Tra i molti aspetti della storia politica, la storia diplomatica si concentra sui rapporti tra entità politiche che non coinvolgono oggetti appuntiti o pistole. In generale, il ruolo della diplomazia consiste nell'evitare i conflitti e nel salvaguardare i confini stringendo patti con gli alleati.

Tendiamo a pensare alla diplomazia in termini di uomini vestiti di grigio che discutono di politica estera, ma spesso dimentichiamo che le relazioni internazionali non sono solo esistite nel ventesimo secolo. Ecco alcuni dei molti modi in cui le relazioni diplomatiche hanno influenzato la storia globale.

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Di matrimoni e fusioni

Una delle tristi verità della storia diplomatica è che le donne importanti venivano spesso barattate come merce. Nelle monarchie, una donna reale poteva diventare una risorsa importante.

Ostaggi delle famiglie reali

Nel primo Medio Oriente e nell'Antico Egitto, le alleanze erano sancite attraverso i matrimoni. Con la poligamia un fattore comune tra le famiglie regnanti, era inviare una figlia alla corte del nuovo alleato in sposa. La famiglia avrebbe ottenuto rapporti regolari tramite la loro ambasciata - di solito un unico inviato ufficiale con un entourage - e lei sarrebbe stata tenuta in ostaggio.

In Cina i territori occupati hanno fornito, per gran parte della storia, figlie di famiglie influenti alla famiglia dell'imperatore come mogli o concubine per accattivarsi favori.

Nell'Europa cristiana, la poligamia era ufficialmente condannata, nel senso che le amanti dei re europei avevano sicuramente un'influenza ma provenivano dall'aristocrazia locale ed erano pedine negli affari interni più che in quelli internazionali. Il fatto che avessero un solo coniuge ufficiale rendeva ancora più importante la scelta dello sposo. Tutte le famiglie reali europee si contendevano i figli e le figlie l'una dell'altra come mezzo per stringere alleanze.

Sebbene le donne avessero poca voce in capitolo in queste questioni, molte di loro usavano il loro carisma e la loro sessualità per perseguire i propri obiettivi e influenzare la politica sia interna che esterna. Tra le tante regine influenti della storia europea, alcune delle più famose sono Eleonora d'Aquitania, una principessa francese che sposò un re inglese e divenne madre di Riccardo Cuor di Leone e John Lackland nel periodo medievale in Inghilterra o Caterina de Medici - un Nobildonna italiana divenuta regina di Francia nel XVI secolo.

La storia ha subito cambiamenti in base ad alcuni matrimoni
Le donne spesso hanno influenzato la storia attraverso matrimoni organizzati

Sposarsi tra famiglie

Quando si era uno dei primi capi che cercava di espandere il territorio, vi erano diverse opzioni per farlo. Una possibilità era conquistarlo con la forza delle armi, ovviamente. Ma nei casi più fortunati, al "vicino" mancava un erede maschio: allora si poteva offrire il proprio facendolo sposare con sua figlia. I figli sposati avrebbero governato su entrambi i regni.

Le prime testimonianze dell'Antico Egitto mostrano matrimoni diplomatici tra regni che hanno contribuito a espandere un piccolo territorio per arrivare a occupare gran parte della valle del Nilo, cambiando per sempre la storia del Nord Africa.

Diplomazia attraverso scambi di doni

Non solo le donne sono state usate come scambio. Molte società praticavano elaborati scambi di doni per sancire le relazioni con altri gruppi. L'antica corrispondenza diplomatica egiziana menziona gli elaborati doni scambiati tra l'Egitto e il Mitanni, tra cui cavalli, calici d'oro, armi e statue.

Nel corso della storia sociale, alcune società hanno presentato doni ad altri capi o re durante feste sontuose con l'aspettativa che ci sarebbe stata una cerimonia di ritorno in futuro con doni di valore uguale o sempre più alti. Dal punto di vista della storia economica, il dono potrebbe essere stato la principale forma di scambio economico tra una nazione e l'altra.

I doni venivano usati per creare alleanze tra gli imperi
La maggior parte delle persone nel Medioevo non ha mai visto un elefante, tranne forse nel serraglio di Carlo Magno

Anche nelle società in cui fare regali non era la principale forma di relazioni internazionali, è rimasta per lungo tempo un'usanza tra i rappresentanti diplomatici, portare doni dalle loro rispettive nazioni. È così che, per esempio, Carlo Magno ricevette un elefante dal califfo di Baghdad. I doni avevano lo scopo di mostrare apprezzamento per l'alto status del destinatario.

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
31€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (5 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (26 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Trattati: la burocrazia della pace

Naturalmente, l'aumento dell'alfabetizzazione significa che alla fine è sorto il desiderio di scrivere le condizioni esatte dei trattati e altri punti degli affari esteri. Il primo trattato di pace registrato della civiltà moderna sopravvissuto risale al 1276 aC circa e fornisce un elenco punto per punto di tutti gli articoli dell'accordo bilaterale tra il faraone egiziano Ramses II e il sovrano ittita Hattusili III.

Il testo è conservato sia nella versione ittita che in quella egiziana e include articoli dedicati al mutuo aiuto finanziario/umanitario (messa in atto circa una generazione dopo, quando il figlio di Ramses, Merenptah, inviò il grano per arginare una carestia nell'impero ittita) e all'estradizione di criminali politici in fuga verso l'uno o l'altro paese. Interessanti anche per la storia della medicina i continui rapporti tra i due regni, in quanto il re ittita chiese aiuto ai medici di corte di Ramses.

nella storia i trattati di pace hanno sancito momenti importanti
Fin dall'antichità si usavano i trattati per creare accordi

Da allora i trattati di pace hanno abbracciato una serie di diversi postulati, sono stati firmati da parti eque popoli che non avevano idea di cosa stessero firmando, sono stati firmati da parti consenzienti e sotto costrizione. I trattati di pace hanno effettivamente promosso la pace e la cooperazione tra due paesi, mentre altri hanno provocato più guerre.

Vuoi scoprire di più anche sulla storia sociale?

Quando i trattati di pace vanno male

Molti "trattati di pace" tra le nazioni europee e le popolazioni indigene nel XVII secolo hanno tolto alle popolazioni autoctone la possibilità di governarsi da sole, portando di conseguenza alla privazione dei diritti e alla diffusione della povertà e delle malattie infettive. In alcuni casi, i trattati dell'imperialismo europeo hanno condannato gli indigeni a poco più che alla schiavitù.

E almeno un trattato di pace nella storia moderna ha portato a una guerra mondiale. Dopo la sottomissione della Germania alla fine della Grande Guerra, i vari corpi diplomatici che inviarono una delegazione al vertice per redigere il Trattato di Versailles imposero sanzioni pesantissime nonché il controllo degli armamenti della Germania, sentendosi minacciati dalla sua influenza sugli affari mondiali durante la guerra. La storia economica mostra che le sanzioni hanno portato a un'inflazione dilagante, aprendo la strada all'ascesa strategica del nazionalismo e a un gioco di potere da parte di un'élite intellettuale intenzionata a sottomettere l'Europa attraverso un'etica discutibile e l'ascesa del regime imperiale tedesco.

La diplomazia feudale: il gioco delle obbligazioni

Uno dei mezzi più affascinanti e complicati per mantenere un equilibrio di potere è la complicata rete delle obbligazioni feudali che ha caratterizzato gran parte del Medioevo. In alcuni casi, i confini dei paesi cambiarono a seconda della fedeltà dei signori feudali.

L'idea era che un signore più piccolo si metteva sotto l'obbligo di un feudatario. Il primo avrebbe fornito uomini e risorse, e il signore supremo (il feudatario) avrebbe usato le sue risorse - ampliate dagli uomini e dalle tasse degli altri suoi signori inferiori - per difendere i suoi signori dalle minacce e aiutarli nei momenti di bisogno. Tutto, dall'economia al lavoro agricolo, rientrava in qualche modo nel sistema feudale.

Nel corso dei secoli gli obblighi feudali sono stati tramandati di padre in figlio e le gerarchie feudali si sono inasprite.

Sorsero monarchie assolute che ponevano la maggior parte dell'aristocrazia sullo stesso piano, al di sotto del re, e il complesso scambio di affari internazionali sotto il sistema feudale ha dato origine a singoli poteri che hanno trattato direttamente tra loro attraverso ambasciate - fino a quando l'ondata rivoluzionaria del XVIII e XIX secolo introdusse la democrazia sulla scena diplomatica.

Alleanze e conseguenze

Da un altro punto di vista, alcune guerre sono iniziate dalla diplomazia in modo indiretto. Qualsiasi storico ti dirà quale strana cascata di circostanze ha dato inizio alla Grande Guerra. Occasionalmente è stata paragonata a una rissa da bar tra amici. La crisi vera e propria sembrava in un primo momento essere una questione tra due nazioni - o almeno, tra gli emergenti nazionalisti serbo-yougoslavi e l'impero austro ungarico.

Il feudalesimo ha goveranto i rapporti sociali per molto tempo e non è un fenomeno esclusivamente europeo
Anche se tendiamo a pensare al feudalesimo strettamente correlato all'Europa, anche altre culture erano regolate da sistemi simili

Ma dopo le guerre del diciannovesimo secolo, i paesi iniziarono a formare alleanze per promuovere la pace e il commercio. Sfortunatamente, nel ventesimo secolo, questo sistema di alleanze formò due blocchi principali in Europa. Quando l'erede dell'impero austro-ungarico fu ucciso, i loro alleati furono trascinati in guerra, ognuno portando il proprio bagaglio e nemici, scatenando una reazione a catena di conflitti che avrebbe portato a una delle guerre più raccapriccianti della storia - quella a cui si interessò anche la Santa Sede. Il Vaticano ha tentato invano di avviare una negoziazione tra le comunità internazionali.

Con i trattati si è arrivati anche alla fine di grandi guerre
Il trattato di Versailles ha ufficialmente posto fine alla prima guerra mondiale

Fu solo con la Convenzione di Vienna del 1969 che si tentò di regolamentare il diritto internazionale dei trattati e di fornire regole su come le relazioni estere avrebbero dovuto gestire le possibili violazioni.

Distruzione reciproca assicurata

Qualsiasi studente universitario in storia della cultura vi dirà che forse la guerra più importante del ventesimo secolo è stata quella che non è mai avvenuta. La cosa interessante della Guerra Fredda è che fu raggiunto un equilibrio interamente senza diplomazia, ma con la costante minaccia della guerra tra la Russia/le nazioni comuniste e gli USA/il mondo occidentale. La minaccia di una distruzione nucleare reciprocamente assicurata ha impedito il conflitto totale per decenni, contribuendo allo stesso tempo al progresso tecnologico a un ritmo sorprendente.

Tuttavia, la vera pace non è stata raggiunta fino a quando la crisi dei missili a Cuba ha costretto le due fazioni a ignorare le critiche dei loro membri più energici e a ristabilire linee di comunicazione. Sebbene il governo cubano sotto il presidente cubano Castro sia rimasto chiuso ed è diventato possibile visitare Cuba solo di recente, gli eventi di quel giorno hanno convinto entrambe le parti a sedersi e parlare. Questo è ciò che ha dato al mondo una vera speranza di pace, dimostrando l'importanza di negoziare rispetto al fatto di possedere armi più grandi.

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Alice

Colleziono quaderni e penne da scrivere, amo i fogli bianchi ma ancora di più amo riempirli con le mie parole. Copywriter di professione, da sempre innamorata della lettura e della scrittura.