Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Un corso di giapponese in un’ottica professionale

Di Catia, pubblicato il 13/12/2018 Blog > Lingue straniere > Giapponese > Imparare Giapponese: Lavorare tra Italia e Giappone

Nel 2012 il numero degli Italiani residenti in Giappone era di 2779 persone, mentre nel 2017 se ne sono aggiunti un altro migliaio.

Le stime sui cittadini italiani residenti in Giappone parlano di circa 5 mila residenti, tenendo conto di quelli che non sono iscritti alle liste consolari.

Anche tu sei affascinato dalla cultura giapponese? Trova subito corsi di giapponese!

La potenza culturale ed economica del Giappone viaggia attraverso i beni di consumo e la tecnologia esportati in tutti i paesi del mondo. Molti di questi beni ci accompagnano fin dall’infanzia, basta pensare ai cartoni animati, ai manga, ai videogiochi! Altri li scopriamo crescendo e ce ne innamoriamo, come il sushi! Altri ancora sono talmente parte di noi che non sappiamo neanche che sono giapponesi.

Se sogni di fare un soggiorno linguistico in Giappone l’ideale sarebbe prendere lezioni di giapponese per migliorare le tue competenze e riuscire nel tuo progetto di lavorare tra Italia e Giappone.

E’ possibile trasferirsi in Giappone e lavorare lì?

Come prepararsi in vista di un lavoro in Giappone?

Per trovare lavoro dovrai avere un ottima conoscenza della lingua giapponese, conoscere il mercato locale e, infine, rispettare gli usi e i costumi locali.

Ecco qualche consiglio per cominciare a studiare il giapponese in vista di un lavoro nel paese del Sol Levante.

Trova subito un corso giapponese milano!

Il Giappone, la terza potenza mondiale

Il paese ridotto in macerie dopo la seconda guerra mondiale, si è spogliato della sua veste di aggressore per trovare nella spinta allo sviluppo la propria rinascita nel rispetto delle proprie tradizioni.

Il Giappone è oggi la terza potenza economica mondiale, dopo Stati Uniti e Cina e conta 126 milioni di abitanti.

Un corso di giapponese ti apre le porte del mondo nipponico. E se cambiassi mestiere per lavorare nella terza potenza economica del mondo?

Le relazioni tra l’Italia e il Giappone sono molto strette e lo dimostra il fatto che la cultura giapponese attira sempre più Italiani. Dove trovare un corso di giapponese a Roma?

Con un prodotto interno lordo di 4.800 miliardi di dollari, il Giappone è la terza economia più grande del mondo ed è quindi un mercato vastissimo,  per l’Italia, che è l’ottava economia mondiale con poco più di 2.700 miliardi.

Per poter accedere a questo mercato è fondamentale conoscere la lingua giapponese. Analizzando i dati Istat sul commercio internazionale e i maggiori partner commerciali dell’Italia, si può vedere che i rapporti Italia-Giappone possono migliorare molto.

Il Giappone è il 15° paese di sbocco per la esportazioni italiane, mentre è al 25° posto per le importazioni dall’Italia.

Il 68% della popolazione attiva giapponese lavora nei servizi, mentre il 25% è impiegato nell’industria e nell’alta tecnologia.

Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, in Giappone è appena del 3%, molto al di sotto del 10% dell’Italia.

Eppure, il mercato del lavoro giapponese è ritenuto molto difficile, poco permeabile, soprattutto per la manodopera europea.

Anche il paese asiatico ha subito i colpi della crisi mondiale, con una crescita discontinua, il rischio di deflazione, con un Pil, prodotto interno lordo, che cresce sotto l’1%. Nonostante tutto, la cultura giapponese continua ad attrarre sempre più espatriati italiani.

Corso giapponese, un vantaggio professionale

Conoscere la lingua giapponese può essere una competenza molto apprezzata, soprattutto se vuoi visitare il Giappone e vivere lì!

Prendere corsi di lingua giapponese nella prospettiva di trovare un lavoro nel paese dovrebbe essere il primo passo che ti apre molte porte.

Ci sono diversi organismi che organizzano viaggi di studio e lavoro in Giappone:

  • EL, porta i giovani di tutto il mondo a fare soggiorni linguistici per imparare le lingue;
  • Gogo Nihon, è specializzato negli scambi italo-nipponici.

La prima cosa che viene in mente quando si parte per un paese straniero è quella di insegnare la propria lingua madre per lavoro.

Anche tu potresti lavorare come insegnante di italiano in Giappone: puoi dare lezioni private a domicilio o lavorare per una scuola di lingua dove insegni ai giovani giapponesi le basi della lingua italiana.

Uno dei lavori più immediati in Giappone è dare lezioni di italiano. Potresti insegnare italiano nell’arcipelago nipponico, in cambio di corsi di giapponese!

Per richiamare i tuoi primi studenti ti basta avere qualche rudimento di giapponese:

  • conoscere le basi dei sistemi di scrittura: kanji, hiragana, katakana
  • saper leggere alcuni caratteri
  • conoscere i vocaboli di tutti i giorni: buongiorno, ohayo, grazie, arigato
  • saper contare in giapponese (per compilare le fatture, per esempio)
  • saper scrivere qualche parola

Non bisogna essere bilingui per insegnare l’italiano in Giappone! Ovviamente, le cose cambiano se devi insegnare il giapponese in Italia.

Se il tuo livello di giapponese è più avanzato, ci sono altri lavori che puoi fare in una delle quattro isole dell’arcipelago giapponese:

  • Ricercatore universitario con una delle borse di studio italo-giapponesi o del Mae, Ministero degli Affari Esteri
  • Traduttore: puoi tradurre documenti scritti o audiovisivi dal giapponese verso l’italiano
  • Cuoco: Italia e Giappone sono due paesi dalla forte tradizione gastronomica. Potresti imparare le ricette originarie di: sushi, zuppa miso, okonomiyaki, takoyaki, ramens, bento, tonkatsu.
  • Cameriere, un lavoro dinamico e divertente che ti aiuta a entrare in contatto con i locali, la lingua e piano piano ti apre altre porte,
  • Informatici: sono sempre molto richiesti in Giappone

Ci sono mille altre possibilità di lavoro in Giappone, dipende dalle tue aspirazioni, le tue esperienze e i tuoi studi.

Seguire un corso di giapponese o di inglese?

Se sei un principiante e intendi partire in viaggio verso il Giappone, la cosa migliore da fare è seguire un corso intensivo di giapponese.

Anche se l’inglese è una lingua internazionale, non tutti la conoscono e poi in Giappone si parla il giapponese, non l’inglese.

Ecco una delle cose che studenti italiani e giapponesi hanno in comune: non sono proprio degli assi con l’inglese!

Ci sono almeno 10 buoni motivi per studiare il giapponese!

Prendere lezioni di giapponese

Per preparati al tuo viaggio in Giappone comincia a contattare un insegnante di giapponese per seguire un corso per principianti o dei corsi intensivi, se la partenza è imminente.

Prima di un viaggio in Giappone è meglio prendere lezioni di lingua per conoscere almeno le basi. Sei in grado leggere queste parole giapponesi?

Su Superprof.it ci sono decine di insegnanti che insegnano il giapponese. Alcuni sono madrelingua in visita in Italia che mettono le proprie competenze a disposizione degli allievi.

Chiedi informazioni al tuo insegnante sulla metodologia che usa per insegnare il giapponese.

Queste sono alcune delle cose che dovresti imparare prima di volare a Sapporo, Fukuoka, Osaka o Kyoto:

  • i sistemi di scrittura giapponese: fatti spiegare l’hiragana, il katakana e impara il maggior numero possibile di kanji.
  • delle frasi utili per la vita di tutti i giorni, dovrai pur far delle domande a qualcuno in giapponese!
  • i calcoli
  • chiedere informazioni
  • la storia del Giappone

Superare il Japan Language Proficiency Test

Il JLPT è una certificazione internazionale di lingua giapponese per non madrelingua.

Attesta il tuo livello di conoscenza della lingua ed è utile per dimostrare che parli e scrivi giapponese a datori di lavoro o università. In effetti, ha la stessa funzione del TOEIC o del TOEFL.

Si tratta di un test a domande multiple suddiviso in cinque livelli, dal livello principianti N5, al livello avanzato, N1. Puoi dare l’esame presso l’Istituto Giapponese di Cultura o una sede convenzionata.

Per essere ammesso in un’università giapponese o lavorare presso un’azienda dovresti avere almeno un N2.

Alcune università, comunque, richiedono il livello più elevato, l’N1, per poter accedere ai master.

Lezione di giapponese per imparare le regole di cortesia

La cortesia in Giappone non è una formalità: è una norma di condotta sacra che tutti devono rispettare.

Anche nelle metro giapponesi c'è il massimo rigore! Un corso di giapponese ti aiuta a integrarti negli usi e costumi locali!

La buona etichetta viene chiamata reigi che è appunto l’educazione, la cortesia…

Lo sapevi che il giapponese ha un sistema grammaticale espressamente dedicato al reigi?

Il linguaggio della cortesia, il keigo si declina in tre sistemi di condotta:

  • Teineigo, il linguaggio pulito
  • Sonkeigo, il linguaggio del rispetto
  • Kenjogo, il linguaggio della modestia

Le regole di cortesia si ispirano allo shintoismo della cultura cinese e non potrai trovare lavoro in Giappone se non lo conosci.

Cerca di farti ben volere mostrando la tua conoscenza per i diversi linguaggi da usare. Non rischiare di passare per arrogante solo perché non conosci le basi della condotta sociale.

Ecco un breve lessico di sopravvivenza davvero minimo da usare e i gesti da fare per mostrare cortesia e rispetto:

  • inclina la testa per salutare una persona, non c’è il contatto fisico
  • quando ti presenti a una persona le dici hajimemashite e vuol dire che sei felice di fare la sua conoscenza.
  • yoroshiku onegaishimasu, è una frase di cortesia che letteralmente significa, “mi metto nelle sue mani” e si dice in tantissime situazioni, chiedi al tuo insegnante di giapponese!
  • per chiedere scusa dì sumimasen e inclina leggermente la testa;
  • non vantarti;
  • ricordati che dimostri umiltà se rifiuti con gentilezza i complimenti che ti vengono fatti;
  • otsukaresama lo dici quando vai via dal lavoro e ti complimenti con il tuo interlocutore per il suo lavoro;
  • se esci dal lavoro prima degli altri colleghi devi dire o saki ne, ossia che vai via prima di loro;
  • o daiji ni significa prenditi cura di te e se lo dici a un collega malato, lo apprezzerà;
  • se devi passare un oggetto a qualcuno fallo con le braccia tese usando entrambe le mani;
  • in un negozio non mettere le monete nelle mani del negoziante, ma appoggiale sull’apposito piatto che trovi in cassa.

Se prendi corsi di giapponese online, il tuo insegnante privato potrà spiegarti nel dettaglio le differenze tra il linguaggio familiare e il keijo e le sue suddivisioni. Il sistema di condotta ha delle regole precise che bisogna conoscere per vivere in Giappone!

E’ così in ogni paese!

Gli stranieri che fanno un soggiorno linguistico in Giappone vengono chiamati gaikokujin e non ci si aspetta che conoscano tutte le regole di cortesia.

Approfitta del tuo soggiorno in Giappone per imparare la lingua, immergerti nella cultura e magari al tuo rientro farai crescere i rapporti italo-nipponici!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar