Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Il dopo-scuola a domicilio: un aiuto nei compiti o qualcosa di più?

Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Le Ripetizioni Private: Non Solo un Accompagnamento agli Studenti in Difficoltà!

Da un certo punto di vista, le ripetizioni a domicilio possono essere considerate come una vera e propria benedizione. Il costo non è indifferente, tuttavia.

Ed il ragazzo interessato può vivere la cosa come una punizione, a volte.

Ma il dopo-scuola è veramente utile… Laddove la scuola non riesce a dedicarsi in modo più approfondito alle difficoltà di un alunno, l’insegnante privato investirà tutto il tempo necessario.  

E adatterà l’insegnamento.

D’altra parte, per i genitori, esistono possibilità di sgravio fiscale, se si esclude il ”nero”, naturalmente!

La visione dell’accompagnamento scolastico a pagamento andrebbe precisata.

Troppa gente vede il dopo-scuola a domicilio soltanto come un accompagnamento di alunni in difficoltà.

È una visione riduttiva: le lezioni private, che si possono ricercare, tra tanti modi, tramite gli annunci ripetizioni, possono rivelarsi qualcosa di più di un semplice supporto allo svolgimento dei compiti a casa.

Un ricorso crescente alle ripetizioni private per far fronte alle carenze pedagogiche dell’istruzione pubblica

Lo constatiamo da decenni: il ricorso all’insegnante privato che dia lezioni di recupero è un fenomeno in crescita.

Più che di moda, si tratta di una soluzione necessaria: le ripetizioni si rivelano complementari all’istruzione pubblica.

Noi stessi di Superprof abbiamo notato, negli anni, l’ampliamento del mercato delle ripetizioni a pagamento. Genitori ed allievi si sono ormai abituati al concetto di dopo scuola e a quello di lezione privata.

Non bisogna irrigidirsi su posizioni superate: il sistema scolastico da solo non ce la fa. Perché opporre scuola e ripetizioni, quando in realtà possono essere complementari?

Aiuto nei compiti o completamento della funzione scolastica

Mentre innumerevoli riforme tentano di spingere la scuola italiana verso ignote direzioni, i genitori continuano a dubitare dell’efficacia della scuola pubblica.

Non entreremo qui nel merito di tali critiche.

Ci interessiamo qui a come prendono, i genitori, questo insieme di tentativi di miglioramento.

Si fidano? Sono soddisfatti?

Lezioni private e diffidenza nei confronti della scuola pubblica spesso vanno a braccetto.

I genitori sembrano non fare più affidamento sul solo insegnante di matematica che fornisce la scuola; lo stesso, forse in misura maggiore, avviene per quanto riguarda le lingue straniere, ed in particolare l’inglese (ma anche il tedesco e altre lingue, come lo Spagnolo). Non ci fidiamo più degli insegnanti scolastici dei nostri figli?

Le lezioni private sono forse l’ultimo baluardo di fronte al declino del sistema d’istruzione pubblica?

La cosa certa è che il dopo-scuola a pagamento appare come una scelta complementare rispetto alla scuola pubblica (che poi si protrae anche in fase universitaria).

Non sempre un alunno capita in una classe ”ideale”. E allora? Lasciarlo vittima di questo fatalità, portandosi dietro un pesante fardello fino all’età adulta?

No di certo.

Il dopo-scuola consente a tuo figlio di approfondire nozioni che l’insegnante a scuola può appena accennare, rincorrendo lo svolgimento di un programma imposto a livello nazionale.

La cosa è ovvia. Inoltre, non tutti gli studenti assimilano con le stesse tempistiche.

Meglio pensare da subito ad un supporto complementare, come il dopo-scuola a pagamento!

Un dopo-scuola a casa per sostituire i genitori

Se oggi si ricorre così frequentemente all’insegnante privato a casa per l’aiuto nei compiti, è perché la società si è evoluta. La vita dei genitori è fitta di impegni.

Le madri lavorano più delle generazioni precedenti. Entrambi i genitori stanno più al lavoro che a casa. Ciò fa sì che, una volta rincasati, non riescano a dedicarsi pienamente a tutti i compiti che il figlio ha per il giorno seguente.

Per sollevare i genitori da una parte del lavoro richiesto dai figli in età scolare, si è diffuso il dopo-scuola a domicilio.

Paradossalmente, se i genitori sono oggi competenti in molte materie (lingue straniere, matematica, commercio internazionale, per non parlare della lingua madre, naturalmente, o delle competenze in storia, filosofia, geografia…), il tempo è davvero poco per dedicarsi ai compiti dei figli, purtroppo.

Risulta logico, allora, ricorrere ad un professionista dell’accompagnamento scolastico.

L’aiuto nei compiti: soluzione utile per gli alunni in difficoltà

Quando si tratta di tuffarsi nel mare delle lezioni private a domicilio, due tipi di alunno vanno distinti.

Non c'è nessuna vergogna da provare per il fatto di farsi aiutare. Quando i libri raggiungono una tale altezza, forse è il caso di farsi aiutare!

Colui che non incontra alcuna difficoltà ed ha anzi ambizioni scolastiche tali da pensare ad università d’élite (all’estero o in Italia, private, per lo più).

E colui che necessità solo di un aiuto per non dover ripetere l’anno.

Per gli insegnanti privati, questo secondo tipo di alunno costituisce la vera e propria sfida. Si tratta di ragazzi con difficoltà accertate, che vanno salvati dal naufragio inesorabile verso cui sembra abbandonarli la scuola.

In tal caso, le ripetizioni a domicilio sono indispensabili. Lezioni personalizzate, esercizi interattivi, un tipo di insegnamento diverso e un modo di ripassare adattato. L’alunno impara diversamente. Come dicevamo sopra, il dopo-scuola si caratterizza soprattutto per una certa libertà pedagogica.

L’alunno sperimenterà così, oltre alla pedagogia propria dei suoi insegnanti di scuola, quella dell’insegnante privato, incrementando le proprie chances di capire ed apprendere matematica, chimica, inglese, etc.

Ricorrere al dopo scuola intensivo non garantisce al cento per cento il successo scolastico, ma di certo consente agli alunni di recuperare rispetto allo svolgimento del programma.

Grazie ad un insegnamento su misura, l’insegnante privato potrà attardarsi sui blocchi in matematica, ad esempio, o su altre debolezze.

Tutte cose quasi impossibili, a scuola, dato che l’insegnante deve far fronte ad una classe di altri numerosi alunni.

Le ripetizioni per puntare ad una scelta universitaria selettiva

L’altro profilo di alunno che richiede e prende lezioni private è quello di un adolescente che ha grandi progetti d’avvenire. Non si tratta solo di uscire con il massimo dei voti dalla scuola superiore, conoscendo a mena dito la matematica, il latino, il greco… Si tratta di puntare all’accesso a facoltà elitarie, il più delle volte.

Spesso spinti dai genitori, questi giovani non riescono a stare dietro a tutto: compiti di scuola e preparazione per l’avvenire.

A meno che non dispongano di un’intelligenza fuori dal comune. Nei casi di gente ”normale”, diciamo che ricorrere ad un insegnante privato a domicilio resta la scelta più opportuna.

Quest’ultimo potrà aiutare l’alunno ad andare più lontano nella comprensione delle lezioni:

  • L’aiuterà a praticare di più l’inglese e le altre lingue straniere studiate a scuola, per esempio;
  • Ad approfondire fisica e matematica per puntare ad una lode, in sede d’esame;
  • Gli svelerà un metodo efficace per ripassare;
  • Gli dedicherà tempo e supporto scolastico personalizzato, per verificare l’efficacia dei suoi metodi di studio ed assimilazione.

Fare appello ad un insegnante a domicilio non è quindi riservato agli alunni in difficoltà. Al contrario. Certo, magari non è il caso di precorrere troppo i tempi, ingaggiando un insegnante già all’epoca dell’asilo…

Ma all’approssimarsi di scadenze importanti, conviene pensare a questa possibilità!

Aiuto ai compiti personalizzato e domiciliare

Per questione di mezzi, notoriamente parchi nell’istruzione pubblica, si tende ormai, in molte scuole, a ridurre la permanenza a scuola degli alunni. Naturalmente gli studenti delle medie ne sono felicissimi.

Tutto sta nel prendere in mano il bastone prima che sia troppo tardi. Le ripetizioni private possono essere un valido bastone per proseguire nel percorso scolastico!

Ma che dire dell’acquisizione di un programma condensato in meno tempo?

Il dopo-scuola, le ripetizioni a domicilio in diverse materie divengono più che mai attuali, in questo contesto. I compiti, i programmi, restano comunque densi e ricchi ad ogni grado scolastico, perfino all’università.

E l’importanza del lavoro personale a casa è enorme. È ciò che determina il livello delle competenze, e naturalmente anche i voti, dei giovani.

Quando si è ancora piccoli, però, non si ha sempre voglia o capacità di studiare da soli. Non si conosce sempre l’importanza di una dedizione regolare.

Ed è specialmente a questo aspetto che si dedica il dopo-scuola a domicilio, con accompagnamento ai compiti a casa. Si può parlare di vero e proprio trittico del dopo scuola: genitori, insegnante ed alunno devono lavorare e progredire insieme.

Va sottolineato che il dopo-scuola non è riservato solo agli alunni in difficoltà. Esso può spesso configurarsi come un accompagnamento ai compiti di lunga durata, che aiuta l’allievo a lavorare seriamente.

L’insegnante del doposcuola: la nuova figura del trainer scolastico

È importante vedere l’insegnante privato sotto un’inquadratura differente. Non si tratta esattamente di un insegnante, posto in posizione gerarchica superiore come in classe. E non si tratta nemmeno di un compagno. Anche se questi riceve l’alunno a casa propria.

La sua posizione è inedita, rispetto a quelle degli insegnanti che tuo figlio già conosce. L’insegnante privato gli si rivolgerà usando un registro più confidenziale, pur restando sempre un mentore e controllore.

L’obiettivo di questo mentore non è fare colpo, né correre col programma per allinearsi ai dettami del ministero.

Questo personal trainer deve semplicemente fare capire i contenuti delle lezioni al giovane alunno.

Il frutto del lavoro di questo insegnante privato si misura così: la lezione viene capita?

Per giungere al proprio scopo, l’insegnante dovrà svolgere davvero bene il proprio ruolo di guida scolastica. Dovrà fornire le chiavi teoriche e pratiche al ragazzo. E non solo.

Infatti, per giungere a risultati, l’insegnante privato dovrà infrangere delle barriere psicologiche create dalla scuola stessa. Egli diverrà suggeritore per far carpire “il perché del come” e districare tutto.

E ciò potrà avvenire per ogni sorta di disciplina: matematica, italiano, fisica, latino, greco, inglese, tedesco, chimica, scienze della terra…

L’aiuto ai compiti: un’altra scuola della vita

Non è detto che le ripetizioni servano il successo scolastico allo studente, ma sicuramente gli danno le chiavi per accedervi. Le ripetizioni private: una garanzia di successo?

La scuola, in generale, deve fornire, istruzione, educazione, socializzazione e prospettive per il futuro.

Le ripetizioni a pagamento intervengono, in tale quadro, come un vero e proprio complemento.  Esse colmano le lacune lasciate dalla scuola materna, dalla scuola elementare, dalla scuola media, dal liceo, dall’università.

Lo scopo del dopo-scuola è intervenire su piccoli dettagli dell’esistenza scolastica. Ad esempio relativamente a materie che generano vera e propria sofferenza nei giovani allievi.

Quando un adolescente si blocca, ogni progresso è impensabile: è allora il momento di ricorrere ad un insegnamento su misura, per superare il problema.

E tu che aspetti per lanciarti nell’avventura del dopo-scuola?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar