Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I 16 luoghi da non perdere a Marrakech

Di Nicolò, pubblicato il 13/08/2019 Blog > Lingue straniere > Arabo > Le 16 Meraviglie Da Vedere A Tutti I Costi A Marrakech E Dintorni

“È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria”

Voltaire

Al giorno d’oggi, il Marocco vanta ben nove meraviglie iscritte nella lista del patrimonio culturale dell’Unesco, che attirano un numero sempre crescente di turisti nel paese. E Marrakech è da molto tempo una delle destinazioni faro del Marocco. 

Visitare un monumento, passeggiare in una stradina, fare un’escursione nel deserto, assaggiare il tè alla menta, dormire in un riad, ammirare le palme o le moschee sono solo alcune delle attività che potrai fare durante un viaggio Marrakech. 

Ecco la nostra lista dei luoghi da visitare per rendere perfetto il tuo soggiorno a Marrakech riuscito. Prepara i dirham e inizia a esplorare le meraviglie del Marocco! 

Il giardino Majorelle

Tappa fondamentale per chi visita Marrakech, il Giardino di Majorelle è un giardino botanico all’interno del quale si trova un edificio dipinto in un blu molto acceso, colore che dà un fascino incontestabile a questo piccolo parco. Ma il giardino di Majorelle è anche e soprattutto conosciuto per essere appartenuto al grande stilista Yves Saint Laurent e al suo compagno Pierre Berger. La coppia ha acquistato questo terreno nel 1980, salvandolo da un progetto ospedaliero controverso e facendone uno dei luoghi più visitati di Marrakech.

I colori atipici del giardino di Majorelle lo rendono unico al mondo. Uno dei più bei giardini al mondo!

Inoltre, è in questo giardino che le ceneri della grande figura della moda sono state disperse. 

Per passeggiare in questa oasi di pace, dovrai pagare 7€. Ma non preoccuparti, ne varrà la pena! Potrai ammirare un grande numero di specie vegetali e apprezzare la bellezza degli edifici e delle decorazioni. Prevedi all’incirca un’ora per la visita.

E perché non ti prepari al viaggio facendo un corso di arabo online?

La Moschea Kutubiyya

La moschea Kutubiyya è forse il principale gioiello architettonico della città di Marrakech. Si tratta di una moschea sunnita costruita nel XII secolo, testimonianza dell’arte islamica almohade. È impossible non vederla, col suo grande minareto in cima al quale i credenti sono invitati a pregare. 

Ma attenzione: i visitatori non musulmani non possono entrare all’interno dell’edificio. Se fai parte di questa categoria, dovrai accontentarti di ammirare quest’opera architettonica dall’esterno, conservando il rispetto nei confronti dei fedeli che vengono a riunirsi in questo luogo. Evita quindi di avvicinarvi troppo all’edificio all’ora della preghiera, poiché numerosi musulmani desiderano passare e e accedere alla moschea senza dover fare lo slalom tra una folla di turisti. 

La moschea si trova vicino alla piazza Jemaa-el-Fna. Potrai quindi prendere due piccioni con una fava ammirando sia questo edificio spettacolare che una delle piazze più celebri del Nordafrica. 

Trova un insegnante di arabo per imparare le basi della lingua.

Il Palazzo El Bahia

Tutti i grandi palazzi di Marrakech meritano una, ma El Bahia (letteralmente “il palazzo della bella” o “della brillante”) è senza dubbio uno dei più belli della città. Costruito nel XIX secolo su una superficie di più di 8 ettari, è una delle maggiori attrazioni turistiche di Marrakesh. Di stile moresco e islamico, saprà affascinarti con la sua architettura e i suoi giardini. 

Il Deserto d’Agafay

A una trentina di chilometri da Marrakech, si trova il deserto di Agafay. Anche se per alcuni il deserto rappresenta una tappa un po’ cliché del viaggio in Marocco, ti consigliamo di non perdertelo! Porta con te la tua macchina fotografica e immortala il deserto di rocce e dune di sabbia: potrai far credere ai tuoi amici di essere nel pieno sud del deserto del Sahara quando in realtà ti trovi a solo qualche minuto da Marrakech. 

L’oasi incantata, nel pieno centro del deserto d’Agafay, permette di ammirare vegetazione e fauna di un’area arida — un vero tesoro nascosto nel bel mezzo del deserto! Tartarughe e rane vengono a rinfrescarsi alle fonti d’acqua, uno spettacolo commovente in un ambiente così caldo e secco. Se sei fortunato, potresti anche scovare qualche accampamento berbero sul cammino. 

La Place Jemaa-el-fna

Vero e proprio cuore di Marrakech, la piazza Jemaa-el-Fna (che potrebbe significare “l’assemblea del defunto” o “la moschea del nulla”) è lo spazio più emblematico della città. Enorme mercato ambulante a cielo aperto, la piazza è stata inserita nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO nel 2008, e rientrava già tra le meraviglie del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1985. Non perderti questo luogo unico al mondo in cui potrai trovare incantatori di serpenti e tante altre curiosità. 

Ricorda però di fare attenzione: come molti luoghi turistici, questa piazza ospita talvolta persone non del tutto oneste. Molti incantatori di serpenti ad esempio accetteranno di farsi scattare una foto, ma chiederanno un compenso in cambio.

Ma al di là di questa piccola nota negativa, passeggiare e vivere l’atmosfera della piazza al tramonto è un’esperienza indimenticabile.

La Palmeraie di Marrakech

Esistono diversi modi di esplorare la Palmerai: affittate un quad, salite sulla schiena di un cammello, ecc... Tentato da un’escursione sulla schiena di un cammello?

Un po’ fuori dal centro, la Palmeraie è una grande oasi naturale di circa 15.000 ettari in cui è possibile ammirare migliaia di alberi di ogni tipo. La piante più presenti sono ovviamente le palme, che danno il nome al parco. Ma potrai ammirare anche numerosi orti e piantagioni di datteri. 

Per visitare questo spazio, hai diverse opzioni: puoi attraversare il parco a piedi, a cavallo di un cammello o su un quad. Di una durata che va dalla mezzora alle due ore, la passeggiata per scoprire la Palmeraie può essere più o meno lunga. Ovviamente non potrai visitare tutto il parco in una sola giornata. 

Ma la Palmeraie di Marrakech non è soltanto un oasi naturale. Si tratta anche di uno spazio urbanizzato in cui si trovano luoghi di villeggiatura e grandi complessi residenziali. In questo luogo particolare si trova anche il “Centro della terra“, un centro dedicato alla formazione e alla sensibilizzazione riguardo alle costruzioni in terra, tipiche delle regioni aride del Marocco. Approfitta dell’occasione per scoprire queste costruzioni ecologiche e pittoresche! 

Le Tombe Sa’diane

In questo luogo, scoperto nel 1917, potrai scoprire un grande mausoleo che ospita le salme dei Sa’adiani, una dinastia araba il cui regno in Marocco risale a oltre 350 anni fa. La decorazione del mausoleo è straordinaria e incredibilmente ben conservata. Gli appassionati di storia e di archeologia saranno al settimo cielo!

Il Giardino di Menara

Un po’ distanti dal centro rispetto ad altre attrazioni turistiche, i Giardini Menara danno riposo e conforto e permettono di riprendere un po’ il respiro dopo i bagni di folla nelle zone più frequentate della città. Si tratta di una tappa perfetta per terminare la giornata e goderti un po’ di calma. Immerso nella vegetazione, uno specchio d’acqua riflette il paesaggio circostante, e in particolare le montagne dell’Atlante. 

I Giardino Menara si situano a tre quarti d’ora a piedi dalla grande piazza Jemaa El-fna. Se vuoi risparmiare tempo, prendi un taxi e un mezzo pubblico a Marrakech. 

Il palazzo El Badi

Altro grande palazzo di Marrakech, il palazzo El Badi colpisce per le sue dimensioni. Costruito alla fine del XVI secolo, fu ordinato dal sultano sa’diano Ahmed al-Mansur Dhahbi al fine di festeggiare la vittoria marocchina sull’armata portoghese durante lo scontro conosciuto come la “battaglia dei tre re”. 

Questo luogo non vi lascerà indifferenti. La struttura del palazzo El Badi è davvero impressionante.

La Medersa Ben Youssef

Questa antica scuola coranica costruita nel XVI secolo dai Sa’diani è un esempio perfetto di architettura moresca. Visitato oggi da numerosi turisti, questo luogo ha accolto per più di quattro secoli studenti di teologia marocchini e non. La struttura poteva accogliere fino a 900 studenti. L’edificio fu restaurato intorno alla metà del XX secolo, al fine di restituirgli il suo antico splendore.

Hai pensato di fare un corso di arabo per chiacchierare più facilmente gli abitante del luogo durante il tuo viaggio a Marrakech?

Il Museo di Marrakech

Situato nel Palazzo Dar Mnebhi, risalente al XIX secolo, il museo di Marrakech permette al contempo di ammirare un magnifico edificio di stile andaluso e di comprendere meglio la storia della città. Una visita da non perdere, anche perché questo museo si trova in pieno centro! 

La Medina

La Medina è il nome del quartiere storico di Marrakech. Questo quartiere ospita molti dei luoghi turistici citati in questo articolo. Ma a parte i numerosi edifici straordinari del centro di Marrakech, è anche piacevole perdersi nelle piccole stradine del quartiere al fine scoprire la vita quotidiana e la cultura marocchina. Il quartiere è iscritto al patrimonio mondiale dell’Unesco. 

Le Cascate di Ouzud

Bisogna fare un po’ di strada per ammirare queste meravigliose cascate che si trovano a 150km da Marrakech. Ma, anche se po’ in disparte dalla città, le cascate di Ouzud sono considerate come uno dei luoghi imperdibili durante un soggiorno a Marrakech. Gli avventurieri che si recano alle cascate più alte del Marocco possono ammirare un paesaggio straordinario, un oasi naturale abitata da piccola scimmia e bagnata dal sole. Da non perdere!

Anche se ti ci vorrà un po' per arrivare a destinazione, ti assicuriamo che ne varrà la pena! È qui che tutti i vacanzieri vengono a rinfrescarsi!

I souk di Marrakech

Come visitare il Marocco senza passare dai celebri suk? In questi veri e propri mercati artigianali troverai tantissimi stand pieni di prodotti locali. Tappeti e tessuti marocchini, cuoi, ecc… Nei souk potrai fare ottimi affari e portare a casa il meglio dell’artigianato marocchino a prezzi davvero contenuti! 

C’è una condizione però: bisogna saper contrattare. Come fare? Inizia a proporre la metà del prezzo richiesto dal venditore, poi contratta salendo di poco alla volta fino a trovare un punto di incontro.

Il Giardino Segreto

All’interno di un magnifico palazzo costruito nel XIX secolo e restaurato pochi anni fa, il Giardino Segreto sorprende i suoi visitatori con le sue stradine di vegetazione esotica. Un luogo ideale per rilassarsi nel pieno cuore della città di Marrakech! 

Il Museo Dar Si Saïd

Per scoprire l’artigianato marocchino e la sua storia, il museo Dar Si Saïd offre ai più curiosi testimonianze fondamentali sul savoir-faire marocchino in termini di tessitura di tappeti. L’edificio che ospita il museo è tanto sontuoso quanto i diversi tappeti esposti. 

Allora, cosa aspetti a prendere il tuo biglietto? 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar