Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di arabo a Torino

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di arabo a Torino è di 5,0 con più di 8 commenti.

15 €/ora

Le migliori tariffe: il 96% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di arabo a Torino costano 15€.

1 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 1h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di arabo a Torino

Parla con l'insegnante di arabo per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di arabo e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare l'arabo a Torino non è mai stato così facile!

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Arabo a Torino, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

✒️Come gli/le studenti/esse considerano i/le prof di arabo a Torino?

Su 8 commenti, gli/le alunni/e danno un voto medio di 5,0 su 5.

 

In caso di incertezze riguardo a un corso, l'équipe Superprof è disponibile per proporti rapidamente una soluzione (per telefono o mail cinque giorni su sette).

 

Scopri le FAQ!

💡 Per quale ragione optare per un corso privato di lingua e grammatica araba a Torino?

L'arabo è la quinta lingua più parlata al mondo: saperlo parlare rappresenta un enorme vantaggio nel mercato del lavoro, nonché una competenza preziosa a livello personale. I corsi a domicilio di arabo con un/una prof privato/a ti permetteranno di fare progressi in un arco di tempo breve.

In completa libertà, potrai selezionare il/la maestro/a che preferisci e organizzare la prima ora di lezione.

 

Un'interfaccia apposita è disponibile per comunicare con il/la professore/essa per programmare le lezioni di arabo con tranquillità.

Il nostro motore di ricerca ti permetterà di trovare la perla rara tra 46 professori/esse di arabo a Torino.

 

Fai click e lancia la ricerca!

💻 Si può imparare la lingua araba a distanza con un/una insegnante trovato/a su Superprof?

Certamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi online.

 

Le lezioni a distanza sono più economiche rispetto a quelle faccia a faccia perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

I corsi di arabo via webcam sono un'eccellente opzione per continuare a imparare a domicilio.

👩🏻‍🏫Quanti/e prof sono disponibili per dispensare ripetizioni di lingua araba a Torino?

Trova le lezioni private di lingua e grammatica araba a Torino scegliendo tra più di 46 maestri/e disponibili.

 

Non aspettare e scegli il/la prof che più ti convince. Dove? A Torino!

 

Per poter fare la scelta giusta, visita i loro percorsi.

💸 Quanto viene in media una lezione privata di lingua araba a Torino e nei dintorni?

A Torino il costo medio di una lezione privata di lingua araba è di 15 €.

 

L’esperienza dei/delle professori/esse, il luogo dove si svolgeranno le lezioni (internet o a casa dell'insegnante) e la posizione geografica o ancora la regolarità dei corsi e le tempistiche sono fattori che possono influire sul prezzo delle lezioni.

 

Il 97% dei/delle prof offrono il primo corso.

 

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Lezioni di arabo: i nostri consigli per diventare bilingue

Studiare l’arabo a Torino

La lingua araba esercita grande fascino sui giovani d’oggi attenti alle dinamiche sociali, geopolitiche ed economiche europee e mondiali.

Non provare curiosità per il mondo arabo sarebbe come vivere lontani dall’attualità, incuranti degli eventi globali e dei nuovi assetti storico-diplomatici.

Invece, i liceali italiani, da Torino Porta Nuova a Sassari, sono giovani piuttosto attenti al divenire sociologico e finanziario del mondo circostante.

L’era digitale ha dato luce ad intere generazioni di ragazzi volenterosi, dal punto di vista dell’apprendimento di culture altre dalla propria, per meglio interpretare il proprio tempo e vivere delle interazioni piene e proficue su più fronti.

Chiedere, oggi, ad un liceale del “Cairoli” a Torino cosa pensi dei mestieri appetibili porta spesso dinnanzi a risposte sorprendenti. Tanto i ragazzi di un istituto tecnico come l’Industriale “Amedeo Avogadro” di Torino, quanto quelli di una scuola superiore come il Tecnico Commerciale “Sommeiller” in Corso Duca degli Abbruzzi, affermano di essere interessati alla costruzione di un futuro soddisfacente individualmente, dal punto di vista economico, ma anche culturalmente situato nell’ambito dello scambio tra popoli e civiltà eterogenei.

Oggi, gli studenti – e non solo quelli di Scienze della Mediazione Linguistica dell’Università degli Studi di Torino – mettono al centro dell’esistenza una dimensione sociale transnazionale, consapevole dell’esistenza di culture, religioni e tradizioni altre da quella italiana. Si tratta di riferimenti valoriali che, secondo questi giovani studenti torinesi, meritano ed esigono di essere esplorati, per puntare ad un avvenire pacifico e dotato di senso.

Gli arabi a Torino

Il fatto che Torino sia, da sempre, meta di migrazioni a fini economici, ha reso questa bella città un terreno fertile per scambi tra etnie, culture letterarie, culinarie e religiose tra le più diverse. Se cinquant’anni addietro i migranti che dovevano integrarsi a Torino erano più che altro provenienti dall’Italia meridionale, oggi sono stranieri di origine africana a trovarsi in questa posizione.

Alcuni ricoprono ruoli provvisori nel nostro Paese e cercano di recarsi in territorio francese, altri sono integrati da decenni e conducono una vita bilingue, ricca ed appagata da relazioni sociali e culturali godibili.

Gli incontri dei torinesi di origine italiana con i “torinesi adottivi” di origine africana fa scaturire curiosità ed interessamento reciproco, che spesso sfocia nel desiderio di interscambio linguistico.

Avviene così che giovani liceali o universitari scambino lezioni di italiano con lezioni di lingua araba. Incoraggiati da iniziative associative oppure spontanee, queste esperienze sono una forma rudimentale non strutturata di mediazione linguistica e culturale.

La lingua araba a Torino, insomma, non entra solo tramite corsi di lingua araba ufficiali, scuole di lingua araba o lezioni private di scrittura. La prossimità tra adolescenti, l’apertura mentale di certe famiglie fa sì che i teenagers trovino naturale penetrare reciprocamente gli uni nei riferimenti culturali e linguistici degli altri.

Già nel 2016, gli arabi a Torino avevano superato le 130.000 unità, su una popolazione di residenti pari a quasi 900.000 individui…

Camerun e Costa d’Avorio rappresentano le patrie più presenti, tra le provenienze. Sono seguite, ad una certa distanza, da Paesi come Ghana, Mali, Afghanistan, Sudan e territori della ex Palestina …

Il Marocco, che costituisce la patria prevalente di provenienza dei primi arabi arrivati in massa in Italia per migrazione a fini economici (non causata da conflitti), è molto presente nelle strade torinesi. In particolare, parlando di quartieri torinesi, respirare un po’ di aria marocchina è possibile grazie agli oltre 30.000 marocchini che vivono in zona e partecipano ad eventi culturali e di scambio come quello sostenuto dall’associazione Bizzeffe.

Torino è ricca di Africa! Basta visitare quartieri come Porta Palazzo-Borgo Dora, con le sue macellerie islamiche e San Salvario - cuore dell’Africa nera - che tuttavia accoglie ben quattro confessioni religiose diverse.

Associazioni culturali torinesi come San Salvario Sviluppo ed ACTI operano, da sempre, per l’inclusione delle diverse etnie in progetti unici, a fini artistici, teatrali, tradizionali e di commercio artigianale.

Dove prendere lezioni di arabo a Torino

L’Università Popolare di Torino propone corsi di lingua araba, che partono dalla scrittura e dalla lettura; affrontano le cifre arabe; spiegano la traslitterazione e le sue funzioni; presentano nome ed articolo; illustrano proposizioni nominali e verbali, nonché aggettivi, attributi, norme generali sull’accento, lo “stato costrutto” e nozioni via via più specifiche e proprie della lingua araba.

Islamtorino propone corsi di lingua e cultura araba per oltre duecento bambini ed adulti, come fanno anche il Centro Interculturale della Città di Torino e l’Associazione Petra.

A metà tra le associazioni culturali ed il livello universitario, naturalmente, si situano: le lezioni private a Torino città, i corsi di arabo a Torino e dintorni dispensati presso scuole pubbliche – come la scuola araba “Il Nilo”, riconosciuta dal Ministero della pubblica Istruzione - e quelli impartiti nelle scuole di lingue private (recensite online e pubblicizzate anche presso punti informativi tipo Informa Giovani di via Garibaldi).

Le lezioni organizzate a livello associativo o scolastico, naturalmente, seguono programmi e schemi prestabiliti, che restano prefissati e sono così proposti ad interi gruppi di allievi. La garanzia maggiore offerta da questo genere di corsi è la durata nel tempo, la gradualità delle proposte didattiche, la sicurezza di insegnanti abilitati all’insegnamento della lingua araba a Torino.

Le lezioni private, invece, consentono ad ogni studente di richiedere e seguire un programma personalizzato, adattabile e riadattabile in corso d’opera, in considerazione dell’effettivo avanzamento. Il rapporto tra professore di arabo privato e discente è una relazione diadica assolutamente privilegiata, fortemente ancorata ad un investimento da entrambe le parti. Un giovane che si reca a lezione privata ha in testa i motivi di questa scelta. Di pari, il docente di lingua araba a Torino che impartisce corsi a domicilio presso il domicilio degli alunni, tiene a promuovere una cultura, oltre che ad assicurarsi stima, successo e buona pubblicità attorno a sé.

I “clienti” degli insegnanti privati di arabo a Torino sono di tre tipi: ragazzini che studiano arabo a scuola e necessitano di un approfondimento; ragazzini di origine extra-comunitaria nati in Italia che non conoscono bene la lingua dei loro genitori e nonni; giovani studenti ed adulti curiosi nei confronti del mondo arabo. Quest’ultimo gruppo di “utenti” può essere fatto di liceali ed universitari già proiettati verso un futuro professionale specifico: dal settore economico e finanziario a quello diplomatico e cooperativo. Oppure può essere rappresentato da adulti già situati professionalmente -  a livello commerciale, aziendale – e socialmente – come nel caso di pensionati e casalinghe – i quali vedono nella scoperta della lingua araba un arricchimento utile per l’affinamento della propria realizzazione personale (sia essa lavorativa o psicologica).

Nel momento in cui si instauri una relazione nascente tra un professore di arabo torinese o madrelingua africano ed un futuro allievo, è davvero importante che le reciproche aspettative, esigenze e basi motivazionali vengano illustrate tra le parti. Occorre, infatti, verificare una comunione di intenti, anche parziale, tra insegnante e futuro allievo. Si tratta di una condizione imprescindibile per procedere ad una programmazione dei contenuti del corso, una delineazione degli obiettivi/metodi, in vista dei fini ultimi (livello di apprendimento, nozioni desiderate).

Potremmo parlare, in proposito, di una sorta di “contratto” non scritto, che va oltre gli accordi su tariffe orarie, numero di lezioni a settimana, previsione della durata del corso in termini di mesi, etc.

Naturalmente, anche l’aspetto economico è rilevantissimo, così come l’organizzazione logistica, la computazione delle spese di spostamento dell’insegnante o dell’allievo, ai fini di relazione contrattuale che soddisfi tutti.

L’insegnante avrà una tariffa oraria legata alle sue competenze (comprovate da titoli ed esperienze professionali documentate). L’alunno selezionerà un insegnante adeguato ai suoi interessi/fini, oltre che alle tasche!

Le basi di arabo per un bambino piccolo richiedono certamente un insegnante anche più giovane e meno formato, rispetto alla preparazione di un esame universitario di letteratura araba. Si potranno commisurare gli investimenti alle reali necessità.

Detto questo, è chiaro che un insegnante espertissimo in pedagogia infantile e con molta esperienza didattica converrà rispetto ad uno studente universitario ancora imberbe. Ma saranno le finanze dei singoli a dettare l’atteggiamento selettivo.

Superprof, proprio a tal fine, offre la possibilità di calibrare la propria scelta grazie alla visione di centinaia di CV dettagliati degli insegnanti di arabo a Torino. Cercare per scegliere!

Che cosa vuoi imparare?