Un anonimo ha detto: un programma è un incantesimo che si lancia contro un computer e che si trasforma in messaggio d’errore!

Stai pensando di seguire una formazione per diventare un professionista del web (programmatore, sviluppatore UX/UI, web designer, consulente SEO, responsabile marketing, content manager, redattore SEO, ecc.)?

Vuoi imparare il codice per un bisogno professionale o per desiderio personale (o per entrambe le ragioni)?

Ecco i nostri consigli per scegliere il linguaggio da imparare a seconda dei tuoi progetti web.

I migliori insegnanti di Programmazione disponibili
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (14 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (36 Commenti)
Marco
25€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (36 Commenti)
Daniele
16€
/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (20 Commenti)
Lorenzo
40€
/h
Prima lezione offerta!
Diletta
5
5 (8 Commenti)
Diletta
20€
/h
Prima lezione offerta!
Sergio
5
5 (7 Commenti)
Sergio
20€
/h
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (28 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (17 Commenti)
Andrea
25€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (14 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (36 Commenti)
Marco
25€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (36 Commenti)
Daniele
16€
/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (20 Commenti)
Lorenzo
40€
/h
Prima lezione offerta!
Diletta
5
5 (8 Commenti)
Diletta
20€
/h
Prima lezione offerta!
Sergio
5
5 (7 Commenti)
Sergio
20€
/h
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (28 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (17 Commenti)
Andrea
25€
/h
1a lezione offerta>

HTML e CSS, i linguaggi base in programmazione

La base fondamentale del web è il linguaggio HTML.

Questo codice è il solo a poter essere interpretato da tutti i browser web (Internet Explorer, Edge, Firefox, Chrome, Opera, Safari, ecc.).

Le tue competenze in programmazione dovranno iniziare per forza di cose dallo studio dei codici HTML e CSS.

Il linguaggio HTML

Il linguaggio HTML permette di determinare il contenuto delle pagine web. Acronimo di HyperText Markup Language, HTML 5 (l’ultima versione, quella uscita nel 2020) imposta I punti di riferimento di una pagina, per descriverne il contenuto:

  • Creare dell’ipertesto
  • Strutturare la semantica della pagina
  • Mettere in forma il contenuto
  • Creare dei formulari di digitazione
  • Includere delle immagini, dei video e altri programmi informatici.
Si tratta di elementi che puoi individuare in qualsiasi pagina web.
Queste sono la struttura e la sintassi di HTML!

Chiunque abbia già una minima cultura del web (siti e applicazioni web) e una conoscenza delle basi dell’informatica, ha già avuto modo di vedere quello di cui stiamo parlando.

Sono i famosi attributi <html>, <head>, <TITLE>, <body>, </A>, o <p> e </p>, <li> et </li>, ecc. Oppure, gli altrettanto noti attributi h1, h2, h3, h4, ecc.: <h1>...</h1>, <h2>...</h2>, <h3>...</h3>, ecc.

Per esempio, l’attributo <p> indica l’apertura dell’elemento "p", utilizzato come separatore di paragrafi. Gli elementi e le frasi di attributo HTML terminano spesso con la barra obliqua "/".

Il linguaggio CSS

Sin dalle origini del web, si è posta la questione dello stile dei codici (sintassi, gerarchia degli attributi, …): dovendo necessariamente mettere in forma il codice HTML, a metà degli anni Novanta si è arrivati alla formalizzazione del linguaggio CSS.

Il CSS, che sta per Cascading Style Sheets, è indissociabile dal linguaggio HTML: descrive il comportamento generale delle pagine web e rimane ancora oggi uno dei linguaggi più utilizzati nella programmazione di base.

IL CSS consente di mettere in forma il contenuto HTML di una pagina web: colori, posizioni, taglia, … sono delle scritture in CSS applicate al codice sorgente.

Si tratta, quindi, di un linguaggio imprescindibile per chi voglia programmare!

Sai perché conoscere la programmazione è importante?

Imparare Java e JavaScript, i linguaggi più utilizzati!

Ogni linguaggio di programmazione informatica permette di programmare questo o quello strumento, interfaccia utente, sviluppo di applicazioni mobili o web, …

Java

Il linguaggio Java permette di creare delle applicazioni mobili.

È adatto in particolare per sviluppare delle applicazioni mobili native su Android.

Non è la porta di accesso principale per chi voglia imparare l’informatica, dato che è ritenuto uno dei programmi più complessi da utilizzare.

Tenuto conto della sua ampia diffusione, Java domina il mondo della programmazione e del digitale: lo sviluppo di applicazioni è sempre più richiesto, dall’applicazione mobile ad ogni oggetto connesso (auto, caffettiera, macchine a comando digitale, …); insomma, è uno dei codici da imparare al più presto, se il tuo obiettivo è realizzare delle app.

Il linguaggio Java permette di compilare i programmi in una rappresentazione binaria, eseguibile in una macchina virtuale JAVA (JVM), senza passare attraverso un sistema operativo.

JavaScript

Diversamente da Java, JavaScript non passa attraverso la compilazione, ma è un codice che permette di programmare delle interfacce utenti interattive di grande qualità, il che ne fa un linguaggio di alto livello.

HTML è il linguaggio fondamentale per la realizzazione dei siti web.
Usa JavaScript per programmare in HTML!

La sintassi si avvicina a quella di Java, ma JavaScript non ha la stessa forma: permette di descrivere, invece, il comportamento globale di un sito web.

Questo linguaggio è definito, dai professionisti del settore, interpretato: si attiva lato client, ovvero il navigatore attiva il codice che consente di aprire le pagine web, quando l’utente carica un sito attraverso un URL.

Integra degli script tra gli attributi HTML, soprattutto per aggiungere un’animazione o un effetto visivo.

JavaScript è utilizzato anche per migliorare l’esperienza utente (UX - User Experience - e SXO - Search eXperience Optimization): consente di creare delle pagine interattive, senza che questo rallenti il caricamento delle pagine stesse.

È un linguaggio interpretatore molto utile per programmare dei siti web, migliorare le posizioni e l’indicizzazione delle pagine nei risultati dei motori di ricerca (Google, Yahoo, Baidu, ecc.), il che ne fa una chiave fondamentale per ottimizzare la SEO (Search Engine Optimization) di un sito web.

Questo linguaggio è interpretato in modi diversi a seconda del navigatore utilizzato: sarà necessaria una versione recente del navigatore, perché possano essere attivate tutte le linee di codice più recenti.

La programmazione ha delle fasi che devono essere rispettate!

Si deve ancora imparare a codificare in PHP?

Fino a qualche anno fa, una grande maggioranza dei siti web era codificata in PHP; soprattutto Facebook et Wikipedia e milioni di siti web creati con il CMS WordPress. Si calcola che nel 2013, il linguaggio PHP fosse presente in oltre 244 milioni di siti web!

Lato server, è il linguaggio più utilizzato al mondo.

PHP è l’acronimo di Hypertext Preprocessor. Questo linguaggio di script è eseguito lato server, mentre JavaScript è eseguito lato client.

Gli attributi di PHP sono impiegati per creare delle pagine web attraverso un server HTTP e si integrano nel cuore del codice HTML.

Il ruolo principale di questo linguaggio web è quello di sviluppare una migliore comunicazione tra la pagina web e il server: PHP è un garante della stabilità delle pagine, ma il suo lavoro è invisibile lato client.

Un neofita può usare direttametne l'interfaccia di WordPress, ma dietro quello cha lavora è PHP.
Grazie al CMS WordPress, PHP è la base di tantissimi milioni di siti web!

Imparare i codici di PHP permette una grande flessibilità e offre il vantaggio di essere compatibile con numerosi database e con la maggior parte dei sistemi operativi.

Se programmi in PHP, dovrai comunque fare molta attenzione ai tuoi URL. Effettivamente, la programmazione in questo linguaggio genera molti permalink aleatori, che dovrai riscrivere, per evitare che le pagine siano penalizzate dai robot dei motori di ricerca.

Questo inconveniente implica necessariamente un lungo lavoro fastidioso di veglia e vigilanza.

La programmazione e tutto quello che c'è da sapere: leggi l'articolo!

Quali sono gli altri linguaggi da imparare nel corso della programmazione?

Leggendo la lista dei linguaggi di programmazione su Wikipedia, ci si accorge che, in rapporto a tutti i codici che esistono, quelli da conoscere per approcciare la programmazione non sono poi tanti.

Il linguaggio C

C è un linguaggio di programmazione di basso livello, inventato a metà degli anni Settanta: è quindi uno dei più datati!

C offre agli sviluppatori e ai programmatori un margine di controllo importante sulla macchina. É ancora molti utilizzato, ma durante gli anni è evoluto in diversi linguaggi che riprendono la sua sintassi: C++ e C#, in particolare.

Si tratta di linguaggi imprescindibili per programmare un video gioco o un’applicazione web per Microsoft.

Questi linguaggi sono consigliati ai principianti che inizino a studiare la programmazione, perché sono adatti in particolare alle evoluzioni dei diversi linguaggi.

Programmare in Python

Python, come Java, è al momento attuale uno dei codici più utilizzati nel settore informatico,

Per iniziare a programmare, è una buona scelta, dato che si tratta di un compilatore con numerosi vantaggi.

È leggero, facile da installare, rapido e compatibile con la maggior parte dei sistemi operativi.

Se cerchi di sviluppare un’applicazione facile da programmare, utilizza Phyton; questo linguaggio permette di gestire grandi quantità di informazioni.

Con Phtyon, si possono gestire database enormi e farli interagire tra loro. Ma non solo.
Il mondo della ricerca scientifica e della finanza non può prescindere da Python!

Python è un linguaggio multipiattaforma, che permette una programmazione orientata agli oggetti ed è un prodotto opensource.

Offre ai programmatori una buona produttività, perché comporta degli strumenti di alto livello e una sintassi facile da usare, anche per chi sia agli inizi della programmazione.

Come se non bastasse, è linguaggio molto utilizzato in matematica, negli ambienti della finanza e della ricerca scientifica.

Se, ad esempio, pensi di fare un dottorato in biologia o di lavorare presso un centro di ricerca, dovresti iniziare a studiare Python! In effetti, è stato concepito come linguaggio epurato da elementi non fondamentali, facile da leggere, con meno costruzioni sintattiche rispetto ad molti altri linguaggi di programmazione, in particolare C, Perl e Pascal.

SQL

Concludiamo con SQL, che non è tanto un linguaggio, quanto uno strumento di rappresentazione delle query, che gestisce i database, di piccola o grande dimensione.

È indispensabile per alcuni settori professioni ed è molto richiesto. Se conosci SQL, puoi, ad esempio, richiedere la certificazione Oracle.

SQL, che sta per Structured Query Language, permette dunque di comunicare con un database.

In conclusione, ricorda che anche se sei un principiante, puoi imparare le linee di codice informatico in modo gratuito, sul mezzo di comunicazione per il quale sono state pensate: il web.

L’informatica è un dominio in cui la formazione da autodidatta ha la meglio sulla quantità di titoli e diplomi: uno sviluppatore appassionato, anche solo diplomato, può essere valutato di più (e, quindi, guadagnare meglio) di un laureato con poca passione o scarse capacità.

Devi solamente essere motivato; e, poi, chi ha detto che imparare a programmare è impossibile?

La storia della programmazione è affascinante!

 

Bisogno di un insegnante di Programmazione?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura