Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Iniziare un corso di chitarra con un libro

Di Catia, pubblicato il 21/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Lezioni chitarra: I Migliori Metodi per Imparare a Suonare

“La vera musica, che sa far ridere e all’improvviso ti aiuta a piangere…” Paolo Conte

Il 62% dei musicisti sono amatoriali e tra questi il 77% è autodidatta, stando a  uno studio del 2017 del sito Fraca-Ma.

Si può imparare a suonare la chitarra in diversi modi: prendendo lezioni di chitarra classica, sfruttando i corsi di musica tra i banchi di scuola, frequentando il conservatorio di musica della propria città, seguendo un corso di chitarra con un insegnante a domicilio.

E’ anche possibile imparare a suonare la chitarra senza prendere lezioni formali ed essere padroni del proprio apprendimento seguendo un metodo per chitarra.

Se anche tu sogni di diventare il nuovo Steve Vai, fatti guidare da un manuale per chitarristi debuttanti alla scoperta della sei corde in qualità di autodidatta o come complemento a un corso di chitarra.

Perché imparare a suonare la chitarra da un libro?

Se anche tu vuoi suonare come Jimi Hendrix devi cominciare a studiare chitarra. Lasciarsi ispirare dai più grandi è una forte spinta per tutti i chitarristi!

Suonare la chitarra è un progetto che ti impegna sul lungo periodo. La maggior parte dei musicisti impiega 7 anni per formarsi, ma in realtà non si smette mai di imparare dalla musica.

C’è sempre un nuovo riff da provare, una nuova ritmica o un altro modo per suonare la gamma pentatonica.

Non tutti hanno i mezzi per pagarsi un insegnante di chitarra a domicilio. Per avere dei buoni risultati e progredire velocemente bisogna prendere più lezioni a settimana, il che è un bell’investimento.

Neanche i corsi presso una scuola di musica sono accessibili a tutti. Ci sono degli orari fissi che non sempre sono compatibili con gli impegni di studio e lavoro e comunque, i prezzi sono più alti. Infine, non sempre si ha un approccio personalizzato, come nelle lezioni private.

L’unica alternativa sembra essere l’autoapprendimento che permette di:

  • Risparmiare denaro: si possono anche trovare manuali per chitarristi di seconda mano o cavarsela con meno di 20€.
  • Progredire con i propri ritmi: non ci sono restrizioni orarie. Se hai tempo di suonare la sera, puoi farlo tranquillamente, a patto che rispetti le regole condominiali per la fascia oraria e l’insonorizzazione.
  • Scegliere il metodo di apprendimento: quando sei con un insegnante è lui o lei a decidere cosa e come devi imparare.
  • Sviluppare il senso del ritmo: senza una persona che ti corregga dovrai imparare da solo ad andare a tempo e individuare le stonature.
  • Suonare il genere musicale che preferisci: spesso un insegnante tende a privilegiare i propri gusti musicali, invece di quelli dello studente. Quando sei da solo a casa, puoi decidere se suonare il rock, la bossa nova, il folk o il funk!

Il vantaggio dei libri è anche quello di adottare metodi generalmente riconosciuti, a differenza dei corsi di chitarra tramite tutorial amatoriali dove la qualità non sempre è assicurata.

Imparare a suonare degli accordi come Eric Clapton, Jimi Hendrix o Bryan May non sarà più un sogno così irraggiungibile!

Corso di chitarra con un libro: “La chitarra per negati”

Se c’è un libro da comprare quando non si sa niente di chitarra è “La chitarra per negati”, un libro semplice per chi vuole imparare a suonare da solo e con i propri ritmi.

A vederlo, questo manuale di 400 pagine incute un po’ di timore ma appena cominci a seguire i capitoli passo dopo passo, ti renderai conto che non è affatto difficile.

La metodologia impiegata è semplice e completa. Il vocabolario usato è accessibile e gli autori rendono il tutto divertente con un po’ di humour. Alcuni apprendisti che hanno usato questo libro hanno trovato qualche pecca nella traduzione dei giochi di parole in inglese, la lingua originale, ma con un po’ di “localizzazione” fai da te, si può cogliere l’aspetto umoristico.

Il libro ti dà delle buone basi per imparare a conoscere la chitarra in un modo pratico ed efficace grazie a una metodologia ludica da seguire passo dopo passo.

Ci sono molte foto a corredo della teoria e un CD con cui allenarsi in oltre 100 brani.

Bisogna leggere i capitoli nell’ordine in cui si presentano, ossia con un livello crescente di difficoltà:

  • L’anatomia della chitarra
  • Il funzionamento della chitarra
  • La postura da adottare
  • La posizione della mano destra e della mano sinistra
  • Come cambiare le corde della chitarra
  • La manutenzione del proprio strumento
  • Imparare il solfeggio
  • Suonare le melodie senza spartito
  • Le sfumature del suono
  • I diversi generi musicali (rock, country, blues, pop, repertorio classico)
  • I migliori chitarristi
  • Consigli per comprare una chitarra

Grazie a questo metodo puoi imparare gli accordi di base in appena 2 ore.

Un manuale che ti dà consigli su quale chitarra comprare è molto utile. I consigli per comprare una chitarra possono essere preziosi, specie per i principianti!

Gli aspetti negativi del libro: 

  • ti dà delle buone basi ma è meglio completarlo con un libro più tecnico, anche della stessa collana, come Accordi per chitarra per negati ed Esercizi di chitarra per negati
  • non è adatto ai bambini e, talvolta, neanche ai principianti assoluti
  • le tablature non sempre sono complete
  • non c’è una rilegatura a spirale, quindi il libro non rimane aperto da solo…

Se non sei soddisfatto con questo manuale, prova con un corso di chitarra online e cerca di migliorare con esercizi per chitarristi principianti.

Imparare senza un maestro di chitarra con “Chitarrista da zero”

Il titolo Chitarrista da zero non potrebbe essere più azzeccato per chi non ha mai maneggiato questo strumento a sei corde. Si sa, però, che la passione e la sete di conoscenza sono due elementi che riescono a far superare ogni ostacolo.

Il libro di Donato Begotti e Roberto Fazari è l’ideale per muovere i primi passi con la chitarra studiando da soli o come complemento a un corso.

I principianti possono esercitarsi con diversi tipi di scale, conoscere le differenze e le caratteristiche di ognuna. Sul libro ci sono molti accordi con cui i neofiti possono progredire in brevissimo tempo.

Il linguaggio è chiaro, gli schemi espliciti e completi di testi esplicativi, disegni e fotografie. Questo metodo per chitarristi principianti ti aiuta a imparare con esercizi facili e un DVD dimostrativo.

I punti deboli: 

  • Poche indicazioni iniziali su posizionamento delle dita e spartiti
  • Per chi non parte da zero può risultare lento e a volte noioso

Corso chitarra per bambini con “La mia pima chitarra”

Per diventare chitarristi serve molta pratica, anche da bambini. La teoria è la base, ma non dimenticare di praticare per migliorare alla chitarra!

Il metodo La mia prima chitarra di Ben Parker è pensato appositamente per i bambini, ma può essere usato anche dai principianti assoluti.

Il libro si adatta perfettamente ai piccoli apprendisti. Si ripetono gli esercizi con l’accompagnamento del CD fatto di canzoni e ritmi orecchiabili.

A ogni lezione ci sono spiegazioni semplici per cui anche un giovane autodidatta può seguire senza problemi. Certo, un minimo di solfeggio è richiesto per leggere le note. In generale, questo metodo risulta ludico e pedagogico.

Si consiglia di adottarlo per bambini a partire dai 6 anni.

Punti deboli: 

  • Il libro richiede la presenza di un adulto soprattutto, per i più piccoli
  • I brani scelti possono risultare infantili e non adatti a pre-adolescenti

Corsi di chitarra con “Metodo per chitarra moderna”

Online trovi metodi per chitarra digitali e cartacei. Preferisci un libro di chitarra in formato cartaceo oppure elettronico?

Per chi non vuole fermarsi al livello di eterno principiante, ma ha voglia di approfondire le tecniche alla chitarra il prima possibile c’è il manuale Metodo per chitarra moderna.

Il manuale si pone come uno strumento completo suddiviso in due parti:

  • Parte 1, rivolta ai principianti che devono imparare le basi della chitarra. Tratta argomenti come l’accordatura, la posizione delle dita, la postura ecc.
  • Parte 2, lezioni per chi ha più autonomia con la chitarra

In totale ci sono 40 lezioni dove si usano fotografie, tablature e spartiti che accompagnano i testi nello spiegarti come suonare la chitarra. Un vantaggio innegabile di questo manuale sono i supporti esterni. Oltre a un DVD da tenere come base per le esercitazioni, c’è anche un software sviluppato dall’autore, Massimo Varini, per aiutarti a visualizzare e realizzare gli accordi.

Nel software sono inclusi strumenti base come il metronomo e l’accordatore, ovviamente digitali.

Leggendo le recensioni lasciate dagli utenti online, emergono alcuni punti deboli:

  • La qualità dei video non è sempre all’altezza (anche per questo nella nuova versione è stato eleminato il DVD e i video sono stati postati in alta risoluzione su YouTube)
  • Vengono toccati molti argomenti, ma nessuno realmente in profondità per cui servono altri manuali a complemento
  • Poche lezioni teoriche e molta pratica

Qualunque si ail metodo che scegli, un libro da solo non basta per imparare a suonare la chitarra e raggiungere il livello che vorresti. Per un principiante i manuali sono un ottimo strumento per acquisire delle buone basi sia teoriche sia pratiche. Il punto è che serve molta motivazione per studiare chitarra da soli.

Un insegnante di Superprof può darti dei validi consigli sulle lezioni di chitarra!

Un buon autodidatta deve saper organizzare il lavoro in un modo omogeneo e lavorare con molta perseveranza per poter migliorare.

Sei pronto a provare un manuale di chitarra con un metodo semplice?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar