Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Ripetizioni private: come renderle divertenti e coinvolgenti?

Di Catia, pubblicato il 27/04/2019 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Pensare a Giochi per Diversificare le Ripetizioni a Domicilio

“Il più grande segno di successo per un insegnante è poter dire: i bambini stanno lavorando come se io non esistessi,” Maria Montessori

“Il gioco è il lavoro del bambino,” Maria Montessori

Alcuni studenti che hanno difficoltà scolastiche non riescono a migliorare il rendimento neanche se prendono corsi di sostegno scolastico a domicilio. In questi casi, il gioco può essere uno strumento potente per un insegnamento alternativo che porti tutti i bambini a dare il proprio meglio a  scuole. 

Sono molte le famiglie italiane che ogni anno richiedono lezioni a domicilio. Stando a uno studio del 2016 della Fondazione Luigi Einaudi, almeno 500 mila studenti delle medie e delle superiori ricorrono all’insegnamento privato supplementare.

Nonostante le difficoltà che hanno i ragazzi a inserirsi nel mondo del lavoro, un titolo di studio più alto rimane un fattore non solo di crescita personale, ma anche di lotta contro la disoccupazione. Infatti, tra i laureati l’occupazione è scesa dell1%, tra i diplomati del 13.3% e tra quelli che hanno la terza media del 18.4% rispetto al periodo pre-crisi.

Contrastare l’insuccesso scolastico è quindi fondamentale per il futuro dei ragazzi. Ecco perché ci teniamo a darti qualche consiglio per includere elementi ludici nelle lezioni private a seconda dell’età dello studente.

E se cerco ripetizioni torino?

Ripetizioni roma: quali benefici porta il gioco?

Le lezioni private sono sempre più usate come strumento di prevenzione dell’insuccesso, della dispersione e dell’abbandono scolastico. Interessano un pubblico che va dalla scuola primaria alle scuole superiori e che ha bisogno di colmare delle lacune.

Scopri come trovare ripetizioni online!

E' più facile imparare attraverso il gioco, anche durante le ripetizioni. Il gioco permette di imparare divertendosi e sviluppare la creatività!

Un semplice aiuto compiti a volte non basta, soprattutto per gli alunni che frequentano un periodo cerniera come quello delle medie, dove è alta la spinta al gioco, ma dove la scuola richiede un impegno decisamente più grande in preparazione delle superiori.

Alcuni studenti non riescono a stare dietro ai ritmi scolastici, come dimostrano le inchieste PISA, il programma per la valutazione internazionale dello studente che viene fatto dai paesi dell’OCSE, organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

In Italia, tra il 2003 e il 2012, il 22% degli studenti di 15 anni aveva difficoltà in matematica e il 19% difficoltà di lettura.

Il metodo d’insegnamento tradizionale adottato nella scuola pubblica, non è quindi adatto a tutti gli studenti. Ecco perché molti genitori si rivolgono a insegnanti privati per poter prevenire e contrastare l’insuccesso scolastico.

Il gioco porta con sé una dimensione sociale con cui ogni studente sperimenta il mondo e si costruisce un bagaglio di conoscenze.

Gli strumenti ludici, che siano individuali o collettivi, fisici o sensoriali, cooperativi o comunicativi, associativi o competitivi contribuiscono tutti a migliorare il livello scolastico degli studenti.

Il motivo è semplice.

Scopri come trovare ripetizioni!

Con dei giochi interattivi gli studenti si esercitano in un modo diverso, si costruiscono delle immagini mentali, si creano dele connessioni neuronali, il tutto senza la pressione di dover essere giudicato come succede nei compiti in classe.

In un corso individuale con un gioco cooperativo tra insegnante e allievo, o nelle lezioni in gruppo, gli studenti imparano a prendere delle decisioni, sviluppano un senso di rispetto reciproco e solidarietà.

Il gioco spontaneo, invece, è il motore della creatività e dell’immaginazione. I giochi pedagogici che perseguono un obiettivo didattico specifico hanno il grande pregio di unire il piacere allo studio.

In questo senso, il gioco è fondamentale per supplire alle carenze di uno studente in difficoltà.

L’istruzione attraverso il gioco smette di essere centrale nell’educazione dei bambini subito dopo la scuola primaria. Eppure, il gioco riuscirebbe a mantenere alta la motivazione allo studio e all’apprendimento.

“Per i bambini il gioco è uno spazio esplorativo dove possono liberare le proprie potenzialità in ogni ambito.”

Con il gioco un allievo è più motivato, riesce a concentrarsi più facilmente e ricordare meglio quanto appreso. Durante un esercizio interattivo un allievo si sente protagonista e riconosce il proprio ruolo attivo e la responsabilità di far vincere la propria squadra.

Giocando, poi, si acquisisce un proprio metodo di studio, si impara dai propri errori e si supera, con più determinazione, un brutto voto.

Metti in evidenza i benefici del gioco quando scrivi un annuncio per ripetizioni.

Scopri qualcosa di più su come dosare il divertimento nell’aiuto compiti!

Ripetizioni milano: giochi per bambini della scuola d’infanzia

Indovinelli, collage, giochi di gruppo, puzzle, rebus, attività artistiche di pittura, disegno, musica, domino, giochi di carte sono alcuni esempi dei giochi che si potrebbero fare in un corso a domicilio.

Fare un gioco con la palla è un ottimo modo per coinvolgere i bambini in una lezione. La palla è un sempreverde, un gioco che piace a tutti, grandi e piccoli!

Sono attività particolarmente adatte ai bambini della scuola primaria ma che si possono usare anche con i bambini della scuola d’infanzia per prepararli meglio al loro primo vero giorno di scuola. Gli insegnanti di Superprof sanno bene che per ogni età bisogna mobilizzare delle risorse pedagogiche adeguate, sfruttando la teoria dell’imparare giocando del metodo Montessori.

Per i bambini della scuola d’infanzia si possono usare questi strumenti ludici:

  • tappeto con motivi geometrici per sviluppare la memoria visiva
  • palle per imparare le forme, la prensione, i numeri
  • arcobaleno steineriano usato dai pedagoghi del metodo Montessori e Steiner-Waldorf per imparare i colori, le dimensioni, le forme…
  • matriosche per la motricità fine e l’autonomia
  • bottiglie sensoriali per stimolare i sensi del bambino
  • strumenti musicali come il piano o la chitarra per favorire la concentrazione, il linguaggio della musica, la creatività
  • uno specchio come strumento di socializzazione per riconoscere se stessi e lo spazio intorno a sé

Gli strumenti pedagogici si possono usare, quindi, fin dai primi anni di vita dei bambini e alcuni di questi possono servire anche durante le lezioni a domicilio.

E’ vero che i bambini imparano a leggere e scrivere a scuola, ma è anche vero che i genitori possono prepararli nel miglior modo possibile per il passaggio alla scuola primaria.

Con i bambini in età prescolare si possono fare lezioni di musica, lezioni di inglese, lezioni di spagnolo o di ogni altra lingua straniera, lezioni di teatro per migliorare la produzione orale e molto altro.

Hai mai provato qualche app per il sostengo scolastico?

Ripetizioni torino: il gioco come prevenzione alle difficoltà nella scuola primaria

Un vero e proprio corso di sostengo scolastico per un bambino della scuola d’infanzia, ovviamente, sarebbe eccessivo, ma per i bambini della scuola primaria potrebbe essere necessario ricorrere all’aiuto compiti.

Alle elementari, infatti, i bambini imparano a risolvere degli esercizi di matematica con delle operazioni semplici, leggere e scrivere in italiano.

Con le ripetizioni online e a domicilio si può anche giocare a carte per ripassare la matematica. Giocare a carte alle elementari è un grande aiuto per la matematica!

Giocando si perfezionano le conoscenze acquisite a scuola sia nelle materie letterarie sia in quelle scientifiche: vocabolario, sintassi, ortografia, storia, geografia, aritmetica, geometrica.

Per esempio, per insegnare le addizioni, l’insegnante privato può usare due mele, due banane, tre arance e due tovaglioli. L’esercizio si svolge in questo modo:

  1. Mettere le mele su un tovagliolo
  2. Mettere le banane sull’altro tovagliolo
  3. Quanti frutti ci sono sui tovaglioli? L’insegnante e il bambino li contano a uno a uno
  4. Tracciare un + tra i due tovaglioli e quindi spingere l’alunno a fare l’addizione tra mele e banane

Per le ripetizioni di italiano si possono usare giochi da tavola, oppure si possono cercare esercizi online per imparare a dire l’ora, descrivere i vestiti, coniugare i verbi.

Il sostegno scolastico a domicilio serve a rendere i bambini autonomi e infondere loro più fiducia in se stessi.

Ripetizioni online: giochi interattivi per gli studenti della scuola secondaria

La maggior parte dei ragazzi che prende lezioni a domicilio frequenta la scuola secondaria, di medie e  superiori.

Le scuole medie, sono un periodo di passaggio molto delicato dove i ragazzi devono diventare sempre più autonomi nello studio. Tuttavia, non tutti riescono ad assimilare un buon metodo di studio e hanno difficoltà a raggiungere le competenze che li prepareranno alle scuole superiori.

Non tutti i videogiochi sono negativi, soprattutto se servono per andare meglio a scuola. Se invece di giocare alla Playstation ci fosse un gioco educativo?

Ci sono alcuni siti di sostegno scolastico che ti permettono di giocare mentre ripassi per un compito in classe, per gli esami di terza media o gli esami di maturità.

Accesspoint, per esempio, è una cooperativa che realizza videogiochi educativi per la scuola secondaria. I ragazzi nella fascia d’età 12-15 anni possono imparare a conoscere qualcosa di più sul cinema, sul razzismo e sul’ambiente.

Sul sito gioco.it si trovano, invece, giochi suddivisi per materia e tipologia. Ci sono giochi di matematica, logica, ortografia, memoria, quiz e test.

Nobel educational games è un sito in inglese dove i ragazzi possono esercitarsi con le invenzioni dei premi Nobel. Per esempio, puoi imparare qualcosa di più sulla doppia elica del DNA, sulle trasfusioni di sangue, fare esperimenti sul riflesso condizionato o ancora, mettere in pratica una delle teorie del commercio internazionale come il modello Heckscher-Ohlin.

Si dice spesso che nell’educazione delle bambine non si presti abbastanza attenzione all’aspetto logico-matematico. Per correre ai ripari i sono molti siti dedicati ai giochi matematici con disegni e soggetti che le bambine trovano più accattivanti. Per esempio su tabelline. it si possono imparare i multipli dei numeri divertendosi.

I nostri insegnanti sono degli esperti nelle metodologie alternative per l’insegnamento e sapranno consigliarti il gioco più adatto alla tua fascia d’età e le risorse didattiche della rete!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar