Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Qual è il livello di difficoltà dei corsi di arabo?

Di Francesca, pubblicato il 04/02/2019 Blog > Lingue straniere > Arabo > È Difficile Andare a Lezione di Arabo?

Per alcuni, imparare una nuova lingua con tutta le sue regole di grammatica, ortografia, coniugazioni e tutto il resto è semplicemente impossibile, mentre altri la vedono come una grande opportunità per apprendere qualcosa di nuovo, superarsi e aprire i propri orizzonti.

Che cosa significa imparare l’arabo?

È davvero difficile imparare l’arabo?

Superare i cliché sulla lingua araba

Alla domanda “L’arabo è difficile da imparare?”, la risposta è sì e no.

Naturalmente, l’apprendimento di una lingua straniera richiede sempre lavoro e un certo investimento personale.

Ci vuole tempo per imparare l’arabo, ma anche diligenza, regolarità e molta pratica.

Tuttavia, la grammatica araba presenta meno eccezioni rispetto a quella italiana, ad esempio, ed è per questo che è considerata meno difficile del latino o del tedesco.

Quando ci poniamo ciecamente la domanda “quali sono le lingue più difficili da imparare al giorno d’oggi?”, ovviamente pensiamo subito a lingue come giapponese, cinese, polacco, islandese e arabo.

Queste lingue ci sembrano, nella forma, talmente lontane da ciò che conosciamo che, fin dall’inizio, le consideriamo difficili.

Gli ostacoli arabi da relativizzare

Oggettivamente, non esiste una lingua difficile o facile da imparare.

Tutto ciò non è che una questione di punti di vista e di opinioni, di investimento personale e di volontà: infatti, a seconda del fatto che tu riesca a lavorarci quotidianamente o soltanto una volta alla settimana, il compito risulterà più o meno arduo.

Supera le difficoltà!

Naturalmente, la lingua araba non ha nulla in comune con la lingua italiana in termini di struttura o suoni, ma queste differenze note non devono pesare sulla tua scelta di impararlo.

Inizialmente, avrai sicuramente delle difficoltà a imparare l’arabo, ma l’apprendimento si compie attraverso la motivazione, la determinazione e il lavoro che, alla fine, potrebbe risultare non così insormontabile.

L'arabo va mantenuto con l'esercizio! Occorre esercitarsi abitualmente con l’arabo!

Nel tempo, avendo cura di immergerti in questa nuova cultura e nuovo idioma che è la lingua araba, tutte le questioni che ti preoccupano finiranno per entrare nella tua testa e tutto sembrerà improvvisamente semplice e chiaro.

Attenzione alle etichette!

Senza necessariamente rendertene conto, assimili facilmente i cliché nella lingua italiana e, spesso, interrogando un abitante di un determinato paese, ti sentirai rispondere che la sua lingua madre è una delle più difficili al mondo.

È un dato di fatto: i madrelingua si trovano sempre nella posizione peggiore per giudicare la difficoltà della loro lingua.

Le lezioni di arabo sembreranno facili per loro, ma difficili per te.

Presta attenzione a ciò che le persone possono raccontare e interessati veramente all’arabo se desideri imparare questa lingua, scoprirai che esistono tantissimi metodi per raggiungere il tuo obiettivo.

La maggior parte dei corsi di arabo sono accessibili.

Come valutare la difficoltà dell’arabo?

Questa domanda un po’ matematica può sembrare strana, ma quando sai che esistono circa 7000 lingue in tutto il mondo (dialetti compresi), è piuttosto complesso scegliere la lingua più difficile da assimilare basandosi su criteri seri.

Sebbene alcune lingue africane sono note per la loro grammatica estremamente complessa o per una sintassi particolarmente difficile, raramente sono incluse nella lista delle lingue più complicate da imparare.

Buttati in una full immersion di arabo! Immergiti nella cultura araba!

Quindi, come valutare la difficoltà di una lingua come l’arabo?

Esistono diversi criteri, non soggettivi questa volta, che indicano se l’arabo è complicato da imparare e assimilare.

Il rapporto con la tua lingua madre

Esiste una relazione che valuta la difficoltà di una lingua tenendo conto della distanza dalla tua lingua madre.

Ad esempio, se lo spagnolo o il francese ti sembrano più facili da imparare, è perché queste lingue hanno delle radici comuni con l’italiano, grazie al cosiddetto latino volgare che era la lingua “ufficiale” dell’intero Impero Romano all’inizio della nostra era.

All’epoca, il francese, lo spagnolo e l’italiano erano soltanto dialetti provenienti dalla stessa lingua. In seguito, si sono differenziati, rimanendo comunque simili nella loro costruzione.

Le vie dell'arabo sono infinite? Tutte le strade conducono alla lingua araba?

Se presti attenzione alla lingua spagnola, troverai termini con intonazioni diverse. Questo si spiega con la dominazione araba che è durata molti decenni.

L’inglese, invece, è una lingua apparentemente facile da imparare perché gran parte del suo vocabolario deriva dal.. francese, ma la sua pronuncia è complessa perché deriva dall’inglese arcaico parlato qualche secolo fa.

Comprensibilmente, più si allontana dall’italiano o dalle radici latine, più complessa ci sembrerà la lingua e più saranno le difficoltà perché perdiamo a poco a poco tutti i nostri riferimenti linguistici.

Suoni esistenti

A volte capita di trovare suoni simili tra le lingue, pertanto la pronuncia di una lingua straniera può sembrare meno ardua.

Con la lingua araba, però, è difficile trovare somiglianze nei suoni.

Chiedi a una persona madrelingua di pronunciare correttamente i suoni “-in”, “-on” o “-an”: saprà differenziarli?

Se, secondo uno studio, la lingua italiana è considerata la più bella lingua europea, è perché la maggior parte dei suoi suoni si trovano in tutte le altre lingue europee, a vari livelli.

È questa familiarità che ci spinge, inconsciamente, a considerare il francese come una lingua facile da apprendere.

Con la lingua araba, è difficile trovare questi stessi suoni, soprattutto perché è una lingua in cui difficilmente si pronunciano le vocali, o non sono affatto presenti.

L’alfabeto arabo, anche se contiene 27 lettere, non assomiglia a nulla che possa essere conosciuto in Europa e ancor meno in Italia, senza dimenticare che le forme delle lettere cambiano in base alla loro posizione nella parola.

Con questi requisiti di partenza, si inizia già con l’idea che imparare l’arabo sarà più difficile per noi italiani che per altre regioni del mondo.

Una grammatica piuttosto complessa

La lingua araba è parlata da quasi 300 milioni di persone in tutto il mondo.

Tuttavia, l’arabo presenta diverse varianti, in particolare tra l’arabo letterario e l’arabo dialettale, quello parlato per strada.

Non è obbligatorio imparare l’arabo letterario, ma è un ottimo punto di partenza che ti impedirà di prendere cattive abitudini linguistiche.

Per quanto riguarda l’arabo dialettale, il discorso cambia: infatti, ogni paese arabo e musulmano ha i propri termini, espressioni arabe e, in particolare, la propria grammatica.

Se vivi in ​​Marocco, non è detto che tu possa capire l’arabo tunisino, l’egiziano o quello degli Emirati Arabi Uniti.

Devi tenere in considerazione il tipo di arabo che desideri imparare a parlare e quindi orientarti verso il metodo più corretto per imparare l’arabo tunisino, l’arabo egiziano o qualsiasi altra cosa.

Una scrittura non così ovvia

In Europa, utilizziamo l’alfabeto latino ed è facile riconoscere le lettere principali che compongono il nostro alfabeto italiano.

L’alfabeto arabo, è tutta un’altra cosa: in primo luogo, ci sono 27 lettere che mutano la posizione in base alle parole.

Scopri come decifrare l'alfabeto arabo! Impara a decifrare l’alfabeto arabo!

Può succedere, quindi, di trovare la stessa lettera all’inizio, al centro o alla fine di una parola, con significati completamente diversi.

Quindi devi smettere di leggere da sinistra a destra e invertire la direzione di lettura, che è tutt’altro che scontata.

I 3 suoni sconosciuti

Infine, a livello di pronuncia, è con la lettura che appariranno le vere difficoltà: nella lingua araba, esistono 3 suoni che non esistono affatto in italiano.

Ma cosa sono? Il suono “qu” è piuttosto gutturale, il suono “h” è molto ruvido e infine la “h” vocalizzata suona come l'”ai”.

Una volta integrate e assimilate queste piccole differenze, una volta che avrai imparato a pronunciarle e a scriverle, imparare l’arabo sarà come studiare qualsiasi altra lingua straniera.

Come possiamo notare, l’apprendimento della lingua araba richiede un certo investimento di energie a livello personale, è un lungo processo di apprendimento che deve basarsi sulla continuità.

Impossibile studiare questa lingua in maniera dilettantistica: se più di ogni altra cosa desideri imparare a parlare e scrivere in arabo, devi essere in possesso degli strumenti giusti come un dizionario bilingue (una delle basi se desideri imparare l’arabo con i libri), un buon metodo di apprendimento, un software adeguato se desideri impararlo su Internet e, se possibile, anche delle lezioni con un insegnante in carne e ossa (lezioni collettive, lezioni private, lezioni in un istituto specifico, ecc.).

L’arabo è una lingua che può sembrare complicata all’inizio, ma con lo studio, la pratica e il dialogo con persone madrelingua potrai progredire costantemente.

Utilizza tutte le risorse a tua disposizione per imparare questa lingua e aprirti alla sua cultura, ai suoi misteri: è un viaggio che non ti lascerà indifferente, puoi starne certo!

Non esiste un’unica destinazione per imparare l’arabo: recati nelle terre in cui si parla questa lingua. Che si tratti di Tunisia, Marocco, Egitto, Giordania o Dubai, scopri le sottigliezze di una lingua multi millenaria.

Scopri se è possibile imparare l’arabo in soli 30 giorni!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar