"Talvolta, la cosa più bella da fare con una chitarra è semplicemente guardarla."

Tom Yorke

Se però ti limiti a guardarla, difficilmente riuscirai a realizzare il tuo sogno di diventare un chitarrista professionista e di esibirti di fronte a una folla in delirio per la tua abilità musicale!

Secondo uno studio di Digital Music News, i millennials ascoltano inoltre molta più musica rispetto alla generazione dei loro genitori, quella dei baby boomers, ma anche in questo caso, l'ascolto non assicura di certo un buon livello di dimestichezza con lo strumento, che si parli di accordi, di arpeggi o di diteggiature.

La chitarra non fa eccezione: non è contemplandola o ascoltando brani che imparerai a suonare la scala minore, la pentatonica, l'armonica, la melodica o la scala di Do maggiore. Per diventare un vero e proprio Guitar Hero bisogna avere molta pazienza e perseveranza, esercitandosi tutti i giorni, facendo scorrere le dita sulla tastiera del proprio strumento alla ricerca di nuovi accordi, fino a quando non si sarà in grado di spostarsi di un tono o un semitono (trasformando così la nota in diesis o bemolle), salendo o scendendo per un'ottava. Questo esercizio si chiama scala, e ne esistono di diversi tipi, a seconda della distanza che intercorre tra i diversi toni: scale maggiori, scale minori, scale pentatoniche, ecc...

In questo articolo, vediamo insieme come suonare una scala maggiore alla chitarra, ovvero la più semplice e la più celebre delle scale musicali, nonché la base su cui sono state costruite tutte le altre scale per chitarra, pianoforte, violino, ecc...

Sapevi che il tipo di scala usato per comporre un brano, così come i cambi di ottava, influenza molto l'effetto prodotto sull'ascoltatore? La scala maggiore ha tendenza ad essere utilizzata per brani più allegri, mentre la scala minore possiede ad esempio un aspetto più triste e malinconico.

Sogni di diventare un guitar hero? Scopri i segreti della scala minore o delle scale pentatoniche con un corso di chitarra! Avrai anche la possibilità di programmare qualche lezione di chitarra online!

I migliori insegnanti di Chitarra disponibili
Davide
5
5 (43 Commenti)
Davide
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (22 Commenti)
Paolo
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (14 Commenti)
Antonino
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giovanni
4,9
4,9 (13 Commenti)
Giovanni
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Danilo
5
5 (32 Commenti)
Danilo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (34 Commenti)
Lorenzo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (11 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giacomo
5
5 (25 Commenti)
Giacomo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Davide
5
5 (43 Commenti)
Davide
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (22 Commenti)
Paolo
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Antonino
5
5 (14 Commenti)
Antonino
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giovanni
4,9
4,9 (13 Commenti)
Giovanni
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Danilo
5
5 (32 Commenti)
Danilo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (34 Commenti)
Lorenzo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (11 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giacomo
5
5 (25 Commenti)
Giacomo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Cos’è una scala maggiore alla chitarra?

La scala di Do è la successione di note più celebre: do re mi fa sol la si do
Tutti conoscono la scala maggiore di Do, anche chi non suona nessuno strumento!

Iniziamo la nostra esplorazione nel mondo delle scale per chitarra con la scala maggiore di Do. Questa scala fa parte del patrimonio collettivo dell'umanità, poiché tutti la conosciamo a memoria, anche se spesso non sappiamo di conoscerla.

Non ci credi?  Facciamo un esperimento: chiedi alla prima persona che incontri di dirti quali sono le sette note musicali, e nella stragrande maggioranza dei casi otterrai come risposta:

Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si(, Do). 

Signore e signori, ecco a voi la scala di Do maggiore. 

Queste note corrispondono esattamente alla successione di tasti bianchi sulla tastiera del pianoforte. Si tratta della scala di riferimento per tutti i musicisti e aspiranti tali, perché tutte le altre scale sono costruite a partire della scala maggiore. 

Per ottenere altre scale infatti, dovrai solo alterare la distanza tra le diverse note che le compongono, togliendo o aggiungendo un tono o mezzo tono da alcune note.

Capire com'è costruita la scala maggiore è dunque fondamentale per imparare a suonare la chitarra ed eseguire correttamente le altre scale, tra cui le scale minori.

Com'è strutturata la scala maggiore? 

La scala maggiore è composta da 7 note. Proprio per questo, rientra sotto la definizione di scala eptatonica.

All'interno della scala, ogni nota dista al massimo un tono dalla precedente e dalla seguente.

Ti consigliamo vivamente di imparare a memoria gli intervalli tra una nota e la seguente: 

  • dalla I^ alla II^ : 1 tono,
  • dalla II^ alla III^ : 1 tono,
  • dalla III^ alla IV^ : 1/2 tono,
  • dalla IV^ alla V^ : 1 tono,
  • dalla V^ alla VI^ : 1 tono,
  • dallaVI^ alla VII^ : 1 tono,
  • dalla VII^ alla I^ : 1/2 tono.

Sulla tastiera del pianoforte, i semitoni si suonano coi tasti neri, tranne nel caso dell'intervallo tra il Mi e il Fa e tra il Si e il Do, già considerati semitoni (ecco perché la scala maggiore di Do al pianoforte non prevede l'uso dei tasti neri). Sulla tastiera della chitarra invece, l'intervallo di un semitono si ottiene passando al tasto successivo, mentre l'intervallo di un tono si ottiene spostando le dita di due tasti.

Sapresti dire quanti tipi di scale esistono?
Pensare di dover imparare a memoria ogni singola scala può dare le vertigini, ma non preoccuparti: esistono schemi e tecniche mnemoniche che permettono di passare facilmente da una scala all'altra.

Ecco due mezzi mnemotecnici possono aiutarti a ricordare questa struttura: 

  • 1T – 1T – 0,5T – 1T – 1T- 1T – 0,5T,
  • oppure 2 – 2 – 1 – 2 – 2 – 2 – 1.

La seconda formula indica la durata delle note, ma anche il numero di tasti che bisogna saltare per ottenere la nota successiva. Ad ogni modo, vedrai che è più facile a farsi che a dirsi: prendi in mano la tua chitarra e inizia subito ad esercitarti a suonare la scala maggiore alla chitarra!

Se hai bisogno di aiuto, ricorda che ti basterà scrivere su google scale maggiori chitarra tab o scale maggiori chitarra pdf per accedere a documenti che ti indicheranno tutte le diteggiature e gli esercizi migliori da svolgere per migliorare con le scale. Anche su siti quali www.lezionidichitarramoderna.com o www.chitarra-online.it troverai moltissime risorse preziose per diventare un professionista!

Tenendo bene a mente la struttura della scala maggiore, non ci sarà bisogno di imparare a memoria tutte le altre scale maggiori. Potrai iniziare con qualsiasi nota (la nota iniziale dà il nome alla scala) e costruire la successione giusta appoggiandoti soltanto sullo schema appena visto. Così, ad esempio, la scala maggiore di Re risulterà essere: Re – Mi – Fa# – Sol – La – Si – Do# – Re; quella di Mi: Mi – Fa# – Sol# – La – Si – Do# – Re# – Mi; e così via.

Attenzione però: per rispettare gli intervalli in una scala maggiore, dovrai talvolta alterare le note suonando un diesis (+1/2 tono) o un bemolle (-1/2 tono). 

Per entrare nell'ambito tecnico, la scala maggiore è chiamata così poiché c’è un intervallo di due note tra la tonica (Do), ovvero la nota iniziale della scala, e la modale (Mi), terza nota della scala. 

Le note in una scala maggiore vengono anche chiamate:

  • I: tonica
  • II: sopratonica
  • III: Caratteristica, mediante o modale
  • IV: sottodominante
  • V: dominante
  • VI: sopradominante
  • VII: sottotonica

Vuoi diventare un vero esperto? Impara anche a suonare la scala pentatonica, o a dilettarti con la scala cromatica.

Scale maggiori per chitarra: quali sono le note che le compongono? 

Le scale fanno parte degli esercizi fondamentali per gli aspiranti chitarristi.
Per diventare chitarristi di successo bisogna esercitarsi molto.

Nei corsi di chitarra, imparerai rapidamente la scala diatonica, per poi passare a metodi musicali più complessi, come le scale blues con il modo misolidio. Ma come lo indica il suo nome, la scala maggiore è fondamentale per qualsiasi musicista.

Che tu suoni la chitarra jazz, la chitarra acustica o la chitarra elettrica, dovrai imparare a eseguire questa scala senza nemmeno pensarci se vuoi ambire a un livello medio-alto di tecnica musicale. Questo significa che quando ti sarà detta una nota, dovrai saper suonare la sua scala maggiore senza esitare un minuto. Questo è essenziale per riuscire in seguito ad eseguire scale più complesse e meno comuni.

Per aiutarti a capire meglio cosa si intenda per scala musicale e come vengono costruite le diverse scale, ti consigliamo di dare un'occhiata a questo interessantissimo video di Stefano Rossi, chitarrista e maestro di chitarra che sul suo canale YouTube offre moltissimi approfondimenti sul mondo della chitarra e della musica in generale:

Ricordare gli intervalli che intercorrono tra le diverse note è il miglior modo per imparare le scale, ma in un primo momento potresti aver bisogno di imparare a memoria la successione di note, senza ragionare troppo su toni e semitoni. Ecco la lista della successione di note nelle diverse scale:

  • Do Re Mi Fa Sol La Si Do,
  • Sol La Si Do Re Mi Fa# Sol,
  • Re Mi Fa# Sol La Si Do# Re,
  • La Si Do# Re Mi Fa# Sol# La,
  • Mi Fa# Sol# La Si Do# Re# Mi,
  • Si Do# Re# Mi Fa# Sol# La# Si,
  • Fa Sol La Sib Do Re Mi Fa,
  • Reb Mib Fa Solb Lab Sib Do Reb,
  • Lab Sib Do Reb Mib Fa Sol Lab,
  • Mib Fa Sol Lab Sib Do Re Mib,
  • Sib Do Re Mib Fa Sol La Sib,
  • Fa# Sol# La# Si Do# Re# Mi# Fa#,
  • Do# Re# Mi# Fa# Sol# La# Si# Do#,
  • Sol# La# Si# Do# Re# Mi# Fa# Sol#,
  • Re# Mi# Fa# Sol La Si Do# Re#,
  • Solb Lab Sib Dob Reb Mib Fa Solb.

Sei un/una chitarrista esperto/a e ti piacerebbe trasmettere le tue conoscenze a nuove generazioni di aspiranti musicisti? Non aspettare: crea oggi stesso un profilo sulla nostra piattaforma e trova allievi a cui insegnare le basi della chitarra in pochi clic!

Preferisci la chitarra classica, la chitarra acustica o la chitarra elettrica?
Puoi imparare a suonare le scale maggiori su qualsiasi tipo di chitarra!

Quando avrai imparato le scale maggiori, impara le basi delle scale minori con le lezioni Superprof! Potrai ad esempio suonare una parte di un brano composto a partire dalla scala minore, o fare esercizi più tecnici per approfondire la tua conoscenza musicale.

Ricorda che ogni tipo di scala ha le proprie caratteristiche uniche, che la distinguono da tutte le altre. Conoscere bene le scale e le loro peculiarità è un enorme vantaggio per chi vuole comporre brani musicali originali, poiché consente di rendere la composizione più allegra, più malinconica, ecc...

Sei più un/una tipo/a da chitarra classica, acustica o jazz?

Scale maggiori chitarra: come suonarle? 

La capacità di eseguire la scala di Do è una delle basi che ogni musicista deve acquisire!
Ricorda di accordare la chitarra prima di eseguire una scala.

Per suonare la scala maggiore con la chitarra, dovrai innanzitutto scegliere da quale nota partire. Esistono infatti tante scale quante sono le note musicali, compresi i mezzi toni — ovvero le note diesis o bemolli — che possiedono a loro volta una propria scala.

Per iniziare, ti consigliamo di partire dalla scala di Do, una delle più semplici da eseguire, poiché tutti la conosciamo. La nota Do si si suona premendo il dito sulla seconda corda all'altezza del terzo tasto.

La scala maggiore può essere suonata orizzontalmente spostando le dita di due tasti, due tasti, un tasto, due tasti, due tasti, due tasti, un tasto. 

Conoscere bene la scala maggiore e saperla adattare a tutte le tonalità è essenziale per capire bene gli intervalli degli accordi di base e gli accordi eseguiti col barré, nonché per comporre e improvvisare senza errori.

Ecco qualche consiglio utile prima di iniziare a suonare le scale maggiori: 

  • Inizia a eseguirle lentamente, e accelera il ritmo solo quando sarai sicuro di padroneggiarle bene, 
  • La scala è composta da sette posizioni, ma non devi impararle tutte subito! Concentrati su una posizione e allenati a eseguirla alla perfezione, senza aver fretta di passare alla successiva. Aggiungi le posizioni una ad una, senza però smettere di eseguire anche le precedenti. 
  • Ti consigliamo di utilizzare un plettro con la mano destra (sinistra se sei mancino) e con un movimento di andata e ritorno. Se non sei molto a tuo agio con il plettro e questo genere di movimento, approfitta dell'occasione per esercitarti anche su questo,
  • Utilizza un metronomo per imparare a tenere il tempo.

Cerchi un corso chitarra? Dai un'occhiata alla nostra offerta!

Come leggere le scale sui diagrammi per chitarra? 

Ti consigliamo di imparare a leggere i diagrammi di scale per chitarra, per poterle eseguire senza sbagliare. Ecco come funzionano: 

  • Le linee orizzontali corrispondono alle diverse corde della chitarra. La linea più bassa indica la corda più grave, quella del Mi grave, come negli spartiti di chitarra, 
  • I tratti verticali indicano i tasti: andando verso destra, ci si avvicina al corpo della chitarra, 
  • I numeri sotto le linee, non sempre presenti, indicano il numero del tasto, 
  • Il cerchio più scuro indica la tonica, la nota che dà il nome alla scala, 
  • Ogni lettera corrisponde alla nota da suonare (dovrai però imparare il nome delle note in inglese). 

Un diagramma di scale può essere suonato in diversi modi. Per iniziare, suona le note dalla più grave alla più acuta. 

Dovrai imparare a leggere le note inglesi per eseguire brani e esercizi alla chitarra.
Nel sistema anglofono, nel note si indicano con delle lettere.

Per la prima posizione della scala maggiore, bisognerà quindi suonare come segue: 

  • Corda di Mi grave: tasto 8, poi tasto 10 e infine 12, 
  • Corda di La: tasto 8, poi tasto 10, infine tasto 12, 
  • Corda di Re : tasto 9, poi tasto 10, infine tasto 12,
  • Corda di Sol : tasto 9, poi tasto 10, infine tasto 12,
  • Corde di Si : tasto 10, poi tasto 12, infine tasto 13,
  • Corde di Mi acuto: tasto 10, poi tasto 12 e infine tasto 13.

Non conosci la differenza tra tono e semitono, tra tonica e dominante o tra scala maggiore e minore? Prova le lezioni di chitarra classica di Superprof! Molti dei nostri insegnanti offrono la prima ora di lezione gratuitamente!

Quali dita utilizzare? 

Su tutti i diagrammi della scala maggiore, si suonano tre note per ogni corda. Dovrai quindi utilizzare tre posizioni su ogni corda. 

Esistono tre posizioni diverse: 

  • Due tasti tra le due prime note e due tasti tra la seconda e la terza nota, 
  • Due tasti tra le due prime note e un tasto tra la seconda e terza nota, 
  • Un tasto tra le due prime note e due tasti tra la seconda e la terza nota. 

Dovrai imparare quindi tre posizioni diverse con le dita:

  • 2 tasti / 2 tasti: lo scarto è abbastanza grande. In questo caso hai due possibilità: 1) indice sulla prima nota, medio sulla seconda nota e mignolo sulla terza nota 2) indice sulla prima, anulare sulla seconda e mignolo sulla terza,
  • 2 tasti/1 tasto: l’indice è utilizzato per la prima, l’anulare per la seconda e il mignolo per la terza,
  • 1 tasto/2 tasti: indice sulla prima, medio sulla seconda e auricolare sulla terza. 

Attenzione, c'è un dettaglio da non dimenticare: bisogna mantenere le dita in posizione durante l'esecuzione della seconda e terza nota. Muovile solo quando dovrai passare alla corda seguente. 

Per approfondire

Ecco un video di esempio che mostra le 7 posizioni delle dita nella scala di Do maggiore:

Ricorda che su internet, e in particolare su YouTube, troverai moltissimo materiale didattico molto utile per imparare a gestire i toni e le scale (che si parli di scala maggiore, minore, ecc...). Avere un approccio visivo può in effetti aiutare a comprendere meglio i movimenti da eseguire.

Non dimenticare di esercitarti progressivamente e assiduamente per imparare tutte le posizioni da eseguire. Non avere fretta: andando di grado in grado avrai il tempo di perfezionare ogni gesto e ogni passaggio, e imparerai così davvero a padroneggiare l'arte delle scale. In caso contrario, rischi di accumulare lacune e difetti che saranno particolarmente difficile da correggere in seguito, anche con delle lezioni di chitarra!

Imparare le diverse scale ed esercitarti con metodo e regolarità è il miglior modo per progredire con la chitarra. Ovviamente, non dovrai limitarti solo alla scala maggiore, ma dovrai imparare a eseguire anche le scale minori, le scale pentatoniche, ecc... una volta che padroneggerai tutto questo, potrai definirti un vero e proprio guitar hero o un maestro del blues!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Nicolò Superprof

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.