"La tecnica del pianoforte, in realtà, è molto semplice, ma servono anni per padroneggiarla" Glenn Gould

Appena il 12% degli Italiani suona uno strumento musicale e solo il 6% ha imparato a scuola, stando a un comunicato di Cremona Musica.

Questo vuol dire che serve un modo alternativo alla scuola per imparare le basi di uno strumento musicale. In realtà ci sono molte opzioni: le associazioni e le scuole di musica, il conservatorio, le lezioni private.

Tutte queste modalità hanno però l'inconveniente di non essere sempre compatibili con gli impegni di studio e lavoro. Inoltre, richiedono un certo investimento di tempo e denaro.

Se si comincia a suonare uno strumento da adulti è ancora più difficile trovare un corso di formazione musicale adatto alle proprie esigenze.

Perché non imparare a suonare il pianoforte da autodidatta?

Vediamo insieme alcuni consigli utili per riuscire a suonare il pianoforte da soli, senza iscriversi a un corso formale.

Tania
Tania
Insegnante di Piano
4.93 4.93 (27) 40€/h
Prima lezione offerta!
Luca
Luca
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (10) 25€/h
Prima lezione offerta!
Valerio
Valerio
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (12) 30€/h
Prima lezione offerta!
Filippo
Filippo
Insegnante di Piano
4.92 4.92 (12) 30€/h
Prima lezione offerta!
Vincenzo
Vincenzo
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (4) 35€/h
Prima lezione offerta!
Dario
Dario
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (1) 25€/h
Prima lezione offerta!
Giancarlo
Giancarlo
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (3) 35€/h
Prima lezione offerta!
Hannah
Hannah
Insegnante di Piano
5.00 5.00 (4) 35€/h
Prima lezione offerta!

Corso di pianoforte: alcuni errori da evitare

Prima di cominciare lo studio del pianoforte, è bene prendere coscienza delle difficoltà nell'imparare a suonare questo strumento e a leggere la musica. Sicuramente avrai già preso in considerazione questo aspetto, perché non a caso i corsi formali di pianoforte durano anni.

La motivazione, insieme alla disciplina e alla costanza, è il segreto per riuscire in questo progetto.

Per imparare a suonare il pianoforte devi esercitarti da solo.
Avere un piano a casa su cui esercitarsi è già un buon inizio!

Non comprare il primo metodo per pianoforte che trovi!

La prima cosa da sapere è che non basta un manuale di pianoforte qualunque per imparare a suonare questo strumento.

Ovviamente, il primo passo per suonare il pianoforte è acquistare uno strumento a corde, almeno una tastiera, se non vuoi investire subito in un pianoforte digitale o acustico.

Prima di comprare l'ultimo metodo per pianoforte alla moda, pensa a sederti davanti alla tastiera e far scorrere le dita sui tasti. Sicuramente conosci già delle melodie, anche se non hai mai preso lezioni di pianoforte o corsi di solfeggio.

Ascolta le differenti sonorità, impara a distinguere i suoni gravi da quelli acuti, prova a suonare una melodia a orecchio, anche la canzone di Tetris può andare.

Potresti anche prendere lezioni di pianoforte in un'associazione, tanto per cominciare.

Fidarsi troppo degli spartiti gratuiti su internet!

In genere, quando si vuole imparare a suonare il pianoforte da soli, l'obiettivo non è quello di diventare il miglior pianista del mondo, ma semplicemente coltivare una passione che ci aiuta a vivere meglio.

Spesso si comincia a cercare online gli spartiti dei brani che si vogliono suonare.

Le partiture gratuite spesso presentano degli errori di notazione, con tempo, ritmo e posizione delle dita sbagliati. Uno spartito a pagamento, invece, viene modificato da un professionista e ti assicura che le notazioni sono di qualità.

Non rispettare la diteggiatura!

Lo scoglio più grande per un principiante è rispettare la diteggiatura di uno spartito. Si tratta di numeri stampati sopra o sotto le note che corrispondono alle dita della mano da usare per realizzare il brano.

Molti principianti commettono l'errore di non rispettare la diteggiatura. Alcuni non ci fanno neanche caso, ma si tratta di indicazioni molto importanti.

Se non prendi l'abitudine di seguire la diteggiatura fin dall'inizio sarà difficile per te adottare la corretta posizione e raggiungere i livelli di fluidità e velocità richiesti in alcuni brani. Il rischio è quello di rimanere bloccato e non riuscire a progredire nella pratica del pianoforte.

Non prestare attenzione al ritmo

Il metronomo non è un soprammobile! Devi imparare a usare questo strumento fin dai primi accordi con il pianoforte.

Il ritmo è essenziale, in ogni tipo di brano e fa davvero la differenza tra una prestazione ben riuscita e un'esecuzione amatoriale.

E' il ritmo che ti fa venire voglia di battere le mani e ballare quando ascolti musica rock, pop o jazz. Il ritmo aiuta anche a suonare le note giuste.

Se vuoi lavorare sull'improvvisazione devi anche esercitarti sul ritmo!

Prendi l'abitudine di esercitarti sul ritmo con il metronomo dopo la lettura delle spartito, anche a un ritmo più lento.

Bruciare le tappe

I principianti tendono a voler procedere molto velocemente per imparare il solfeggio e suonare dei brani da soli.

Non cercare di suonare dei brani troppo complicati, troppo presto. Rischi di prendere la motivazione con un brano inadatto e di rallentare invece che velocizzare il processo di apprendimento.

Esercitati al meglio su una nozione, prima di passare all'argomento successivo.

Anche i più grandi pianisti si allenano quotidianamente con il piano.
Bisogna suonare ogni giorno per migliorare con il pianoforte!

 E' possibile fare una lezione di pianoforte senza insegnante?

Se non ti chiami Mozart, Beethoven o Bach, cominciare a suonare il pianoforte senza insegnante è una sfida titanica.

Se sei completamente da solo, non puoi fare a meno di metodo e organizzazione. Devi preparare le tue lezioni di pianoforte fai da te, suonare e osservare altri che suonano per poter imparare dai tuoi errori.

Non tutti sanno come organizzare una sessione di pianoforte, mentre osservare dal vivo qualcuno richiede la presenza di un insegnante.

Senza un corso di pianoforte preparato da un insegnante, rischi di non riuscire a imparare nel modo corretto. Potresti prendere delle cattive abitudini e continuare a commettere degli errori molto comuni come questi:

  • Errori di diteggiatura. Sono molto frequenti, ma con un insegnante accanto si possono correggere facilmente. Se sei un autodidatta devi semplicemente essere molto scrupoloso con la lettura e l'esercitazione con uno spartito.
  • Difficoltà con il ritmo: all'inizio non sempre è facile seguire il ritmo giusto, ecco perché è importante lavorare con un metronomo.
  • Posizione sbagliata di braccia o polsi: un insegnante ti correggerà la postura  fin dall'inizio. Se studi da solo potresti filmarti durante le esercitazioni con il piano per osservare e correggerti da solo nelle sessioni successive.

Come vedi, è assolutamente possibile imparare a suonare il piano da soli, ma bisogna essere multi-tasking e fare le veci sia dell'allievo sia dell'insegnante, imparando a correggere i propri errori.

Se studi pianoforte in una scuola di musica puoi essere seguito fin dall'inizio.

Corsi di pianoforte: quali sono le difficoltà di un autodidatta?

Imparare a leggere uno spartito senza nozioni di solfeggio è ancora più complicato per un autodidatta.

Le leizoni di pianoforte da autodidatta richiedono una forte motivazione.
Ci sono molte difficoltà che un autodidatta deve superare nello studio del pianoforte!

Questa però l'unica difficoltà di chi impara a suonare il pianoforte da solo!

La scelta del corso di pianoforte cartaceo e online per autodidatti

Per cominciare, è meglio scegliere un metodo per pianoforte. Chiedi informazioni e consigli presso un negozio di musica per poter scegliere il manuale adatto a te.

Prendi anche un libro a parte per le basi del solfeggio e acquista degli spartiti semplici per principianti. Un manuale è un inizio, ma potresti trovare molto più utile un video! Ormai è possibile prendere lezioni di pianoforte online e cominciare a suonare in un modo più divertente.

All'inizio del tuo corso di pianoforte online è fondamentale fare alcuni esercizi:

  • Rilassare le dita
  • Esercitare mano destra e sinistra
  • Conoscere diverse ottave
  • Lavorare su qualche accordo
  • Imparare a suonare dei brani semplici. Meglio cominciare con le colonne sonore dei film piuttosto che con la musica classica.

Valutare la difficoltà degli spartiti

Anche se hai imparato il solfeggio, potresti incontrare delle difficoltà con alcuni tipi di spartiti. Ecco alcune dritte per valutare se uno spartito è adatto al tuo livello:

  • La lunghezza del brano: cerca di suonare brani piuttosto brevi e appartenenti a diversi generi musicali.
  • La distanza tra le dita e il movimento delle mani: evita gli spartiti che hanno delle note troppo distanti sulla tastiera. I principianti, in genere, non hanno ancora la flessibilità necessaria per eseguire alcuni accordi, come è comprensibile.
  • La ritmica: scegli un semplice ritmo binario evidenziato sullo spartito di simboli C, 4/4, 3/4 o 2/4.
  • Il tempo: evita dei tempi troppo rapidi all'inizio. Sullo spartito sono evidenziati con una serie di crome e semicrome.
  • L'accompagnamento e l'indipendenza delle mani: scegli un brano con un accompagnamento leggero, vale a dire con poche note da realizzare con la mano sinistra.

Come fare progressi con il pianoforte

Quando arrivi a un certo livello, potresti avere l'impressione di rimanere sempre allo stesso punto e non sia bene cosa fare per poter migliorare.

Allora, potrebbe essere utile prendere alcune lezioni di pianoforte con un insegnante privato. Potrebbe darti degli esercizi pratici o correggerti alcuni punti problematici.

Il tuo maestro di pianoforte farà il punto sul livello raggiunto e ti darà degli spunti di riflessione per migliorare. In questo modo potrai lavorare sulle sfumature e sull'espressione.

Bastano poche lezioni per dare al tuo percorso di apprendimento una ventata d'aria fresca, rafforzando ancora di più la tua motivazione e passione per il piano.

Alcuni brani per pianisti principianti

Finalmente un po' di pratica con il pianoforte.
La parte più bella di un corso di piano è suonare la musica che ami!

Se vuoi migliorare è importante scegliere dei brani del tuo genere musicale preferito. Ecco alcune canzoni molto amate e assolutamente accessibili a un pianista principiante:

  • Let It Be dei Beatles
  • My Heart Will Go On di Celine Dion
  • Per Elisa di Beethoven
  • Hallelujah di Leonard Cohen
  • My Baby Just Cares For Me di Nina Simone
  • No Surprises dei Radiohead
  • Imagine di John Lennon
  • Dream On degli Aerosmith
  • Breakfast in America dei Supertramp
  • Angie dei Rolling Stones
  • Someone Like You di Adele
  • Back to Black di Amy Winehouse

Volendo, puoi sempre studiare pianoforte al conservatorio!

Bisogno di un insegnante di Piano?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue