Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di canto: l’occorrente per la registrazione vocale

Di Catia, pubblicato il 13/08/2018 Blog > Musica > Canto > Gli Strumenti per Registrare la Propria Voce

“Per diventare un cantante bisogna studiare, studiare e studiare,” Enrico Caruso. 

Il successo mondiale Singing in the rain di Gene Kelly è senz’altro il frutto di questa massima: cantare senza sosta, anche sotto la doccia è una tendenza universale comune a tutti gli esseri umani.

Sarebbe difficile trasformare un bagno in un teatro, visto che non siamo come Luigi XIV che si esibiva nelle sue stanze infinite assistito anche nel più piccolo gesto da uno stuolo di servitori…

Se si fosse limitato a cantare sotto la pioggia, il cantante, attore e cinematografico Gene Kelly sarebbe rimasto un perfetto sconosciuto.

Questo per dire che un cantante isolato non ha futuro. Per esistere deve far conoscere la propria musica, con uno spettacolo pubblico o attraverso dei canali privati. Oggi chiunque può produrre un CD e i suoi derivati sfruttando le potenzialità di internet.

Benji & Fede sono diventati famosi grazie a Youtube: parole d’amore, una voce fresca, una melodia orecchiabile hanno reso noti dei ragazzi comuni.

Oltre che per sfondare, registrare la propria voce presenta una serie infinita di vantaggi. Non devi necessariamente pubblicare le registrazioni online, ma puoi analizzarle per capire i tuoi progressi e migliorare l’interpretazione.

È un esercizio da non sottovalutare quando si vuole imparare a cantare

Vediamo insieme tutti gli strumenti che ti servono per avere a casa tua una sala di registrazione di qualità.

Corso di canto a domicilio: microfono e periferiche audio

Il primo punto potrebbe sembrare scontato: è sempre bene optare per delle apparecchiature di qualità!

Di per sé, una registrazione vocale richiede un solo accessorio, vale a dire un microfono. Può trattarsi di uno strumento indipendente come il dittafono digitale o il magnetofono.

I formati possono essere diversi, dai vecchi modelli K7 ai registratori su disco rigido degni di questo nome, con un estensione per file MP3, per esempio, passando per i mini CD.

Allo stesso modo, la qualità della ricezione del suono varia in base ai modelli, migliorando sensibilmente con quelli di alta gamma.

Per cominciare, è meglio optare per delle apparecchiature digitali con un buon microfono che ti permettano di lavorare bene sugli audio prodotti. Nel momento dell’acquisto fai anche attenzione ai giga della memoria.

Case come Panasonic e Tamashi riescono a soddisfare gli appassionati e non smettono mai di mettersi al passo con le ultime tecnologie.

L’ideale sarebbe registrare la propria voce direttamente su un supporto informatico dotato di una buona scheda audio.

E' possibile registrare la propria voce direttamente online. Usare un registratore audio gratuito può essere un modo per non affrontare la spesa per un programma per il montaggio!

Un computer fisso, in questo caso, è più pratico di uno smartphone o un tablet.

Dovresti investire su un microfono esterno anche se il tuo computer ne ha già uno integrato. La qualità dei microfoni incorporati lascia un po’ a desiderare nella registrazione di canzoni.

L’ideale sarebbe un microfono statico a diaframma largo, come quelli degli studi professionali o quelli della radio che rimangono sospesi per evitare vibrazioni.

Anche un microfono dinamico con stand andrà bene e potrà essere usato per esibirti dal vivo.

A volte nel microfono è integrato un pre-amplificatore che ti può essere molto utile per l’audio degli strumenti virtuali.

Si raccomanda di avere anche un filtro antipop per proteggere il tuo microfono ed eliminare i rumori fastidiosi durante la registrazione. Deve essere messo a 5 cm dal microfono.

Prodipe, Shure e Behringer sono case produttrici affidabili in materia di microfoni che costano 40-80€ circa.

Per la registrazione, le casse o le cuffie non sono fondamentali, ma sarebbe difficile farne a meno perché senza di loro non potresti riascoltarti o fare il montaggio indisturbato, ossia eliminare i rumori di fondo o cancellare delle parti, per esempio.

Per quanto riguarda le casse, c’è un’ampia scelta a seconda della qualità del suono e la connettività come le entrate USB, il cavo jack, Bluetooth, l’alimentazione phantom per microfoni a condensatore… La stessa cosa vale per le cuffie che possono avere diversi gradi di comfort.

Una registrazione di qualità deve essere fatta nelle condizioni ottimali, spesso a casa propria con tutti gli strumenti di cui si ha bisogno. Potresti optare per dei prodotti cablati, in genere meno cari e di maggiore qualità sonora rispetto ai modelli a batteria.

JBL e Sennheiser sono tra le case più apprezzate dagli amanti della musica.

I siti specializzati Woodbrass e Thomann sono un punto di riferimento su tutti gli articoli del mondo informatico.

La home studio è un must per una lezione di canto fai da te

Puoi costruirti uno studio fatto in casa come si deve partendo da un semplice computer e del materiale di base.

E’ una piccola conquista che può diventare una grande cosa: se ogni anno aggiungi una periferica, arriverai a un risultato più che accettabile che ti potrà servire per registrare diversi strumenti musicali o un insieme di parti musicali.

Lo scopo è arrivare a creare un ensemble senza spendere una fortuna!

Puoi anche comprare un’interfaccia audio USB con connettori MIDI, regolatori di intensità o frequenza, registratore stereo e registrare facilmente voce e strumento.

Tra i migliori registratori in base al rapporto qualità-prezzo troviamo Focusrite Scarlett 2i2, Presonus AudioBox e Alesis IO2 Express.

Con pochi programmi e periferiche chiunque può crearsi una sala registrazione fatta in casa. Oggi puoi crearti uno studio di registrazione in casa con gli strumenti digitali!

La base per una home studio è costruirla in un posto calmo per poter fare delle registrazioni pulite fin dal primo bit.

Potresti aver bisogno di uno schermo o di un pannello acustico per isolare il tuo studio di registrazione.

Ci sono dei kit per la registrazione vocale a meno di 400€, anche se a partire da 100€ puoi già cominciare a trovare degli elementi di qualità messi in vendita dai maggiori marchi del settore.

Scopri anche le applicazioni per karaoke

Audacity: il software per produrre la propria musica a domicilio

E’ importante convincersi di una cosa: si diventa cantanti cantando, per questo bisogna sempre esercitarsi e ascoltarsi per potersi correggere.

In questo modo puoi guardare con un po’ più di realismo la valenza, l’accuratezza e la tessitura del tuo strumento vocale.

Audacity è uno dei programmi più usati dai giovani cantanti, dagli appassionati e dai professionisti durante le lezioni di canto.

Sicuramente, Audacity deve il proprio successo al fatto di essere un software gratuito. C’è da dire, però, che è anche facile da usare e offre molte funzionalità.

Su internet non avrai difficoltà a trovare un tutorial per esplorare anche la più piccola delle opzioni di questo strumento.

Il programma di registrazione vocale più conosciuto da che prende corsi di canto è Audacity. Audacity è compatibile con PC e Mac e può essere usato anche con Linux e Ubuntu!

Le alternative digitali per riascoltarsi durante le lezioni di canto

E’ piuttosto difficile trovare delle soluzioni gratuite in alternativa ad Audacity.

Tuttavia,  ci sono alcuni accessori che ti permettono di testare il tuo microfono o prendere confidenza con la registrazione vocale e divertirti prima di passare a strumenti più seri.

Per esempio, potresti usare Sound Recorder, il magnetofono di serie integrato nel sistema operativo Windows.

Le possibilità sono, però, piuttosto limitate.

Se sei pronto a investire qualcosa, ci sono una serie di programmi a pagamento la cui versione gratuita, in genere, ti dà solo 1 minuto di registrazione di prova. E’ abbastanza per scoprire le funzionalità e farti un’idea prima di precedere all’acquisto.

E’ il caso di Music Creator 7, un registratore semi-professionale che trovi a meno di 50€.

Per ascoltare un’audio ti basta un programma base come Windows Media Player o VLC.

Comprimere i tuoi file MP3 ti permette di conservarne la qualità e inviarli ai tuoi conoscenti tramite Dropbox o altre piattaforme per la condivisione di file.

Puoi convertire gratuitamente i file del tuo “studio di registrazione” grazie a Google.

Youtube: il confronto tra il cantante e il suo pubblico

Youtube non serve solo a guardare i video karaoke!

Mentre solo i più fortunati hanno la possibilità di studiare l’arte della musica al conservatorio o in una scuola di musica, chiunque può ricorrere a un insegnante di musica che dà lezioni private.

I vantaggi di un corso di canto dal vivo, sono innegabili, ma c’è anche una forma di coaching vocale virtuale. Puoi migliorare ovunque tu sia grazie a dei corsi di canto online.

Un altro grande vantaggio della registrazione digitale è quello di farsi conoscere, o almeno, rendere pubbliche le tue registrazioni condividendole con i propri amici e contatti.

Con i registratori digitai puoi condividere la tua musica sui social network.  Il Tascam PortaStudio è un registratore vocale con mixer professionale!

Youtube è il punto di riferimento in quest’ambito. Qui, cantanti in erba entrano in contatto con il pubblico e… o la va o la spacca!

I commenti degli internauti possono essere entusiasti o impietosi, sempre che il video, che può anche essere una semplice colonna sonora con immagini statiche, sia abbastanza interessante da guadagnarsi delle visualizzazioni…

Abbinare Youtube con i social network come Facebook, quando si ha talento, è il nuovo modo per sfondare nel XXI secolo. 

Per completare la tua formazione di cantante, puoi dare un’occhiata ai siti per l’apprendimento del solfeggio

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar