"In matematica, "evidente" è la parola più pericolosa." Eric Temple Bell (1883-1960)

Adorate la matematica al punto da volerne fare la protagonista della vostra carriera universitaria? Vorreste frequentare la facoltà di matematica della vostra città o "facoltà ingegneria" è sempre stato il vostro obiettivo e il vostro mantra per impegnarvi negli studi? Non è affatto una cattiva idea: scienze e tecnologia offrono in effetti numerosi sbocchi professionali!

In Italia, la facoltà di matematica è in netta crescita: il quotidiano torinese La Stampa riporta che nel 2017 i ragazzi che hanno conseguito una laurea magistrale in Matematica sono stati 1.028 e i laureati triennali nello stesso anno 1.281, distribuiti alla pari tra uomini e donne mentre solo 3 anni prima, nel 2014, i laureati magistrali erano meno di 800. 

Questi numeri sono in crescita ma comunque ancora esigui se si pensa al totale dei laureati in un anno in Italia, che sono circa 300.000 tra triennali e magistrali.

Si tratta allora di un campo che non è ancora certamente saturo e che può offrire molto dal punto di vista lavorativo.

Anche dalle scuole secondarie arrivano buone notizie: le competenze matematiche dei quindicenni italiani sono migliorate negli ultimi quattro anni. Alle superiori, però, la matematica resta la materia in cui più spesso i ragazzi hanno debiti alla fine dell’anno.

Se non siete tra quelli e, anzi, sognate un giorno di insegnare ai ragazzi questa disciplina, ecco tutto quello che dovete sapere.

E, a proposito di scuole superiori, scoprite anche quale percorso scolastico scegliere per prepararvi alla Facoltà di Matematica e Ingegneria!

Università matematica: una breve presentazione

Se avete quella che molti definiscono "una mente scientifica", con uno spiccato senso per le cifre, i calcoli e il ragionamento logico, allora siete probabilmente fatti per le discipline scientifiche.

Per chi ha la mente matematica, facoltà di matematica o ingegneria sono certamente la scelta migliore.
E voi, avete la mente matematica come quella di Homer?

La laurea di primo livello si struttura su un triennio, per un totale di 180 crediti formativi universitari (CFU).

Per accedere al corso di studi è necessario un diploma di scuola secondaria superiore oppure altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Test ingresso matematica, sì o no? Sappiamo che è una delle prime domande che vi siete fatti, la risposta è che il corso di laurea è ad accesso libero con test di verifica delle conoscenze obbligatorio, ma non selettivo, prima dell'immatricolazione.

Nel periodo immediatamente precedente l'inizio delle lezioni viene organizzato un corso di adeguamento delle conoscenze di base per tutti gli studenti.

La laurea in matematica conferisce agli studenti un insieme di conoscenze solide in matematica pura e applicata, così come in altre materie afferenti alle scienze in generale: fisica, chimica...

L'offerta formativa ha poi dovuto adattarsi a tutti i progressi in campo informatico: per questo, il corso di informatica è diventato uno dei fondamentali del corso di laurea in matematica!

Linguaggi di programmazione e algoritmi  fanno parte della cultura scientifica e matematica che gli studenti devono certamente acquisire.

Una volta conseguito il titolo triennale, lo studente potrà decidere di proseguire il suo percorso con una laurea magistrale, approfondendo alcuni aspetti della disciplina.

Nel sito dell'Università matematica Torino si legge ad esempio che il progetto formativo della Laurea Magistrale propone i seguenti 3 curricula, differenziati da un un diverso peso per le attività teoriche, gli aspetti modellistico-computazionali, storici, di divulgazione e di trasmissione del pensiero matematico:

  • TEORICO
  • BILANCIATO
  • MODELLISTICO.

Matematica UNIBO propone invece due diversi curricula di studi per la laurea magistrale: "Generale e applicativo" e "Didattico".

Vi invitiamo ad approfondire le offerte delle varie università prima di decidere dove effettuare il vostro percorso di studi, sempre senza dimenticare che un'esperienza all'estero è auspicabile, oltre che possibile.

Scoprite anche le migliori università di ingegneria in Italia!

Università matematica: il programma della triennale

Quali sono gli insegnamenti previsti nel corso dei tre anni?

Ogni università offre corsi e laboratori di matematica in qualche modo diversi dalle altre.
State per frequentare la facoltà di matematica a Torino o preferite l'offerta di quella di Bologna?

Al primo anno gli studenti affrontano insegnamenti annuali che forniscono loro le basi delle principali discipline in cui la matematica è suddivisa: Algebra, Analisi Matematica, Geometria.

Attenzione: gli studenti che alla fine del primo anno non hanno sanato eventuali obblighi formativi non possono iscriversi al secondo anno, né sostenere i relativi esami.

Per saperne di più a proposito di criteri di ammissibilità e eventuali sbarramenti, è sempre bene rivolgersi al proprio ateneo per avere notizie puntuali e approfondite.

Questo vale anche per avere i dettagli degli insegnamenti previsti dal corso di studi, per quanto il percorso della triennale si possa considerare pressoché sovrapponibili.

Abbiamo visto quali sono le discipline previste nel primo anno, e negli anni successivi?

Al secondo anno gli studenti approfondiscono le competenze di base in analisi e geometria e si affacciano nel frattempo a nuove discipline quali la Probabilità e Statistica, la Fisica Matematica, l'Analisi Numerica. A partire dal secondo anno, hanno la possibilità di scegliere alcuni esami caratterizzanti, per approfondire le loro conoscenze in alcuni settori della matematica.

La mobilità internazionale è sempre un'ottima idea per gli studenti.
Vuoi partire e dare i numeri anche all'estero? Un periodo Erasmus mentre studi matematica è un'ottima idea!

Al terzo anno si completa il percorso di approfondimento delle discipline sia di base sia caratterizzanti, e lo studente è in grado di affrontare corsi avanzati di Algebra, Analisi Matematica, Analisi Numerica, Didattica, Fisica Matematica, Geometria, Storia delle Matematiche, Fisica secondo le proprie inclinazioni.

Tutto questo avviene in un percorso di tre anni che non tralascia certamente lo studio dell'inglese (soprattutto di quello scientifico) e che dà  grande importanza ai laboratori e all'attività sul campo, in quanto ottimi momenti di formazione e apprendimento da parte dei laureandi.

A seconda delle università e del percorso scelto, vengono anche dispensati agli studenti corsi di comunicazione e economia, oltre che di lingua straniera.

Le università incoraggiano anche la mobilità internazionale, invitando coloro che possono a fare stage in aziende all'estero o a prendere parte al programma Erasmus.

Questo nell'ottica di acquisire un buon livello di inglese, sufficiente a lavorare in grandi realtà internazionali e a conoscere quella che è la lingua comune agli scienziati.

Scoprite tutto quello che c'è da sapere sulla facoltà di matematica e ingegneria!

Cosa fare dopo aver conseguito una laurea in matematica?

Quello che difficilmente sarà un problema per gli studenti della facoltà di matematica sarà trovare un ambito lavorativo in cui possano trovare applicazione le loro conoscenze in materia.

Le possibilità professionali per gli studenti della facoltà di matematica sono davvero ampie e permettono di accedere a numerosi settori differenti.

La laurea in matematica offre molte opportunità professionali in molti settori differenti.
Ti sei laureato... e adesso? Tranquillo, sono moltissimi gli sbocchi professionali per i matematici!

Fermo restando che dopo la triennale è possibile proseguire gli studi scegliendo il proprio curricula studiorum tra quelli disponibili per la laurea magistrale, per coloro che preferiscono intraprendere fin da subito una carriera lavorativa, le opzioni sono moltissime.

Per i dottori in matematica le banche, le società di assicurazioni, gli istituti di sondaggi, le società di consulenza o di certificazione, le società di progettazione e sviluppo software, i centri e le società che operano in ambito medico, biomedico e farmacologico sono solo alcuni dei luoghi giusti in cui far decollare la carriera.

Tutto questo a meno che, ovviamente, non si preferisca intraprendere la strada dell'insegnamento!

Ora che ne sapete qualcosa in più sulla laurea in matematica, siete sempre sicuri che la strada del vostro futuro sia lastricato di numeri?

Benissimo, non vi resta che scegliere dove dare inizio al vostro corso di studi.

Se vi state chiedendo quali sono le università migliori in cui iscrivervi per studiare matematica, a fornirvi un’utile indicazione potrà essere la classifica del Censis: al primo posto della sua classifica troviamo l’università di Trieste, seguita da quelle di Camerino, Torino, Trento e Perugia.

Informatevi e fate la vostra scelta... se avete i numeri giusti, e li avete, raccoglierete certamente grandi soddisfazioni non soltanto a livello di studi ma anche a livello lavorativo!

Sognate di iscrivervi al politecnico? Scoprite come prepararsi all'ammissione alla facoltà di ingegneria.

Bisogno di un insegnante di Matematica?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Alice

Ho calzini volanti, 6 buchi alle orecchie, nessun filtro, troppe parole. Nella vita Giornalista + SocialMediaManager + qualsiasi cosa comprenda il parlare, lo scrivere e il comunicare.