Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Impartire lezioni private ai più piccoli e agli adulti!

Di Igor, pubblicato il 29/08/2019 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Come Si Diventa Insegnanti per Tutte le Fasce d’Età?

Investire nella formazione significa coniugare al presente ed anche al futuro la preoccupazione umana per i risultati raggiunti

Philippe Bloch

In una prospettiva che potremmo definire “globale”, le difficoltà che molti giovani incontrano a scuola (mancanza di fiducia in se stessi, paura vera e propria della scuola, discrepanza tra alto potenziale e riuscita di certi alunni, sono tutti aspetti che possono ritrovarsi anche entro un pubblico adulto di allievi. E infatti, quando si tratta di prendere in considerazione la tematica dell’apprendimento scolastico, siamo davvero tutti interessati in prima persona. Oggi giorno, infatti l’offerta formativa si è talmente allargata e specializzata e nel contempo generalizzata, da interessare ogni frangia della popolazione ed ogni fascia di età.

Gli adulti, d’altra parte, sono oggi via via più numerosi all’interno del sistema dell’apprendimento, sia pubblico, sia privato. Molta gente, anche ormai professionalmente affermata da anni, cerca ad un certo momento della vita di progredire, di cambiare addirittura ramo, di approfondire delle conoscenza pregresse, rimettendosi sui libri. La maggior parte delle riconversioni professionali avvien tramite percorso formativo individualizzato, da svolgere in piccoli gruppi o da solo con un mentore a pagamento. La formazione degli adulti, ad esempio, concerne principalmente grossi gruppi ed in minor misura dei singoli che prendono lezioni private. Tuttavia, il mercato delle lezioni private è sempre in ascesa e in moltissimi, per riconvertirsi professionalmente, riflettono su come diventare professore o formatore specializzato.

Gli adulti che si rimettono in gioco, frequentando una formazione, sono da un lato attratti dal lato fantasioso e infantile che lo studio ricorda loro; dall’altro vogliono migliorare, approfittando della grande disponibilità, oggi, di conoscenze fruibili grazie al web e grazie a formatori esperti, insegnanti privati volenterosi e appassionati.

Ricevere un insegnamento da parte di chi per vocazione abbia saputo diventare insegnante privato è sempre una bella esperienza. Basta capitare con la persona giusta, però!

Come si distinguono le lezioni per bambini, rispetto a quelle lezioni private per adulti? Come fa un insegnante privato a portare avanti un corso per adulti?

Insegnante privato per bambini o per adulti ?

Poco importa se ti trovi di fronte un bambino o suo nonno: dovrai sempre essere all’altezza della situazione. A qualsiasi età dell’allievo, la lezione privata deve essere impeccabile!

Quando si analizza l’universo giovanile, relativamente alla problematica della lezioni private, si scopre che diversi problemi lo caratterizzano: difficoltà di apprendimento, difficoltà di concentrazione, passi avanti… e regressioni…

E, a dire il vero, questo stesso genere di ostacolo riguarda anche gli adulti, qualora decidano di mettersi a studiare da grandi, con un insegnante privato.

La lezione privata, per adulti o piccini, presuppone un insegnante privato che dispensi sapere in modo individualizzato, più particolareggiato, specifico. Ma costui sarà sempre l’insegnante, il maestro della situazione, colui che dirige la situazione didattica e le sessioni di apprendimento. Questa cosa dovrà essere sempre ben presente nella mente di ogni insegnante.

Per imparare occorre aprire la mente e il cuore, rispetto alla disciplina e alla figura dell’insegnante, con la sua preparazione, al sua autorità ed i suoi difetti in quanto essere umano.

Naturalmente, rispetto a quanto avviene in classe, la lezione privata si presenta più libera. Coloro che scelgono di diventare insegnanti individuali sanno che devono davvero adattare ogni lezione all’uditorio, alle aspettative dei discenti, al loro effettivo progresso. Non sono, inoltre, costretti a seguire pedissequamente dei programmi ministeriali, ma possono avanzare soffermandosi su ciò che ai discenti davvero serve.

La relazione è più umana, i sentimenti fluiscono meglio, tra docente e discente, nel corso di una lezione privata, rispetto a quanto non possa avvenire in classe.

Ovviamente, vi sono delle differenze tra lezioni private per bambini e lezioni private per adulti.

Se sei un insegnante, sai già come dare ripetizioni, dunque conosci questa distanza che separa i due tipi di esperienza.

Le capacità intellettuali differiscono, nei due uditori.

Vi sono poi i pubblici speciali, quelli con soggetti dislessici o che presentano difficoltà dell’ordine della discalculia, della dispraxia … Ogni pubblico ha la sua sensibilità, il suo potenziale, i suoi problemi e deve essere preso in conto in modo particolareggiato.

Se i giovani possono essere più curiosi in generale degli adulti, in questi ultimi bisognerà saper stimolare la giusta attenzione. Adulti e bambini funzionano diversamente. E coloro che sanno dare lezioni private come si deve devono sapere tutto questo.

In generale, chi prende lezioni private, potrà essere un bambino curioso o un adulto già piuttosto colto: ma l’insegnante dovrà fare in modo che entrambi tirino fuori il potenziale giusto per migliorarsi sempre più, con entusiasmo e motivazione. Riuscire a saperne di più, ecco cosa deve animare allievi di ogni età. L’insegnante, da parte sua, dovrà trovare come aiutare i pupilli in questo obiettivo che deve restare centrale.

Come diventare professore di un bambino?

Starà in te trovare il modo di adattare le tue conoscenze e il tuo metodo a chi ti trovi di fronte. Ogni corso deve essere accessibile alla persona cui è indirizzato!

La caratteristica importantissima di un corso per bambini è la sensazione di totale libertà che questi dovranno provare. Solo così potranno manifestare curiosità. Altro elemento chiave: a scuola, la tensione legata ai risultati potrebbe fare calare la stima di sé. Con la lezione privata, i ragazzi e i bambini devono riuscire a recuperarla. Affettività e pedagogia, inoltre, vanno proprio a braccetto, nelle lezioni private per bambini. Altrimenti il corso non può funzionare.

Un bambino è per sua natura imprevedibile, come fare per tenerlo ancorato alla lezione, facendolo impadronire delle competenze che gli servono? Ecco la domanda che si pongono tutti gli insegnanti privati per bambini. Il bambino non deve mai annoiarsi, va accompagnato minuto per minuto e non può essere lascito vagare più di tanto. Va “sorvegliato” molto più di un adulto, senza che gli si faccia sentire la pressione, naturalmente. Altrimenti ne va del successo dell’insegnante privato.

L’insegnante è il responsabile principale del clima stimolante intellettualmente. Di certo, chi decide di diventare professore per vocazione, sarà in grado di stimolare ogni tipo di bambino ed anche gli adulti.

La padronanza del proprio discorso e dei contenuti è subito percepita dall’uditorio, sia fatto da giovani, sia fatto da adulti.

I genitori che investono denaro nella preparazione dei figli tramite lezioni private, saranno più sereni se vedranno i propri pargoli tornare a casa felici e soddisfatti dei propri insegnanti. E questa sensazione è assicurata solo da un insegnante preparato e in grado di apparire sicuro, cosa che infonde sicurezza nei giovani e nelle loro famiglie.

Un uditorio entusiasta è un uditorio produttivo: a casa, come durante la lezione privata.

Quello dell’insegnante privato è un mestiere molto specifico, a differenza dei pregiudizi. Non ci si improvvisa insegnante privato. Non ci si mette a impartire lezioni private per caso, insomma.

Si tratta di una professione appassionante, ricca di possibilità, che può essere svolta in vario modo.

Occorre un grande spirito di adattamento. O meglio una elasticità mentale che consenta di affrontare qualsiasi tipo di pubblico.

Noi di Superprof siamo convinti dell’importanza di un percorso di formazione specifico, prima di lanciarsi nel mondo dell’insegnamento. Otre alla conoscenza di una disciplina specifica, infatti, occorre acquisire un insieme di tecniche di trasmissione dei saperi, l’arte dell’approccio psicologico e pedagogico e la capacità di improvvisare ogni giorno, adattandosi alle circostanze, alle aspettative di allievi, genitori, insegnanti della scuola pubblica, programmai e necessità formative …

Un pubblico infantile può presentare grandi eterogeneità ed ogni allievo può mostrare delle esigenze particolari: calligrafia, ortografia, concentrazione, memoria, attenzione, sbadataggine, insicurezza di carattere psicologico, timidezza, balbuzie e così via…

Come dare ripetizioni ad un adulto?

Ogni persona è in grado di apprendere cose nuove in qualsiasi fase della propria vita. Ogni età è buona per imparare qualcosa di nuovo!

Ebbene sì, anche gli adulti prendono lezioni private. E molti adulti decidono di dare lezioni private ad altri adulti. Similes cum similibus. Tuttavia, esistono oggi anche molti giovani studenti universitari che si lanciano nel mercato delle lezioni private e decidono di diventare insegnanti specifici per un pubblico di adulti in formazione, riconversione professionale o alla ricerca di svago intellettuale.

Ecco i motivi che possono portare un adulto a prendere lezioni private:

  • Specializzarsi in ambito lavorativo,
  • Cambiare totalmente ramo lavorativo e professione,
  • Acculturarsi in merito ad una sfera disciplinare specifica,
  • Combattere la noia,
  • Tenere attiva la mente,
  • Distrarsi da problemi terzi,
  • Conoscere gente,
  • Etc.

Ogni ragione è buona, per avere un mentore al proprio fianco, alla fine, ogni motivazione può essere condivisibile o comunque comprensibile.

Non stupisce, ad esempio, che dei cinquantenni celibi decidano di mettersi a studiare Spagnolo solo per incontrare altri coetanei con cui conversare e ridacchiare un po’…

Il buon insegnante è colui che riesce a fare evolvere questi discenti adulti in direzione di ciò che loro stessi desiderano: svagarsi, perdere timidezza, migliorare in settori specifici. Mettersi nei panni dei propri alunni, ovviamente è il primo passo dell’insegnante verso il perseguimento di questo fine ultimo che è l’assecondamento delle aspettative di chi prende lezioni private.

L’insegnante dovrà possedere una certa padronanza di sé, della propria disciplina, una sicurezza che non deve sfaldarsi nemmeno di foronte ad un alunno di età superiore. Altrimenti, la legittimità del mentore finirebbe nel giro di pochi istanti. L’insegnante è sempre colui che ne sa di più, almeno nel suo ambito disciplinare, cosa che va ribadita con i fatti, ad ogni istante.

Chi sceglie di diventare insegnante vuole soprattutto trasmettere un spere specifico Il neofita adulto sarà di certo attento, a differenza di giovani che potrebbero essere stati costretti dall’alto ad andare a lezioni private. Ecco la vera differenza tra insegnare a bambini ed insegnare ad adulti.

Adulto/bambino : diventare insegnanti dell’uno e dell’altro

Tra i due, si sviluppano una relazione fatta di metodo e scambio. In ogni corso, ci sono due persone: allievo e insegnante!

A prima vista le lezioni per adulti differiscono del tutto dai corsi per bambini. In realtà, però, la sostanza resta la stessa. Ma servono pedagogia, formazione, padronanza di sé.

Spiegare Leopardi ad un giovane o ad un adulto è diverso, chiaramente. Ma la conoscenza dei fatti chiave, delle correnti letterarie, delle date importanti e dei titoli delle opere resta di fatto la stessa.

Come la si trasmette, però? Ecco la domanda chiave da porsi. La risposta è: in modo diverso da caso a caso!

La questione, insomma, si situa nell’ambito della pedagogia dell’informazione.

Tutte queste considerazioni ci fanno capire che insegnare non è solo sinonimo di “recitare una lezione e poi tornare a casa propria”. Si tratta, piuttosto di sviluppare un proposito, in reazione, o in opposizione ad un individuo che si trova davanti, che ha sue idee, pregiudizi, domande, anche laddove l’insegnante non si sarebbe mai aspettato di trovarne. Ecco perché insegnare è un lavoro in toto: ricco, umano, stimolante, stancante.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar