare la fiducia in se stesso.

Prima che la decisione sia presa, il dialogo tra genitori e personale scolastico (non solo il corpo insegnanti ma anche l’insegnante che impartisce lezioni private a vostro figlio, ad esempio) è molto importante. Come lo è quello tra genitori e l’alunno stesso, che non deve sentirsi eccessivamente colpevolizzato.

Il ruolo dei genitori è quindi quello di avere fiducia negli insegnanti che conoscono l’alunno inserito nel contesto scolastico e il contesto scolastico stesso meglio di chiunque altro.

I genitori giocano un ruolo davvero fondamentale per gli allievi che si trovano a dover fronteggiare una bocciatura e ripetere l'anno. L’allievo non deve sentirsi abbandonato dalla sua famiglia, di fronte a una bocciatura!

Ma devono anche dare prova di psicologia verso il loro figlio, perché questi si senta sollevato. In effetti, la bocciatura può farlo sentire più fragile e fargli sviluppare un sentimento di inferiorità. Sminuire l’alunno è allora controprodcente e andare ad alimentare quel circolo vizioso che abbiamo già visto essere pericoloso.

Una discussione tra le diverse parti può permettere di analizzare le cause delle difficoltà scolastiche incontrate.

Ma, in ultima analisi, chi ha l’ultima parola su una bocciatura?

Ripartire su nuove basi

Una bocciatura non deve soprattutto mai essere presa sul personale. Non è la persona a essere messa in discussione, ma solo i suoi risultati scolastici. Spesso si tratta della migliore soluzione possibile. Non si tratta quindi né di un fallimento, né di una sanzione, né di una ingiustizia.

Riconoscere le proprie difficoltà

Forzare le cose per proseguire e accedere alla classe successiva non è sempre l’idea migliore poiché, senza le basi necessarie, il rischio di fallimento sarà molto più concreto. Accumulare difficoltà scolastiche diventa sempre più complicato da gestire da un punto di vista psicologico e le possibilità di dispersione scolastica diventano ancora più alte.

Riconoscere le proprie difficoltà scolastiche e prendersi un anno per lavorarci su può permettere all’alunno di ripartire con il piede giusto.

Integrarsi nella nuova classe

Una delle paure più grandi di un ripetente è quella di trovarsi in una nuova classe senza i propri amici.

Tuttavia i ripetenti godono generalmente di un buon livello di popolarità nelle loro nuove classi.

Ripartire da una bocciatura si può. Un'occasione per rimettere tutto in gioco. Ripetere l’anno può essere l’occasione ideale per rimettersi in gioco!

Questi alunni sanno già infatti molte cose sull’anno a venire e sulle attese dei professori; possono così essere alleati preziosi per i loto compagni, Le condizioni per farsi nuovi amici quindi ci sono eccome.

Ripetendo, un alunno ha grandi possibilità di essere più a suo agio nella sua nuova classe.

Alcuni, anzi, si sbloccano: partecipano alle discussioni orali, si sentono maggiormente coinvolti, si impegnano e diventano talvolta i leader della classe.

Pensare a lezioni private e sostegno scolastico

Alcuni esperti pensano che la bocciatura sia nefasta e demotivante per l’alunno e la sua famiglia.

Tuttavia, se è accompagnata da lezioni private e un sostegno scolastico personalizzato, rappresenta l’occasione perfetta di ricreare una dinamica di fiducia e di rimettersi in pista con successo.

“Cerca lezioni”, “cerca prof”, “trova ripetizioni” sono tutte chiavi di ricerca utili: corsi a domicilio e anche corso di aiuto compiti possono affiancare l’alunno e portarlo a raggiungere il suo obiettivo di rimettersi in pari.

Creando un nuovo quadro di apprendimento, questo metodo può aiutare l’alunno a ritrovare la serenità grazie all’ottenimento rapido dei risultati.

Infine, ricordatevi che non è vergognoso ripetere un anno.

Anche i migliori hanno conosciuto delle battute d’arresto, ma la cosa importante è fare tesoro di questa esperienza per ripartire con il piede giusto e uno sguardo al futuro!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar