Che si tratti di rock, di jazz, di soul, di puk, di blues o di folk, la storia della musica ha il suo gruppo di musicisti leggendari. Non possiamo, però, attenerci solo ai grandi chitarristi - come Jimi Hendrix, Keith Richards, Eric Clapton o ancora Jimmy Page -, ma dobbiamo dare uno sguardo anche ai bassisti.

Il basso è uno strumento melodico e ritmico allo stesso tempo; spesso costituisce l’armatura di un brano. Il bassista è spesso un eccellente musicista e, a volte, anche un compositore.

Vorresti imparare a suonare il basso? E se prima ti informassi su chi sono i grandi cui dovrai poi ispirarti?

Ecco la nostra top 10 dei più grandi bassisti della storia della musica!

Cliff Burton, Metallica

Nato il 10 febbraio 1962 a Castro Valley (California) e morto il 27 settembre 1986 a soli 24 anni, Cliff Burton è il bassista leggendario del gruppo metal dei Metallica.

Attirato inizialmente dal jazz e dal rock, Cliff Burton non sarebbe stato in verità destinato a continuare la propria carriera nel mondo dell’heavy metal. Successore di Ron McGovney, egli registra tre album con il gruppo, compresi molti brani leggendari dei Metallica: Kill 'Em All, Ride the Lightning et Master of Puppets.

Se è noto al grande pubblico è anche per il suo approccio particolare al basso, che gli consentiva di suonare allo stesso tempo la melodia e la parte da solista, mantenendo le basi armoniche e ritmiche delle canzoni.

Secondo una classifica del 2011, Cliff Burton ü uno dei migliori bassisti di tutti i tempi.

Nel 1986, il gruppo dei Metallica è in Svezia per promuovere il nuovo album, Master of Puppets, quando l’autista del bus della band perde il controllo del mezzo: nell’incidente, il bassista viene scaraventato al di fuori del bus e muore schiacciato dal bus stesso!

Come molti grandi artisti, anche lui è morto prima di poter godere dei grandi successi della band.
Prematuramente scomparso, Cliff Burton ha militato nei Metallica!

Cliff Burton è conosciuto a livello mondiale, per aver composto il brano strumentale Orion, che ha conosciuto un successo globale.

Michael Balzary alias Flea, The Red Hot Chili Peppers

Il suo vero nome è Michael Balzary, ma tutti lo conoscono per Flea, bassista, pianista, trombettista e attore australo americano.

Nato il 16 ottobre 1962 a Melbourne (Australia), è uno dei fondatori, assieme ad Anthony Kiedis (classe 1962), del gruppo Red Hot Chili Peppers. Secondo una classifica stilata dalla nota rivista Rolling Stone si tratterebbe del secondo miglior bassista di tutti i tempi.

E in effetti le parti di basso elettrico suonate da Flea in studio di registrazione e nei concerti, sono mitiche. Flea ha partecipato, ovviamente, alla realizzazione e alla registrazione di tutti gli album del gruppo, tra cui spiccano Freaky Styley, Mother's Milk, Blood Sugar Sex Magic, One Hot Minute, Californication ou encore By the Way.

Il soprannome sarebbe stato dato a Flea (in inglese, significa pulce) dai suoi compagni di classe, durante la scuola superiore, a causa della sua abitudine a trovarsi immischiato spessissimo nelle discussioni.

Fortemente influenzato, già in ambiente familiare, dalla scena jazz inizia a suonare proprio il jazz all’età di 17 anni, pur avendo scoperto anche il rock dei Kiss, di Jimi Hendrix e dei Led Zeppelin.

Nel 1983, dopo l’incontro con Anthony Kiedis, Hillel Slovak e Jack Irons, fonda il gruppo rock Red Hot Chili Peppers. Il suo stile musicale è influenzato dal funk, dal jazz, oltre che da altri bassisti, come Jaco Pastorius.

Cosa sai sulla storia del basso e sulla sua nascita?

Paul McCartney, The Beatles

Nessuno, oggi, può dire di non conoscere il leggendario gruppo dei Beatles.

Paul McCartney, classe 1942, è autore, compositore, interprete e multi strumentista, originario di Liverpool.

È stato il bassista del gruppo The Beatles sin dalla sua formazione agli inizi degli anni Sessanta, fino allo scioglimento nel 1969.

Registra con il gruppo 12 album, quasi 200 canzoni in poco meno di 10 anni di attività. Vero emblema della (contro) cultura degli anni Sessanta e delle rivendicazioni sociali dell’epoca, il duo McCartney/Lennon ha conosciuto un successo senza precedenti nella storia dell’industria discografica.

Nel corso dell’estate del 1957, McCartney incontrò John Lennon (1940-1980), che lo fece entrare nel suo gruppo The Quarrymen, nel ruolo di bassista.

Con George Harrison e Ringo Starr, crearono The Beatles, il gruppo musicale che sarebbe diventato il più popolare della storia del Rock'n Roll.

Paul McCartney non è solo il chitarrista e il cantante che oggi conosciamo; il suo basso è stato fondamentale per i FabFour.
In questa famosa foto, si cela un grande bassista: individualo!

Paul McCartney all’epoca era solo chitarrista. Ma, nel ruolo di bassista, registrò centinaia di canzoni, che fecero il giro del mondo: Love Me Do, Please Please Me, Ticket to Ride, Help!, Yellow Submarine, Penny Lane, Revolver, All You Need Is Love, Hello Goodbye, Hey Jude, Let It Be, etc.

John Paul Jones, Led Zeppelin

Difficile emergere come bassista, quando ci si deve confrontare ad un chitarrista del calibro di Jimmy Page (fondatore, con Robert Plant del gruppo hard rock Led Zeppelin).

Nato il 3 gennaio 1946 a Londra, John Baldwin alias John Paul Jones è il bassista e il tastierista del celeberrimo gruppo britannico, dalla creazione nel 1968, fino alla dissoluzione nel 1980.

Impara a suonare il pianoforte in tenera età, ma in adolescenza imbraccia il basso.

Con i Led Zeppelin, diventa uno dei bassisti più noti della storia dell’hard rock, soprattutto grazie ad alcune composizioni del gruppo: Stairway to Heaven, Immigrant Song, Whole Lotta Love, Black Dog, All My Love, Good Times Bad Times, Your Time is Gonna Come, Dazed and Confused.

Roger Waters, Pink Floyd

Non si può non parlare dei migliori bassisti della storia della musica, senza evocare Roger Waters, parte integrante da sempre del gruppo dei Pink Floyd.

Nato il 6 settembre 1943 a Surrey (a sud di Londra), Roger Waters è bassista e membro fondatore del gruppo dei Pink Floyd.

Fondò un primo gruppo assieme a Richard Wright, Nick Mason e altri tre musicisti nel 1964. Dopo qualche rimaneggiamento,  Syd Barrett e Bob Klose raggiunsero Wright e Waters.

Con Nick Mason, il gruppo prenderà il nome definitivo (Pink Floyd, nell’anno 1965) per evolvere, grazie a David Gilmour verso uno stile di rock progressivo e sperimentale.

Waters e i Pink Floyd conosceranno la fama mondiale nel 1973, con l’uscita dell’album The Dark Side of the Moon.

A partire da questa data, sarà Waters a comporre tutte le canzoni del gruppo, in particolare Dogs, Confortably Numb, Money, Wish You Were Here, Have a Cigar, Welcome to the Machine, Shine On You Crazy Diamonds, In The Flesh?, Another Brick in the Wall, Mother, Empty Spaces, Hey You.

Jaco Pastorius

Nato il primo dicembre 1951 e morto nel 1987, John Francis Anthony Pastorius III, alias Jaco Pastorius è un bassista di jazz e di jazz rock.

Ha ampiamente influenzato il ruolo del basso elettrico, soprattutto facendolo evolvere  dal rango di semplice accompagnatore dei ritmi, al ruolo di solista.

Pastorius ü noto per aver suonato senza tasti, oltre che per essere ultimo jazzman del XX secolo ad aver influenzato le generazioni seguenti, secondo i propositi del chitarrista jazz Pat Metheny.

Negli anni Ottanta, suonò dei concerti con musicisti di fama, come Brian Melvin (jazz), Mike Stern (jazz fusion) o Biréli Lagrène (jazz manouche).

Ma, come si pone il bassista in seno al gruppo?

Rex Brown, Pantera

Nato nel Texas il 27 luglio 1964, Rex Robert Brown è il bassista del gruppo heavy metal Kill Devil Hill.

Lo conosciamo anche per essere stato il bassista del gruppo di groove metal Pantera, praticamente dalla fondazione (1982), allo scioglimento, nel 2003.

Rex Brown non è noto forse al grande pubblico - spesso, solo i veri amanti e appassionati di metal conoscono il gruppo dei Pantera - ma questo articolo potrebbe essere l’occasione per rendere omaggio allo stile dell’artista, soprattutto invitando all’ascolto del brano Five Minutes Alone. Quello che c’è da apprezzare sono soprattutto le prodezze tecniche e melodiche, di cui il bassista fa prova nell’assolo, nella seconda parte del brano, ad esempio.

Questo gruppo Heavy Metal deve molto al suo bassista.
Rex Brown ha saputo dare il suo tocco di basso ai Pantera!

Se vuoi migliorare la tua capacità nel suonare il basso, osserva la tecnica e l’estetica dei riff della canzone Five Minutes Alone: si tratta di una prova che tutti, a prescindere dai gusti musicali, riusciranno ad apprezzare. Insomma,  il metal è un genere che riunisce eccellenti musicisti.

Tom Hamilton, Aerosmith

Nato il 31 dicembre 1951 a Colorado Springs (Colorado), Thomas Hamilton è il bassista del gruppo  hard rock Aerosmith. Ha composto tre capolavori di questa band: il giro di basso di Sweet Emotion, Janie's Got a Gun e Jadded.

Influenzato da Paul McCartney e John Paul Jones, forma il gruppo Aerosmith nel 1970, che conoscerà un successo mondiale.

Effettivamente, la band ha venduto 150 milioni di album nel mondo, di cui 67 milioni solo negli Stati Uniti: uno dei gruppi dal maggiore successo al mondo.

Quali sono le migliori linee di basso nel rock?

Duff McKagan, Guns N' Roses

Nato a Seattle il 5 febbraio 1964, ovvero la stessa generazione di Kurt Cobain (1967-1994) e di Chris Novoselic (classe 1965), Michael Andrew McKagan, alias Duff McKagan è chitarrista, cantante e bassista.

Ha rivestito il ruolo di bassista dei Guns N' Roses, gruppo di hard rock, dal 1985 al 1997.

Membro emblematico del gruppo, ha suonato vicino ai chitarristi Slash e Izzy Stradlin, Axl Rose e Steven Adler.

Sono suoi i giri di basso che si sentono nei brani degli album Use Your Illusion (I et II) e Appetite For Destruction.

La sua attività, tuttavia, non si è limitata ai lavori eccellenti con Axl Roses e il resto della band.
I pezzi più noti dei Guns non sarebbero tali senza il basso di Duff!

Tra i capolavori suonati da Duff McKagan, troviamo: Don't Cry, November Rain, You Could Be Mine, Sweet Child O' Mine  o ancora la celebre ripresa del brano di Bob Dylan Knockin On' Heaven's Door con la chitarra.

Perché, effettivamente, Duff McKagan è anche un eccellente chitarrista.

Marcus Miller

Ecco un plus alla nostra lista dei migliori bassisti di tutti i tempi.

Marcus Miller, nato il 14 giugno 1959 è un altro virtuoso del basso. Evolve nello stile jazz fusion, come bassista di jazz e di funk.

Nato in una famiglia di musicista, impara a suonare il basso all’età di 12 anni.

Collabora con Mile Davis nel corso degli anni Ottanta, il che gli dà una notorietà mondiale, ma anche con altri grandi nomi, come Claude Nougaro e Aretha Franklin.

Insomma, nessun dubbio che gli spetti un posto vicino ai più grandi virtuosi del basso!

Leggi la nostra guida completa sul basso!

Bisogno di un insegnante di Chitarra?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura