Molte persone sono attirate dalla pratica del violino ma non osano mettersi in gioco.

Strumento troppo caro, impossibilità di prendere lezioni o trovare un insegnante con cui collaborare in maniera proficua, impazienza di fronte all'apprendimento... ognuno ha le sue  ragioni per sentirsi in qualche modo frenato nell'imparare il  violino.

Tuttavia, se c'è la passione, tutto diventa possibile!

«La passione è un motore di cui nessuno può misurare la potenza.»

Allora non dubitate più  delle vostre capacità e lanciatevi nell'impresa!

Imparare a suonare uno strumento da autodidatta non è impossibile come sembra e questo vale anche quando si tratta dell'apprendimento del violino. Tenere l'archetto, posizionare nella maniera giusta la mano sinistra, utilizzare la mentoniera, saper leggere una tablatura o una partitura: tutto questo si può imparare.

Allora, come mettercisi d'impegno? E quanto tempo dedicare?

Ecco tutti i consigli di Superprof per lo studio del violino!

Perché imparare il violino da autodidatta?

Ci sono tanti motivi per i quali prendere lezioni di violino online con un insegnante privato o una scuola di musica può essere complicato e a volte impossibile.

Numerose città in Italia, e a maggior ragione i paesini di campagna, non hanno infatti scuole di musica o conservatori dove ci si possa esercitare e imparare a suonare il violino.

A proposito, avete visto il film "Il maestro di violino" del 2015? Ve lo consigliamo!

Benché la voglia di imparare a suonare il violino sia forte, sono poche le persone motivate al punto da fare chilometri per seguire due ore di lezioni alla settimana. A meno che il maestro non sia Uto Ughi, ma a quel punto le lezioni potrebbero non avere un corso contenuto!

E veniamo al costo da mettere in conto per imparare a suonare il violino...

Il prezzo dei corsi di violino è infatti un altro degli elementi di cui tenere conto. Alcune famiglie, infatti, non possono permettersi la spesa che comporterebbe un corso. In effetti, le tariffe della scuola di musica o del conservatorio possono oscillare tra i 200 e i  700€  l'anno.

In più tutte, non tutte le scuole di musica prevedono corsi dedicati all'insegnamento delle basi di violino a adulti principianti. Bisogna quindi trovare il modo di imparare le basi della musica.

Alcuni musicisti principianti hanno anche paura dell'impegno che richiede un corso di violino. Seguire lezioni in orari prestabiliti può a volte essere motivo di ansia anziché di piacere, quando si segue un ritmo di vita un po' stressante. Imparare il violino da autodidatti può quindi essere la soluzione per aggirare tutti i problemi!

Ma sappiate che bisognerà comunque seguire le lezioni con una certa regolarità nella pratica per arrivare a risultati soddisfacenti.

Imparare il violino e/o il solfeggio da autodidatti porta anche una certa libertà nella pratica musicale.

Il musicista sceglie da solo quello che vuole suonare o no con il suo strumento e lo fa quindi sempre con passione e voglia, cosa che è davvero essenziale nella pratica della musica. Come abbiamo detto, la passione è il vero motore!

Quando si seguono regolarmente lezioni, ci si sente talvolta obbligati a suonare. Si perde quindi il desiderio della musica e si rischia di arrivare ad abbandonare.

Imparare a suonare da soli permette anche di sviluppare la propria autonomia e lavorare sull'improvvisazione con il proprio violino.

Questo può essere un vantaggio come un inconveniente: il violinista sviluppa infatti il suo senso artistico ma alcune basi possono mancargli e non avere nessuno che aiuta a correggere i propri errori può, sulla lunga distanza, rivelarsi un problema.

Scopri anche tutti i migliori trucchi per diventare violinista!

Violino autodidatta: i diversi metodi per imparare a suonare a soli

Da dove cominciare quando si decide di imparare a suonare il violino senza un insegnante professionista?

Alcuni decidono di cominciare con il solfeggio, altri preferiscono saltare questa tappa che non è per forza indispensabile. Qualunque sia la vostra decisione, esistono numerosi modi per iniziare l'apprendimento del violino.

Come imparare a suonare il violino quando si è già musicisti

Il metodo dipende innanzitutto dal nostro profilo di musicisti.

Se scegliete di mettervi alle prese con il violino dopo aver già imparato a suonare altri strumenti (pianoforte, chitarra, violoncello, flauto traverso, clarinetto, armonica, sassofono...) l'apprendimento del violino sarà sicuramente più facile.

La teoria musicale sarà già acquisita e il vostro orecchio abituato. Dovrete tuttavia imparare ad adottare la postura corretta o lavorare sulle dita.

In caso contrario, sarà possibile imparare le basi come la lettura delle note o il ritmo, grazie a corsi online o a manuali dedicati.

Ormai è possibile diventare violinisti anche grazie al proprio pc e alla propria determinazione... ovunque!

È anche possibile imparare a suonare uno strumento unicamente grazie all'orecchio assoluto, ma questo metodo non è certamente per tutti! Le persone che hanno questa fortuna possono infatti riprodurre perfettamente la musica semplicemente ascoltandola.

Ma, come abbiamo detto, sappiate che questa capacità è molto rara... non riposate su quest'idea di apprendimento o potreste rimanere delusi.

Imparare il violino su YouTube

Se preferite non attardarvi sul solfeggio, sappiate che numerosi metodi permettono di imparare a suonare il violino come principianti senza passare per quelle che per alcuni sono vere e proprie torture.

Sulla piattaforma YouTube alcuni canali propongono di imparare a suonare una musica semplicemente guardando quale dito mettere dove durante tutta l'esecuzione del pezzo. Come nel gioco Guitar Hero, i musicisti seguono le dita al ritmo della musica.

Imparare il violino online è dunque possibile anche grazie alla tecnologia e a risorse accessibili a tutti!

Suonare il violino da autodidatta con le tablature

Il metodo delle tablature può essere molto utile e i musicisti di chitarra sanno di cosa parliamo!

Le tablature sostituiscono spesso le partiture. Si presentano sotto forma di quattro linee che rappresentano le quattro corde del violino sulle quali si trovano alcune cifre. Queste ultime indicano a che livello del manico il violinista deve posizionare le dita.

Le tablature destinate al violino sono un po' più complicate di quelle della chitarra perché il violino non ha delle barrette sul manico e dunque necessario creare dei punti di riferimento prima di cominciare.

Violino da autodidatta con lo smartphone

Altra gioia delle nuove tecnologie: le app sugli Smartphone!

Divertitevi a mettervi alla prova con le app dedicate al violino autodidatta!

Alcune tra loro permettono di rendere l'apprendimento del solfeggio più divertente (come ad esempio Meludia), mentre alcune aiuteranno i musicisti a fare pratica.

Una app su tutte: Violin Real, la conoscete?

Permette di suonare il violino, la viola o il violoncello senza davvero possedere uno strumento!

Dalla presentazione dell'app si deduce che si possa suonare il violino (senza violino!) con 3 modalità:

  • Semplice (consigliato per principianti): usa solo la mano destra per trascinare l'arco del violino (Arco) o toccare la corda del violino;
  • Professionale: 2 mani. Usa la mano destra per trascinare l'arco del violino (Arco) o toccare la corda del violino. Usa la mano sinistra per scegliere la nota (frequenza) nella corda del violino;
  • Nessun arco: usa 1 o 2 mani e premi la nota per suonare il violino.

Questa è solo una delle applicazioni che potete mettere in download e testare per capire se può esservi utile a imparare a suonare violino!

Imparare a suonare violino grazie ai libri

Se la tecnologia non è il vostro forte, i buoni vecchi manuali sono la soluzione più efficace. I manuali per imparare il violino dedicati agli studenti permettono di lavorare su:

  • la tenuta dell'archetto,
  • la posizione delle dita,
  • esercizi di allenamento,
  • memorizzazione,
  • lettura delle note,
  • ritmo.

Chiave di SOL, chiave di FA, tutte le basi per imparare il solfeggio e la pratica strumentale sono argomenti trattati nei manuali.

Libri che possono benissimo sostituire il migliore pedagogo!

Imparare il violino: i migliori consigli per dare via al vostro apprendimento

Prima di mettervi alle prese con il violino è importante fare il punto della situazioni e seguire alcune regole per essere sicuri di partire con il piede giusto! Eccone alcune:

  • Il primo consiglio, e certamente il più importante, è che bisogna fare pratica il più possibile. Fa piacere andare veloce e imparare subito un pezzo perfettamente, è vero, ma solo la pratica vi farà fare progressi. Non ci sono ricette miracolose. Tutti i violinisti sono d'accordo su questo.
  • Fissatevi degli obiettivi! Dandovi dei traguardi da raggiungere avrete una motivazione in più. Questa è la tecnica che utilizzano le app per dare voglia agli utilizzatori di suonare. La challenge attira molto. Tuttavia, fate attenzione a scegliere i vostri obiettivi in modo che siano realizzabili per il vostro livello ed evitare di scoraggiarvi. Va bene l'ambizione, ma puntare a cose da mondo fatato costellato di unicorni non gioverà alla vostra autostima.
  • Siate pazienti! Il violino è uno strumento che, da chi lo conosce bene, è ritenuto difficile da imparare. Non abbandonate alla prima difficoltà (perché state sicuri che ce ne saranno). Rimanete motivati e concentrati sull'obiettivo, consapevoli che per raggiungerlo servirà sudore e lavoro.
  • Stabilite un programma adatto ai vostri bisogni. Organizzare il vostro apprendimento è una buona idea per sapere dove andare e non procedere a tentoni nel vuoto. D'altra parte, qualsiasi insegnante ha le idee chiare quando inizia un percorso con i suoi studenti... perché voi non dovreste avere le idee chiare verso voi stessi?
Creare un planning aiuta a rimanere motivati durante l'apprendimento e capire i propri progressi!

Per beneficiare di buoni consigli tra violinisti, non esitate a fare un giro su forum e blog dedicati a questo bellissimo strumento: alcuni musicisti condividono i loro suggerimenti e i loro trucchi per diventare veri virtuosi e imparare anche la tecnica del vibrato. Tutti consigli che potrete fare vostri e che potranno rivelarsi utili nel vostro percorso di violino autodidatta!

Tuttavia, sappiate che apprendere a suonare lo strumento da autodidatti comporta anche alcuni inconvenienti.

Ad esempio, nessun insegnante potrà correggere i vostri errori di postura del corpo o il vostro modo di tenere l'archetto con il risultato che potreste interiorizzare e portare avanti nel tempo dei comportamenti "musicali" sbagliati.

Quanto tempo per imparare violino da soli?

Difficile fare una stima dei tempi che potrà richiedere l'apprendimento del violino. Il violino senza un corso di solfeggio o senza un corso di musica permette all'apprendista di andare al proprio ritmo. Questo è un vantaggio ma può avere anche dei lati negativi.

Le persone che seguono le lezioni hanno un ritmo imposto che non possono modificare. La loro pratica e la loro formazione musicale è dunque regolare, fanno degli avanzamenti ogni settimana.

Quando si impara uno strumento da soli è talvolta difficile invece darsi una cadenza regolare e si può spesso cedere alla pigrizia, rimandando lezioni e mettendo in campo molta autoindulgenza.

Il nostro consiglio spassionato è solo uno: siate disciplinati!

Tutto dipenderà dalla vostra motivazione e dalla vostra disponibilità.

I bambini imparano spesso più velocemente degli adulti, ma anche loro hanno bisogno di disciplina!

Questi aspetti varieranno a seconda dell'età. I giovani musicisti hanno generalmente più facilità ad assimilare e imparare, che si tratti di una lingua straniera o di uno strumento.

Inoltre gli adulti fanno più difficoltà a trovare tempo libero durante la settimana per la pratica dello strumento, intasate come sono le loro agende di impegni e scadenze!

A partire da quale età è possibile imparare il violino?

Benché i bambini apprendano certamente più facilmente degli adulti, non c'è un età limite per mettersi a suonare lo strumento.

Insomma, se avete scoperto questa nuova passione a tutta musica solo a 45 anni, siete ancora perfettamente in tempo per mettervi alla prova, sperimentare e scoprire se è il vostro talento!

Tanto più che un adulto potrà facilmente bypassare un insegnante rispetto a un bambino, che ha invece bisogno di punti di riferimento e di basi e sarà molto più capace di lavorare in autonomia.

Si considera che al di sotto dei 12 anni sia davvero complicato imparare il violino da soli. In più, senza una guida esperta, sarà poi difficile correggere le cattive posizioni acquisite dal bambino, quindi non è consigliabile iniziare il percorso da autodidatti prima di una certa maturità dell'alunno.

Si può dunque pensare che sia possibile cominciare a imparare il violino in autonomia a partire dai 13 anni, alla sola condizione che si sia abbastanza motivati e indipendenti per organizzare da soli le proprie lezioni.

Violinisti in erba, siete pronti a cominciare questo percorso difficile ma davvero appassionante?

In bocca al lupo per il vostro studio del violino autodidatta!

E, se vi piace sperimentare, non esitate a mettervi alla prova anche con un altro strumento... che ne dite di imparare il violino elettrico?

Lo abbiamo visto: "Never stop learning" è la cosa più saggia che si possa fare. Solo ponendoci nuovi obiettivi potremo raggiungerli e scoprire quante cose siamo in grado di fare con successo e soddisfazione.

Bisogno di un insegnante di Violino?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Alice

Ho calzini volanti, 6 buchi alle orecchie, nessun filtro, troppe parole. Nella vita Giornalista + SocialMediaManager + qualsiasi cosa comprenda il parlare, lo scrivere e il comunicare.