Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come si diventa insegnanti per aiutare gli studenti nel dopo scuola?

Di Igor, pubblicato il 05/09/2019 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Preparare il Sostegno e Dare Ripetizioni!

La vita è un insegnamento mutuale tra coloro che sanno vivere. Hippolyte Lucas (1807-1878)

Dare lezioni private, a tutti i livelli e in qualsiasi materia – matematica, fisica, scienze della terra, Italiano, Inglese, Spagnolo, aiuto per svolgere i compiti di casa, … – implica una conoscenza dei programmi scolastici, così come il livello scolastico dello studente in questione.

In Italia, le lezioni private sono richieste da almeno due studenti delle medie su dieci e da almeno due liceali (o altri studenti delle scuole superiori) su sei. E si tratta di un mercato in continua crescita, nonostante annate di crisi e di recessione economica.

Tuttavia, nonostante le stime parlino di circa 2 miliardi di Euro di cifra d’affari, sembra che solo il 20% delle lezioni private sia dichiarato.

Come preparare un corso di sostegno privato a domicilio?

Ecco qui, le risorse pedagogiche a disposizione di tutti coloro che vogliano diventare insegnanti privati. Sono tantissimi i Superprof che utilizzano queste informazioni per preparare i loro corso privati a domicilio.

Quali risorse immateriali per diventare insegnante

Quanto stiamo per dire potrebbe quasi sembrare una frase lapalissiana: per poter colmare le lacune del proprio studente, è necessario che lo studente venga messo a proprio agio e che l’insegnante privato abbia un minimo di fiducia in se stesso e conosca la materia che insegnerà!

Se l’insegnante non si applica alla matematica da una decina di anni, è quasi certo che lo studente supererà il maestro, come si suol dire.

Pensa a quanto sarebbe triste e intimorente un insegnante che si presentasse a casa tua estremamente serio! La prima qualità di un professore privato: il sorriso!

Alcuni studenti possono trovarsi in forti difficoltà scolastiche in ogni abito e il loro obiettivo sarà di evitare la bocciatura. Altri, possono avere delle insufficienze in una materia o nell’altra e desiderano, allora, evitare i debiti formativi.

Altri ancor potrebbero essere alla ricerca di lezioni private semplicemente per migliorare i propri risultati scolastici e la propria scolarità in generale.

Insomma, ogni studente ha necessità diverse: l’insegnante privato dovrà, dunque, adattarsi a tutte le situazioni cui si confronterà.

Per dare lezioni private ad uno studente per poche settimane o per tutto l’anno scolastico, tu, in quanto esperto in materia che vuole diventare professore a domicilio, dovrai mobilitare un insieme di risorse immateriali, di competenze che andranno a stimolare lo studente: insomma, risorse fisiche e psicologiche.

Prima di tutto, arrivare in orario ad un corso privato a domicilio è fondamentale: se un insegnante qualsiasi dovesse arrivare più di una volta in ritardo, darebbe un’impressione pessima (di non puntualità) nello studente. Meglio evitare!

Prima di impartire una lezione privata a domicilio, è necessario curare la propria presentazione fisica ed estetica: insomma, dovrai essere vestito in maniera adeguata e dovrai essere pulito.

Sostegno scolastico e lezioni private necessitano spesso, d’altro canto, di avere una conoscenza approfondita del o dei programmi scolastici ufficiali, così come rilasciati dalla scuola o dal Dipartimento di facoltà o come precisato dal Ministero dell’Istruzione.

Come potresti, effettivamente, dare lezioni private se non sapessi come si articolano i temi in programma?

Che si tratti di lezioni nelle materie scientifiche (lezioni di fisica o di chimica, lezioni di matematica) o nelle discipline letterarie e umanistiche, dovrai sempre creare dei collegamenti tra quello che insegni e quello che è presentato e spiegato durante le lezioni in aula.

Un altro tipo di risorsa non materiale e, allo stesso tempo, fondamentale, è la pedagogia.

Essere un buon pedagogo è una delle chiavi di volta che ti permetterà di perfezionare o di realizzare una regolarizzazione delle conoscenze dei contenuti del programma nello studente che hai di fronte. Questo, ovviamente, si traduce in un adattamento al livello scolastico richiesto: scuola primaria, scuola secondaria, …

Ecco, poi, le competenze e le risorse, di cui ogni buon professore privato dovrà disporre:

  • Saper trasmettere
  • Un buon metodo pedagogico
  • Armarsi di pazienza
  • Essere un buon parlatore
  • Mostrarsi disponibile
  • Avere una buona capacità di ascolto e di comprensione.

Essere puntuale, pulito e sorridente, conoscere il programma ufficiale del MIUR, … e tutto il resto: ok! Ma quale materiale ti servirà per dare lezioni private?

Come dare ripetizioni? Le risorse materiali indispensabili

Ovvio, non potrai arrivare a mani vuote a casa del tuo studente, quando impartirai lezioni private durante le vacanze scolastiche o nelle ore pomeridiane del doposcuola. E nemmeno quando si tratti della prima lezione in assoluto con il tuo nuovo studente.

Anche alla prima lezione privata, infatti, potrebbe essere molto utile avere a tua disposizione le risorse adeguate per iniziare a ripassare: manuali scolastici, strumenti digitali (applicazioni, siti web gratuiti, …), libri e schede per il ripasso.

Saper leggere un grafico ti consente di analizzare quasi tutti i problemi, in molte discipline differenti A lezione di matematica o di economia, un bel grafico sarà il benvenuto!

 

Se porterai con te dei manuali, vi potrai trovare degli esercizi da svolgere, ad esempio.

Nonostante questo, dovrai adattarti all’età e al livello scolastico: in preparazione degli esami di Stato, i professori privati possono incitare lo studente a lavorare sul metodo di esposizione orale.

A questo proposito, dovrai quindi ricordare al tuo pupillo quello che non potrà non citare in storia, geografia, economia, Italiano, … sia nell’introduzione (inizio, delimitazione spazio temporale, definizione dei termini del soggetto, problematica, annuncio del piano di svolgimento della dissertazione, …), sia nello sviluppo della conclusione.

Un professore privato a domicilio punterà, in particolare, su esercizi interattivi, se lavora con studenti delle scuole medie.

La cosa più importante è preparare le proprie lezioni private (matematica, Italiano, storia, …), in funzione dei bisogni dello studente: uno percorso di ripasso in vista della maturità, un aiuto a casa per i bambini dislessici, un aiuto individualizzato che duri tutto l’anno scolastico, etc.

In un certo senso, preparare un corso equivale a riempire una cassetta degli attrezzi, proprio come lo fa l’idraulico prima di venire a casa tua per effettuare una riparazione.

Il professore privato deve procurarsi uno stock di risorse che consentano il perfezionamento cognitivo dello studente:

  • Un programma del corso
  • Delle schede di ripasso (da preparare con lo studente)
  • Dei documenti relativi al singolo capitolo studiato (diagrammi, tabelle, testi, articoli di stampa, illustrazioni, etc.)
  • Degli esercizi (esercizi online o realizzati dall’insegnante stesso, enunciati e piccoli problemi da risolvere)
  • Delle domande per l’analisi del testo o dell’argomento: Chi, Cosa, Dove, Quando, Come, Perché?
  • Fare un brain storming delle idee dello studente
  • Una valutazione/esame di fine corso.

Degli schemi, dei libri particolari, un block notes, … e, perché no, un PC. Anche se il computer può rimpiazzare molti libri, non è il caso di presentarsi a casa dello studente a mani vuote!

 

Spesso, durante gli incontri personalizzati, ci si presenta con un insieme di risorse pedagogiche, ma non si sa ancora come si terrà il corso: lo studente sarà in forma, disposto ad imparare, concentrato o sarà stanco, per niente in forma, distratto?

Tuttavia, il resto verrà da solo e la posta in gioco consisterà nell’apportare sempre del contenuto alla lezione, anche se il programma previsto non avesse avuto successo: potrai servirti dello scambio con lo studente per porgli delle domande, consolidare le sue conoscenze con elementi di cultura generale e/o con esperienze concrete della vita corrente.

Come diventare insegnante facendo giocare gli studenti: i serious games

Come può fare un buon insegnante privato per dare nuova motivazione ad uno studente in difficoltà o per mostrare ai genitori che il loro figlio ha bisogno di un accompagnamento personalizzato, che non sia articolato semplicemente attorno alla pedagogia tradizionale della scuola?

Un insegnante privato diverso

Per approcciare meglio i ritmi scolastici, evitare di ripetere un anno o per instillare nel ragazzo il piacere dello studio, esiste una strategia metodologica, che ha avuto un discreto successo nell’ambiente insegnante (anche se più all’estero che in Italia, tanto per cambiare): la pedagogia Montessori.

L’obiettivo di questo metodo è quello di consentire “al bambino di evolvere con il proprio ritmo e in tutta libertà”.

Ma, come insegnare ad un bambino ad appropriarsi delle conoscenze?

Innanzitutto, lasciando il bambino libero di scegliere le attività che desidera svolgere: dall’età di tre anni, il bambino sarebbe già in grado di concentrarsi e di auto disciplinarsi nella misura in cui l’insegnamento non sia subito.

Questa pedagogia scommette sulla libertà e la progressione a ritmo di ciascuno (non vi sono giudizi sulla lentezza o sulla libertà), lasciando ogni bambino fare le proprie esperienze, in modo da suscitare in lui la comprensione delle cose.

Purtroppo, la pedagogia Montessori non ha attecchito molto nel nostro Paese. Il gioco è il primo strumento dell’apprendimento!

Per arrivare a questo obiettivo, si utilizzeranno dei giochi educativi e degli oggetti concreti (perle, fiammiferi, dadi, carte da gioco, etc.). per insegnare, ad esempio, l’addizione e la sottrazione, all’interno del corso di matematica.

Il metodo Montessori si incorpora meravigliosamente in un corso privato a domicilio, perché la maggior parte delle attività che mette in opera sono proposte durante le lezioni individuali o, nella peggiore delle ipotesi, a piccoli gruppi.

Diventare professore grazie ai giochi dei corsi online

Ai nostri giorni, il corso online offre una quantità immensa di risorse a libero accesso e rivoluziona il campo degli apprendimenti, tanto per il professore privato, quanto per lo studente: il sostegno scolastico online potrebbe quasi soppiantare l’aiuto dell’insegnante a domicilio.

Secondo diverse ricerche, sembrerebbe che l’utilizzo dei video giochi in classe possa rendere l’apprendimento più facile, semplicemente grazie al piacere del gioco.

I videogame concorrono alla riuscita educativa dei bambini, perché stimolano l’attenzione, la concentrazione e la motivazione, nella misura in cui il divertimento occulta la coercizione e la costrizione di un esercizio imposto.

Secondo Yasmine Kasbi, autrice de Les Serious Games, une révolution, il serious game è un’applicazione informatica che mette assieme un obiettivo serio (allenamento, apprendimento, insegnamento, …) con degli elementi ludici, che provengono dal video gioco o dalla simulazione informatica.

Così, l’ormai celebre Khan Academy può anche essere presentata allo studente come modello di sostegno scolastico gratuito o per lavorare tra una lezione privata e l’altra.

Vi sono corsi per adulti e corsi per bambini, oltre ad una banca dati, cui coloro che vogliano diventare insegnanti a domicilio possono ispirarsi per dare origine ai propri corsi. Come se non bastasse, tutto ciò è completamente gratuito!

Preparare dei giochi per un corso di sostegno scolastico per la scuola primaria ci sembra quindi essere una buona formula e questo può anche aiutare nell’insegnamento per la scuola secondaria.

Sei convinto, ora? Non aver paura di portare alla lezione privata a domicilio il tuo dispositivo portatile (PC, tablet o smartphone): si tratta oramai di una delle più importanti risorse a servizio del successo scolastico!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar