Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Le ragioni che ti spingono a imparare a suonare il pianoforte

Di Francesca, pubblicato il 08/03/2018 Blog > Musica > Piano > Perché Dovresti Iniziare a Suonare il Pianoforte?

Bella domanda: sì, perché farlo? Trascorrere varie ore alla settimana seduto sul tuo sgabello a esercitarti con le scale…

Esistono altri modi per occupare il proprio tempo (andare al cinema o vedere gli amici, per esempio).

Ma ripensaci, perché vedrai che imparare a suonare il pianoforte presenta molti vantaggi e contribuisce al benessere e alla realizzazione di tutti.

Le lezioni di pianoforte: il tormento dei bambini piccoli

In generale, la domanda “perché imparare a suonare il pianoforte?”, è posta dai bambini ai loro genitori.

Quanti bambini traumatizzati a vita dalle lezioni di pianoforte del martedì sera (o di qualsiasi altro giorno)?

Quanti bambini, con la morte nel cuore, trascinati fino alle porte della scuola di musica?

Sì, perché imparare a suonare il pianoforte?

Il pianoforte può portarti molti benefici! Uno strumento ricco di benefici!

Non bisogna esagerare, però, dal momento che alcuni bambini dimostrano di amare il pianoforte o di avere almeno un reale interesse per questo strumento e per la musica in generale.

In ogni caso, i bambini non sono gli unici a porsi questa domanda.

Domanda molto frequente, in realtà. Tu che esiti a metterti (al pianoforte), e che ancora soppesi i pro e i contro, te lo sarai chiesto anche tu.

Ti mostreremo in questo articolo che esistono più motivi per imparare a suonare il pianoforte di quanti tu possa pensare.

Motivo numero 1: divertirsi

Fare musica, specialmente il pianoforte, è prima di tutto un’opportunità per divertirsi. Imparare il pianoforte è un’attività divertente, nonostante tutto ciò che si può dire e anche se gli inizi a volte sono difficili. Sì, suonare le scale non è certamente la cosa più piacevole. Ma suonare canzoni che amiamo, di fronte agli amici o altri, è un vero piacere.

L’improvvisazione è un’attività estremamente divertente.

Anche se bisogna ammetterlo, avrai difficoltà a improvvisare all’inizio. La capacità di improvvisazione si conquista e richiede prima di imparare le basi del pianoforte e soprattutto l’armonia (la scienza degli accordi e delle loro sequenze). Ma gli sforzi dell’inizio valgono certamente il costo.

Quando non controlli più le dita che scivolano sulla tastiera, improvvisando melodie incredibili, capirai che non è stata una perdita di tempo!

Motivo numero 2: rilassarsi

Prenderti un momento per te stesso, sederti sullo sgabello e suonare il pianoforte per dimenticare la tua dura giornata di lavoro o scolastica è un ottimo modo per rilassarti, distenderti. D’altra parte, la parola “piano” non significa anche”dolce”?

Con il pianoforte, puoi imparare a rilassarti! Impara a rilassarti davanti al pianoforte!

Il pianoforte è giustamente considerato uno degli strumenti più morbidi e “tranquilli”. Se la musica addolcisce le buone maniere, come dice il proverbio, questo è particolarmente vero per il pianoforte. Possiamo considerarlo un antidepressivo, perché no?

Motivo numero 3: lavorare sulla concentrazione

Suonare o allenarsi al pianoforte richiede attenzione, concentrazione.

Viviamo in un mondo in cui la concentrazione diventa sempre più rara, sempre più difficile. Tutto ciò ci distoglie dalle attività che richiedono concentrazione, pazienza e lo sviluppo degli strumenti tecnologici ne è una delle cause principali.

Imparare il pianoforte significa lavorare sulla propria concentrazione, contro la filosofia dominante che rende l’istantaneità un valore supremo.

Motivo numero 4: rafforzare la memoria (e l’intelligenza)

La memoria va tenuta sempre in allenamento! Bisogna esercitare anche la memoria!

Allo stesso modo, suonare il pianoforte permette di sviluppare la memoria e, più in generale, l’intelligenza. Imparare un pezzo richiede uno sforzo di memoria, in senso lato: la memoria del cervello, ma anche la memoria del corpo (specialmente le dita).

È stato dimostrato che suonare il pianoforte esalta le facoltà intellettuali.

Il pianoforte è un vero esercizio per il cervello. Suonarlo regolarmente ti permette di allenare continuamente le tue abilità cognitive e la memoria. Sembra addirittura che il pianoforte possa aiutare a combattere il morbo di Alzheimer!

Per la cronaca, uno studio scientifico tedesco ha dimostrato che i pianisti professionisti hanno un cervello più sviluppato rispetto ad altre persone.

Secondo altri scienziati, il pianoforte (e la musica più in generale) è l’attività più interessante per il cervello. L’insegnante di pianoforte contribuisce quindi allo sviluppo dell’intelligenza dei propri studenti.

Motivo numero 5: porta di accesso a tutti gli altri strumenti

Il piano è il re di tutti gli strumenti e il suo titolo non è usurpato. Chi sa suonarlo imparerà più facilmente a suonare gli altri strumenti. Il pianoforte è in effetti uno strumento a corda composto da non meno di 88 tasti diversi. Il registro del pianoforte (il suo spettro di note) è il più esteso di quello di tutti gli altri strumenti.

A proposito, tutti i grandi compositori (tranne, forse, Berlioz) erano pianisti. Hanno scritto le loro partiture, le loro sinfonie, le loro opere, con un pianoforte sempre nelle vicinanze.

Buono a sapersi: il pianoforte è l’unico strumento (assieme all’arpa) che utilizza due tasti diversi: la chiave di violino e la chiave di fa, una freccia in più al tuo arco!

Motivo numero 6: un incontro a tu per tu con i geni

Il pianoforte è un ottimo strumento per scoprire i geni del passato! Suonare il pianoforte ti permette di scoprire i geni del passato!

Suonare il pianoforte ti permette di scoprire i grandi compositori che hanno fatto la storia della musica e di metterti nei loro panni, suonando le loro partiture. Interpretare un notturno di Chopin significa entrare in una sorta di relazione, in dialogo con questo geniale compositore: tu come interprete, lui come autore.

Imparare a suonare il pianoforte aiuta anche ad affinare il proprio orecchio musicale. Non ascolterai mai la musica allo stesso modo dopo aver iniziato l’apprendimento. Capirai la musica, la sua logica, e potrai più facilmente separare la musica cattiva da quella buona. Anche se la musica è soggettiva, è vero.

Motivo numero 7 (per i più piccoli): facilitare l’apprendimento della lingua

È stato riconosciuto che suonare il piano favorisca l’apprendimento delle lingue nei bambini piccoli. Dopotutto, lo si può ben capire: la musica non è essa stessa una lingua? La teoria musicale non è la “lingua della musica”?

Più in generale, il pianoforte ha effetti molto positivi sullo sviluppo dei bambini: diversi studi hanno dimostrato che i bambini che hanno frequentato lezioni di pianoforte hanno incontrato meno difficoltà a scuola (risultati in media superiori del 30% rispetto a quelli che non avevano alcuna istruzione a livello musicale).

La musica permetterebbe anche ai bambini di migliorare le loro abilità di riconoscimento spaziale, essenziali per l’apprendimento e la comprensione della matematica o delle scienze fisiche.

Motivo numero 8: il contatto umano con il proprio insegnante

Imparare a suonare il pianoforte è anche l’occasione per fare incontri meravigliosi, per incontrare insegnanti in grado di trasmettere la loro passione per la musica. Il contatto umano che si crea tra l’insegnante e lo studente può essere molto ricco di significato e portare a vere amicizie.

Questo è senza dubbio il modo migliore per imparare a suonare il pianoforte.

Un motivo in più per prendere lezioni: su Superprof troverai centinaia di insegnanti specializzati!

Motivo numero 9: acquisire una migliore coordinazione dei movimenti

Imparare a suonare il pianoforte favorirebbe lo sviluppo psicomotorio. Suonarlo significa infatti coinvolgere tutto il corpo.

Tutti gli studenti di pianoforte conoscono l’importanza della postura, della posizione della schiena, delle braccia, degli avambracci durante l’azione. La coordinazione del movimento delle due mani, la loro indipendenza, formidabile da acquisire per tutti i pianisti, è anche essenziale, ovviamente, nel miglioramento della coordinazione dei movimenti.

Motivo numero 10: accrescere l’autostima

È ovvio che suonare il pianoforte aiuta ad acquisire una maggiore sicurezza in se stessi. Naturalmente, questo non vale soltanto per questo strumento, né soltanto per la musica. In qualsiasi campo, fare un passo, raggiungere qualcosa, superare un ostacolo, raggiungere un obiettivo, è un potente fattore di autostima.

Allo stesso modo, suonare un pezzo di pianoforte davanti ai propri amici o alla propria famiglia è ovviamente un vettore di autostima e orgoglio. Se non ti fidi di te stesso e ti sottovaluti costantemente, le lezioni di pianoforte sono ciò che fa per te.

Motivo numero 11: aumentare la propria creatività

Il pianoforte promuove lo sviluppo della propria creatività. La composizione musicale, l’improvvisazione, stimolano le facoltà inventive del cervello. Imparare a suonare il pianoforte, in un certo senso, significa riconnettersi con la propria infanzia. L’infanzia, come tutti sanno, è un periodo della vita in cui la creatività gioca un ruolo centrale.

È chiaro che questa creatività tende a smussarsi, a diventare secondaria quando si entra nell’età adulta.

Il pianoforte ti permette di riconnetterti con la tua fantasia infantile, per risvegliare il bambino che è in te.

Motivo numero 12: renderti più felice

Il pianoforte può portare la felicità! Un bellissimo strumento, sabbia fine, il suono delle onde…Cos’altro?

Infine, potresti averlo capito esaminando tutti questi motivi: suonare il pianoforte può renderti più felice.

Forse è un po’ esagerato, basta vedere alcuni ritratti di compositori classici per rendersi conto che il pianoforte non è una garanzia di felicità.

Incrementare la propria autostima, sviluppare le proprie facoltà, creare, improvvisare, suonare i propri pezzi preferiti di fronte a un pubblico, divertirsi con i propri amici musicisti o non, rilassarsi imparando, se tutto ciò non costituisce un terreno fertile per qualche forma di gioia, o almeno un miglioramento nella nostra vita quotidiana, cos’altro ti serve?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar