Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Le maggiori app per imparare la lingua di Molière gratuitamente

Di Catia, pubblicato il 22/08/2017 Blog > Lingue straniere > Francese > Corsi di Francese Gratuiti: Quali Sono le Migliori App?

A casa, sui trasporti pubblici, durante la pausa pranzo, le lezioni sulle app per smartphone o tablet sono sempre più in voga.

Basti pensare che tra il 2012 e il 2015 il numero di utenti dei tablet si è moltiplicato per 5, mentre il numero di quelli che usano lo smartphone è più che raddoppiato nello stesso periodo.

Secondo il Global Mobile Consumer Service 2016 più dell’85% degli italiani possiede uno smartphone e di questi quasi un terzo viene sgridato perché ha sempre il cellulare in mano!

L’aspetto pratico e molto spesso ludico di questi strumenti spingono sempre più persone a trovare dei contenuti diversi non solo per distrarsi con i giochi flash, ma anche apprendere attraverso contenuti educativi.

Non c’è da stupirsi se sono fiorite anche le app per praticare e acquisire in modo gratuito una buona padronanza della lingua francese! Cerca subito il corso di francese online più adatto a te!

Perfezionare il proprio francese gratuitamente passo dopo passo

Un'app per il francese segue i tuoi progressi con la lingua di Molière passo dopo passo. Il francese lo si impara passo dopo passo!

L’app Pas à pas ha come scopo quello di insegnare il francese ai principianti e si rivolge a chi impara il francese come lingua straniera.

E’ stata sviluppata dal CAVILAM il centro per le lingue e i media dell’Alliance Française.

L’applicazione ha una buona grafica e cerca di fornire gli strumenti per comunicare in situazioni concrete e precise della vita quotidiana: presentarsi, comprare un biglietto del treno, comprare un prodotto in un supermercato o in un alimentari, comunicare con i camerieri al ristorante o prenotare una stanza d’hotel.

Al contrario dei corsi e degli esercizi di francese tradizionali, questa app è essenzialmente ludica e pratica (corso di francese online).

Pubblico target: dei non madrelingua che vogliono passare qualche giorno o qualche settimana in Francia come turisti o per un soggiorno linguistico. L’applicazione non mira  a farti diventare bilingue o una spada in grammatica, ortografia, sintassi. Vuole semplicemente che tu te la possa cavare nelle situazioni della vita quotidiana.

E’ come se fosse un buon kit di sopravvivenza per una conversazione o un dialogo in francese. E’ quindi una buona scelta per chi si avvicina al francese per la prima volta da completarsi con altri supporti e altri metodi come i corsi serali o i corsi privati!

Compatibilità: iOS/Android e anche Windows, Mac e Linus.

Duolingo: il punto di riferimento per le app gratuite

L’applicazione Duolingo si autodefinisce come lo strumento digitale più efficace per imparare una lingua.

Non a caso lo stesso ministero dell’istruzione francese e più di 200.000 insegnanti usano questa app per insegnare la lingua di Molière e le altre lingue straniere ai propri alunni.

Con le app per il francese puoi imparare questa lingua ovunque ti trovi. Lo smartphone è perfetto per praticare il francese sempre e ovunque!

L’aspetto ludico di questa app è molto accentuato visto che, a seconda dei progressi, è possibile guadagnare dei premi virtuali che sbloccano i successivi livelli.

L’idea dell’apprendimento attraverso il gioco qui è spinta al massimo ed è questo che dà la sensazione di imparare senza sforzi. Ecco la magia di questa applicazione!

Un altro aspetto interessante è l’adattabilità. In altre parole, a seconda delle attese e delle modalità di apprendimento di ciascuno, gli esercizi vengono personalizzati per poter ripassare le nozioni apprese in un modo più efficace.

Pubblico target: un pubblico piuttosto giovane o un pubblico di adulti non madrelingua che cercano di apprendere in un modo divertente e facilmente assimilabile.

Compatibilità: iOS/Android e Windows Phone.

Semper: strumento gratuito per principianti

Semper offre un ventaglio di lingue da studiare, anche il francese.

Dopo aver selezionato la lingua di tuo interesse, l’applicazione ti invita a scegliere i tuoi obiettivi d’apprendimento per proporti dei contenuti appropriati.

Gli obiettivi sono i seguenti:

  1. Scuola e università per memorizzare e perfezionare il vocabolario che si trova nei manuali scolastici o nei corsi universitari,
  2. Vocabolario specifico dell’ambito che hai scelto all’inizio,
  3. Grammatica e scrittura per una maggiore padronanza del congiuntivo, l’indicativo, il passato o il participio passato,
  4. Altro, una categoria che raggruppa tutti i temi non trattati nelle precedenti sezioni.

A seconda dei tuoi obiettivi, dovrai scaricare dei pacchetti con le lezioni e degli esempi concreti come gli esercizi, gli enigmi e i quiz.

Imparare il francese in Erasmus non t'impedisce di usare le app linguistiche per il cellulare. Le app per le lingue sono pratiche anche per gli studenti Erasmus!

L’applicazione ti dà anche la possibilità di imparare la pronuncia delle parole, dei verbi o degli aggettivi grazie al microfono del tuo smartphone o iPad.

Semper è anche estremamente pratico per fissare degli obiettivi d’apprendimento e assicurarti la continuità. Anche se l’applicazione è incentrata sulle basi della lingua francese, bisogna dire che è molto ben strutturata, divertente e stimolante per l’apprendimento.

Pubblico target: si rivolge alle persone che partono da zero o conoscono molto poco la lingua francese. Gli esercizi proposti sono abbastanza semplici e, allo stesso tempo, molto ben costruiti ed estremamente utili per chi parla molto poco la lingua di Molière.

Compatibilità: Google Play/iOS

Non dimenticare che ci sono anche dei siti web per imparare il francese gratuitamente!

Le applicazioni freemium

Le applicazioni freemium sono quelle con contenuto gratuito e contenuto a pagamento o quelle che hanno una versione di prova e una versione a pagamento.

Babbel: leader delle app per le lingue!

Nell’ambito dell’apprendimento delle lingue Babbel è un punto di riferimento.

E’ possibile aprire un account gratuito per avere accesso a un certo numero di funzionalità. Per molti utenti, il concetto di Babbel raggruppa i fattori di successo della applicazioni per le lingue con una pedagogia infallibile e un metodologia di lavoro ben rodata.

Con il tuo account gratuito è possibile testare le diverse funzioni dell’applicazione che copre svariate tematiche:

  • pronuncia
  • cultura e civiltà francese
  • comprensione orale
  • espressione scritta
  • lessico specifico come il francese professionale
  • grammatica
  • community, dove è possibile confrontarsi con gli altri studenti

In alcuni casi l’aspetto collaborativo può rivelarsi molto utile. 

Se ti piace la metodologia, puoi passare all’abbonamento a pagamento, con una piccola retta che diminuisce col passare del tempo. L’accesso alla molteplicità delle funzionalità che ti offre l’applicazione ti costerà circa 5€ al mese.

Un piccolo difetto del riconoscimento vocale durante gli esercizi di pronuncia è che non sempre funziona come dovrebbe. Il problema si verifica comunque raramente.

Babbel è una delle app freemium più usate per imparare il francese dal cellulare. Dalla torre di Babele a una app per imparare le lingue!

Pubblico target: studenti di tutti i livelli. L’applicazione ti suggerisce delle tematiche a seconda del livello di partenza. La metodologia ludica si rivolge tanto ai madrelingua che vogliono perfezionarsi o rinfrescare le proprie competenze linguistiche, quanto agli studenti che parlano il francese poco o per niente.

Compatibilità: tutti i supporti (tablet, smartphone, PC, Mac).

Migliorare il francese tramite l’attualità con 7 jours sur la planète

L’applicaizone  7 jours sur la planète è stata sviluppata dal canale d’informazione TV5 Monde e ha la particolarità di basare l’apprendimento del francese sui temi d’attualità. Imparare il francese va di pari passo con l’informazione!

Il vantaggio di questa app è che è molto attiva e costantemente aggiornata.

Più di 3.000 parole sono spiegate e tradotte in 8 lingue: inglese, tedesco, arabo, cinese, coreano, spagnolo, olandese e giapponese. Altre app mostrano soltanto l’equivalente dei vocaboli in inglese. Ogni parola viene presa dal suo contesto per evitare malintesi.

L’applicazione ti offre anche un ventaglio delle espressioni idiomatiche più usate. La traduzione di queste espressioni a volte è indispensabile perché sono frasi che non hanno molto senso se tradotte parola per parola.

L’aspetto ludico di questa app si ritrova sui giochi come gli anagrammi, le parole crociate o i quiz.

Esistono una versione “light” e una versione a pagamento di questa app che costa circa 1.99€.

Tipo di pubblico: chi non vede l’ora di poter tenere una conversazione sui temi d’attualità. Il vocabolario distinto a volte è molto tecnico ma l’applicazione te lo presenta nel contesto e, grazie alla traduzione in più lingue, è facile capire e memorizzare i nuovi termini.

Compatibilità: Apple Store e Google Play

In sintesi: 

  • I siti internet mirano a un pubblico molto vasto che va dallo studente della scuola primaria all’universitario che ha bisogno di rivedere il francese per un concorso o per un esame universitario, passando per quelli che vogliono preparare delle certificazioni ufficiali come il DALF o il DELF. Invece, le applicazioni per imparare la lingua si rivolgono soprattutto a chi parte da un livello principiante e vuole imparare il francese come lingua straniera. Gli studenti Erasmus ne sono un perfetto esempio e queste app sembrano fatte apposta per loro!
  • A parte questo, le app per le lingue hanno dei vantaggi innegabili. Innanzitutto sono ludiche. Effettivamente, sulla maggior parte dei supporti, l’apprendimento è molto più divertente e diventa quasi una sfida per il superamento dei quiz.
  • Inoltre, queste app sono molto pratiche. Possono essere usate ovunque, in autobus, in metro, durante la pausa pranzo, all’università, al lavoro e, ovviamente, anche a casa. I siti internet per imparare il francese non ti danno questa flessibilità, i libri ancor meno.

Se comunque non sei ancora digitalizzato al 100% e non ti senti proprio a favore delle app, puoi sempre provare a seguire un corso di francese gratuito offerto dalla tua regione o comune di residenza (ad esempio consulta “corsi francese milano” oppure “corsi francese torino“).

E non dimenticare di cercare anche i corsi di francese organizzati dagli enti e dalle strutture associative.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar