"La musica è semplicemente là per parlare di ciò di cui la parola non può parlare. In questo senso, la musica non è del tutto umana." Pascal Quignard

Secondo una ricerca Ipsos, 9 italiani su 10 si interessano all'attualità musicale. 

Se il tuo sogno è di diventare chitarrista, ti consigliamo vivamente di seguire le nuove tendenze e ascoltare musica di ogni genere.

Imparare a suonare è un processo lungo, ma se saprai mantenere alta la motivazione, le ricompense e le soddisfazioni nel tempo saranno davvero tante!

Scala pentatonica, riff, ritmo, accordi... tra te e la tua chitarra non devono esserci segreti. Per arrivare a questo risultato, dovrai esplorare il tuo strumento in lungo e in largo, imparando diverse tecniche ed esercizi, tra cui figura la scala cromatica.

Che cos’è una scala cromatica?

Imparare la differenza tra le scale ti permetterà di diventare un musicista esperto.
Sapevi che la scala cromatica non possiede una tonalità, poiché include tutte le note?

Una scala cromatica è una scala completa, utilizzata in particolare per le transizioni. Non si tratta di una scala melodica, ma permette di migliorare la propria tecnica e di eseguire dei ponti tra diverse tonalità.

Questa scala è composta da dodici gradi, che distano tutti un semitono gli uni dagli altri. Tutte le note sono quindi separate dallo stesso intervallo minimo, ed è di conseguenza impossibile determinare la tonalità della scala. Una scala cromatica è quindi atona: ne esiste una sola per tutte le tonalità. 

La scala cromatica include quindi tutte le note e le loro versioni alterate, fino all’ottava superiore. 

Partendo dal Do, la scala cromatica è quindi: Do Do# Re Re# Mi Fa Fa# Sol Sol# La La# Si Do. 

Tieni a mente che tra il Mi e il Fa e tra il Si e il Do, c'è solo un semitono di distanza. Non esistono quindi il Mi# o il DOb - o per meglio dire, queste note corrispondono al Fa e al Si.

Tra l'inizio e la fine della scala, si conteranno quindi in tutto 12 note.

In realtà, nel caso delle note variate, esistono sempre due diciture: scrivere Do# corrisponde a scrivere Reb, poiché entrambe le diciture indicano il suono che si trova tra il Do e il Re.

Prima di imparare a eseguire la scala cromatica, impara le basi delle scale maggiori e delle scale minori.

Davide
Davide
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (10) 15€/h
Prima lezione offerta!
Valerio
Valerio
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (12) 29€/h
Prima lezione offerta!
Giovanni
Giovanni
Prof de Chitarra
4.75 4.75 (8) 20€/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
Lorenzo
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (31) 20€/h
Prima lezione offerta!
Giacomo
Giacomo
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (13) 25€/h
Prima lezione offerta!
Antonino
Antonino
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (6) 25€/h
Prima lezione offerta!
Federico
Federico
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (10) 20€/h
Prima lezione offerta!
Davide
Davide
Prof de Chitarra
4.95 4.95 (20) 20€/h
Prima lezione offerta!

Qual è la differenza tra scala cromatica e scala diatonica? 

Qual è il tuo strumento preferito?
Sulla tastiera di un pianoforte, per eseguire una scala cromatica, basta suonare, seguendo l'ordine, tutti i tasti di un'ottava, inclusi quelli neri.

La scala diatonica è raramente utilizzato dai chitarristi, ma può servire a capire meglio la teoria musicale. 

Il termine diatonico è di origine greca e significa "che attraversa i toni". La scala diatonica è quindi composta dalle 7 note naturali della musica: Do Re Mi Fa Sol La Si Do. 

Anche questa scala non possiede una tonalità. Si può suonare solo in un modo: Do Re Mi Fa Sol La Si Do.

Non noti niente di strano? Esatto! La scala diatonica corrisponde nota per nota alla scala di Do maggiore, con la differenza che la scala maggiore può essere suonata in altre tonalità. 

La scala diatonica è una versione ridotta della scala cromatica. 

Quest’ultima è composta da semitoni cromatici e diatonici al contempo: 

  • Un intervallo tra due note uguali è chiamato un semitono cromatico (tra Re e Re#, ad esempio), 
  • Un intervallo tra due note diverse sarà un semitono diatonico (tra Sol# e La, per esempio). 

Come suonare la scala cromatica con la chitarra? 

I migliori chitarristi sono in grado di eseguire diversi tipi di scale.
Difficilmente eseguirai un giorno una scala cromatica su un palcoscenico, ma questa può servirti a migliorare la tua tecnica.

La scala cromatica prevede 12 posizioni. Può essere suonata con una chitarra acustica, una chitarra folk o una chitarra elettrica. 

In una prima fase, l’esercizio di base dei cromatismi è di suonare quattro note consecutive su una stessa corda. L’obiettivo è di individuare l’esercizio ovunque sul manico spostandosi poco a poco. Per esempio: 

  • Corda di Re (IV corda): indice sul tasto 5, medio sul 6, anulare sul 7, mignolo sull’8, 
  • Corda di Sol (III corda): indice sul tasto 5, medio sul 6, anulare sul 7, mignolo sull’8, 
  • Corda di Si (II corda): indice sul 5, medio sul 6, anulare sul 7, mignolo sull’8, 
  • Corda di Mi acuto (I corda): indice sul tasto 5, medio sul tasto 6, anulare sul tasto 7, mignolo sul tasto 8. 

Puoi anche eseguire lo stesso esercizio spostando le dita verso i tasti acuti della chitarra.

Inizia con la corda di Mi grave, con l’indice sul IV tasto, poi scendi fino alla corda di Mi acuto. Sposta in seguito le dita da un tasto verso gli acuti e risali. Dopodiché, muovi allo stesso modo le dita fino al tasto 10/11. Inizia a un ritmo lento, e accelera mano a mano che diventi più sicuro nei movimenti.

Vedrai, facendo questo esercizio tutti i giorni, i tuoi progressi risulteranno visibili rapidamente. 

Fai attenzione a non iniziare su tasti troppo gravi e allena il mignolo affinché non sia troppo debole. Allenati anche servendoti del plettro, con movimenti di andata e ritorno.  

Ogni nota deve avere la stessa durata, anche quando cambi corda. Serviti di un metronomo per non perdere il ritmo.

Inoltre, ogni nota deve suonare perfettamente e risultare pulita. Non avere fretta! Ti conviene avanzare progressivamente ma in maniera sicura piuttosto che rapidamente ma in modo sbrigativo.

Questo esercizio permette di allenare la mano sinistra (destra per i mancini) posizionando le dita e cercando di isolare i movimenti prima di iniziare a eseguire la scala cromatica. Rinforzerai la destrezza, la coordinazione, la flessibilità e la precisione delle dita. 

Sapresti dire che nota indica la lettera D?
Per suonare bene la chitarra, dovrai imparare la notazione anglosassone delle note, che vengono indicate con delle lettere.

La posizione della mano sinistra 

Se la mano destra si muove in maniera abbastanza naturale per pizzicare le sei corde, bisogna fare attenzione a posizionare correttamente anche la mano sinistra. 

Dovrai sciogliere un po’ il polso per flettere le dita della mano sinistra sul manico. 

Fai attenzione anche ad appoggiare bene la punta delle dita sulle corde della chitarra, e non l'ultima falange o altri punti. Ti consigliamo di tenere le unghie di questa mano corte.

Posiziona inoltre le dita il più vicino possibile alla barra di separazione: se devi suonare una nota sul III tasto, premi il dito il più vicino possibile alla barra di separazione tra il secondo e il terzo. Si tratta infatti del punto di pressione ottimale, a condizione ovviamente di non appoggiare le dita direttamente sulla barra! 

Inoltre, finché suoni nella stessa area del manico, la mano non dovrebbe muoversi, ma dovrebbero invece essere le dita a muoversi per cambiare corda o posizione. Cerca quindi di mantenere la mano nella stessa posizione.

Ecco un ottimo modo per rendere le dita indipendenti. Come sempre, esercitati lentamente all'inizio, per poi accelerare progressivamente.

Dedica quindi molta attenzione alla tua mano sinistra. 

Infine, sposta le dita al momento giusto: quando hai utilizzato l’indice, lascialo in posizione fino a quando utilizzi il medio e così via. L’obiettivo è sviluppare la forza di ogni dito, in particolare il mignolo, aiutandosi il meno possibile con la mano e col polso. 

Iniziare a suonare la chitarra richiede un certo numero di riflessioni. Ecco perché ti consigliamo di  prendere almeno qualche lezione di chitarra per principianti o di fare un corso chitarra online. Eviterai così di prendere cattive abitudini e potrai inoltre progredire rapidamente.

Conosci i diversi tipi di scale che puoi eseguire alla chitarra? Scoprile con noi!

A cosa serve la scala cromatica  

Ricorda che suonare la chitarra può essere considerata un'attività sportiva.
Eseguire esercizi di riscaldamento prima di iniziare a suonare ti permetterà di eseguire movimenti più fluidi.

Suonare la chitarra, significa acquisire un gran numero di conoscenze, che vanno dall'esecuzione degli accordi di base a tecniche più complesse come l'arpeggio.

Che tu voglia suonare il blues rock, il jazz manouche, improvvisare o esibirti in assoli, la scala cromatica ti aiuterà ad avere il controllo dello strumento.

Scaldarsi con la scala cromatica 

La mano è piena di piccoli muscoli forti. Quando suoni la chitarra, la maggior parte dello sforzo si concentra nelle mani. Come uno sportivo, il chitarrista esegue gesti controllati, intensi e ripetuti. 

Così, come prima di un allenamento, è buona pratica scaldare i muscoli per prepararli ed evitare di farsi male con movimenti troppo repentini.

Comincia con lo stirare le dita e i polsi: 

  • Allunga il braccio in orizzontale e le dita verso il cielo. Tira con dolcezza le dita verso il dorso della mano per 5 secondi, servendoti dell'altra mano. Non forzare troppo e respira lentamente durante l'esecuzione dell'esercizio. Esegui questo esercizio 3 volte per ogni mano,
  • Ricomincia l’esercizio precedente, ma questa volta puntando le dita verso il suolo questa volta. Eseguilo nuovamente tre volte per ogni mano,
  • Chiudi le tue mani giunte, incrociando le dita come nella foto precedente, ed esegui poi una decina di movimenti circolari,
  • Infine, per sciogliere le dita, posa i pollici sul palmo della mano, richiudi le dita al di sopra ed esegui una leggera pressione. Effettua questo esercizio 3 volte per ogni mano, mantenendo la pressione per 5 secondi. 

Ora puoi iniziare ad eseguire i cromatismi per gruppi di tre o quattro prestando un’attenzione particolare alle tue dita. L’obiettivo non è di andare veloce, ma di svolgere gli esercizi senza esitazioni. 

La scala cromatica come esercizio tecnico 

Come visto precedentemente, eseguire i cromatismi è un eccellente esercizio tecnico per imparare a suonare la chitarra, soprattuto per chi non prende lezioni chitarra.

Fare i cromatismi permette anche di sciogliere le dita e di rinforzarle, ma anche di guadagnare agilità, destrezza, ritmo e economia del movimento. 

Se trovi l’esercizio precedente troppo facile, sentiti libero di eseguire i cromatismi sui tasti 5, 6, 7 o 8. 

Utilizzare la scala cromatica come una scala di passaggio 

Siccome la scala cromatica è atonica, è possibile servirsene per passare da una scala all'altra.

Due note che non funzionano bene insieme nella stessa scala, suoneranno meglio se unite con dei cromatismi. Questa tecnica è particolarmente utile durante l’improvvisazione. 

Dare più sfumature quando si improvvisa

Chi fa improvvisazione, soprattutto se principiante, tende ad eseguire solo le scale e gli accordi che si conoscono e che si padroneggiano bene. Integrare i semitoni cromatici e diatonici permette di rendere il suono più eterogeneo.

Fai attenzione però a suonare queste note abbastanza rapidamente, in modo da garantire l’armonia dell'improvvisazione e renderla più interessante. 

Pronto a esercitarti con la scala cromatica per diventare un chitarrista esperto? 

Trova lezioni di chitarra a domicilio o un corso di chitarra online su Superprof.it!

Impara anche a suonare la scala pentatonica!

Bisogno di un insegnante di Chitarra?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.