Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Le tecniche per imparare a suonare al pianoforte qualsiasi genere musicale

Di Francesca, pubblicato il 28/02/2018 Blog > Musica > Piano > Come Suonare Tutti gli Stili al Pianoforte?

Hai appena iniziato a prendere lezioni di pianoforte e ti piacerebbe cimentarti con il jazz con il tuo nuovissimo sintetizzatore?

Sappi che il pianoforte è uno strumento molto completo che regala una grande libertà ai musicisti. Che tu sia più incline al jazz, al blues, al rock o al reggae, il pianoforte è lo strumento che ti permetterà di divertirti.

Ma come suonare tutti gli stili musicali al pianoforte? Come si fa?

Ogni stile della storia della musica ha alcune caratteristiche proprie nel modo in cui viene riprodotto. Se sei un principiante, avrai bisogno di imparare le basi della teoria musicale prima di poterti cimentare con i più grandi pezzi di questi ultimi secoli.

Una volta acquisite queste basi, dovrai immergersi nella pratica musicale. Niente è più efficace per un pianista che esercitarsi regolarmente al pianoforte. Che si tratti di una tastiera, di un pianoforte a coda o di un pianoforte verticale.

Dovrai anche capire come adattare qualsiasi stile al tuo strumento.

Divertimento assicurato con questo programma!

Imparare a suonare ogni genere

Se hai appena iniziato a prendere lezioni di piano online o se sei già un musicista virtuoso, suonare il reggae o il rock non è una cosa che può essere improvvisata.

E per far credere alla tua famiglia che suonare il pianoforte è per te un dono del cielo e un talento innato, devi prima passare attraverso la fase di apprendimento.

Perché tutti gli stili musicali richiedono un minimo di lavoro prima che tu possa iniziare a divertirti…

La classica

Quando inizi a seguire lezioni di musica, molti insegnanti cominceranno ad insegnarti brani classici come quelli di Schubert, Beethoven o Bach!

Per questo stile musicale, sarà fondamentale lavorare con entrambe le mani.

In effetti, nella classica, la mano sinistra suona il ritmo quando la mano destra si occupa della melodia. Un’armonia perfetta che devi imparare ad acquisire. È possibile rallentare il tempo in anticipo per padroneggiare queste basi.

Il rock

Bob Dylan: eccellente chitarrista folk, ma anche ottimo pianista! Bob Dyla, uno dei più grandi chitarristi folk, è anche un eccellente pianista!

A volte suonare il rock al pianoforte può sembrare strano.

Eppure, Let it Be fa parte della storia del rock e dei pezzi di pianoforte più importanti!

Ma devi differenziare gli stili rock per capire il ruolo del pianoforte. In alcune canzoni, questo strumento servirà solo per supportare gli accordi di chitarra. I pianisti possono quindi utilizzare il synth o l’organo.

Alcuni musicisti mettono ancora il pianoforte al centro delle loro composizioni. Il ritmo sarà quindi prevalentemente binario. Un esempio è Bob Dylan, premio Nobel per il rock e la letteratura.

Il jazz

Il jazz può essere un esercizio complicato. In effetti, questo stile, sebbene abbia delle regole, è noto per lasciare spazio a molta improvvisazione. Ogni musicista decide della propria interpretazione.

Tuttavia, dobbiamo sapere che esistono due approcci alla ritmica: la ritmica swing o la ritmica binaria. Quest’ultima è spesso usata per il jazz rock. È simile al ritmo della musica classica usando due ottave in ​​una nota nera. Ognuna di queste rappresenta la metà del tempo della nota nera.

La ritmica swing jazz ha tempi diversi per ognuna di queste due ottave. Una vale i due terzi del tempo della nota nera, mentre l’altra è solo un terzo. Quest’ultima è anche spesso accentuata nella tecnica del pianista.

Il blues

In ternario o binario, il ritmo del blues non è il più complicato nella storia della musica.

Inoltre, l’armonia dei suoi pezzi è abbastanza semplice poiché basata su solo tre accordi, che vengono ripetuti.

Questo stile musicale è molto arricchente per imparare l’interpretazione o l’improvvisazione, parole d’ordine nel blues.

Il reggae

Il reggae, proveniente direttamente dalla Giamaica, offre al pianista un ruolo di accompagnamento nei suoi pezzi.

In effetti, il pianista completa la ritmica già suonata dalla chitarra. Un ritmo che si fa in controtempo. Gli accordi vengono mantenuti o rilasciati in un tempo ritardato.

Questo stile non è molto complicato da suonare al pianoforte. Con pochi pezzi, puoi facilmente memorizzare la tecnica. Inoltre, i pezzi contengono spesso solo tre o quattro accordi e non è necessario avere mani grandi per suonarli.

Adattare qualsiasi pezzo al pianoforte

A volte vorresti suonare dei brani che non sono affatto basati sul pianoforte. È quindi un peccato desistere sapendo che esistono alcune soluzioni per raggiungere questo obiettivo.

Dovrai prima trovare la partitura del pezzo originale. Quella che ti permetterà di scoprire tutto ciò che devi sapere sul brano in questione (tempo, note, durata delle note…). Dovrai esercitarti a suonare questi accordi sulla tastiera scoprendo la melodia che l’accompagna.

Presta attenzione alle tue mani. Per suonare il pianoforte con entrambe, lo spazio tra le dita deve essere adatto. Se hai mani piccole, assicurati che lo spazio non sia troppo grande.

Può diventare rapidamente complicato se sei un principiante. Non esitare a chiedere aiuto al tuo insegnante per trascrivere il pezzo. Può anche aiutarti a trasporlo.

In effetti, alcune canzoni sono troppo alte per il pianoforte o troppo basse. In ogni caso, sarà necessario trasporlo in una tonalità diversa. Gli intervalli tra le note devono rimanere gli stessi. Cambia solo la tonalità.

La trascrizione è una parte importante del tuo lavoro di pianista! Trascrivere un pezzo è importante per adattare una musica al tuo stile!

Se hai l’orecchio assoluto, sarà facile per te. In caso contrario, dovrai utilizzare la tua esperienza teorica per trovare gli accordi dell’intervallo che hai scelto. Se disponi di un sintetizzatore, puoi anche utilizzare i “trasposer elettronici”.

Ma stai tranquillo, nell’epoca di Internet, molti pezzi sono già stati adattati dagli amanti della musica sul web.

Dai un’occhiata ai tutorial o agli spartiti presenti online. Puoi trovare la canzone che stai cercando in una versione per pianoforte.

Infine, tieni presente che non tutte le canzoni possono essere suonate al pianoforte. Alcuni generi di musica elettronica non hanno melodia e non possono essere reinterpretati dai pianisti.

Introdurre il piano nei pezzi

Sei un artista in divenire? La composizione è parte integrante del tuo processo creativo?

Perché non introdurre alcune parti di pianoforte nelle tue composizioni?

Anche se la tua band preferisce i Rolling Stones, il pianoforte può diventare il tuo miglior alleato.

Ma il processo di composizione richiede una serie di passaggi.

Per aggiungere il pianoforte alle tue migliori canzoni dovrai trovare sequenze di accordi in grado di adattarsi al resto del pezzo.

Se la tua canzone esiste già, puoi usare gli accordi di chitarra o un altro strumento per rafforzare il ritmo.

Il pianoforte è alla base di numerose composizioni musicali! Il pianoforte può servire a comporre dei pezzi musicali!

Ma il pianoforte può essere utilizzato anche per iniziare la composizione. Puoi utilizzare questo strumento per trovare la melodia principale e gli accordi in linea con esso.

Devi solo scegliere l’accordo che ti piace e poi continuare in quella tonalità per trovare il seguito degli accordi tracciandolo nell’intervallo corrispondente. Successivamente puoi concatenare tre o quattro accordi ripetuti in tutto il brano per darti una base ritmica. Dovrai quindi rispettare il tono che hai scelto.

Un pezzo non è solo ritmica e dovrai trovare anche una melodia che suonerai con la mano destra.

Se sei ispirato, puoi cantare bene sul tuo ciclo di accordi. Dovrai solo trascriverla al pianoforte e registrarla in modo da non dimenticarla.

Iniziare con la scrittura dei testi può anche essere un modo per comporre la melodia. Nella scrittura creerai automaticamente frasi ritmiche che potrebbero esserti già di grande ispirazione.

E se non sei ispirato, puoi sempre usare una melodia esistente e poi trasformarla. Attenzione a non ripetere la melodia tale e quale, altrimenti si tratterà di plagio.

Farsi una cultura musicale

Per imparare a suonare qualsiasi stile che si desideri al pianoforte, non trascurare l’importanza della cultura musicale si forgiare voi nel corso del tempo e le vostre lezioni di musica!

Prima di te, numerosi musicisti hanno suonato o suonano ancora il pianoforte, dando vita a un’intera storia attorno a questo strumento:

  • Hans Zimmer,
  • John Williams,
  • Yann Tiersen,
  • Lang Lang,
  • Elton John,
  • Johannes Brahms,
  • Béla Bartók e tanti altri…!

Elton John è conosciuto in tutto il mondo per le sue melodie composte al pianoforte! Elton John è uno dei punti di riferimento quando si parla di pianisti!

È quindi importante prendere ispirazione da ciascuno di questi pianisti per progredire e riuscire a suonare al pianoforte un pezzo in ogni stile.

Non confinarti in un solo genere musicale. Questo ti impedirà di sviluppare un tuo stile personale. Non avrai che un ritmo in mente e rimarrai bloccato su una forma di creatività. Non trascurare gli effetti di memorizzazione ascoltando regolarmente musica.

Mentre il jazz può insegnarti a gestire il ritmo, il blues ti insegnerà l’improvvisazione, la musica classica e l’interpretazione.

Non dimenticarti quindi di espandere la tua cultura mentre impari a suonare il pianoforte, domandando al tuo insegnante di farti scoprire la ricchezza di questo strumento.

Scopri gli stili più ostici per il pianoforte!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar