« La scrittura è un’avventura. All’inizio è un gioco, poi un amante, in seguito un maestro, e poi diventa un tiranno »  Winston Churchill

Gli esercizi di scrittura non sono sempre facili per gli allievi. Tuttavia, nulla giustifica il plagio. Mentre nel 2008, già più del 77% dichiaravano di aver utilizzato il « copia-incolla », secondo uno studio dell’IAE di Nantes, il ricorso generalizzato ad Internet, non ha certo migliorato le cose.

Molti studenti non si rendono nemmeno conto del loro errore. Quindi, come riconoscere un caso di plagio quando si è insegnanti ?

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

Il plagio ed i compiti digitali

L’educazione è stata sconvolta durante questi ultimi anni dall’arrivo del digitale. Mentre fino a qualche anno fa il Minitel o ancora la macchina da scrivere erano la norma, ai nostri giorni, gli allievi hanno un’arma formidabile : il computer.

Il computer ha rivoluzionato il modo di lavorare degli studenti

Fin da molto giovani, gli allievi imparano a digitare su una tastiera, utilizzare gli strumenti di automazione dell’ufficio, e navigare su Internet. Lo strumento informatico fa ormai parte integrante dei curriculum scolastico. Tanto che ora, gli studenti utilizzano principalmente i laptop per prendre appunti nelle aule universitarie.

Ma l’utilizzo del digitale non porta con sè soltanto vantaggi, tanto per gli allievi come per i professori. Molti insegnanti si trovano ad aver a che fare con casi di plagio da parte degli allievi. Sia nei corsi privati, che all’interno della Pubblica Istruzione, tutti gli insegnanti possono trovarsi di fronte ad una copia plagiata

Tuttavia, non tutti gli allievi utilizzano il plagio in modo volontario. Come può essere ?

Può accadere che l’allievo abbia scordato di citare l’autore, per dimenticanza, o per mancanza di educazione al riguardo. Molti allievi, in tempo di Internet, non si rendono conto nè di che cosa sia il plagio, nè del fatto che questo è illegale. Ecco perchè l’educazione ai metodi di lavoro e all’utilizzo delle risorse è importante.

Altri ancora, non prestano intenzione al fatto che hanno copiato una parte del testo. Dopo avere fatto delle ricerche su Internet, può succedere che alcuni allievi riprendano parola per parola una parte, pensando di rilavorarla per non lasciarla tale quale. Può allora succedere che delle parti di testo copiate si nascondano all’interno del lavoro.

Certo, la maggior parte dei casi di plagio sono casi volontari. Per prigrizia, o mancanza di ispirazione, questi allievi decidono di copiare tutto un testo per fare prima, o perchè non trovano parole migliori per definire ciò che desiderano esprimere. In effetti, il plagio può a volte nascondere un vero senso di mancanza di fiducia verso sè stessi.

Inoltre, il plagio è largamente facilitato, dal numero indefinito di risorse disponibili online. Mentre prima gli alunni dovevano cercare le loro informazioni nei manuali scolastici o nei lbri, ormai è possibile trvare tutte le informazioni sul web. Un copia-incolla è molto semplice da realizzare e facilita dunque il plagio. E’ molto più semplice copiare ed incollare un testo da Internet che copiarlo da un libro.

In quanto insegnante privato, o professore sia delle medie che delle superiori, è fondamentale prendersi del tempo per educare gli allievi al rischio di plagio  e di spiegare loro cosa rischiano se utilizzano questo genere di pratiche, e’ altresì fondamentale insegnare loro a citare correttemente un autore.

Quale copia può essere considerata come plagio?

Evitare il plagio passa dunque tramite l’educazione degli allievi allo scopo che questi ultimi capiscano bene ciò che è permesso da ciò che non lo è. Certo è assolutamente possibile citare una frase o una parte di testo di un altro autore, ma con l’unica condizione che vengano citati i riferimenti e soprattutto il nome dell’autore.

Ma allora che cosa viene considerato come plagio ?

Il plagio è il fatto di scrivere parola per parola una frase o un testo senza citarne l’autore. Parafrasare, o riscrivere la stessa idea in un altro modo, è anch’essa una pratica proibita nell’ambito scolastico. Tuttavia, è spesso molto difficile riconoscerla.

Fortunatamente, alcuni siti disattivano l’opzione «copia-incolla»

Il plagio è considerato un furto intellettuale ed è ampiamente condannato. Secondo il Codice della Proprietà intellettuale, il plagio è considerato come un delitto. Si trova infatti scritto che « qualsiasi rappresentazione o riproduzione integrale o parziale fatta senza il consenso dell’autore o dei suoi aventi diritto è illecita ».

Ma il plagio parola per parola o la parfrasi, non sono le sole pratiche ad essere proibite. E’ altresì necessario citare un autore quando si espongono un suo pensiero o una sua scoperta.  E’ quindi impossibile raccontare di aver scoperto la teoria della gravità, o ricopiare il racconto di viaggio di un navigatore, affermando di aver fatto il viaggio tu stesso.

Le grandi idee ed i concetti devono essere attribuiti ai loro autori. Una pratica da non scordare nell’ambito ad esempio di stesure di temi.

Ma attenzione alle sbadataggini. Ogni insegnante deve prendersi il tempo di discutere con il proprio allievo nel caso sospetti un caso di plagio. E’ dunque l’occasione di parlare dei principi della proprietà intellettuale e di rivedere con questo allievo le basi della citazione. E’ altrettanto necessario fare la differenza tra un plagio voluto e scoperto, ed una leggerezza da parte dell’allievo.

Può succedere che l’allievo si sia dimenticato di menzionare l’autore o di virgolettare una citazione.

Attenzione anche ai compiti già redatti in Internet. Alcuni allievi trovano dei temi o delle presentazioni interamente redatti in Internet, e devono solamente ricopiarli. Questo tipo di plagio è più difficile da rilevare, ma esiste comunque.

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

Serviti dei motori di ricerca per riconoscere un plagio

Mentre riconoscere un plagio di una copia manoscritta può essere una reale sfida, riconoscerlo in una copia digitale è molto più semplice. Infatti, in questi ultimi anni, numerosi strumenti digitali sono stati sviluppati per riuscire a riconoscere il plagio.

Ma se non possiedi un software anti-plagio, uno dei metodi migliori è quello di utilizzare un motore di ricerca. In questo caso è sufficiente scegliere una frase o un brano del testo sospetto, copiarla, ed incollarla nella barra di ricerca del motore di ricerca stesso. Effettuando la ricerca, ti troverai sui risultati che contengono la stessa frase parola per parola o quasi.

In questo caso conviene verificare la fonte e se si tratta effettivamente di un plagio.

Se il compito spedito dall’allievo è in formato .pdf, alcuni documenti non possono essere copiati ed incollati. Mentre invece, esistono dei siti online che permettono di trasformare un file .pdf in  file word. Questo ti consentirà quindi di facilitare la ricerca.

Aiutati con dei motori di ricerca per trovare dei passaggi copiati

Fai attenzione a ricopiare correttamente una frase intera. Ricopiare solo qualche parola potrebbe risultare inefficace poichè alcuni termini sono molto usati, e si ritrovano quindi su vari siti.

Può risultare utile anche entrare nella pagina di Wikipedia che corrisponde al soggetto del tema. Il colpo della pagina Wikipedia è un grande classico, soprattutto per gli allievi più giovani.

Utilizza dei software di rilevamento del plagio online

Allo scopo di agevolare il lavoro dei professori, esistono numerosi strumenti online per rilevare il plagio. Troverai soprattutto :

  • Copyscape,
  • Plagiarisma,
  • Small SEO Tools,
  • Plagscan,
  • PlagTracker,

Questi software anti-plagio sono per la maggior parte gratuiti oppure propongono una versione di prova gratuita. In questo caso basta copiare ed incollare una parte o l’insieme del testo nel software e questo si incaricherà di analizzare i dati online per sapere se una parte o tutto il testo è stato copiato.

Alcune Università ad esempio, utilizzano il software Compilatio, che ben si adatta alle esigenze dei professori, in effetti, questo software permette di analizzare non soltanto i dati online, ma anche i testi già entrati nel sotware. In questo modo è più semplice sapere se un allievo ne ha copiato un altro.

Tuttavia, i software presentano alcuni limiti. Se la frase non viene copiata esattamente parola per parola, è possibile che alcuni software non la considerino un plagio. E’ altrettanto complicato anche rilevare un plagio la cui fonte sia un libro.

I mezzi per rilevare un plagio alla lettura

Dal momento che l’utilizzo dei software non è sempre possibile e sicura al 100%, è altrettanto fondamentale che ogni professore utilizzi la sua intuizione e stia attento alla minima frase sospetta.

Fidati di te stesso per trovare i passaggi plagiati.

L’intuizione degli insegnanti è spesso abbastanza buona quando si tratta di plagio, per la semplice ragione che il professore conosce il linguaggio dei suoi allievi ed ha l’abitudine di leggere i loro testi. Quando un allievo utilizza il plagio, succede che una o più frasi risultino fuori contesto, o che il vocabolario utilizzato non assomigli al modo abituale di esprimersi dell’allievo

Bisogno di un insegnante di Aiuto compiti?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere