Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezione di cinese: come familiarizzare con la lingua cinese parlata a Shanghai?

Di Martina, pubblicato il 08/11/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Imparare il Cinese Wu in un Corso di Cinese per Viaggiare a Shanghai!

Studiare un’altra lingua implica non solamente ad imparare altre parole per designare le stesse cose, ma anche ad imparare un altro modo di pensare a queste cose – Flora Lewis

Dalla Grande Muraglia cinese alla città proibita, passando per la megalopoli di Pechino, la lingua cinese è una lingua che attrae molte persone, e per un motivo! In effetti, si è dimostrato che il cinese, legato alla storia della Cina, è una bella traduzione dei costumi e della cultura cinese del paese. Lo dimostra l’esistenza di un gran numero di dialetti e altre lingue che eliminirebbero ogni barriera linguistica, e invoglierebbero a scegliere come destinazione, per il primo viaggio, la Cina.

Il cinese Wu fa parte di queste lingue cinesi parlate in alcune zone del paese. Questa lingua, che ritroviamo in particolare a Shanghai, comprende circa 77 milioni di locutori e si pensa che ancora il 7 e l’8% dei cinesi la pratichi correntemente. È una ragione che potrebbe bastare ad alcuni per interessarsi a questo paese, in modo da scoprire la Cina attraverso la parte più linguistica della nazione, invece di una minoranza.

Ma cosa è esattamente il cinese Wu, e come impararlo, in vista di un viaggio a Shanghai? E bene lo vedremo subito!

Perché imparare il cinese Wu?

La lingua wu è una delle principali varianti della lingua cinese dopo il mandarino. Il cinese Wu è questo tipo di cinese che pensiamo sia simile a un dialetto, e che permette di capire meglio una popolazione in particolare, una città o semplicemente una lingua in sé stessa.

Grazie alle lingue, si é a casa propria non importa dove – Edmund de Waal

Il cinese Wu non è una lingua a cui potremmo interessarci instintivamente. In effetti, mentre il suo nome potrebbe non dirci nulla, o non ispirarci, fa parte dei dialetti cinesi interessanti per diverse ragioni:

  • Possiamo accedere a una parte della cultura cinese supplementare,
  • Capire meglio la popolazione cinese in alcune località,
  • Possiamo scoprire più in profondità le regioni in cui il Wu è parlato, come Shanghai,
  • Accedere a una lingua poco parlata in occidente,
  • Gradualmente riusciamo a migliorare l’acquisizione delle lingue straniere,
  • E ben altro ancora!

È parlata principalmente nella provincia di Zhejiang, nella municipalità di Shanghai, nel sud della provincia di Jiangsu, e in piccole parti delle province di Anhui, Jiangxi e Fujian. E si, parlare cinese a Shanghai, è una vera arte!

Imparare il cinese Wu potrebbe essere un’idea brillante, per svariate ragioni. E, in effetti, imparare una lingua straniera, qualunque sia, è una vera e propria sfida personale. Dalla provincia di Sichuan a Kunming, passando per Guizhou o Pechino, il cinese è una lingua polimorfa, i cui diversi dialettihanno tutti qualocosa da offrirci.

Per un viaggio su misura, o semplicemente per andare in Cina, senza biglietto aereo o tour in Cina, un professore privato di lingua è la soluzione migliore. Tuttavia, qui, l’idea è di viaggiare in una città che tutti conosciamo da vicino o da lontano, e almeno per nome, e che compone un’intera parte della nazione cinese. L’hai evidentemente capito, si tratta della grande città di Shanghai.

Questa megalopoli mondiale, il cui nome “Shanghai” significa letteralmente “sul mare”, è la città più popolata della Cina, e una delle megalopoli più popolata di tutto il mondo. La lingua ufficiale sul posto è il mandarino,tuttavia, si parlano ugualmente il famoso cinese Wu, di cui parleremo oggi. Lo si utilizza in modo ampio e massivo in tutte le conversazioni più informali,e resta presente ovunque nella città.

Imparare il dialetto Wu può essere un modo ulteriore ed efficace per visitare la Cina attraverso la lingua, approfittando delle grandi città come Shanghai e della loro cultura, a più di cento chilomentri da Yunnan, Suzhou o Macao. E si, Shanghai è un piccolo mondo, un microcosmo, ne é la prova quindi l’esigenza del cinese Wu come identità linguistica e nel linguaggio.

Hai bisogno di un corso di cinese?

Le peculiarità del cinese Wu

I dialetti principali della lingua wu comprendono quelli di Shanghai, Suzhou, Wenzhou, Hangzhou, Shaoxing, Jinhua, Yongkang e Quzhou Parlato a Shanghai, il cinese Wu è un dialetto ma anche una lingua a pieno titolo, con proprie caratteristiche, peculiarità, che ritroviamo a Shanghai.

Una lingua è il riflesso esatto del carattere e della maturità dei suoi locutori – Cesar Chavez

A volte percepita come lingua a pieno titolo, a volte considerata come un dialetto, il cinese Wu ha il merito di farci guadagnare punti a Scrabble! Denominato anche “dialetto di Shanghai”, rappresenta una forma settentrionale del gruppo linguistico Wu. Si contano 14 milioni di locutori nel mondo che lo parlano, in effetti è la forma di dialetto più diffusa.

Si considera il Wu come una delle lingue principali del gruppo Han, che raggruppa diversi dialetti. Dolce, fluida, leggera, questa lingua (o dialetto) si distingue dal mandarino per l’utilizzo di soli due toni. All’origine, è stato costituito da otto toni, successivamente unificati e diventati cinque. Questo cinese contemporaneo ne ha conservati due.

Inoltre, contrariamente al mandarino, o al cantonese, il cinese Wu possiede delle consonanti sorde come “d”, “g”, “b”, ad esempio. Si distingue ugualmente dal mandarino per l’utilizzo dei caratteri più antichi del cinese classico. Da notare, inoltre, che il cinese moderno prende il suono d’origine dalle antiche popolazioni Yue, che si ritrovavano nel sud di Jiangsu, e al nord di Zhejiang. (questo ti dice qualcosa vero?)

Il nuovo anno si passa sui migliori auspici qui, a Shangai, soprattutto se si arriva a padroneggiare la lingua della città. Poiché si, un viaggio in Cina non si prepara se non si sa cosa fare, in particolare senza saper parlare i dialetti locali. Il Wu ha trovato realmente la sua identità ai confini di un’etnia, lontana da Guilin, Chengdu, o Xinjiang. Un viaggio in Cina da solo!

E si, il Wu è la prima lingua non ufficiale al mondo, ed è la seconda lingua della Cina, solo dopo il mandarino, e prima del cantonese. Cosa dire in più sul cinese Wu? Da un punto di vista linguistico e un po’ più concreto, si può notare che il Wu fa spesso dei collegamenti tonali tra le parole, mentre la regola del cambiamento non è ancora stata molto definita.

Ad ogni modo, i toni sillabici sono cambiati per permettere una migliore pronuncia della frase. È d’altronde la ragione per la quale, si afferma che il cinese Wu non è una vera e propria lingua tonale. Delle considerazioni un po’ più approfondite e tecniche che, per viaggiare in Cina e scoprire le città della Cina, non saranno utili oltremodo. Parliamo qui realmente di Wu, che a Shanghai, servirà sicuramente.

Prendere lezioni private di cinese Wu per viaggiare a Shanghai

Tra le varietà della lingua cinese, il wu è spesso considerato soggettivamente come una lingua dolce, leggera e fluida Un professore privato di cinese non sarà per forza preparato su questo dialetto un po’ più particolare del cinese wu, è quindi importante saper ben scegliere quest’ultimo.

Il linguaggio è la tabella di marcia di una cultura. Ti indica da dove proviene e dove va il suo popolo  – Rita Mae Brown

L’avremo capito, il dialetto Wu (o lingua, come vuoi!) non é la lingua più parlata al mondo, ma come ovunque, alcune persone ne sono interessate, e l’insegneranno con piacere. Cercando bene, ci si rende presto conto che non é così complicato, e che lo shanghaineseè accessibile a tutti, anche al di fuori del territorio cinese.

Andare in vacanza in Cina si, ma aiutato da un prof privato, è ancora meglio. È la ragione per cui al di là della Via della seta, di Hangzhou, delle risaie o di Tientsin, il Wu è una corda in più al suo arco, qualora si tratti di cavarsela da solo sul posto. Esiste un buon numero di tecniche di insegnamento per iniziare ad imparare il cinese Wu e la civiltà cinese in modo globale:

  • Contattare un professore privato che padroneggia totalmente il cinese Wu,
  • Frequentare corsi online da autodidatta,
  • Ritrovarsi tutti insieme su Superprof,
  • Incontrare abitanti di Shanghai in Italia che possono insegnarci la loro lingua,
  • Leggere e guardare film in versione originale,
  • Recarsi sul posto e imparare semplicemente facendo pratica!

Concretamente, esistono diversi modi per imparare il Wu, ma le lezioni di cinese private sembrano essere il modo più sicuro per riuscire a parlare un minimo di questo dolce dialetto. Tra Yuan, Taiwan, o Congquing, tutto ciò ci farebbe quasi desiderare di andare in Cina in quest’atmosfera futurista che solo Shanghai sa creare! E perché non pubblicare un annuncio su internet se un professore di Wu è troppo difficile da trovare?

Sostenendo questa ricerca con un passaparola di qualità, probabilmente, c’è da scommettere affinché troviamo la nostra felicità a Shangai! D’altronde la maggior parte dei professori di mandarino conoscono anche minimamente il cinese Wu. Le due lingue si avvicinano pericolosamente, non esitare a contattare degli insegnanti per domandare loro se padroneggiano la lingua di Shanghai!

L’avremo capito, il cinese Wu, in occasione di un viaggio a Shanghai, può rivelarsi molto utile per integrarsi e capire meglio una cultura. Allora anche se non si insegna ovunque, è tuttavia possibile cavarsela, e di trascorrere un bel viaggio in questa megalopoli mondiale, anche sul piano linguistico!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar