Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Aiuto ai compiti a domicilio: quando l’insegnante si adatta all’alunno…

Di Igor, pubblicato il 30/11/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Ripetizioni Private Personalizzate e Su Misura per lo Studente!

Se le ripetizioni a domicilio conoscono un tale successo, è che non hanno nulla di standardizzato.

E del resto, che senso avrebbe proporre lezioni di recupero simili ad ogni studente, quando le esigenze variano da un ragazzo all’altro? I giovani che ricorrono alle ripetizioni a domicilio o via webcam, si sa, hanno profili differenti.

Pensiamo alla personalità, al temperamento, al modo di prendere la scuola e, più in dettaglio, di registrare quanto avviene in classe.

La parola chiave di un insegnante privato dev’essere «su misura». Esiste un tale insegnante? Dove si trova? Cosa chiedere all’insegnante, per ottenere un’assistenza individualizzata per il proprio figlio? Il dopo-scuola a pagamento, in cosa consiste esattamente?

Come scegliere il giusto insegnante per l’aiuto ai compiti?

In qualità di genitore, hai deciso di fornire a tuo figlio un dopo-scuola di qualità? Che si tratti di un alunno della scuola elementare, delle medie o di un liceale, sappi che avrai modo di scovare numerose lezioni a domicilio.

Sul database di Superprof, ad esempio, e non solo…

Dove trovare colui che terrà il dopo-scuola per tuo figlio?

Dovrai passare in rassegna diversi insegnanti privati prima di trovare quello giusto per tuo figlio, Mettiti nella pelle dei selezionatori per riuscire a trovare il buon insegnante!

Ora che sei consapevole dei problemi di tuo figlio e del tipo di soluzione da adottare, si pone una questione: dove trovare il buon professore?

Se non sei del mestiere, non è detto tu sappia già come fare.

Cerca dapprima attorno a te. Il quartiere, il paese, il pase accanto. Sono molti gli insegnanti sparsi qua e là. Affiggi e consulta annunci a scuola, dal panettiere…

A volte è proprio semplice lanciarsi nel mondo delle ripetizioni online e a domicilio!

Naturalmente, cerca di consultare anche internet. Lì è davvero semplice trovare un insegnante per le lezioni di dopo-scuola! Cominciando, ovviamente, dal sito di Superprof e dal suo database che comprende nominativi di tutta Italia.

Il vantaggio di Superprof è che si può cercare per materia, poi per localizzazione geografica. In pochi click trovi decine di insegnanti che lavorano vicino casa tua.

Che domande porre all’insegnante privato?

Una volta lanciata la ricerca, dovrai porre quesiti ai papabili che hai preselezionato, al fine di reperire colui che sarà in grado di proporre a tuo figlio un dopo-scuola su misura.

Questa intervista preliminare è importantissima. Ogni insegnante ha delle qualità proprie. Un’esperienza. In base alle tue necessità, recupero o rinforzo della media, ti converrà un insegnante piuttosto che un altro.

Quali domande porre, allora?

Eccoti degli esempi:

  • Quali discipline insegna?
  • Qual è l’apporto del dopo-scuola?
  • È specializzato in una o più materie?
  • Qual è il suo percorso da professore?
  • Che esperienza ha nel dopo-scuola, nell’accompagnamento ai compiti?
  • Ha già fatto del dopo-scuola a casa?
  • Quale pedagogia per il rinforzo scolastico?
  • Con quali supporti (tecnologici) lavora?
  • Che prezzi ha?
  • Potrà assistere il ragazzo regolarmente?
  • Pensa di poter far risalire la media del ragazzo?

Scopo delle domande: capire chi è questo insegnante privato, aldi là dello schermo. Potrà entrare in sintonia col ragazzo?

Saprà dare lezioni di matematica come si deve? Saprà far ripassare l’Italiano, le lingue straniere…

Il colloquio preliminare del dopo-scuola: indispensabile!

Ricordati di porre le domande giuste, per capire veramente chi ti trovi di fronte. Spetta a te il ruolo del selezionatore: così potrai trovare il buon insegnante!

Se è bello porre tutte queste domande all’insegnante privato a domicilio, sappi che avrà luogo anche l’esatto contrario!

Se l’insegnante che hai selezionato è serio, prima di intraprendere le ripetizioni a pagamento, effettuerà a sua volta un interrogatorio. Deve infatti capire chi ha davanti. Recupero nozioni mal comprese o rinforzo di competenze già acquisite? Se i genitori, per mancanza di tempo, richiedono solo un aiuto durante la settimana, affinché tutti i compiti vengano svolti, è una cosa. Se invece domandano una vera e propria pedagogia dedicata, per far sì che il ragazzo riesca meglio a capire le lezioni in classe, è tutt’altra cosa.

Quest’ultima opzione è senza dubbio estremamente più impegnativa rispetto alla prima, ma saprebbe essere foriera di esperienze migliori, nettamente più gratificanti per un insegnante che ami il proprio mestiere!

L’obiettivo di queste domande poste dall’insegnante privato è capire i bisogni di tutti: del ragazzo e dei suoi genitori. E si tratta anche di poter scegliere un metodo di lavoro personalizzato, ovviamente. Un buon insegnante privato sa che non esiste un modo di insegnare unico, valido per ogni ragazzo, per ogni alunno che incontrerà a lezione. Le ore di corso che impartirà e la relativa pedagogia adottata dovranno essere flessibili.

L’adattamento è la parola chiave. Ecco perché l’insegnante privato vi porrà molte domande, prima di cominciare. E se non dovesse farlo, poniti dei dubbi in proposito, prima di sceglierlo.

Quali domande porrà l’insegnante privato?

Eccoti i quesiti che probabilmente porrà l’insegnante privato, prima di affrontare le lezioni ed il programma:

  • Come va il ragazzo a scuola?
  • Che media di voti ha?
  • Posso conoscere i voti e i giudizi dati dagli insegnanti?

In caso di difficoltà a scuola (elementari, medie, superiori):

  • Da quanto tempo esistono tali difficoltà?
  • In che occasione sono apparse?
  • Il ragazzo ha difficoltà a capire delle nozioni, o si sente mal disposto psicologicamente rispetto alla disciplina e all’insegnante di scuola?
  • A quale media si vorrebbe tendere?

Se si tratta di un semplice recupero:

  • Quali parti del programma sono problematiche per il ragazzo?
  • Si desidera qualche lezione di controllo, sporadica o un’assistenza ai compiti regolare per la durata dell’intero anno?
  • Il ragazzo necessita dell’acquisizione di un nuovo metodo di studio e ripasso?
  • A che media di voti vuole tendere?

Se il ragazzo è già bravo a scuola:

  • Quali parti del programma vanno riviste?
  • Che indirizzo di studi vuole prendere alle superiori o all’università?
  • Si richiedono lezioni di dopo-scuola o ripetizioni per ripassare il programma di una disciplina specifica?

L’avrete capito, il fine dei colloqui preliminari è far emergere, punto per punto, le necessità del giovane, poi le soluzioni adeguate.

Ripetizioni private studiate sui punti forti e deboli dell’alunno

Ripetizioni in funzione dell’alunno

Il profilo più frequente (anche nelle richieste di dopo-scuola on line), tra coloro che chiedono ripetizioni, è quello dell’alunno in difficoltà a scuola.

Trova sin da subito un insegnante privato, soprattutto se i tuoi impegni di lavoro ti impediscono di seguirlo durante i compiti a casa. Se vuoi evitare che tuo figlio venga bocciato, non tardare!

I genitori vengono presi alla sprovvista, molte volte, dalle difficoltà scolastiche dei figli. La minaccia di una bocciatura, poi, arriva come un falco. E qualsiasi genitore vuole evitare una tale catastrofe per il proprio ragazzo.

L’insegnante privato dovrà, in simili circostanze, adattare le proprie lezioni in funzione delle necessità degli alunni.

Evidentemente, dovrà affrontare il blocco psicologico. La comprensione non avviene, l’alunno non riesce a capire le nozioni. L’insegnante del dopo-scuola non potrà allora imitare l’insegnante di scuola. Né potrà insegnare allo stesso modo a due alunni con difficoltà diverse.

L’aspetto psicologico è fondamentale. L’insegnante non può tralasciarlo. Da dove proviene il blocco?  Ecco che una ripetizione di matematica (la disciplina del dopo-scuola tipicamente mal vissuta, forse la peggiore) diventa molto più che una semplice lezione privata.

Ecco cos’è il dopo-scuola. L’insegnante può scavare nel profondo.

Lezioni ad hoc, adatte al temperamento di ogni alunno

Gli studenti non hanno tutti le stesse necessità, né la stessa personalità! Nel caso delle ripetizioni a domicilio, che a volte potrebbero essere vissute come una vera punizione, Occorrerà che qualcuno migliori l’atmosfera!

Certi alunni appariranno svogliati e pessimisti. L’insegnante privato dovrà dapprima intervenire su questo fattore.

Altri alunni sono molto timidi in classe. Ed il dopo-scuola faccia a faccia, al contrario, domanderà una loro particolare proattività.  Che pongano quesiti, discutano, siano curiosi. L’insegnante, amichevolmente, dovrà riuscire ad instaurare tale clima, abbattendo barriere.

Insomma, i profili variano. Ecco la particolarità del dopo-scuola. Ogni lezione privata è a se stante, su misura.

Le ripetizioni a casa, un accompagnamento nel tempo!

Non si tratta di un evento “one shot”! Il dopo-scuola è tutt’altro. Non basterà seguire due o tre lezioni a domicilio per avere dei voti migliori. Il dopo-scuola può durare nel tempo. Il professore potrebbe accompagnare lo studente per l’intera scolarità.

Il doposcuola segue e deve seguire un programma, una strategia strutturati, che si spalmano nel tempo, nel corso di diverse settimane, di diversi mesi.

Le ripetizioni possono servire da trampolino di lancio per il futuro scolastico e lavorativo. Non vedere solo un’ora di ripetizioni: pensa al futuro!

Possiamo allora parlare di accompagnamento ai compiti, accompagnamento scolastico, assistenza costante e regolare allo studio. Questo quadro consentirebbe all’insegnante privato di svolgere davvero un “ruolo di mentore a tutto tondo”, avendo il tempo e i modi di assumerne tutti gli aspetti e svolgerne le funzioni.

Un insegnante a domicilio che, poco per volta, conosca debolezze e punti di forza del tuo ragazzo. Gli obiettivi, in tal caso, si susseguiranno… Superare la licenza media, scegliere bene la scuola superiore, appassionarsi ad un ramo per poi optare per una facoltà piuttosto che per un’altra…

Il dopo-scuola on line è efficace?

Noi di Superprof ci sentiamo di incoraggiare le ripetizioni on line. Come mai?

Professori ed allievi, a causa della distanza, dei costi del trasporto, di problemi di tempo, a volte non riescono ad incontrarsi personalmente. Ma se un insegnante avesse tra le mani un metodo davvero efficace e adatto a tuo figlio, non sarebbe peccato rinunciarvi?

Soluzione: attuare un sistema di ripetizioni via webcam. Grazie a Skype, o ad altri programmi per la videoconferenza, insegnante ed alunno entreranno in comunicazione durante l’ora di dopo-scuola a pagamento. Il metodo appare ovviamente più impersonale, ma ha anch’esso la sua efficacia.

Pensaci! Attenzione, però: lo sgravio fiscale di cui sopra si applica solo alle ripetizioni regolarmente dichiarate.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar