"L’educazione è un nuovo inizio ogni volta." Carl de Souza, scrittore

Per gli allievi delle elementari, delle medie e delle superiori, i compiti dopo la scuola sono inevitabili! Ma i bambini, soprattutto i più piccoli hanno bisogno di aiuto per i compiti a casa e qui i genitori giocano un ruolo importante.

Solo che non è così facile aiutare il proprio figlio nei suoi compiti. Timore di sbagliare, scarsa conoscenza o pochi ricordi del proprio periodo scolastico sono molte le ragioni che possono intimorirti nel momento dei compiti e delle lezioni a casa.

Niente paura! Noi siamo qui proprio per aiutarti a fare del tuo meglio. Segui i nostri consigli e lo svolgimento dei compiti sarà molto più semplice.

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Il tuo problema principale : non sai aiutare tuo figlio 

Niente paura: siamo qui noi!

Innanzitutto, non c’è nulla di cui vergognarsi. Nessuno ti giudicherà o penserà che tu sia un cattivo genitore se non sai da che parte iniziare per aiutare tuo figlio nei compiti!  Del resto ci possono essere varie ragioni:

  • Forse hai smesso la scuola presto: E’ stato il caso dei miei genitori, che erano piuttosto smarriti di fronte ai miei compiti a casa, dal momento che entrambi avevano lasciato la scuola a 15 anni. E tuttavia, io me la sono cavata bene ed avevo degli ottimi voti !
  • Non eri bravo  in matematica, fisica, chimica, storia, italiano, o in qualsiasi altra materia. Faresti dunque fatica ad aiutare tuo figlio, poiché tu stesso puoi avere un leggero trauma con una materia scolastica.
  • Non hai mai studiato la lingua straniera che tuo figlio ha scelto:  ad esempio non conosci una parola di spagnolo perché alle superiori hai fatto tedesco.

Ti consigliamo di essere onesto con tuo figlio. Digli che non riesci ad aiutarlo, ma insisti sul fatto che non è perché tu hai avuto delle difficoltà a scuola, che lui deve averne altrettante.

Poniti delle domande sul modo migliore per aiutarlo. Puoi optare per un’applicazione di aiuto in una specifica materia. Esistono molti siti Internet e video di YouTube con lezioni su tutti i soggetti scolastici. Qualcuno a te vicino può aiutarlo? Un fratello maggiore, una cugina, uno zio, un amico….. Non esitare a rivolgerti ad una persona esterna come ad esempio un insegnante privato, che potrà dargli dei corsi di sostegno scolastico a domicilio.

Delegare l’aiuto nei compiti, non fa di te un cattivo genitore. Al contrario, è la prova che vuoi il meglio per tuo figlio. Mentre invece, ostinarsi a voler occupartene tu anche se la situazione è conflittuale ogni sera, non è la soluzione migliore.

Aiutare tuo figlio a fare i compiti : l’organizzazione 

La prima cosa da fare per aiutare al meglio tuo figlio a fare i compiti è quella di organizzarsi correttamente. Questo significa la scelta dello spazio di lavoro. Spesso è consigliabile sistemare una scrivania nella camera del bambino ma nella realtà, i bambini spesso preferiscono fere i loro compiti sul tavolo della sala da pranzo, in cucina, o in salotto.

L’unica regola è di fare i propri compiti in un ambiente calmo. Non deve esserci musica, o il fratellino che reclama l’attenzione del genitore, la televisione accesa o altre distrazioni. Comunque, lo spazio può cambiare a seconda del tipo di lavoro. Per fare un dettato, è meglio essere seduti ad un tavolo, ma per ripassare una lezione, il bimbo può essere in piedi, seduto sul divano o per terra, davanti ad un tavolino.

Il lavoro personale del bambino è più semplice se è organizzato

Controlla di avere tutto il materiale necessario: penne che funzionano, quaderni, libri, materiale di geometria o per il disegno se necessario. I compiti a casa sono anche l’occasione per utilizzare degli oggetti che il bambino non ha a scuola.

Scegli con il bambino il momento ideale per fare i compiti. Appena usciti da scuola, è importante fare una pausa per giocare e fare la merenda prima di mettersi ai compiti. Da parte tua, anticipa la preparazione del pasto se possibile, o delegalo a qualche altro componente della famiglia. È importante che tu sia rilassata/o durante il tempo dei compiti.

Prevedi 20 minuti, 30 minuti o 45 minuti al massimo secondo l’età del bambino e il suo livello di classe.

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

L’atteggiamento corretto da avere con tuo figlio durante i compiti

Il successo scolastico di tuo figlio dipende anche dal tuo atteggiamento verso di lui durante lo svolgimento. Intendiamo con questo essere rilassati durante il tempo di aiuto ai compiti a casa.

Devi essere positivo, sereno ed incoraggiante. Lo scopo è di evitare le situazioni stressanti che non favoriscono l’apprendimento (anzi, al contrario). Mostra a tuo figlio che sei fiero di lui dopo i compiti, e digli anche che lui può essere fiero di sé stesso, per sviluppare la sua indipendenza affettiva.

Prendi il tempo necessario, accetta gli errori e trova sempre qualcosa di positivo da dirgli. Sii altrettanto onesto con l’insegnante, o i professori di tuo figlio.

Certo, è più facile a dirsi che a farsi! La regola innanzitutto, è di essere benevolente verso te stesso. Ascolta le tue proprie necessità prima di metterti a fare i compiti. Se rientri stressato dal lavoro, prenditi il tempo di rilassarti un attimo prima di iniziare. Se sei nervoso, non solo tuo figlio non imparerà correttamente, ma in più, penserà che è colpa sua.

Sii onesto con lui, anche se è piccolo, spiegandogli che sei stanco, che hai passato una giornata difficile e che rischi di avere meno pazienza. I bambini si adattano al tuo umore, puoi esserne certo!

Come aiutare concretamente tuo figlio ad imparare una lezione?

Prima di iniziare i compiti, aiuta tuo figlio a scegliere da cosa iniziare. Se deve imparare una poesia o delle parole nuove dal vocabolario, o se ha degli esercizi di matematica, tu conosci tuo figlio e saprai ciò che per lui sarà più veloce da fare o più laborioso. Aiutalo nelle priorità e a diventare autonomo. Per esempio, se è in grado di fare un esercizio di matematica da solo, inizia da quello e verifica in seguito ciò che ha fatto.

Poi, per aiutare tuo figlio a studiare una lezione, ci sono tre step da rispettare:

  • Aiutarlo a capire:  rispiegagli la lezione con parole tue, utilizza dei libri o dei video su You Tube (che avrai visionato prima).
  • Aiutalo a memorizzare la lezione: a seconda della capacità di memorizzare di tuo figlio, puoi fargli fare uno schema mentake, un disegno, una messa in scena con degli oggetti, fargliela imparare sotto forma di canzone, fargli fare un percorso in casa, filmarlo o regstrarlo per rivedersi…. (ogni bambino è diverso). Non esitare a ritornare più volte sulla stessa lezione : le ripetizioni regolari favoriscono l’apprendimento. Ponigli delle domande ogni tanto. Interrogalo qualche ora dopo, l’indomani, o i giorni seguenti per verificare la sua memorizzazione.
  • Metti in pratica la lezione:  ponigli delle domande o fagli fare un esercizio di allenamento, semplice e leggero.

Scambio di ruoli: fai fare l’insegnante a tuo figlio

Quando si è in grado di spiegare qualcosa, significa che la si è ben compresa ed assimilata. Se tuo figlio torna da scuola dicendoti : « Sai che cosa ho imparato oggi? Ho imparato il Medievo ed il tempo dei Castelli. Tu sapevi che…..” lascialo parlare  e non dirgli “Beh, certo che lo so !”

Ponigli delle domande e cerca di farlo andare più lontano nel suo ragionamento. Questo significa che ha capito bene ed assimilato la sua lezione e la ricorderà meglio condividendola con te.

Altra possibilità, chiedi a tuo figlio di dirti cosa fare. Per esempio in geometria, è il bambino che ti dice come tracciare una perpendicolare, un triangolo, o un quadrato. Fai apposta a sbagliarti per obbigarlo a precisare meglio. Uguale con un dettato: fai degli errori per farteli correggere da lui.

L’aiuto scolastico non è proprio facile per i genitori !

Hai paura di sbagliare

Durante tutta la sua scolarizzazione, tuo figlio sarà confrontato con i compiti e potrà avere delle difficoltà scolastiche. I genitori hanno spesso paura di sbagliare o di non fare abbastanza.

Se è il tuo caso, ecco i nostri consigli:

  • Privilegia la relazione con tuo figlio
  • Valorizza il cammino già percorso mettendo in rilievo i  progressi e festeggiando le piccole vittorie
  • Discuti con tuo figlio:  lasciagli le sue scelte e lascialo sviluppare la sua autonomia. Non fare le cose al suo posto, anche se questo prende più tempo o se le cose risultano meno ben fatte
  • Accetta che non sia perfetto, accetta gli errori. Ricordati che il meglio è il nemico del bene e che fatto è meglio di perfetto
  • Accetta i limiti di tuo figlio ed i tuoi propri limiti (a livello di tempo, pazienza e competenze….)
  • Non esitare a delegare ad uno studente in un corso di aiuto-compiti, ad un professore tramite il dispositivo « compiti fatti », o allo stesso insegnante il giorno dopo a scuola……
  • Dai fiducia a tuo figlio, alla persona che l’aiuta, dai fiducia a te stesso e dai semplicemente fiducia alla vita..

Durante tutto l’anno scolastico, tuo figlio avrà bisogno del tuo sostegno, ma se raggiungi il limite e se senti che non puoi più aiutarlo nei suoi compiti, pensa ad un sostegno scolastico esterno ed ai corsi privati!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere