Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Migliorare con un corso di chitarra fai da te!

Di Catia, pubblicato il 23/05/2019 Blog > Musica > Chitarra > Esericizi per Imparare a Suonare la Chitarra da Soli

La musica è la vera anima della vita. Mangiamo per non morire di fame, ma cantiamo per sentirci vivi” Yasmina Khadra, scrittore algerino

Il 95% dei musicisti suona insieme ad altri musicisti e la chitarra è uno degli strumenti musicali più amati.

L’apprendimento della chitarra per i principianti assoluti e non, deve essere svolto con metodo.

A volte, gli allievi pensano che per imparare a suonare la chitarra basta impugnare il proprio strumento, il plettro e il gioco è fatto. In realtà, per migliorare rapidamente e in un modo efficace, bisogna organizzare al meglio le proprie sessioni di allenamento. E’ come prepararsi un corso di chitarra fai da te.

Come organizzare le esercitazioni con la chitarra classica o la chitarra elettrica?

Lezione chitarra: come preparare gli esercizi con la sei corde?

Per studiare chitarra da solo devi essere preparato. Organizzare le sessioni di esercitazione con la chitarra è un modo per progredire più velocemente!

L’obiettivo di quasi tutti gli autodidatti è quello di imparare a suonare la chitarra il più velocemente possibile. Sfortunatamente, il rischio è quello di bruciare le tappe, imparare gli accordi in modo grossolano o passare subito agli accordi barrè anche solo per ripetere un riff, un arpeggio o un assolo celebre.

Questo metodo può funzionare all’inizio, quando si devono imparare le basi e suonare un brano che si conosce può essere uno stimolo per progredire.

Con il passare del tempo, però, quando si affrontano dei brani più complessi, all’autodidatta mancheranno le basi per affrontare questa sfida. Potresti anche riuscire a suonare un brano, anche se non alla perfezione, ma avrai delle difficoltà con le sfumature del suono o la ritmica.

L’insegnamento classico viene spesso tacciato di essere rigido o ripetitivo, e in alcuni casi è così. E’ un fatto però, che i migliori musicisti sono quelli che hanno avuto una formazione musicale presso una scuola o con un maestro di chitarra di alto livello.

I chitarristi jazz, per esempio, imparano sistematicamente da chitarristi migliori e più esperti, ottenendo preziosi consigli. 

Se stai imparando a suonare la chitarra da autodidatta e non hai un maestro chitarrista a portata di mano, dovrai essere rigoroso e metodico per raggiungere un livello accettabile con la chitarra jazz o la chitarra folk che tanto ami.

Prima di cominciare con gli esercizi devi programmare le tue lezioni di chitarra:

  • Definisci una fascia oraria: se non fissi dei tempi precisi per lavorare alla chitarra non lo farai mai. Non necessariamente devi suonare in ogni momento e ogni giorno, ma è molto saggio sfruttare al massimo i momenti liberi. Se suoni 15 minuti la mattina, 30 minuti durante la pausa pranzo e 30 minuti la sera, prima di andare a dormire e nel rispetto dei regolamenti condominiali, 2 ore il sabato pomeriggio è già tanto.
  • Pianifica le tue sessioni di allenamento: per cominciare a studiare chitarra, annotati tutti gli esercizi che intendi svolgere sulle scale, il ritmo, gli accordi… Potresti anche dare una priorità agli aspetti su cui lavorare, semplicemente ordinandoli da quelli più importanti a scendere. In questo modo, quando suonerai la chitarra comincerai proprio dalle priorità, senza perdere tempo.
  • Prepara tutto il materiale di cui hai bisogno: metronomo, accordatore, plettro, esercizi, bottiglia d’acqua, insonorizzazione…
  • Spegni il telefono o mettilo in modalità aereo: per poter migliorare devi rimanere concentrato. Lascia stare il telefono o la televisione. Non farti disturbare da nessuno, o quasi, e avvisa le persone che sono con te quando vuoi allenarti.
  • Rilassati: la chitarra h ail potere di rilassare le persone, ma a volte si rientra fin troppo stressati da una giornata di lavoro. P rilassarti potresti fare qualche esercizio di respirazione prima di cominciare a suonare.

Prova a mettere in pratica questi consigli per prepararti bene alla tua sessione da chitarrista.

Come scegliere gli esercizi giusti in un corso di chitarra fatto da te?

Se le tue lezioni di chitarra sono varie, sarà più facile imparare. Variare gli esercizi alla chitarra è più stimolante!

Hai preparato tutto e sei pronto per cominciare con un esercizio che ti darà del filo da torcere.

Sfortunatamente, le sessioni con la chitarra non si svolgono sempre come previsto. Incontrerai delle difficoltà, verrai disturbato, si romperà una corda, perderai il plettro e così via.

Ti capiterà spesso di  interrompere gli esercizi del tuo manuale per chitarra per un motivo qualunque. Sono cose che succedono, soprattutto se hai una famiglia o coinquilini rumorosi! Non c’è bisogno di innervosirsi, basta riprendere la sessione più in là, o il giorno seguente.

Il nervosismo è un freno per chi vuole migliorare. Può essere frustrante non riuscire a svolgere un esercizio, leggere una tablatura per chitarra correttamente o posizionare le mani sul manico nel modo giusto. Siamo umani e quindi un po’ di nervosismo è normale.

Alterandosi, però, si perde la concentrazione e l’allenamento diventa meno produttivo. In questi casi è meglio fare una pausa, andare a respirare un po’ d’aria fresca, parlare con qualcuno, bere un bicchiere d’acqua o leggere un po’.

Un altro aspetto complicato da gestire mentre ti alleni con la chitarra è la concentrazione. Questa capacità si acquisisce gradualmente. Ci vuole del tempo, prima di riuscire a concentrarsi totalmente sugli esercizi. La prima regola è non interrompersi nel bel mezzo di un esercizio o di un brano, anche se dura appena pochi minuti.

Per esempio, puoi cominciare a esercitarti facendo 5 minuti di esercizio e rimanendo concentrato sulla chitarra. Puoi fare una breve pausa tra un esercizio e l’altro, per riposare mente e mani. Puoi lavorare su una mano alla volta, concentrandoti brevemente prima sulla mano destra e poi sulla mano sinistra.

Ricordati che la concentrazione è limitata nel tempo. Molti studi hanno dimostrato che 20-30 minuti di concentrazione sono già tanti.

Ricordati anche che per migliorare è meglio esercitarsi lentamente. Prenditi i tuoi tempi, visto che non impari a suonare la chitarra in un contesto formale.

Corso chitarra: come mettere in piedi una routine di studio?

Se non ti diverti a suonare la chitarra l'apprendimento sarà più lungo. Ogni tanto fa come se fossi a un concerto, come il leader dei Coldplay!

Prima di stabilire una routine con la chitarra definisci degli obiettivi precisi:

  • Aumentare la velocità di esecuzione di un brano
  • Migliorare la destrezza
  • Imparare a fare un assolo
  • Fare improvvisazione con la chitarra
  • Inventare un accordo con le sei corde

Qualunque sia il tuo obiettivo, organizza la lezione in tre momenti principali: riscaldamento, soprattutto d’inverno quando le dita si muovono poco, tecniche per chitarra e realizzazione di un brano.

Dedica gli ultimi minuti della lezione a suonare liberamente la chitarra, senza riflettere, solo per rilassarti.

La parola routine non ha un grande fascino, ma se vuoi migliorare è fondamentale rinforzare la memoria e l’esecuzione con degli esercizi mirati.

Giustamente, neanche la parola ripetizione gode di molti fan. Per questo è importante variare gli esercizi tecnici, per non perdere la motivazione e soprattutto, il piacere di suonare.

Cerca di non ripetere lo stesso esercizio per più di 15 giorni consecutivi. Una volta che hai imparato una tecnica, vai alla tappa successiva con esercizi più complessi. Se ancora non sei riuscito a padroneggiarla, invece, mettila momentaneamente da parte e riprendi dopo una o due settimane.

Se hai solo 5 o 10 minuti per esercitarti concentrati solo sugli aspetti più importanti. E’ meglio fare poco e bene, piuttosto che tutto ma superficialmente.

Se hai dubbi, chiedi qualche consiglio sulle lezioni di chitarra.

Altri consigli per chitarristi autodidatti e i loro corsi di chitarra

Esercitarsi anche in maniera informale ti fa fare progressi con la chitarra. Suonare la chitarra a una serata con gli amici è un modo per migliorare senza rendersene conto!

La tua chitarra per principianti si adatta o ogni stile di musica e, anche se non diventerai il nuovo Jimi Hendrix o Eric Clapton, puoi migliorare tanto seguendo alcuni consigli pratici:

  • Suona poco ma regolarmente. Se puoi, suona anche tutti i giorni, anche solo per 10 minuti. E’ molto più efficace di una lunga sessione mono-settimanale.
  • Suona lentamente per lavorare sulla velocità. Può sembrare paradossale, ma per poter suonare rapidamente devi riuscire a scomporre ogni movimento. Il nostro cervello ha bisogno di tempo per registrare i passaggi e i movimenti da eseguire.
  • Fa’ degli esercizi per sviluppare l’orecchio musicale e il senso del ritmo.
  • Allenta la tensione muscolare. Se c’è un po’ di tensione alcuni movimenti possono essere pericolosi, soprattutto per la parte alta del corpo. Prenditi del tempo per fare dei movimenti circolari della testa e distenderti. Non dimenticare polsi e spalle!
  • Impara nuovi brani per aumentare il tuo repertorio. Cerca solo di selezionare le nuove canzoni da imparare in base al tuo livello e, ovviamente, in base ai tuoi gusti musicali.
  • Registrati e riascoltati. Abbiamo tutti la tendenza a sottovalutarci o, al contrario, a sopravvalutarci. La cosa migliore è registrarsi e filmarsi per sentire e vedere chiaramente i propri punti di forza e debolezza.
  • Suona con un metronomo.
  • Lavora sull’improvvisazione quando avrai acquisito una forte base.
  • Suona guardando il tuo film o la tua serie preferita. Cosa? Non avevamo detto che era meglio concentrarsi al 100%? Sì, è vero, ma ci sono delle volte in cui puoi lasciarti ispirare e suonare senza dover pensare alla posizione delle dita. Se ti distrai ti lasci andare e migliori a vista d’occhio!

Ti senti pronto per seguire i nostri consigli e fare progressi con la chitarra?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar