Ogni bambino dovrebbe avere un adulto premuroso nella sua vita. Non sempre è un parente o un membro biologico della famiglia. Può essere un amico o un vicino. Spesso è un insegnante - Joe Manchin

Per uno studente, un anno scolastico può diventare rapidamente un percorso ad ostacoli. Esercizi di matematica difficili da capire, nozioni complicate da assimilare, metodi di lavoro inefficienti. Insomma, tante piccole cose che messe insieme possono compromettere il successo accademico.

Sebbene, secondo i dati del MIUR, la dispersione scolastica in Italia sia in calo, si tratta di un fenomeno ancora molto diffuso.

E allora, perché non tenere corsi di supporto e aiuto compiti? Sono moltissimi i genitori che fanno ricorso al sostegno scolastico per i propri figli, optando per lezioni private a casa.

E se così tante persone pensano a questa soluzione, è perché qualche ora in più di lezione funziona! Un insegnante privato ha il vantaggio di essere la persona di riferimento per un ripasso quando vogliamo e dove vogliamo.

L'insegnante privato è un supporto prezioso per uno studente: gli permette di organizzare i suoi ripassi e di mantenere il livello acquisito  nell'anno scolastico, anche durante le vacanze.

Ma, in modo più concreto, come funziona un corso di tutoraggio dall'interno? Se il tema vi interessa, magari perché volete proporvi per dare lezioni, ecco come organizzare il vostro corso di aiuto compiti, che sia attraverso lezioni private a casa o online!

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

La prima lezione di aiuto compiti

Una lezione privata, che si tratti di una lezione di matematica o di un corso di francese, è un'opportunità per uno studente di porre tutte le domande che non sempre osa porre in classe. È anche il momento, per un professore, per mettere a frutto la sua pedagogia e testare i suoi metodi di lavoro.

Gli studenti rendono di più quando sono a loro agio e in un ambiente confortevole... organizzatevi per offrirglielo!

Per questo è importante avere un primo incontro studente-insegnante! Perché, come in ogni relazione, se la comunicazione tra i due non è buona, rischiano di non vedersi i benefici sperati.

Una prima lezione (a volte anche gratuita, pensaci, potrebbe essere davvero un'ottima idea offrirla ai tuoi potenziali alunni!) ci permette di vedere se i nostri metodi corrispondono alle aspettative dell'alunno e se le lezioni scolastiche si integrano bene con la pedagogia che mettete in campo per il vostro aiuto compiti.

Perché, per quanta esperienza abbiano gli insegnanti, a volte non tutto va come previsto!

Da parte sua, l'allievo dovrebbe sentirsi a suo agio con voi e trovare fiducia in se stesso e motivazione per migliorarsi. La motivazione è davvero indispensabile quando si parla di fare progressi, e il più rapidamente possibile, ovviamente!

E se il lavoro svolto insieme sembra dare i suoi frutti, perché non continuare la collaborazione con lo studente nel corso di tutto l'anno, per continuare a vedere successi sulla lunga durata?

Scoprite quali sono i migliori siti per proporsi come tutor di aiuto compiti.

Lo svolgimento di una lezione di aiuto compiti

Un insegnante è una bussola che attiva magneti di curiosità, conoscenza e saggezza negli studenti. Ever Garrison

Dare lezioni private è quindi saper costruire la propria lezione in modo da dare agli studenti il massimo numero di elementi e strumenti per andare avanti col programma in classe con serenità e senza più lacune. Il sostegno scolastico è sempre suddiviso in più parti, che è bene tenere a mente prima di iniziare.

State per iniziare il vostro percorso di insegnanti? Ecco alcuni punti da seguire per fare il vostro lavoro al meglio!

Fare il punto

Prima di tutto, una lezione di aiuto compiti a casa non può iniziare buttandosi a capofitto negli esercizi fin dal primo minuto! Infatti è fondamentale fare insieme - insegnante e allievo - il punto della settimana (o della giornata, a seconda della cadenza delle lezioni).

In questa prima parte del corso, che può durare 5 minuti come 15, verifichiamo le conoscenze, cerchiamo di vedere e capire cosa lo studente ha appreso di recente in classe. In questa prospettiva, sondiamo i punti che sembrano essenziali da rielaborare, i concetti che ha mal assimilato, ecc.

Insomma, proviamo a vedere su cosa bisognerà lavorare, nella pratica!

La pratica

Questo è ciò che la maggior parte delle volte si identifica come il corso "vero e proprio". Anche se il punto iniziale è essenziale per la buona riuscita della seconda parte della lezione, è in questo momento che faremo "concretamente" il coaching scolastico. Dagli esercizi di matematica al ripasso di quelle nozioni di chimica che proprio non c'è verso di assimilare!

Mentre il passaggio precedente ci avrà permesso di individuare i punti su cui lavorare, in modo che il tempo della lezione sia il più proficuo possibile per lo studente, questo è il momento in cui si lavora nel concreto. Concentrazione, voglia di superare i propri limiti, un ambiente confortevole e rilassante... e il gioco è fatto!

L'insegnante avrà anche un compito importante a livello psicologico per il suo alunno: dovrà infatti saper utilizzare il proprio metodo di lavoro per ridargli fiducia e, perché no, farlo appassionare anche a materie che fino al giorno prima gli son risultate ostiche.

Una bella sfida, è vero, ma dopo... sapete che soddisfazione?

Potete anche pensare di proporre altri esercizi oltre a quelli che il vostro studente deve svolgere per il lavoro in classe. A volte, uscire dal seminato e guardare le cose da un altro punto di vista è la chiave per il successo.

Provateci!

Ecco tanti buoni motivi per diventare tutor per l'aiuto compiti.

Il confronto

Infine, il tutoraggio a casa (o meno) spesso finisce con una piccolo confronto. Per qualche minuto (non esiste una regola prestabilita, tutto varia a seconda dello studente), potrete ragionare su cosa è stato appena fatto, sugli argomenti che avete affrontato e valutare insieme se le conoscenze sono state acquisite.

Ecco lo studente all'inizio della lezione... ma, se farete un buon lavoro, alla fine sarà di certo sereno e sorridente!

Tutto questo ha il semplice obiettivo di poter lavorare meglio nel corso della lezione successiva, ma anche di capire se sia necessario continuare a rivedere un certo argomento o una certa nozione.

Il confronto è anche il momento perfetto per l'insegnante per fare il punto sul suo insegnamento e sulla sua pedagogia. Ricordiamoci che si tratta di un lavoro in completa sinergia, in cui da entrambe le parti si può insegnare e imparare molto.

Una relazione tra insegnanti privati ​​e studenti va in entrambe le direzioni! Se lo studente è felice, il vostro lavoro è stato ben fatto!

Sapete qual è il salario di un tutor per aiuto compiti?

La durata di una lezione di aiuto compiti

Prima di considerare quanto debba durare una lezione di aiuto compiti, sarebbe interessante sapere quanto tempo dedichi quotidianamente ai compiti un determinato studente. Questo tempo varia  certamente a seconda della classe frequentata, dell'età e del modo di lavorare degli insegnanti a scuola.

Qualcosa non funziona nel vostro metodo di insegnamento? Prendete appunti e miglioratevi!

In media, potremmo stimare che i compiti ogni sera per uno studente siano di 45 minuti. Questa è davvero una media, mentre 60 minuti è la durata media di una lezione privata!

Dunque, dovrete essere in grado di ottimizzare al massimo il tempo a disposizione, senza saltare nessuna tappa della tabella di marcia.

In quest'ottica, una lezione privata è quindi un'occasione per relazionarsi con lo studente, permettendogli di accedere a nuove conoscenze, e un banco di prova estremamente prezioso per l'insegnamento.

Il corso deve essere organizzato nel miglior modo possibile per far sì che gli studenti non si sentano spaesati di fronte al programma e che possano percepirvi come punto di riferimento importante cui appoggiarsi in caso di difficoltà in classe.

Sapere come organizzare il corso di sostegno a domicilio per creare fiducia è quindi essenziale e fa parte di questo mestiere bellissimo che avete deciso di intraprendere. Che siate iscritti sulla piattaforma Superprof o facciate parte di associazioni di sostegno scolastico, la chiave è essere appassionati di ciò che fate... solo così potrete farlo nel miglior modo possibile!

Allora, siete pronti per diventare tutor per l'aiuto compiti? I vostri studenti ti stanno aspettando!

Scoprite la guida per diventare insegnanti privati di aiuto compiti.

 

Bisogno di un insegnante di Aiuto compiti?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Alice

Ho calzini volanti, 6 buchi alle orecchie, nessun filtro, troppe parole. Nella vita Giornalista + SocialMediaManager + qualsiasi cosa comprenda il parlare, lo scrivere e il comunicare.