Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Imparare arabo: iniziare studiando le cifre e i numeri

Di Alice, pubblicato il 08/02/2019 Blog > Lingue straniere > Arabo > Corso di Arabo: Imparare le Cifre e i Numeri

Imparare i numeri e le cifre in arabo è un po’ la base dell’apprendimento della lingua araba. Saranno le prime nozioni che avrete nel vostro corso arabo, insieme all’alfabeto e ad alcune nozioni sulla storia della lingua araba e le sue evoluzioni.

Con queste due conoscenze davvero solide, sarete davvero pronti a imparare l’arabo letterario o dialettale.

Se i linguisti di tutto il mondo considerano l’arabo come  una delle lingue più difficili da imparare, sappiate che le cifre e i numeri vi regaleranno una bella sorpresa. Durante le vostre lezioni di arabo scoprirete infatti che imparare a contare si rivelerà relativamente semplice.

  • Ma in che senso bisogna leggere i numeri?
  • Perché si parla di «cifre arabe»?

Ma soprattutto: esistono metodi semplici per imparare a contare in arabo rapidamente?

Lezioni arabo: perché imparare numeri e cifre in arabo?

Quando si impara una nuova lingua straniera, c’è una certa propensione ad apprendere solo qualche numero, pensando che possa essere sufficiente.

Di solito si arriva tranquillamente fino al 10… e poi? Perché non spingersi oltre e usare i corsi arabo per imparare numeri e cifre fino in fondo?

Per coloro che desiderano imparare arabo rapidamente, la cultura araba e soprattutto per chi vuole parlarlo senza tentennamenti, le cifre sono una base importante, proprio come l’alfabeto!

I più “matematici” tra voi lo capiranno facilmente.

Sembra infatti impensabile imparare l’arabo e vivere in un paese arabo senza poter contare da 1 a miliardi.

er coloro che desiderano imparare arabo rapidamente, la cultura araba e soprattutto per chi vuole parlarlo senza tentennamenti, le cifre sono una base importante, proprio come l'alfabeto. Tranquilli, imparare a contare in arabo sarà più facile che fare matematica in italiano!

Le cifre arabe saranno indispensabili in molte situazioni di vita quotidiana:

  • Lavoro,
  • Trattative,
  • Pagamenti e acquisti in generale,
  • Età,
  • Peso,
  • Ora,
  • Giorni del mese,
  • Data di nascita,
  • Sport,
  • Distanze…

E questi sono solo alcuni esempi! Andare a lezione di arabo e imparare i numeri e le cifre vi servirà quindi in innumerevoli situazioni della vostra quotidianità. Questo vi permetterà di intrattenere una conversazione con un nativo madrelingua senza dover tirare fuori dalla tasca il vostro dizionario arabo per capire cosa vi sta dicendo e rispondergli.

Come volete trattare al souk di Marrakech se non conoscete almeno i rudimenti di matematica in arabo?

In che senso leggere e scrivere le cifre in arabo?

L’italiano, lo spagnolo, il tedesco, l’inglese, il portoghese e molte altre lingue si leggono, come sapete, da sinistra verso destra. Una abitudine linguistica che destabilizza molti quando si decide di imparare la lingua e ci si trova alle prese con lo studio dell’alfabeto arabo.

E tuttavia l’arabo, praticato da quasi 300 milioni di nativi arabofoni in tutto il pianeta, (420 milioni se si includono i paesi in cui l’arabo è seconda lingua e 1 miliardo se si contano i musulmani per i quali è la lingua sacra) si scrive e si legge da destra verso sinistra. Al contrario delle lingue indoeuropee.

D’altra parte, i geroglifici, i segni cuneiformi e le lettere dell’alfabeto protosinaitico (il primo alfabeto conosciuto) si scrivevano da destra verso sinistro. L’arabo discende dall’aramaico che si scrive da destra a sinistra. Un’eredità diretta delle prime lingue scritte che è rimasta nel tempo.

Detto questo – e ciò può essere un po’ destabilizzante davvero, le cifre si scrivono da sinistra a destra. In arabo, il valore più grande di mette a sinistra, il più piccolo a destra.

Il senso di lettura, invece, non cambia. Per leggere un numero si dovrà partire dal valore più piccolo.

Ad esempio, per leggere 247 si dirà sette, quaranta e duecento.

Da segnalare che i numeri di telefono fanno eccezione poiché si devono leggere cifra per cifra, da sinistra a destra.

Perché si parla di «cifre arabe» ?

Avete sicuramente sentito parlare di «cifre arabe».

Si tratta di un’espressione che esprime le origini delle nostre cifre, benché si utilizzino anche i numeri romani.

Ma questo appellativo è del tutto reale?

Ebbene, il mondo arabo le chiama le «cifre hindi». In effetti, la numerazione araba che noi conosciamo fu presa in prestito nel IX secolo dalla numerazione indiana.

Cifre e numeri indiani che furono poi trasformati in Maghreb per dare vita a quelle che conosciamo oggi.

Essendo il Maghreb la parte occidentale del mondo arabo, questa numerazione è chiamata dagli arabi stessi: «Cifre arabo-occidentali».

Con l’invasione musulmana della Spagna queste cifre si sono diffuse in Europa e in occidente, guadagnando così il nome quasi improprio di «cifre arabe».

Il testo sacro, il Corano, permette di approfondire contemporaneamente gli aspetti linguistici e quelli culturali. Leggere l’arabo attraverso i suoi testi sacri è un buon modo per imparare lingua e cultura insieme!

Imparare a memoria i numeri in arabo da 0 a 9

Per imparare numeri e cifre in arabo,  bisognerà certamente conoscere a memoria quelle tra 0 e 9.

A partire da quelle si comporranno tutti gli altri numeri!

Alcune cifre possono creare confusione, come il 6 che somiglia al nostro 7 o il 5 che somiglia allo 0. Quanto allo zero arabo, somiglia al nostro punto!

E le cifre in marocchino?

Per spingervi ancora oltre durante il vostro corso di arabo, sappiate che il vocabolario è differente a seconda del paese dell’Africa del Nord. Per esempio, in arabo marocchino, le cifre non si diranno nella stessa maniera:

  • Uno: Ouahed,
  • Due: Jouje,
  • Tre: Tleta,
  • Quattro: Arbaha,
  • Cinque: Khamsa,
  • Sei: Seta,
  • Sette: Sebaa,
  • Otto: Temnya,
  • Nove: Tèssha.

Il tunisino e l’algerino, anche se possono contemplare qualche variante dovuta all’accento, sono simili all’arabo letterario.

Numeri arabi: alcune eccezioni tra il 10 e il 19

Quando pensate di aver in pugno la situazione e il vostro corso arabo, arrivano le eccezioni!

Tranquilli, in realtà l’eccezione è solo sull’11, ma poi si riprende con la logica dell’associare la dozzina con l’unità.

Lo vediamo qui sotto:

Noterete qui sopra che, come abbiamo detto, l’unità è letta prima della decina.

Ad eccezione dell’11 e del 12, i numeri costruiti con il 10 si pronunciano come le cifre solo con l’aggiunta di un -ta seguito da -ashar. Per esempio, la cifra 7 si dice  سَبْعة (sab’ah) e il numero 17 si dice donc سَبْعةَ عَشَر (sab’ata ’ashar).

Scoprite come migliorare la vostra pronuncia della lingua araba, in generale.

La scrittura in numeri arabi è del tutto logica. Si riconoscono bene l’1 per la dozzina e le altre cifre per le unità.

Sono moltissime le situazioni in cui può tornare davvero utile saper leggere le cifre e i numeri arabi. Imparare i numeri vi permetterà anche di saper leggere l’ora in arabo!

Contare da 20 a 99: dedurre per logica i numeri in arabo

Dopo le prime lezioni di arabo, le cose si fanno ancora più interessanti!

Potrete iniziare a contare oltre il 20, numero dopo il quale la numerazione araba riprende totalmente la sua logica di associazione:

Bisogna tenere a mente عِشْرون (’ishroun) per «20». Poi per fare «20 + X», direte وَعِشْرون x. Per aggiungere cifre dietro si mette il prefisso وَ (wa). Significa «e» o «con» o «aggiunto a».

La ventina assomigli moltissimo al modello che noi utilizziamo per l’italiano. A differenza del fatto che in italiano si dirà venti e uno mentre in arabo si dirà uno e venti, poiché si legge da destra a sinistra. Ma la costruzione è identica.

Come imparare i grandi numeri in arabo?

Sarà relativamente facile imparare i grandi numeri arabi quando si tratta di decine. Perché?

Molto semplicemente perché, se «20» non assomiglia a 2 e dev’essere imparato a memoria, quello non è il caso delle decine successive. Così, da 30 a 90, ogni decina prende la radice da 3 e 9:

Ad esempio, come pronunceremo 43 ? Facile : « Thalaathah wa rabhoune ». Con la stessa logica applicata prima con il 20, si dirà 3 e 40.

E allora, tra una lezione di arabo e l’altra, esercitatevi a dare mentalmente i numeri!!!

Andare a lezione di arabo e imparare i numeri e le cifre servirà in innumerevoli situazioni della vostra quotidianità Corso di arabo? Finalmente potrete dimostrare di… avere i numeri!

D’altra parte, il seguito dei numeri arabi non è che un ciclo eterno sempre uguale a se stesso, in una logica implacabile. Vi basterà costruire i numeri più elevati nello stesso modo utilizzato in precedenza:

Da notare che la pronuncia di «milione» e «miliardo» italiana assomiglia molto a quella araba «malioun» e « maliâr ».

Siete pronti a iniziare il vostro corso di arabo?

Potrete finalmente dimostrare di avere i numeri!

E, se siete curiosi, approfondite anche le differenze tra arabo letterario e dialettale.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar