Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corso di chitarra e tecniche per suonare gli accordi

Di Igor, pubblicato il 13/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Imparare a Suonare la Chitarra Grazie agli Accordi!

Per chiunque voglia avvicinarsi al mondo della musica, l’apprendimento della chitarra è un’eccellente idea, perché si tratta dello strumento perfetto per suonare e riprodurre rapidamente quasi tutti i brani più belli.

Quando si è in grado di suonare discretamente e si possiedono le basi della chitarra, è, inoltre, possibile improvvisare.

Le basi principali altro non sono che le scale, la lettura delle note e delle intavolature e gli accordi.

Che siano maggiori o minori, di settima o armonici, gli accordi sono una parte essenziale dell’apprendimento e di qualsiasi corso di chitarra.

Impossibile farne a meno; è per questo motivo che è importante imparare a posizionare correttamente le dita sul manico e sapere effettuare in successione gli accordi.

È solo così che potrai dire di saper suonare la chitarra.

Lezione di chitarra per imparare progressivamente gli accordi

Soprattutto per i chitarristi agli inizi, l’apprendimento della chitarra non è un lungo fiume tranquillo: effettivamente, le corde ti provocheranno dei dolori alle dita, la mano destra non riuscirà a coordinarsi come dovrebbe con la mano sinistra,…; e che dire di tutti quegli accordi barrati, che devi imparare e che invece non ti entrano in testa?

Se vuoi sapere come imparare a suonare la chitarra, il consiglio di solito è quello di imparare dapprima i principali accordi di chitarra; devi anche e soprattutto imparare ad eseguirli in rapida successione, in modo che la tua musica diventi fluida, perché il suono esca intonato e perché il dolore alle dita passi una volta per tutte.

Su internet e nei negozi specializzati, troverai delle griglie di accordi di brani noti, sui quali potrai allenarti.

Ma come fare per concatenare due accordi senza perdere il ritmo con la tua chitarra? Come moltiplicare questi sforzi, per arrivare finalmente a suonare tutto un brano?

Ecco, qui di seguito, alcuni indizi.

Suona chitarra e trova i punti in comune tra gli accordi

Corso chitarra per riconoscere gli accordi

Per ottimizzare e favorire le successioni di due o più accordi, devi iniziare dalle basi della chitarra e individuare gli eventuali punti in comune che possono esserci tra gli accordi:

  • E possibile che due accordi consecutivi abbiano uno o più dita in comune, il che può facilitare il posizionamento della mano senza dover spostare tutte le dita;
  • La posizione tra i due accordi slitta solo di uno o pochi tasti: in questo caso, il posizionamento delle dita non cambia, sarà invece sufficiente spostare tutta la mano su diversi tasti.

Gli accordi non sono complessi, basta impadronirsi della tecnica giusta. Ottieni dei suoni intonati, con gesti semplici!

  • La posizione degli accordi slitta di una o più corde: anche in questo caso, non ci sarà bisogno di postare le dita in modo singolo, poiché la tua mano si sposterà del numero di corde necessario;
  • Tutte le dita sono utilizzate nello stesso ordine: succede che due accordi che si seguono siano nello stesso ordine; è sufficiente, allora, mantenere le dita raggruppate per posizionarle più rapidamente;
  • Alcune note sono muni, ma il posizionamento delle dita non corrisponde: potrebbe essere interessante cambiare la posizione delle dita su uno degli accordi per dare l’impressione che i due accordi abbiano più dita in comune;
  • Non vi è alcun punto in comune tra gli accordi: questa situazione non permette alcun vantaggio; dovrai imparare a memoria la posizione dei due accordi, per suonarli in successione fluida e leggere correttamente le intavolature.

A lezione di chitarra: perché è importante reperire gli accordi?

Guardando più da vicino gli accordi, per capire come si debbano suonare e concatenare, potrai trarre vantaggio da questi punti in comune, poiché ciò ti darà l’occasione di spostare tutta la mano, senza spostare le singole dita o di limitare i tuoi sforzi, ottimizzando la fluidità della tua suonata.

Suona chitarra e fai gli esercizi per ottimizzare gli accordi

Se alcune delle tue dita rimangono nello stesso posto tra due accordi, cerca di mantenerle perfettamente ferme, mentre sposti le altre.

Se, invece, è tutta la posizione che deve essere modificata, allora, allenati a mantenere le dita nella loro posizione, mentre sposti la mano: l’obiettivo di questi esercizi è di posizionare un accordo, qualsiasi esso sia, nel vuoto, senza posare la mano sinistra sul manico.

Così, grazie a questi piccoli ma efficaci esercizi, la tua mano saprà anticipare il posizionamento delle tue dita, il che ti farà ottenere una maggiore fluidità e una maggiore flessibilità

Suona chitarra e scomponi un movimento

Se i tuoi due accordi prevedono delle corde a vuoto, è l’occasione di suonare delle note che sono già disponibili, senza nemmeno posare le dita.

Impara a scomporre un movimento, a verificare se delle note possono essere suonate senza dover usare altre dita.

Guadagnerai tempo e le tue successioni di accordi saranno più naturali.

Scopri qui i nostri corsi di chitarra per tutti i livelli!

Suonare la chitarra mettendo concretamente uno dopo l’altro gli accordi

Mettere in successione due accordi comporta, in media, 6 brevi tappe, che potrai scomporre in base al tuo livello.

Prima di tutto, impara a memoria tutti i tuoi accordi, poi allenati su un cambiamento di accordo in particolare.

Per i brani più semplici, sono sufficienti pochi accordi, facili da imparare. Impara gli accordi e sarai libero di suonare come vorrai!

E impossibile imparare in un colpo solo a concatenare e a cambiare gli accordi, anche seguendo delle lezioni di chitarra.

Ecco, qui, il metodo riassunto:

  • Dai forma al tuo primo accordo con la mano sinistra,
  • Cambia lentamente posizione per formare il secondo accordo,
  • Osserva come le tue dita si posizionino, constata se esistano dei punti in comune, se le dita si incrocino, se ve ne siano alcune che cambiano posizione,
  • Passa dal primo al secondo accordo sulla chitarra e fai il gesto inverso, passando dal secondo al primo, sempre in maniera molto dolce e molto lenta: le tue dita devono restare estremamente rilassate e il più vicino possibile alle corde della chitarra, riducendo al minimo i gesti. È importante effettuare questi scivolamenti tra gli accordi in modo esageratamente lenti, per poter rinforzare le dita e soprattutto per imprimere questi movimenti tra le tue abitudini. Solo in seguito potrai incrementare il ritmo in un crescendo, così come la velocità di esecuzione.
  • Ripeti queste tappe anche 20 volte se necessario o di più: lo scopo è che questo gesto diventi abituale, naturale, istintivo, che tu ti senta a tuo agio e che tu riesca ad essere sempre rilassato mentre suoni;
  • L’ultima tappa consiste nell’effettuare tutto questo esercizio, ma pizzicando le corde della tua chitarra con la mano destra, in modo da sentire il suono emesso dalle corde.

Per verificare se stai suonando correttamente e se il suono sia giusto, fai suonare ogni corda singolarmente e verifica il risultato.

Tutto ciò ti sarà d’aiuto per suonare degli arpeggi!

Hai voglia di seguire una lezione di chitarra per debuttanti? Sei ne posto giusto

Astuzie e consigli per suonare gli accordi: la nostra lezione su come suonare la chitarra

Suonare la chitarra regolarmente

Certo, se ci fosse una regola da seguire, per riuscire a mettere in successione gli accordi come un professionista, alla maniera di Eric Clapton, di Bob Dylan o, ancora, di Ben Harper, ovviamente questa sarebbe di allenarti regolarmente.

Se ancora non hai uno stile tutto tuo, non preoccuparti. Dopo qualche breve periodo di pratica, te ne farai uno. Ogni chitarrista ha il proprio stile. E tu?

Cosa intendiamo con questo? Quando suonare la chitarra per acquisire fluidità nei gesti? I chitarristi professionisti consigliano una pratica quotidiana o, al massimo, ogni due giorni, da 10 a 15 minuti, affinché i gesti diventino degli automatismi e i tuoi muscoli acquisiscano la memoria degli accordi e del posizionamento delle dita.

Come suonare la chitarra? Con l’aiuto di un professionista!

Se non riesci a trovare la motivazione giusta o semplicemente a realizzare le successioni di accordi, allora può essere il caso di chiedere consiglio ad un professionista della chitarra, che saprà darti, attraverso delle lezioni di chitarra, dei saggi consigli, facendoti ritrovare, se il caso, la motivazione perduta.

Ti mostrerà se ti posizioni male, se hai acquisito o stai acquisendo delle cattive abitudini e ti correggerà, se necessario.

Saprà darti i consigli giusti, che non puoi trovare sui testi o sui tutorial online. Impara a suonare con un chitarrista di professione!

Avere un professore con te, ti permetterà di avere un ritorno immediato su quello che stai facendo: sarà lo specchio in cui ti rifletterai; il tuo apprendimento sarà molto più ricco ed efficace.

Suonare la chitarra e tenere il ritmo

Anche il ritmo è un elemento estremamente importante per riuscire a suonare la chitarra correttamente e quando metti in successione due o più accordi è fondamentale non perdere il ritmo.

Non rallentare per cambiare l’accordo e impara a suonare con un metronomo: in questo modo, non ci sarà bisogno che tu ti ponga troppe domande su come imparare a suonare la chitarra; riuscirai, infatti, a suonare né troppo lento, né troppo veloce, ma posizionando gli accordi proprio come devi farlo.

Una volta che padroneggi i due accordi e che il posizionamento delle dita ti sembrano corretti e coerenti, puoi far partire un cronometro e cercare di farne il più possibile, salendo e scendendo lungo il manico della tua chitarra.

Cerca comunque di privilegiare sempre la qualità alla quantità: sempre meglio fare 5 accordi impeccabili in un minuto, piuttosto che 15 di dubbia qualità.

Sapevi che anche i bambini possono imparare a suonare la chitarra, grazie a delle lezioni private?

Lezioni di chitarra: anche la respirazione è importante

Non stiamo parlando qui della respirazione in senso stretto, quella che fai tutti i giorni senza nemmeno pensarci. Si tratta, invece, di un minuscolo momento nella tua successione di accordi, in cui tu lascerai risuonare le corde a vuoto: questo ti consentirà di effettuare le tue successioni nella maniera corretta.

Questa respirazione deve sempre essere fatta prima del cambiamento di accordo e più precisamente sulla croma che precede il primo tempo della misura successiva.

Per una maggiore precisione tecnica con la chitarra, quando suoni con il tuo plettro due accordi (solitamente costruiti su una coppia di crome), anziché suonare i due colpi di plettro, lascia l’ultimo colpo della misura a vuoto, per posizionare correttamente la tua mano sinistra.

Suona chitarra e visualizza la successione degli accordi

Impara a visualizzare i cambiamenti di accordo. Chiudi gli occhi e visualizza le tue dita mentre stanno posizionandosi correttamente per formare l’accordo successivo.

È quest’immagine mentale che devi conservare e che preparerà il tuo cervello a realizzare questo gesto in modo estremamente naturale e sciolto.

Utilizza, se possibile, le dita che non si muovono, per servirtene come appoggio o come perno, per effettuare il tuo cambiamento di accordo.

E non dimenticare di tenere alta la tua motivazione, quando suoni con la chitarra!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar