Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come fissare il prezzo delle lezioni per un corso collettivo?

Di Alice, pubblicato il 02/09/2019 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Quali Tariffe Fissare per le Ripetizioni di Gruppo?

« Quando si vogliono insegnare troppe cose agli allievi, alla fine non si insegna niente. » Jules Payot (1859-1940).

Il mercato delle ripetizioni continua ad espandersi: corsi di sostegno scolastico, aiuto compiti, lezioni per risollevare i voti dell’anno scolastico…  ce n’è davvero per tutti!

I corsi individuali e i corsi collettivi riguardano un elevato numero di studenti in Italia. Tuttavia, solo una parte di queste ore di sostegno scolastico vengono dichiarate, cosa che rende davvero difficile fare una stima ufficiale del fenomeno.

Quello che sappiamo è che l’insuccesso scolastico è fortemente correlato all’esclusione sociale e alle disuguaglianze socio-economiche: prendere ripetizioni genera un esborso da parte delle famiglie e non sempre è una spesa sostenibile.

In questo contesto, come fare una stima e fissare la propria tariffa oraria per i corsi di sostegno, in particolare quelli di gruppo?

Cercheremo di capirlo insieme in questo articolo!

Volete scoprire come  dare ripetizioni?

Glie elementi che determinano il corso di un prezzo collettivo

Le modalità di fatturazione per un corso collettivo possono essere differenti, anche in ragione del volume di affari mensile.

Su Superprof si tratta per la maggior parte delle volte di liberi professionisti ma alcune strutture di sostegno scolastico a domicilio prevedono una modalità di remunerazione diversa e gli insegnanti sono dei veri e propri dipendenti salariati.

Non tutti possono sostenere i costi per le ripetizioni, quando si parla di 25 € all’ora!

Come si organizza un corso di gruppo? Spesso con un massimo di 10 partecipanti: gli insegnanti privati tengono le loro lezioni in un classe e aiutano gli alunni a cercare una metodologia di studio che funzioni,  a rimettersi in pari e anche a fare progressi colmando le proprie lacune.

La tariffa standard, quando si parla di un corso individuale, può arrivare a 20/25 € l’ora.

Questo a seconda di alcuni elementi che aiutano a determinare la tariffa oraria praticabile da un insegnante per tenere le sue lezioni:

  • l’esperienza sul campo del professore,
  • il suo livello di formazione,
  • le eventuali spese di spostamento (per questo sarebbe importante trovare un insegnante nella propria zona, eliminando i costi accessori e investendo invece tutto il proprio budget nella vera e propria formazione),
  • il livello scolastico dell’alunno che deve prendere ripetizioni (un corso per uno studente delle elementari sarà certamente meno oneroso di quello per uno delle scuole medie che a sua volta sarà meno caro delle lezioni prese da un maturando in vista dell’esame),
  • il prezzo al quale il professore stesso pensa di poter proporre le proprie competenze tenendo conto della sua expertise.

E per i corsi di gruppo, invece, cosa succede?

Facciamo l’esempio di un corso collettivo per imparare una lingua straniera.

Un insegnante si propone per dare ripetizioni di lingua a 40 € all’ora per corsi della durata di 1h30 (ossia 60 € totali). Certamente il professore non potrà far pagare 60 € a seduta a ognuno dei partecipanti, se si tratta di un gruppo di 8 persone.

Immaginate: per 30 lezioni di 1h30 impartite a 8 alunni, il professore intascherebbe 14.400 €, ossia 320 € all’ora (divisi tra i suoi 8 studenti).

Nessuna famiglia potrebbe permettersi di investire 1.800 € per 30 lezioni (45 ore totali) durante l’anno scolastico e si rivolgerebbe certamente alla concorrenza.

Ecco perché vengono attivate tariffe a scalare, a seconda del numero di alunni presenti al corso: ad esempio, si spendono 300 € ciascuno se il gruppo  tra le 5 e le 8 persone, 270 € per 8 persone, 230 € per 9 studenti, 200 € se si arriva a 10.

Verranno quindi proposti dei forfait, calcolati in base al numero delle lezioni previste durante l’anno scolastico.

Più i prezzi saranno attraenti per le famiglie (200 € o 300 € l’anno rappresentano una cifra abbordabile), più i professori vedranno assicurati i loro introiti annuali e il loro ingaggio.

Gli elementi che determinano una tariffa oraria per corsi di gruppo sono certamente legati alla qualifica dell’insegnante e al livello scolastico delle lezioni, ma bisogna anche considerare il pagamento delle tasse sulla loro prestazione e le eventuali spese vive.

Quale prezzo per il sostegno scolastico di gruppo?

Qual è il prezzo dei corsi di matematica, chimica, delle ripetizioni in italiano, dei corsi di perfezionamento in inglese come lingua straniera o, ancora, dei corsi di preparazione al tanto temuto Esame di Stato?

Anche in questo caso i prezzi fluttueranno in base alla zona geografica e al tessuto socio-economico.

Andare a Torino Lingotto per seguire lezioni di gruppo, quando si abita in Piazza Castello: giudizioso?

Sarà quindi importante, per i professori, conoscere la concorrenza e allinearsi di conseguenza; soprattutto sarà utile diversificare le proprie prestazioni per essere richiesti e incontrare quella che è la domanda da parte degli utenti.

Non pensiate comunque che le lezioni private rispondano a una mera logica microeconomica! Tuttavia, sarebbe assurdo proporre corsi di musica di gruppo a 100€ l’ora, magari destinati a bambini di 4 anni…

Al contrario, un corso di italiano o di latino per studenti del liceo, anche se per gruppi di 10 persone, non sarà pagato 50 €  a testa per lezioni da due ore: in tal caso l’insegnante lavorerebbe per guadagnare 500 € in totale, cioè quasi gratuitamente.

I nostri professori sulla piattaforma di Superprof lo sanno bene: investire nella conoscenza – che gli economisti chiamano «il capitale umano» – ha un prezzo.

Questo investimento è il prezzo dell’ora di lezione, tenuto conto delle qualifiche dell’insegnante e del tempo passato a preparare le lezioni o a spiegarle e trasferire conoscenza.

Poiché le tariffe delle lezioni rispondono alla legge della domanda e dell’offerta, è bene precisarne i fondamenti.

Questa legge fissa la quantità di bene e di servizi che un certo numero di richiedenti (in questo caso, i genitori degli alunni) sarebbe pronta ad acquistare in cambio di una certa quantità di lavoro (in questo caso, quello messo a disposizione dai nostri professori).

In teoria, nel momento in cui la domanda delle lezioni aumenta, l’offerta degli insegnanti disponibili diminuisce e quindi i prezzi aumentano.

Al contrario, quando la domanda scende (immaginiamo, ad esempio, che tutti gli studenti diventino improvvisamente brillanti e conseguano solo successi scolastici), il prezzo si abbasserà perché gli insegnanti (cioè l’offerta) saranno presenti in abbondanza sul mercato.

Sapete dove tenere le ripetizioni di gruppo?

Tariffe dei corsi collettivi: come calcolare la propria remunerazione?

Facciamo l’esempio di un insegnante di matematica che lavori attraverso Superprof.

Mettiamo che tenga lezioni in piccoli gruppi di 5 alunni per 1 h ora alla settimana per 10 mesi (quindi per 40 lezioni)  con una tariffa di 250 € ad alunno.

E se si pagasse con il baratto? Quante pagnotte in cambio di un’ora di piano?

Dal gruppo riceverà quindi 1250 € per tutto l’anno, ossia 125 € al mese che corrispondono a 31,25 € l’ora.

Se lavorasse 18 ore alla settimana, cioè che abbia 18 gruppi di lavoro con cui arriva a impartire la stessa quantità di ore di lezione di un professore che lavora nella scuola, arriverebbe a guadagnare 2250 € al mese.

A prima vista si tratta certamente di un ottimo stipendio.

In realtà questo è lo stipendio lordo a cui andranno sottratte tutte le tasse e gli oneri fiscali!

Inoltre, non è così semplice assicurarsi un numero di alunni così alto da avere 18 gruppi di 5 persone cui dare lezione ogni settimana, per tutta la durata dell’anno.

Lo stipendio mensile sarà quindi da rivedere al ribasso, soprattutto se la domanda di corsi è insufficiente.

Se egli stima di riuscire a lavorare con certezza per 9 ore alla settimana, allora dovrà aumentare la sua tariffa forfettaria: ad esempio, dovrà farla salire a 400 € l’anno per famiglia se si parla di gruppi di 5 studenti.

In questo modo riuscirà a ricavare 1600 € lordi per 9 ore di lezione. Ma il rischio è che i genitori degli allievi trovino queste tariffe un po’ elevate…

A questo livello, lo stipendio è ancora interessante in confronto a quello di altri impiegati che lavorando 40 ore alla settimana per 1200 € netti al mese, ma bisogna ancora una volta tenere conto del livello di formazione, il tempo enorme passato a preparare le lezioni a casa, ma anche il tempo degli spostamenti per recarsi all’aula di lezione e anche le spese di stampa delle risorse pedadogiche…

A volte i salari sono così bassi che si opta per una carriera alternativa… ma bisogna avere del talento!

Supponiamo che un professore di Fisica proponga il suo servizio per 300 € a famiglia per l’anno scolastico (40 lezioni) per preparare gli esami.

Per arrivare a uno stipendio lordo di 1600 € al mese dovrebbe quindi riuscire a impartire 43 lezioni: da considerare che un’ora di lezione richiede 3 ore di preparazione e che quindi si arriverebbe a guadagnare 12,4 € (1600 / (43 x 3)).

Si tratterebbe quindi di una tariffa molto bassa se si considerano le competenze richieste per poter insegnare a dei liceali!

Ecco spiegata la ragione per la quale vediamo spesso i prezzi delle lezioni arrivare a 30 €: gli insegnanti devono in qualche modo «guadagnarsi da vivere» !

Scoprite anche tutti i vantaggi del tenere lezioni private di gruppo!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar