Sappiamo che oggi ogni famiglia, o quasi, possiede almeno un tablet.  Spesso e volentieri, poi, i bambini tra i 7 e i 12 anni ne hanno uno tutto loro.

Dal momento che il tablet è così gettonato per giocare, perché non unire l’utile al dilettevole, proponendo a grandi e bambini che si accostano al francese delle applicazioni per scoprire la pronuncia, l’espressione scritta, il vocabolario della vita quotidiana e altri dettagli della lingua d’oltralpe?

Le app non rimpiazzano ovviamente un buon insegnante di francese, ma possono servire per incoraggiare e sostenere la scoperta e lo studio di questa lingua.

I giochi educativi sono molto diffusi sul mercato delle applicazioni. Ecco qui la nostra scelta di app efficaci per arricchire le lezioni di francese per i bambini (ed i principianti adulti)!

I/Le migliori insegnanti di Francese disponibili
Pauline
5
5 (22 Commenti)
Pauline
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Johanne
5
5 (28 Commenti)
Johanne
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna
5
5 (16 Commenti)
Anna
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna maria
5
5 (23 Commenti)
Anna maria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (8 Commenti)
Lorenzo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (25 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Delphine
5
5 (36 Commenti)
Delphine
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Pauline
5
5 (22 Commenti)
Pauline
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Johanne
5
5 (28 Commenti)
Johanne
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna
5
5 (16 Commenti)
Anna
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna maria
5
5 (23 Commenti)
Anna maria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (8 Commenti)
Lorenzo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (25 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Delphine
5
5 (36 Commenti)
Delphine
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Premessa sui giochi per imparare il francese

Una premessa è fondamentale, prima di inoltrarsi nel mondo dell'apprendimento del francese per bambini.

Secondo la scuola tradizionale, l'apprendimento di una lingua, proprio come per ogni altra disciplina, deve svolgersi con materiale tradizionale: libri, quaderni, registrazioni audio, schede riassuntive, ... Ecco, se anche tu pensi questo, è ora di aprire gli occhi: questo discorso non vale più. Anche se Maria Montessori è stata probabilmente la prima a studiare, proporre e applicare un approccio diverso alla scuola, oggi non c'è più bisogno di scomodare la grande pedagoga per capire quanto il gioco possa essere estremamente educativo.

Inutile, dunque, pensare ad una soluzione unica che sia valida per tutti.
Ognuno incontra delle difficoltà diverse nello studio di una lingua!

E non solo nel senso che giocare aiuta a crescere; non solo perché giocando con degli oggetti tridimensionali da incastrare in appositi spazi il bambino impara, oltre alla manualità, anche a conoscere le forme e a collocarle nello spazio attorno a sé. Ma anche perché il gioco può veramente insegnare una lingua straniera!

Insomma, scuola ed educazione non devono essere più viste solo come un dovere, bensì come un divertimento; imparare non passa necessariamente - o non solo - per l'abnegazione e il sacrificio, ma anche per la creatività e la spontaneità! 

Solo chi riuscirà a collegare divertimento e apprendimento riuscirà ad essere vincente nella vita, ad arrivare dove vuole arrivare, perché troverà nello studio e nel lavoro uno stimolo ad andare avanti e non un peso, una sofferenza da mettersi alle spalle, ora dopo ora, giorno dopo giorno, mese dopo mese!

I giochi in francese per principianti: come superare il paradosso del gioco e dell'ansia linguistica!

Per il bambino che deve imparare la lingua francese, il discorso non cambia. In classe, come a casa con i propri genitori o con l'insegnante di francese, i giochi acquisiscono tutta la loro dignità, diventano uno strumento nobile dell'apprendimento.

Certo, il docente stesso (maestro della scuola dell'infanzia, della scuola primaria o insegnante privato che sia) dovrà dosare con sapienza le ore di gioco nel monte ore totale a disposizione nell'arco della giornata o della settimana.

Esiste infatti un fenomeno, che gli studiosi definiscono come il paradosso dell’ansia linguistica, ovverosia un'ansia situazionale che scaturisce dal dover leggere in francese (in inglese, in tedesco, in arabo, ...) di fronte ad un pubblico (la classe di pari), dal dover imparare a memoria un brano, dal dover improvvisare un dialogo senza una preparazione, ...

Il gioco, dal canto suo, partecipa a limitare o ad eliminare quest'ansia, proprio in virtù dell'entusiasmo scaturito dal gioco e dalla motivazione che ne deriva. C'è solo un punto cui fare attenzione: quando il gioco diventa eccessivamente competitivo o valutativo (ma qui il ruolo dell'insegnante è fondamentale!), l’alunno rischia di non percepire più la dimensione ludica dell’attività: il gioco non è più tale, ma diventa una verifica, che blocca lo studente.

Lo ribadiamo: il docente deve intervenire, introducendo dei giochi in lingua francese, tali da ridurre l’ansia linguistica degli alunni, senza far perdere loro lo stimolo, il senso di sfida e la motivazione,

Tecnologia e giochi in francese per bambini: Itooch Français

Stop ai voti, dunque, retaggio di un vecchio modo di insegnare della scuola italiana, in particolare.
Alcune app propongono delle medaglie, come conferma delle conoscenze apprese!

È l’app ideale per imparare il francese e perfezionarsi gradualmente, dato che esiste declinata secondo diversi livelli.

Si ispira, inoltre, al programma di lingua francese previsto dal sistema d’istruzione francese. Il che non è niente male! Eccone dettagli e vantaggi:

Oltre 1000 esercizi per edizione,

  • Riassunti delle lezioni,
  • Un sistema di premi e ricompense che incoraggiano gli allievi a progredire,
  • Nessuna necessità di restare connessi durante l’utilizzo dell’app.

Al livello CP (che corrisponde alla nostra prima elementare) si chiede al discente di praticare e poi padroneggiare:

  • Suoni, scoprendo la fonetica dalla [a] alla [z] passando da [gn] e [wa],
  • Grammatica: frase, nomi, articoli, verbi, tempi (passè, prèsent, futur),
  • Vocabolario: ordine alfabetico, contrari, termini esatti, categorie di nomi ed anche un gioco dal titolo “piège tes parents”,
  • Ortografia: nomi invariati, giorni della settimana, colori, numeri da 0 a 10, dettato, copiato,
  • Lettura: riconoscere una parola, sillabe e lettere.

Al livello CE1 (corrispondente alla nostra seconda elementare), la coniugazione prende il posto dello studio dei suoni. Il discente si allenerà con:

  • Lettura: suoni, comprensione di testo, diversi significati di un termine, poesie,
  • Vocabolario: sinonimi e contrari, parole-etichetta, famiglie di parole, dizionario,
  • Ortografia: copiato, m davanti n, p o b, “ç” o “ss”, nomi invariati, dettato,
  • Grammatica: affermazione o negazione, femminile o maschile, plurale, accordo, nomi propri, determinanti, aggettivi, verbi,
  • Coniugazione: presente indicativo, futuro semplice, passato prossimo, etc.

Al livello CE2 (il corrispettivo della nostra terza elementare), l’accento è posto su grammatica e ortografia:

  • Grammatica: punteggiatura, tipi di frasi, soggetto, verbo, complemento, nome comune o nome proprio,
  • Ortografia: lettere mute, generi dei nomi, omofonie, “g”, “ge”, o “gu”,
  • Coniugazione: infinito del verbo, persone, gruppo, imperfetto,
  • Vocabolario: prefisso, suffisso, sinonimi, antinomie, omonimie, campo lessicale, proverbi, etc.

Per i discenti ancor più avanzati, il livello CM1 (la quarta elementare francese), propone delle belle complicazioni! Le cose sono più approfondite:

  • Grammatica: tipi di frasi, forme delle frasi, aggettivi interrogativi ed esclamativi, proposizione subordinata relativa, voce attiva e passiva, complemento di circostanza, verbi pronominali,
  • Ortografia: dieresi, cediglia, suoni [è] ed [è], accordo soggetto/verbo,
  • Coniugazione: persone della coniugazione, imperfetto, futuro, passato remoto, passè simple, imperativo presente,
  • Vocabolario: termini generici, senso proprio e senso figurato, nuances di parole, livelli linguistici differenziati, etc.,

Al livello CM2 (la quinta elementare), le cose diventano serissime! Del resto, si tratta del livello che i francesi richiedono per accedere poi alla scuola media ai piccoli madrelingua!

  • Grammatica: proposizioni relative, attributo del soggetto, giustapposizione e coordinazione, proposizione subordinata congiuntiva,
  • Ortografia: accenti, plurale, omonimie, consonanti doppie, valenza delle lettere “c” e “g”,
  • Coniugazione: presentazione dei tre gruppi (più che perfetto, condizionale presente e presente congiuntivo),
  • Vocabolario: etimologia, abbreviazioni, parole polisemiche, neologismi, registri della lingua, etc.

Ci piace molto:

  • La disponibilità di più livelli,
  • L’esaustività degli esercizi proposti,
  • La connessione coi programmi scolastici francesi,
  • La gratuità e la disponibilità su Android e iOS!
  • Lato ludico!

L’applicazione perfetta per presentare il francese in modo divertente e stimolante! Il principiante si ritrova in full immersion nella regole base e le memorizza senza problemi!

Per delle lezioni tête à tête, scopri cosa offre la tua città: corsi francese milano non ti deluderanno!

I/Le migliori insegnanti di Francese disponibili
Pauline
5
5 (22 Commenti)
Pauline
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Johanne
5
5 (28 Commenti)
Johanne
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna
5
5 (16 Commenti)
Anna
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna maria
5
5 (23 Commenti)
Anna maria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (8 Commenti)
Lorenzo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (25 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Delphine
5
5 (36 Commenti)
Delphine
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Pauline
5
5 (22 Commenti)
Pauline
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Johanne
5
5 (28 Commenti)
Johanne
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna
5
5 (16 Commenti)
Anna
16€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Anna maria
5
5 (23 Commenti)
Anna maria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (8 Commenti)
Lorenzo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (25 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Delphine
5
5 (36 Commenti)
Delphine
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Rèvise ta conjugaison, tra i migliori giochi online francese per bambini

Come suggerisce il nome, quest’app propone di passare in rassegna e coniugazioni di ben 300 verbi!

La trovi sull’App Store e sul Play Store in versione freemium (gratuita in versione leggera e in seguito a 1,80 €).

Inutile, dunque, pensare ad una soluzione unica che sia valida per tutti.
Ognuno incontra delle difficoltà diverse nello studio di una lingua!

Il discente è invitato a:

  • Prima, scegliere il livello (dal CE1 al CM2) perché il livello degli esercizi proposti sia adatto,
  • Poi, cliccare sui tempi verbali da studiare (in base al livello: prèsent simple, futur simple, passè composè, etc.).

Ogni volta, il gioco comincia con una spiegazione della regola di coniugazione, poi il discente viene immerso in un’ambientazione marina per rispondere a dei quesiti. Si tratterà, ad esempio, di scegliere il finale adatto ad un tempo, ad un soggetto o di selezionare il verbo adatto ad una frase…

La scheda relativa alle statistiche segnala poi quale tempo o quale verbo andranno rivisti ed approfonditi.

Ci piace molto: 

  • L’ambientazione marina e ludica,
  • L’enunciazione precisa delle regole, sebbene in lingua francese,
  • La durata di vita dell’app, utilizzabile su diversi livelli, lungo il percorso di avanzamento (scopri perché dare lezioni di francese ai bambini delle elementari),
  • Il costo accessibile.

Una buona coniugazione è essenziale per una buona comunicazione, ossia per interagire con un francofono. L’app consente di scoprire lacune per eliminarle.

Cerchi un corso francese torino?

I migliori giochi per imparare il francese: le sillabe Montessori

L’apprendimento della lettura è un processo lungo, complesso.

Con quest’app, disponibile per 3,99 € su Android e iOS, il discente impara a leggere esercitandosi sulle sillabe grazie alla pedagogia Montessori.

Giocando si impara, si potrebbe dire per riassumere il significato e il ruolo del gioco nell'apprendimento della lingua.
Grazie ai tablet e alle app dedicate, imparare la lingua francese sarà un gioco anche per i bambini!

La cosa si svolge in tre tempi e tre giochi:

  1. Si scoprono le sillabe e la loro costruzione. Il gioco si basa sulla ripetizione, ai fini di rendere il discente autonomo. Ogni sillaba studiata si ritrova poi nella scheda “collection”,
  2. Il gioco della chimica chiede al discente di reperire una stessa sillaba scritta in diverse dimensioni del carattere. Al livello 1, la sillaba è scritta, mentre al livello 2 essa è solo pronunciata oralmente,
  3. Segue il gioco della sillaba mancante. Il discente ricerca la sillaba mancante per formare una parola.

Se a scuola un bambino ha difficoltà ad apprendere le sillabe francesi, sarà utile che il genitore tenti quest’esperienza di un metodo differente da quello scolastico. Per i bambini dislessici esiste addirittura un carattere apposito più indicato.

Ci piace:

  • L’approccio pedagogico Montessori,
  • Gli incoraggiamenti per i bambini,
  • La possibilità, per un adulto, di seguire il tutto.

Meno attraente:

  • L’aspetto molto laborioso,
  • L’aspetto ripetitivo.

Bisogna inoltre stare attenti a non sovraccaricare i bambini, rischiando di provocare un vero rigetto nei confronti dei corsi di francese. Sarebbe demotivante in generale!

Storyplayr, tra i giochi didattici francese per prima media e non solo

Si tratta di una biblioteca numerica digitale che funziona con un abbonamento a soli 4,99 € al mese! Pratico per tutti coloro che oggi hanno sempre il tablet alla mano… ma mai un libro!

Disponibile su Android e iOS, la piattaforma digitale propone molte storie per dare ai bambini voglia di leggere:

  • Selezionate per età: dai 3, 5 o 7 anni,
  • Selezionate per parola-chiave: ad esempio “dragon”, “fèe” o ancora “animaux de la forêt”.

La scelta è ampia! Per la sola parola “dragon” appaiono ben 9 storie tra i risultati di ricerca!

Non è un caso se diverse app propongono delle audio letture e delle audio lezioni ai bambini.
Gli audio libri possono aiutare tantissimo nella comprensione del francese!

Per aiutare nella scelta della storia vengono fornite diverse informazioni:

  • Durata media di lettura,
  • Numero di pagine,
  • Presenza o meno di una lettura audio disponibile,
  • Un corto riassunto.

L’app presenta tutte storie digitalizzate. Ma qualcuna può apparire graficamente troppo piccola, il che potrebbe complicare la lettura.

Viene proposta anche la modalità di utilizzo offline, in modo che anche in viaggio si possano ritrovare le proprie storie preferite.

Il valore aggiunto: l’app propone anche di registrare la propria voce su un libro biblioteca, ad esempio! Da provare assolutamente!

Ci piace molto:

  • Il concetto di biblioteca portatile, disponibile sempre e ovunque!
  • Il design sobrio e che mette in risalto i libri,
  • La gratuità per un mese, finalizzata alla scoperta dell’app.

Non ci piace:

  • La perdita di qualità nel caso di grafica troppo ridotta nelle dimensioni.

Il francese merita comunque di essere scoperto attraverso quest'applicazione davvero promettente! Scopri qui quali autori proporre durante le lezioni di francese per bambini

Bonus: Max e Lili, l’applicazione del francese per bambini!

Considerata la semplicità della lingua utilizzata, i libri e i giochi si adattano anche a dei principianti italiani.
La collana di Max et Lilli è molto diffusa, anche sotto forma di app, tra i bambini francesi!

Al costo di 2,99 € sull’App Store, quest’app cattura tutti i piccoli d’oltralpe! Perché non i bambini italiani...?

Un bambino può creare un profilo per incarnare Max, Lili, Pluche o Pompom. Potrà poi giocare con ben 8 giochi, alcuni connessi con esercizi di francese, altri mirati alla memoria:

  1. Le differenze,
  2. Gli scenari: si rimettono nell’ordine cronologico le immagini del fumetto proposto,
  3. Le bolle: si ricostruiscono frasi dette dai personaggi, tramite parole da completare (utile per acquisire una buona grammatica),
  4. Le coppie,
  5. Griglia misteriosa: seguendo delle indicazioni si anneriscono delle caselle per scoprire delle lettere (ideale per perfezionare l’ortografia e il vocabolario),
  6. Nascondino di parole: si cercano le parole nascoste dietro ad una griglia (affinando il livello linguistico),
  7. Memory,
  8. Rompi-capo: si collegano coppie.

Ci piace:

  • L’universo Max e Lili,
  • L’aspetto educativo spiccato in alcuni dei giochi proposti.

Non ci piace:

  • La scarsa originalità dei giochi proposti,
  • Il sonoro ripetitivo (che però può essere eliminato!).

In sintesi:

  • Ogni app è interessante in base al profilo ed al livello del discente. La scelta è lasciata ai gusti di chi la usa!
  • Insegnare il francese online ai bambini è un modo ludico per progredire e rafforzare le competenze!
  • Se dovessimo segnalare una sola applicazione, propenderemmo per iTooch Français, per noi più completa e disponibile ad ogni livello. Comprensione scritta e orale, espressione scritta e orale non manca nulla per imparare il francese divertendosi!
>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (4 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura