Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di chitarra: imparate a servirvi dei numerosi strumenti sul mercato per accordare la vostra chitarra

Di Nicolò, pubblicato il 16/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Come Suonare la Chitarra: Tutti Gli Strumenti Per Accordarla!

Avete acquistato una chitarra e non vedete l’ora di iniziare a suonarla per impressionare i vostri amici e familiari o per cantare a squarciagola le vostre canzoni preferite?

Prima di iniziare a posizionare le vostre mani sullo strumento e pizzicarne le corde, vi rimane un passaggio fondamentale da eseguire per ottenere un buon risultato a livello sonoro: l’accordatura.

Ma cos’è esattamente l’accordatura e quali sono gli strumenti che possono aiutarvi a effettuare correttamente questa tappa essenziale? Ecco a voi i consigli di Superprof sui migliori strumenti disponibili sul mercato per accordare facilmente la vostra chitarra e iniziare a suonare!

Mai pensato di seguire un corso di chitarra?

Cosa si intende per “accordare” la chitarra?

Si definisce accordatura il processo di regolazione di uno strumento musicale affinché i suoni prodotti dallo strumento stesso siano intonati e in sintonia tra di loro. In altre parole, si tratta di far sì che ogni corda della vostra chitarra produca la nota corretta, e che queste note siano in equilibrio tra di loro.

Con un po' di esperienza imparerete ad accordare la chitarra servendovi solo del vostro orecchio. L’accordatura è un passaggio fondamentale per poter eseguire un brano alla chitarra.

Per quanto riguarda la classica chitarra moderna a sei corde, il sistema di accordatura standard prevede che le corde, se suonate a vuoto, producano, dalla più spessa alla più sottile, le seguenti note: MI-LA-RE-SOL-SI-MI (quest’ultima è chiamata “MI cantino” per distinguerla dalla corda più grave. Le corde del basso invece suonano le note MI-LA-RE-SOL, ma a un’ottava inferiore rispetto a quelle della chitarra.

I musicisti più dotati sono in grado di accordare il proprio strumento a orecchio. Ci sono persone che possiedono ciò che viene definito “orecchio assoluto”, ovvero la capacità di riconoscere una note sentendola — abilità che può essere utilizzata per assicurarsi che le corde del proprio strumento siano intonate.

Altri artisti riescono ad effettuare questa operazione servendosi semplicemente del diapason, strumento acustico ideato per produrre una nota standard. Utilizzando un diapason standard ad esempio, che produce la nota LA, si può accordare la quinta corda della chitarra, e, a partire da questa, procedere sintonizzando le altre corde una ad una.

Chiunque, con un po’ di pratica e di esercizio, può imparare ad accordare la propria chitarra a orecchio o servendosi solo del diapason, ma per i principianti questa operazione può rivelarsi davvero complessa, e suonare una chitarra scordata o non accordata correttamente può essere scoraggiante.

Segui subito il corso di chitarra adatto a te!

Fortunatamente la tecnologia è venuta in aiuto agli aspiranti musicisti: esistono infatti moltissimi accordatori elettronici e altrettante applicazioni per smartphone.

Scoprite tutto quello che c’è da sapere sulla chitarra e le sue corde!

È necessario acquistare un accordatore?

In particolare per i principianti, l’acquisto di un accordatore è fortemente consigliato.

Molto spesso infatti i chitarristi alle prime armi sono si rendono conto che la chitarra non è accordata come si deve, e il risultato è un suono cacofonico che rischia di rovinare la performance.

Chi suona chitarra sa che affinché un brano possa essere eseguito correttamente è essenziale che le corde siano tutte intonate e in simbiosi tra loro.

Potete ovviamente provare ad accordare la chitarra ad orecchio, ma se siete inesperti rischiate di non essere abbastanza allenati e di non rendervi conto che l’accordatura non è perfetta. Un accordatore vi permetterà di evitare questo genere di inconveniente.

Il diapason è stato a lungo lo strumento principale per accordare gli strumenti a corda. I musicisti più scafati riescono ad accordare la propria chitarra servendosi soltanto del diapason.

Ma come fare per scegliere l’accordatore che fa al caso vostro?

La prima cosa da capire è senza dubbio quale tipo di chitarra volete accordare: si tratta di una chitarra elettrica, acustica, classica o ibrida? Un accordatore per chitarra elettrica differisce infatti dalle altre due, poiché può essere direttamente connesso allo strumento.

Gli accordatori per chitarre classiche e acustiche funzionano invece grazie a un microfono incorporato o a sensori ad altra sensibilità che riconosco la frequenza della vibrazione della corda suonata a vuoto e segnalano quando questa corrisponde alla nota che la corda dovrebbe suonare.

Nel caso della chitarra elettrica, invece, l’accordatore di connette direttamente al vostro strumento tramite un cavo jack.

Fate quindi attenzione a non sbagliarvi comprando un accordatore non adatto, soprattutto considerando che se un accordatore di scarsa qualità può costare 10 euro, quelli di alta gamma possono arrivare fino ai 100€ e oltre.

Se avete dubbi per quanto riguarda l’accordatore da acquistare, non esitate a chiedere al vostro insegnante durante la prima lezioni di chitarra a domicilio o in una scuola di musica!

I diversi tipi di accordatori

Vediamo adesso tre tipologie particolari di accordatori di cui potreste avere bisogno per imparare a suonare la chitarra o anche se possedete già un livello intermedia.

Accordatore universale per chitarra elettrica e acustica

Si tratta dello strumento che dovreste prediligere se siete chitarristi principianti. Estremamente versatili e generalmente semplici da usare, la maggior parte di questi accordatori funziona grazie a una batteria (assicuratevi di comprarla se non è inclusa nella confezione).

Gli accordatori universali sono generalmente economici e di dimensioni ridotte, il che li rende perfetti per i musicisti alle prime armi: potrete portarli con voi al vostro corso di chitarra in una scuola di musica o alle lezioni chitarra private.

Questi strumenti sono universali e funzionano con qualsiasi tipo di chitarra: non dovrete quindi preoccuparvi di sbagliare. Inoltre alcuni di loro non superano le dimensioni di un mazzo di carte!

Insomma, se avete appena iniziato un corso chitarra e volete uno strumento semplice e poco costoso, vi consigliamo vivamente questo tipo di adattatori!

Accordatore per chitarra in ambienti rumorosi (clip-on Turner)

Questo tipo di accordatori sono stati pensati principalmente per chi utilizza la chitarra acustica, ma possono essere utilizzati anche per accordare le chitarre elettriche, pur non essendo i più adatti.

Posizionando l’accordatore sull’estremità del manico della chitarra, questo è in grado, grazie ad un apposito sensore, di misurare la frequenza della vibrazione di una corda. Il vantaggio di questo metodo è che vi dà la possibilità di accordare il vostro strumento anche in un ambiente affollato e rumoroso.

Ribadiamo però che per chi suona chitarra elettrica questo tipo di accordatore non dovrebbe rappresentare la prima scelta, sebbene alcuni permettano comunque di accordare lo strumento in maniera accettabile.

A meno di essere uno dei pochi eletti in possesso dell'orecchio assoluto, dovrete abituarvi a riconoscere i suoni. Anche i chitarristi più esperti si servono a volte di strumenti per assicurarsi che i loro strumenti siano perfettamente intonati.

Accordatore a pedale

In questo caso, parliamo di un accordatore che è soprattutto utilizzato da chitarristi esperti, che si esibiscono spesso su palcoscenici: si tratta dell’accordatore a pedale, pensato perché il musicista abbia sempre le mani libere.

Attenzione però: questo tipo di accordatore non ha un microfono e deve essere connesso tramite un cavo jack alla chitarra, il che lo rende inutilizzabile con chitarre classiche o acustiche non amplificate.

Scoprite gli accordi di tre celebri canzoni italiane per cantarle a squarciagola con gli amici accompagnandovi con la chitarra.

Applicazioni per accordare chitarra

Non avete i mezzi o la voglia di investire in un accordatore per chitarra? O più semplicemente siete sbadati e avete paura di dimenticarlo in giro e di non poter più accordare la vostra chitarra? Non preoccupatevi! Esistono numerosissime applicazioni gratuite che vi permetteranno di accordare il vostro strumento servendovi soltanto del vostro smartphone.

E se non siete in possesso di uno smartphone, potete anche accordare la vostra chitarra servendovi del vostro computer (vi servirà però un buon microfono da collegare al PC). Sul web troverete tantissimi siti gratuiti che offrono la possibilità di accordare il vostro strumento, come ad esempio sul sito della celebre marca fender.

Gli smartphone hanno davvero cambiato il nostro modo di vivere. Avete scordato l’accordatore a casa? Niente panico, potete accordare la vostra chitarra gratuitamente grazie al vostro smartphone!

Guitar Tuner

Questa prima applicazione che vi consigliamo è disponibile sia per Android che per iOS in formato gratuito, ma avete anche la possibilità di sottoscrivere la versione a pagamento per accedere a funzionalità aggiuntive.

Rispetto alle altre due applicazioni che vi suggeriamo, Pro Guitar Tuner possiede un’interfaccia davvero semplice e intuitiva e va all’essenziale. Selezionate nell’immagine la corda corrispondente a quella che volete accordare, suonate la corda della vostra chitarra a vuoto a abbassate o alzate la tonalità fino a quanto la freccia non si posiziona al centro dell’immagine, segno che la vostra corda è perfettamente intonata.

PitchLab Guitar Tuner

PitchLab Guitar Tuner è un’altra applicazione pensata per permettervi di accordare numerosi strumenti musicali a corda. L’interfaccia è meno “minimal” rispetto a quella di Guitar Tuner, ma questa app possiede più funzionalità supplementari.

Anche questa applicazione è disponibile sia in versione gratuita che in versione a pagamento, e funziona su tutti i principali sistemi operativi per smartphone.

Guitar Tuna

Infine ecco l’ultima applicazione che vi suggeriamo oggi. Si tratta senza dubbio di una delle migliori tra quelle disponibili sul mercato. Questo accordatore su smartphone è infatti molto preciso, al punto che moltissimi insegnanti di chitarra lo raccomandano ai propri allievi.

Come per la prima app che vi abbiamo suggerito, l’interfaccia di Guitar Una è estremamente semplice e intuitiva e non vi ci vorrà molto per sentirvi completamente a vostro agio con questo strumento.

Inoltre, anche in questo caso l’app vi consente non solo di accordare la chitarra, ma anche numerosi altri strumenti a corda, dal basso al violino!

Il mercato degli accordatori e delle app per accordare la chitarra è estremamente ricco, ma speriamo che questa panoramica vi aiuti un po’ a orientarvi.

Avete fatto di tutto per accordare alla perfezione la vostra chitarra ma il risultato è comunque cacofonico? Forse dovete cambiare le corde!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar