" La pioggia è molto difficile da filmare, soprattutto in Irlanda, perché è molto sottile, così sottile che gli Irlandesi non sanno nemmeno che esista" Alan Parker

Nel 2019, l’Irlanda è stata eletta « miglior destinazione di viaggio di tutta l’Europa » dal Group Travel Awards. In effetti, l’Irlanda fa sognare  molti viaggiatori, per la bellezza dei suoi paesaggi, conosciuti e riconosciuti per essere particolarmente selvaggi. Ma la personalità dell’Irlanda non si ferma ai suoi campi di montoni e dalle sue cornamuse. Pochi turisti conoscono veramente la storia dell’Irlanda, e quella della sua vicina, l’Irlanda del Nord

Innanzitutto, parliamo dello stesso paese ?

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e
Prima lezione offerta!
Alma
5
5 (28 Commenti)
Alma
Inglese
18€
/h
Prima lezione offerta!
Aubrey
5
5 (26 Commenti)
Aubrey
Inglese
30€
/h
Prima lezione offerta!
Alexia
5
5 (23 Commenti)
Alexia
Inglese
13€
/h
Prima lezione offerta!
Marcello
4,9
4,9 (45 Commenti)
Marcello
Inglese
17€
/h
Prima lezione offerta!
Marika
5
5 (19 Commenti)
Marika
Inglese
17€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (16 Commenti)
Marianna
Inglese
22€
/h
Prima lezione offerta!
Virginia
5
5 (23 Commenti)
Virginia
Inglese
20€
/h
Prima lezione offerta!
Cristina
5
5 (103 Commenti)
Cristina
Inglese
25€
/h
Prima lezione offerta!
Alma
5
5 (28 Commenti)
Alma
Inglese
18€
/h
Prima lezione offerta!
Aubrey
5
5 (26 Commenti)
Aubrey
Inglese
30€
/h
Prima lezione offerta!
Alexia
5
5 (23 Commenti)
Alexia
Inglese
13€
/h
Prima lezione offerta!
Marcello
4,9
4,9 (45 Commenti)
Marcello
Inglese
17€
/h
Prima lezione offerta!
Marika
5
5 (19 Commenti)
Marika
Inglese
17€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (16 Commenti)
Marianna
Inglese
22€
/h
Prima lezione offerta!
Virginia
5
5 (23 Commenti)
Virginia
Inglese
20€
/h
Prima lezione offerta!
Cristina
5
5 (103 Commenti)
Cristina
Inglese
25€
/h
Visualizza più insegnanti>

Irlanda et Irlanda del Nord : due paesi diversi

Voglia di visitare l’Irlanda ? Ma a quale Irlanda ti riferisci ?

L’Irlanda è un’isola che fa parte dell’arcipelago delle isole Britanniche.  Situata nell'Oceano Atlantico Nord, è la terza più grande isola d’Europa ed attira ogni anno milioni di turisti. Ma quando parliamo di Irlanda è importante fare la distinzione fra l’Irlanda e l’Irlanda del Nord.

Ma che cosa può veramente significare questo ?

The Giant’s Causeway si trova nell’Irlanda del Nord

L’isola di Irlanda è in effetti divisa in due. Ognuna delle due parti rappresenta realmente un paese a sé stante. Al nord, si trova l’Irlanda del Nord, una nazione che fa parte del Regno Unito e, sulla parte rimanente dell’isola, si trova l’Irlanda, o Repubblica d’Irlanda, un stato indipendente dal Regno Unito.

L’Irlanda del Nord fa parte quindi dei paesi della Gran Bretagna, e cioè la Scozia, il Galles e l’Inghilterra, che insieme formano il Regno Unito.

Da parte sua, la Repubblica d’Irlanda è un paese indipendente da ogni formazione politica.

Questa scissione data della prima metà del XX secolo, dopo numerosi conflitti che opposero al tempo i repubblicani cattolici agli unionisti anglicani. Questi conflitti sfociarono in un accordo, che diede un’indipendenza relativa all’Irlanda del Sud, che creò una propria Costituzione nel 1937.

Nel 1949, il Sud dell’isola divenne ufficialmente una repubblica a sé stante.

Non si deve quindi confondere i due paesi dell’arcipelago, poiché i relativi abitanti potrebbero offendersi. Infatti, le relazioni fra i due paesi permangono piuttosto tese.

Scopri la nostra offerta di corsi inglese roma!

Perché l’isola di Irlanda è divisa in due?

Per comprendere meglio questo strappo tra le due parti dell’isola, dobbiamo fare un piccolo salto indietro nella storia.

Nel 1801, la totalità dell’isola si Irlanda si unisce al Regno Unito, grazie alla firma dell’ dell’Atto di Unione ».  L’Irlanda ormai deve obbedire  al Regno Unito ed alla sua politica, che unisce già l’Inghilterra e la Scozia.

Il problema? La popolazione del Regno Unito è per la maggioranza di religione protestante,  mentre la maggioranza della popolazione irlandese è cattolica. Scoppiano quindi delle ostilità fra le diverse religioni e culture. Il rifiuto nei confronti dei Britannici si fa sempre più duro da parte degli Irlandesi. Nel 1906 scoppia l’insurrezione di Pasqua, seguita poi dalla guerra di indipendenza che inizierà nel 1919, in un conflitto particolarmente violento.

Questa guerra di indipendenza vedrà la fine solo nel 1921. Per placare le ostilità, le autorità britanniche decidono di dividere l’isola irlandese in due parti. Al nord, si trova una maggioranza di protestanti, ed una minoranza di cattolici. Parliamo dell’Irlanda del Nord, e del suo parlamento, situato a Belfast. Al sud, si trova una maggioranza di cattolici, che avrà anche lei il suo parlamento, ma situato a Dublino. La Repubblica d’Irlanda nasce quindi ufficialmente nel 1949.

Tuttavia, i cattolici non vedono questa scissione come una soluzione permanente e vogliono alla fine riunire l’intera isola, separandosi dalla dominazione del Regno Unito. Da parte loro, i protestanti respingono i cattolici, che saranno quindi a lungo discriminati. Questo disaccordo continuerà ancora per molti anni.

La situazione si complicherà negli anni ’60 all’interno dell’Irlanda del Nord. In questo stesso paese, la popolazione continuerà ad essere divisa in due : da una parte il protestanti, e più generalmente gli unionisti, vorranno essere uniti alla Gran Bretagna, all’interno del Regno Unito. Dall’altra, i cattolici, e sostenitori della riunificazine dell’isola di Irlanda, formeranno i nazionalisti.

Belfast è stato territorio di guerra per molti anni.

La guerra civile getta il paese in avvenimenti particolarmete brutali e sanguinari, come ad esempio durante una manifestazione pacifica organizzata dalla NICRA (il movimento per i diritti civili dell’Irlanda del Nord) o ancora  come il « Bloody Sunday », diventato da allora una celebre canzone del gruppo Irlandese degli U2.

Nel gennaio 1972, tredici cattolici che stavano manifestando nella città di Derry, vennero uccisi dai paracadutisti del’armata britannica. Queste persone stavano manifestando contro una legge che autorizzava l’esercito inglese a realizzare degli arresti arbitrariamente. Una domenica che segnerà profondamente le coscienze di tutto il mondo, e soprattutto della storia dell’Irlanda.

La guerra civile durerà in tutto 30 anni e farà 3.500 morti. Periodo durante il quale, si susseguiranno gli atti terroristici.

Si dovrà aspettare la fine degli anni 80 per sperare in un ritorno alla calma. Dopo un attentato fallito ai danni contro l’allora primo ministro britannico Margaret Thatcher, nel 1984, riprenderanno i negoziati, che approderanno ad un primo accordo : l’Accordo di Hillsborough, fimato nel 1985.

Si dovrà tuttavia aspettare il 1997 per un reale cessate il fuoco, prima di essere effettivo grazie a dei nuovi accordi. Il conflitto avrà fine con l’Accordo del Venerdì Santo, il 10 aprile 1998.

Questo accordo prevede alcune azioni significative come :

  • Il disarmo dell’IRA (autore di vari attentati), ,
  • La fine della rivendicazione territoriale della Repubblica d’Irlanda sull'Irlanda del Nord, ,
  • Il diritto per ogni abitante dell’Irlanda del Nord di identificarsi come Irlandese, Britannico, o entrambi.

Benché la guerra civile faccia ormai parte del passato, il desiderio di riunificazione delle due Irlande rimane molto forte dalle due parti della frontiera.

Approfondisci la storia dell'Irlanda con un corso di inglese!

Irlanda del nord: geografia, politica ed economia

La storia dei due paesi ha profondamente segnato il presente. L’Irlanda e l’Irlanda del Nord sono attualmente due nazioni molto diverse, nonostante condividano  la stessa isola.

Evidentemente, le differenze sono innanzitutto politiche. La Repubblica d’Irlanda, l’Irlanda al sud dell’isola, elegge un presidente che rimane in carica per sette anni, ha un suo primo ministro ed un parlamento bicamerale. Questa organizzazione è simile alla nostra repubblica.

Per quanto riguarda l’Irlanda del Nord, le cose non sono propriamente uguali. Il paese è sotto l’autorità della Regina di Inghilterra. Non le è dunque possibile avere un proprio presidente. Il paese ha comunque un parlamento, situato a Belfast. Questo parlamento lavora direttamente con il parlamento del Regno Unito.

Ovviamente la religione è un dato centrale quando cerchiamo le differenze tra i due paesi. D'altronde sono soprattutto le religioni che hanno giocato un ruolo centrale nella separazione delle due Irlande. L’Irlanda è a maggioranza cattolica, mentre l’Irlanda del Nord è a maggioranza protestante, anche se da entrambi le parti delle frontiere esiste comunque un mix di religioni.

Un altro punto di differenza: la moneta utilizzata. Sebbene il Regno Unito abbia a lungo fatto parte dell’Unione Europea, ora con la Brexit se ne è totalmente escluso. E’ quindi ormai obbligatorio avere un passaporto per entrare nell'Irlanda del Nord, contrariamente a quanto avviene per l’Irlanda. E’ altrettanto essenziale cambiare qualche euro nella moneta nazionale : la sterlina. Chiamata anche Sterlina Britannica, questa moneta è utilizzata in tutto il Regno Unito. Se invece desideri visitare la Repubblica d’Irlanda, i tuoi Euro potrebbero bastarti.

 

Rassicurati : la cultura della birra è ben presente in entrambi i paesi !

Qual’è la situazione attuale tra i due paesi d’Irlanda ?

I rapporti nell'Irlanda del Nord permangono tesi, nonostante la fine della guerra civile da vari decenni. Il paese  « cammina sulle uova » e fa attenzione a non risvegliare i vecchi conflitti.

Di conseguenza, il potere è suddiviso  in modo tale da ritrovare nel potere esecutivo e nel Parlamento una proporzionalità equa tra  unionisti (che vorrebbero entrare nel Regno Unito) ed i nazionalisti (che vorrebbero riunirsi all'Irlanda).

Tuttavia, la Brexit ha risvegliato dei vecchi demoni. Infatti, se il Regno Unito lascia l’Unione Europea, l’Irlanda del Nord altrettanto, poiché ne fa parte. Mentre l’Irlanda, che è indipendente, resta all'interno dell’Unione Europea. Una situazione che rende complicata la gestione delle frontiere.

Infatti, il confine tra l’Irlanda e l’Irlanda del Nord non era più « chiuso » dal 1998. Gli abitanti potevano quindi circolare liberamente sull'Isola. Il ripristino delle frontiere tra l’Unione Europea ed il Regno Unito attraverso la frontiera Irlandese è dunque visto come un passo indietro

C’è da preoccuparsi della situazione dell’Irlanda dopo la Brexit ?

C’è anche da aggiungere che il 55,9 dei Nord Irlandesi ha votato contro la Brexit. Tuttavia, a livello del Regno Unito, il 51,9%  dei Britannici ha votato a favore. Il voto quindi non prende in considerazione le realtà di ogni paese e rischia di vanificare gli sforzi compiuti con l’Accordo del Venerdì Santo del 1998.

Accordi recenti, hanno consentito all'Irlanda del Nord di conservare alcuni vantaggi dall'Unione Europea, prima di sbarazzarsene completamente se lo desiderano.

Da parte sua l’Irlanda vorrebbe ancora la riunificazione dei due paesi. Soltanto che, affinché ciò si realizzi, ognuno dei due paesi dovrebbe  lanciare un referendum, ed il sì dovrebbe essere maggioritario da una parte e dall'altra della frontiera.

Una situazione che non è pronta  a verificarsi, secondo alcuni specialisti

Cerchi corsi inglese milano?

 

Bisogno di un insegnante di Inglese?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere