Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Qual è il miglior posto per dare ripetizioni?

Di Igor, pubblicato il 06/09/2019 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Dare Lezioni Private a Casa Propria o a Casa dello Studente?

L’educazione sviluppa le facoltà, ma non le crea. Voltaire (1694-1778)

Dare lezioni private a domicilio quando hai un buon livello in una certa materia è una buona strategia: ampli la cultura generale degli studenti delle scuole primarie o di quelle secondarie e, allo stesso tempo, arrotondi la tua “fine del mese”.

Dopo aver trovato uno studente, si pone la questione del luogo in cui dare queste lezioni. Ad esempio, dove danno lezioni private gli insegnanti di Superprof?

Insomma, qual è il posto migliore per far progredire uno studente: casa sua, casa del professore o corso online? Ecco le nostre riflessioni sul luogo ottimale in cui impartire lezioni private.

Diventare insegnate: i vantaggi di dare lezioni a casa dello studente

Non diciamo nulla di nuovo, sostenendo che andare a casa dello studente, per iniziare un percorso di riallineamento con il programma scolastico, per aiutarlo a svolgere i compiti per casa, per accompagnarlo nella preparazione di un esame (maturità o altro), è sicuramente la soluzione più comoda, almeno dal punto di vista dello studente stesso.

Lo studente si sentirà a proprio agio, avrà tutti i suoi punti di riferimento sotto mano. Mettersi alla scrivania dello studente: una scelta che va per la maggiore!

Questi, se si appoggia alla piattaforma digitale di Superprof, non dovrà fare altro che preparare le sue cose – penne, quaderni, libri di scuola e, se il caso, i quaderni e i libri delle vacanze – e aspettare l’arrivo dei nostri collaboratori.

Si tratta della modalità di sostegno scolastico a domicilio più frequente e questa si adatta a tutte le discipline insegnate tra i banchi di scuola: materie scientifiche (matematica, fisica, chimica, scienze della terra), materie umanistiche e letterarie (Italiano, lingue straniere, scienze umane, pedagogia, …).

Da un punto di vista pratico, lo studente non dovrà, dunque, perdere tempo nei trasporti pubblici e avrà tutto il tempo a sua disposizione per lavorare nelle migliori condizioni.

Al contrario, da un punto di vista strettamente monetario, i genitori dello studente dovranno sicuramente sostenere il costo del viaggio dell’insegnante privato: questo si ripercuoterà sulla tariffa oraria della lezione a domicilio.

Diventare insegnante privato e svolgere questa attività a casa dello studente è anche una buona formula per evitare lo stress dello studente, che sarà così più a suo agio, se attenderà il prof tra le mura domestiche, anziché andarsene a casa di uno sconosciuto: alcuni studenti, inoltre, potrebbero avere difficoltà a studiare in un ambiente diverso da quello cui sono abituati.

Come fare, poi, per consolidare le nozioni acquisite o per colmare le lacune di uno studente, se questi si angoscia ancor prima che la lezione abbia inizio?

Un altro vantaggio notevole della lezione privata tenuta a casa dello studente, soprattutto nel caso di bambini delle scuole primarie o di ragazzini dei primissimi anni delle scuole secondarie, è che nemmeno i genitori si preoccupano: una cosa è invitare uno sconosciuto a casa e vegliare su di lui mentre dà lezioni di matematica al figlio, tutt’altra cosa è mandare lo stesso figlio a casa dello sconosciuto!

I bambini non sono autonomi: sarebbe impensabile che un bambino di quarta o di quinta elementare possa, completamente da solo, attraversa la città o il paese in cui vive per andare a casa dell’insegnante: la sicurezza del bambino imporrebbe di accompagnarlo e di andare a prenderlo.

Come dare ripetizioni: gli inconvenienti a casa dello studente!

E mezzogiorno e sono tornato non più di un’ora fa da una lezione di matematica; devo partire alle 12:30 per dare una lezione di fisica alle 14 in punto, perché, da casa mia a quella dello studente, c’è un’ora e venti minuti di strada.

Impartire lezioni a domicilio implica, spesso, dei lunghi percorsi per recarsi da casa propria a quella dello studente. Soprattutto nel caso delle città più grandi e più trafficate (Roma, Milano, Napoli, Torino, …).

Questa scelta paga da un punto di vista ecologico, ma non da quello della riduzione dei tempi morti. Senza auto, sarà necessario usare i mezzi pubblici per andare a lezione!

Se l’ora di lezione che dai ti viene pagata 20€ o 25€, lo stesso non può dirsi per il tempo che passi per strada, sul tuo scooter, sul bus o sul treno. Vivendo in una grande città, non sarà poi tanto inusuale che tu possa perdere due ore o più per un’andata e ritorno da casa tua a quella dello studente, per una sola ora di lezione pagata! A questo punto, il lavoro non è assolutamente più conveniente, anche se prendi in considerazione il rimborso delle spese di viaggio.

Quando davo lezioni a domicilio in scienze economiche e sociali, non ero ancora motorizzato e perdevo il mio tempo, letteralmente, nel bus e nella metro, per andare da una parte all’altra di Roma. Per uno studente solo!

Questo era fonte di preoccupazione e di insoddisfazione, dato che non potevo far pagare una tariffa doppia allo studente.

I liceali e gli studenti delle scuole medie hanno dei ritmi scolastici piuttosto intensi e non sono disponibili per prendere lezioni private a tutte le ore del pomeriggio.

Per questo motivo, se vuoi sapere come si diventa insegnanti, devi sapere anche che sarà facile che ti troverai a dare lezioni private a domicilio durante le ore serali, durante i weekend e, in particolare, durante le vacanze scolastiche.

Insomma, un insegnante che voglia impartire lezioni a domicilio andrà a lavorare nello stesso momento in cui altri suoi coetanei o conoscenti staranno andando al bar o si staranno rilassando sul divano o in spiaggia.

Il sostegno scolastico a domicilio è spesso presentato come un modo per aumentare i voti, perché, la regolarità dell’aiuto che offre dovrebbe permettere ad ogni allievo di capire meglio i programmi scolastici, di ripassare meglio una lezione e di essere pronto il giorno del compito in classe o dell’interrogazione.

Ma anche i professori migliori, quelli con anni di esperienza, non sono onnipotenti: l’accompagnamento personalizzato di uno studente recalcitrante o con troppe difficoltò scolastiche potrebbe anche risultare inefficiente: come fare, allora, per dare lezioni private a domicilio, nei casi in cui lo studente dimostri una vera e propria avversione per l’apprendimento?

Non sarebbe forse meglio mostrargli un altro metodo, un modo alternativo di approcciare la matematica, la fisica e tutte le altre materie?

Il verde è rilassante e consente di concentrarsi maggiormente sullo studio. Perché non studiare all’esterno, appena esce il sole?

Si potrebbe, ad esempio, riflettere a tenere la lezione all’esterno –in un luogo pubblico, ma tranquillo – in una biblioteca, in un bar non affollato, etc. Per perfezionare correttamente il livello di uno studente in questo modo, bisogna, però, che questi abbia già una certa età.

Non puoi certo permetterti di portare un ragazzino delle scuole medie al bar …

Tuttavia, alcune materie insegnante a casa dello studente sono poco adatte al perfezionamento: è il caso, ad esempio, dei corsi di lingua straniera.

Non è, forse, più interattivo, conviviale e meno coercitivo, tenere una lezione di conversazione bevendo un caffè, al sole in città, piuttosto che rinchiudersi entro quattro mura per imparare delle lunghe liste di termini del vocabolario inglese, spagnolo o tedesco?

Sei alla ricerca di sostegno scolastico online?

Diventare professori … a casa propria!

Dare lezioni private quando si abita nelle grandi città permette di seguire uno o più studenti durante tutto l’anno scolastico.

D’accordo, ma come fare, allora, quando si abita in città secondarie o, addirittura, in campagna, in montagna o in paesini più o meno isolati?

Anche a rischio di sembrare impersonali, è sempre meglio un’ora di studio a distanza che due ore di viaggio per raggiungere il posto. Per dare lezioni in un paesino sperduto … meglio la webcam!

Delle volte è sufficiente che la numerosità della città scenda al di sotto delle 20.000 o 30.000 unità per avere delle grosse difficoltà a trovare dell’offerta di insegnati o di studenti degna di questo nome.

In alcuni casi, chi voglia diventare insegnante può ospitare lo studente a casa propria; delle volte, può essere lo stesso baby sitter ad offrire del sostegno scolastico: perché no? Il bambino singolo o il piccolo gruppo, è indifferente.

Fare dei giochi educativi per risvegliare i sensi e le percezioni dei piccoli non è, già di per sé, un accompagnamento educativo? Una baby sitter può aiutare il bambino a fare i compiti di casa, aspettando che i genitori tornino, alla fine della giornata di lavoro.

Un’altra modalità per dare lezioni da casa propria: il sostegno scolastico online e l’insegnamento a distanza tramite videoconferenza (con programmi tipo Skype).

La maggior parte dei nostri collaboratori, se sono disponibili a questa modalità di insegnamento nelle grandi città, lo sono a maggior ragione nelle piccole comunità dislocate geograficamente.

Si tratta di una pedagogia che permette di catturare una clientela di studenti che abitino nelle zone periferiche o rurali, aiutandoli a studiare le loro schede di ripasso per la maturità, ad esempio.

La rivoluzione digitale, all’opera oramai dagli inizi degli anni 2000 ha stravolto il mercato delle lezioni private nella misura in cui un professore con esperienza può dare dei corsi in tutta Italia e a studenti di tutte le età (lezioni per aiutare i bambini, lezioni per adulti, etc.).

Le lezioni a distanza offrono, d’altro canto, una grandissima libertà di organizzazione e non implicano la presenza fisica dello studente.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar