Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Qual è il livello necessario per dare corsi di lingua tedesca?

Scritto da Catia, pubblicato il 29/04/2018 Blog > Lingue straniere > Tedesco > I Titoli Richiesti per Insegnare Tedesco

In Europa almeno 100 milioni di persone parlano correntemente tedesco.

Ecco alcuni requisiti per insegnare il tedesco:

  1. Sei un vero appassionato della lingua di Goethe e ti piacerebbe aumentare il numero dei germanofoni con cui parlare;
  2. Sei un educatore nato e ti piace trasmettere il tuo sapere;
  3. Vuoi arrotondare a fine mese o provare a fare un lavoro che ti ha sempre attratto.

A questo punto non ti resta che prendere una decisione: diventare un insegnante di tedesco!

L’Italia è uno dei mercati europei più interessanti per le lezioni private.

Secondo la Fondazione Einaudi il settore delle lezioni a domicilio in Italia vale circa 1 miliardo di euro.

In teoria non serve nessun titolo per insegnare il tedesco a domicilio. Che titoli servono per insegnare tedesco?

Niente male come mercato, hai fatto la scelta giusta!

Tuttavia, prima di lanciarti nell’insegnamento del tedesco, ti devi informare sui titoli di studio e le qualificazioni richieste.

Possiamo parafrasare una celebre frase di Simone de Beauvoir: non si nasce insegnanti di tedesco, lo si diventa!

Le competenze richieste per diventare insegnante di tedesco

L’unico requisito in Italia per poter dare delle lezioni private di tedesco o in ogni altra materia è aver terminato la scuola dell’obbligo, quindi avere più di 16 anni.

A differenza dell’insegnamento pubblico, non ci sono titoli di studi obbligatori previsti dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, Miur.

Nonostante questo, è chiaro che bisogna avere delle competenze specifiche, come in ogni lavoro.

Per poter insegnare tedesco ai tuoi futuri allievi, devi interpretare tutti gli aspetti della tua professione.

Quando fai il tuo annuncio per offrire delle lezioni di tedesco, devi innanzitutto far capire ai tuoi futuri studenti la tua legittimità a insegnare una lingua straniera.

E’ fortemente sconsigliato dire solo “amo molto il tedesco”, altrimenti si rischia di non essere contattati proprio da nessuno.

Alcuni centri di formazione richiedono almeno la laurea triennale per poter dare delle lezioni di tedesco scolastico. Non tutti, però, funzionano allo stesso modo.

Su Superprof, per esempio, puoi inserire un annuncio come insegnante di tedesco a domicilio anche se non hai un diploma di laurea.

La cosa più importante è sapere esattamente qual è il tuo livello di tedesco prima di lanciarti nell’insegnamento.

Ci sono dei titoli di studio che possono essere molto utili, se non indispensabili, a seconda del tipo di studenti che vuoi seguire e del tipo di corso che vuoi dare.

Insegnare il tedesco scolastico

Le ripetizioni scolastiche sono la forma più diffusa di corsi privati perché è dagli studenti che viene la domanda più forte.

Il livello di tedesco di un insegnante deve essere adeguato al livello di studi dell’allievo.

Se sei un liceale con un talento per il tedesco puoi offrire aiuto compiti a uno studente delle medie. In ogni caso devi sempre prima preparare le tue lezioni di tedesco.

Anche se non sono richiesti titoli è bene conoscere il proprio livello per poter insegnare tedesco. Il Miur non esige alcun titolo per diventare insegnanti a domicilio!

Lo stesso discorso vale per un laureando il lingua tedesca che può dare lezioni a un diplomando.

Bisogna precisare che avere un titolo di studio per il tedesco è un fattore che gioca a tuo favore nel momento in cui un allievo sceglie un insegnante.

Potresti fare un esame di tedesco in modo da avere una preziosa certificazione da mettere sul tuo profilo di insegnante a domicilio!

Per insegnare il tedesco scolastico a domicilio o per insegnare il tedesco online, potrebbe esserti molto utile il TestDaf, l’esame che certifica la tua conoscenza del tedesco come lingua straniera.

Il TestDaf è un esame completo e largamente riconosciuto. Valuta la comprensione e l’espressione allo scritto e all’orale.

Si basa sul CEFR, il quadro comune europeo di riferimento per l e lingue. Se intendi raggiungere il livello più alto devi puntare al livello C2.

Il TesDaf non richiede un linguaggio tecnico, ma un livello generale che è adatto per l’insegnamento del tedesco scolastico.

Di solito, ci sono due sessioni di esame l’anno, ad aprile e in ottobre. Se vuoi sapere qual è la data più vicina chiedi informazioni al Goethe Institut in Italia.

Sul sito dell’istituto puoi trovare dei test di livello per capire in che punto del CEFR ti trovi. Ci sono anche altri certificati rilasciati dall’istituto tedesco, ossia i Goethe-Zetifikat.

A differenza del TestDaf, non devi prepararti per delle prove di espressione, ma solo per quelle di comprensione scritta e orale.

Il livello più alto che puoi raggiungere è il C2, che equivale a una conoscenza avanzata della lingua.

Non sottovalutare la portata delle certificazioni di tedesco nei tuoi annunci per corsi da domicilio.

Sono ritenuti affidabili, e servono a garantire le tue competenze agli occhi degli allievi. Le certificazioni linguistiche hanno quindi un ruolo importante nel creare un rapporto di fiducia insegnante-allievo.

Nel tuo profilo aggiungi anche tutte le esperienze con la lingua tedesca: un soggiorno linguistico, gli studi in Germania, gli esami universitari…

Dare corsi di tedesco professionale

Vuoi dare dei corsi di tedesco a delle persone che lavorano o che vogliono fare carriera all’estero? Vuoi trovare studenti che vogliono imparare il tedesco?

Per dare dei corsi di tedesco più avanzati, che si tengono principalmente la sera, dopo l’ufficio, alcuni titoli ti saranno molto più utili di altri.

Per certificare il tuo livello di tedesco sostieni un esame di lingua riconosciuto. Il TestDaf è un esame completo per provare la tua conoscenza del tedesco!

Il Goethe-Test PRO è stato creato apposta per rispondere ai bisogni delle imprese.

E’ un sistema che sostituisce il BULATS per il tedesco e serve per valutare la conoscenza del tedesco professionale.

Viene organizzato dal Goethe Institut e può essere dato nei locali dell’istituto o direttamente presso le aziende che lo richiedono per i propri dipendenti.

Il Goehte-Test PRO è un esame progressivo che aumenta la difficoltà delle domande in base alla risposta del candidato. Valuta puntualmente la tua conoscenza del tedesco professionale assegnandoti uno dei 6 livelli che vanno da A1 a C2.

Se ottieni il C2 puoi considerarti quasi come un madrelingua.

Un altro esame di tedesco di livello C2 è il GDS (Großes Deutsches Sprachdiplom) o il Goethe-Zertificat C2.

Ottenere questo certificato avanzato significa essere praticamente bilingue e potresti usarlo per insegnare il tedesco anche in Germania!

Una certificazione di tedesco riconosciuta che attesta un livello alto rappresenta una vera garanzia di qualità per i tuoi allievi.

Ecco il motivo per cui non devi pensarci due volte a prendere delle certificazioni di lingua.

E’ un modo, infatti, per trovare lavoro più facilmente e, perché no, chiedere una tariffa più alta viste le tue competenze.

Gli insegnanti di tedesco nella scuola pubblica

Molti insegnanti della pubblica istruzione vogliono dare delle lezioni a domicilio.

Se insegni tedesco e vuoi arrotondare lo stipendio contribuendo alla riuscita scolastica o professionale dei tuoi allievi, sappi che le lezioni private sono la soluzione giusta.

Il solo fatto di essere un insegnante di tedesco offe delle garanzie sui tuoi titoli di studio e le tue capacità pedagogiche.

La laurea, infatti, è un requisito fondamentale per diventare insegnanti della scuola pubblica.

Se ancora non hai concluso il percorso di formazione iniziale e tirocinio, puoi comunque menzionarlo nel tuo profilo.

Comunica ai tuoi studenti tutti i passi che stai facendo per diventare un insegnante abilitato.

Metti in evidenza gli anni di esperienza che hai nell’insegnamento sia nel pubblico sia nel privato.

Non dimenticare che devi essere totalmente trasparente sulle tue competenze linguistiche e che sta a te fissare il prezzo dei corsi di tedesco di conseguenza.

Gli insegnanti di madrelingua tedesca

Il tedesco è la tua lingua madre e sogni di dare dei corsi di tedesco a Roma?

Parti sicuramente con un ottimo biglietto da visita.

Molti pensano che per imparare il tedesco non ci sia niente di meglio che praticare con una persona bilingue, soprattutto per migliorare l’espressione orale.

Gli insegnanti madrelingua tedeschi sono molto richiesti. Conversare in tedesco con un insegnante madrelingua è un ottimo esercizio!

Devi fare attenzione all’aspetto formativo dei tuoi corsi perché non è poi così scontato saper insegnare e trasmettere le conoscenze.

Se sei un madrelingua e hai seguito uno dei corsi del Goethe Institut per insegnare il tedesco come lingua straniera hai già una base di partenza.

Se poi hai una preparazione nell’ambito della formazione, sparai anche come approcciare i corsi di tedesco per bambini e ragazzi.

Specifica tutte le tue esperienze nell’insegnamento, anche se non riguardano il tedesco come lingua straniera, perché sono comunque importanti per far capire che non ti stai improvvisando insegnante.

Hai fatto da tutor in una scuola di lingua straniera oppure hai insegnato il tedesco come volontario per enti no-profit?

Sei un ragazzo o una ragazza alla pari che aiuta i bambini con i loro compiti in tedesco?

Sono tutte esperienze preziose da mettere sul tuo profilo.

Ormai, hai tutte le chiavi di lettura per diventare l’insegnante di tedesco che hai sempre voluto: i titoli giusti, la giusta motivazione…

Non ti resta che trovare degli studenti!

Dopo il tuo primo corso di tedesco vedrai che il passaparola porterà i suoi frutti!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar