Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Vantaggi e inconvenienti di tatuarsi la pelle in giapponese!

Di Alice, pubblicato il 02/01/2019 Blog > Lingue straniere > Giapponese > Lezione di Giapponese e Tatuaggi: Fare o No Questo Passo?

« Il tatuaggio è un’opera eterna su un supporto effimero. » Pascal Tourain

Secondo i sondaggi, solo in Italia, la richiesta di tatuaggi è aumentata del 60% nel corso di quest’anno.

Una cifra che continua a crescere. Ma benché, prima, il tatuaggio tribale e altri motivi fossero alla moda, il tatuaggio giapponese comincia ormai a farla da padrone. Un aspetto della cultura nipponica che forse non potrete scoprire durante il corso di giapponese!

Ma torniamo ai tattoo: sono una buona o una cattiva idea? E cosa è esattamente un tatuaggio giapponese?

Scopritelo insieme a Superprof!

 Che cos’è il tatuaggio giapponese?

Durante un soggiorno in Giappone o proprio perché siete fan dei tatuaggi, avete forse sentito parlare di tatuaggio giapponese.

Un’arte un po’ particolare che diventa sempre più popolare nel suo paese ma anche, e soprattutto, nel mondo occidentale. Se avete idea di provarla sulla vostra pelle, avete un buon motivo per imparare giapponese!

Il tatuaggio tradizionale giapponese è chiamato « irezumi ». Consiste nel ricoprire una parte o la totalità del corpo attraverso forme e tratti, ognuno con un significato preciso che  potrete apprendere durante le vostre lezioni di giapponese. Può essere disegnato su collo, braccio, petto, gamba… sarete chiaramente voi a deciderlo!

Il tatuaggio giapponese ha una grande storia che bisogna conoscere prima di farsi tatuare.

Benché quella del tatuaggio sia un'arte in Giappone, la società del Sol Levante non vede di buon occhio le persone tatuate. Farsi tatuare è ancora mal visto nella cultura giapponese!

Il tatuaggio era utilizzato dai primi abitanti del Giappone: gli Ainu.

Questi pescatori, artigiani e calzolai si tatuavano al fine di proteggersi dagli spiriti maligni ma anche per ragioni estetiche e sociali.  

In effetti, ogni segno e forma aveva un significato sociale.

Le donne, per esempio, si tatuavano i contorni della bocca fino alle guance per mostrare che erano sposate. Per quanto riguarda gli uomini, questi ultimi si tatuavano in funzione della loro appartenenza a un clan.

Le prime testimonianze dei tatuaggi sugli Ainu vengono dai cinesi, Tuttavia, le descrizioni e i commenti non sono molto positivi, cosa che porterà una cattiva reputazione di quest’arte giapponese.

Una cattiva reputazione rafforzata dall’arrivo del buddismo in Giappone.

I tatuaggi assumono dunque connotazioni negative, Si pensa a un tatuaggio come a una punizione, uno stile criminale.

Ancora oggi il tatoo non è davvero accettato in Giappone. Chi è tatuato lo nasconde.

Questi tatuaggi erano tradizionalmente realizzati dai membri della yakuza e le classi popolari, ragione di più per non essere accettati dalla società giapponese.

Se andrete in Giappone, vi renderete conto che alcuni luoghi pubblici vietano l’ingresso alle persone tatuate!

La letteratura giapponese può aiutarvi a immergervi nella storia del tatuaggio giapponese.

Il tatuaggio giapponese: un’arte

Fino a 40 anni fa si poteva contare su una ventina di negozi di tatuaggi in tutta Italia. Oggi sono migliaia i laboratori in cui potete recarvi per tatuare la vostra pelle.

Oggi praticamente tutti si tatuano, non c’è più il discrimine del ruolo che si occupa in una società o della professione.

Una pratica che è comunque lontana dall’essere innocua e che merita una riflessione prima di passare ai fatti.

Il Tebori, un’arte tradizionale del tatuaggio giapponese

Le belle forme del tatuaggio giapponese hanno conquistato moltissimi fan.

Ma bisogna sapere che la tecnica tradizionale, chiamata « tebori » è una tecnica molto lunga e dolorosa.

Per poter far penetrare l’inchiostro nella pelle, i tatuatori utilizzavano tradizionalmente un bambù sul quale erano fissati molti aghi. Oggi il bambù è sostituito dal metallo. La misura degli aghi dipende dalla grandezza del tatuaggio.

Il tatuatore utilizza poi l’inchiostro di carbone mescolato a pigmenti colorati per ottenere le sfumature volute.

Utilizzare questa tecnica richiede mesi o anni. Tuttavia, i materiali naturali utilizzati per il tatuaggio comportano meno rischi per la salute rispetto alla tecnica moderna.

Il Tebori è una delle tecniche tradizionali con cui si realizzano i tatuaggi giapponesi. La tecnica è fondamentale per qualsiasi tatuatore… a maggior ragione per i tatuatori dell’arte giapponese!

E i tatuatori tradizionali imparano il loro mestiere solo dopo molti anni.

Gli apprendisti tatuatori seguono generalmente un maestro giapponese di tatuaggi per imparare la tecnica, conoscere i tipi di inchiostro e sapere come disegnare forme significative. I motivi sono spesso complessi e richiedono molto allenamento.

Il maestro di tatuaggio giapponese viene chiamato Horitoshi.

In ogni caso, niente panico!

Se volete farvi tatuare, non esiste solo il metodo tradizionale.

Trovare un tatuatore che conosca questo metodo è anzi cosa piuttosto rara. Sarà più facile per voi, meno costoso e meno doloroso segliere la tecnica moderna.

Per i più sensibili, in ogni caso, meglio accontentarsi di scoprire la cucina giapponese!

Per superare un corso giapponese brillantemente, non c’è bisogno di imprimerselo nella pelle.

Disegni con un significato

Oggi le persone che si tatuano scelgono motivi che hanno un significato particolare per la loro storia o disegni che trovano belli esteticamente.

Nella storia del tatuaggio giapponese si sceglie il tatuaggio secondo il significato delle forme.

La carpa è, ad esempio, il simbolo del Giappone e del coraggio. Il fiore di ciliegio, albero molto diffuso nel paese, rappresenta il lato effimero della vita.

Il tatuaggio giapponese: è una buona idea?

Benché il tatuaggio giapponese sia un’arte che in molti apprezzano (provate a chiedere ai compagni del vostro corso di giapponese!), resta una decisione a volte rischiosa.

Questo non vuol dire che si tratta di uno sport estremo ma che bisogna avere tutte le informazioni che servono, prima di fare la propria scelta.

Difficile da nascondere

Il tatuaggio giapponese non è come un fiorellino sul mignolo che si può nascondere con un po’ di fondotinta per un colloquio di lavoro.

La specificità del tatuaggio giapponese è che ricopre tutta una parte del corpo senza lasciare pelle scoperta.

Uno degli inconvenienti del tatuaggio giapponese è la sua grandezza che rende impossibile nasconderlo, soprattutto se si trova in parti del corpo particolarmente esposte. Non è certo semplice nascondere un tatuaggio di queste dimensioni!

I disegni sono anche molto colorati, cosa che rende il tatuaggio ancora più complicato da nascondere.

Anche se alcuni non vedranno l’interesse di fare un tatuaggio per poi nasconderlo (e hanno in parte ragione), non sappiamo cosa ci riserverà il futuro.

Benché la mentalità sia cambiata, un tatuaggio così imponente può a volte anche far perdere un’opportunità di carriera.

Si può anche voler nascondere un tatuaggio per motivi personali in un certo momento della vita.

La provenienza dell’inchiostro

Una volta i pigmenti del tradizionale tatuaggio giapponese erano semplici pigmenti di originale naturale, inoffensivi per la salute dei tatuati. Questo non vale ovunque, sia chiaro; e non vale soprattutto se decidete di farvi tatuare con la tecnica moderna.

Gli inchiostri che entrano nella pelle sono per la maggior parte chimici. Bisogna quindi essere sicuri della loro provenienza e fidarsi del proprio tatuatore.

Non esitate a informarvi sui saloni dei tatuaggi e a utilizzare il passaparola per scegliere il vostro tatuatore.

Il costo del tatuaggio giapponese

Farsi tatuare costa caro.

Ancora di più se decidete di rivolgervi a un professionista del tebori.

Tuttavia, anche scegliendo un tatuatore classico, dovete tenere presente che il prezzo è tale anche perché il tatuaggio andrà a ricoprire una superficie ampia. Ci vorrà quindi molto più inchiostro che per farsi tatuare una nota musicale.

Scovare idee per tatuaggi giapponesi

Per farsi tatuare e essere sicuri di non rimpiangerlo in seguito, meglio riflettere su quello che vogliamo davvero sulla pelle. Draghi, fiori di loto, ciliegi…

Scegliere quale disegno tracciare sulla propria pelle è un'azione che merita la giusta riflessione. A voi la scelta del disegno da tatuare per sempre sulla vostra pelle!

Ma bisogna riflettere ugualmente sul posto in cui ci si vuole tatuare (schiena, avambraccio, nuca…)

Ovviamente farsi un tatuaggio non vuol dire per forza attingere allo stile giapponese. Ve ne sono altri a cui potete ispirarvi come il tribale, maori, polinesiano… Il mix di stili può dare risultati davvero belli!

In ogni caso, l’arte del tatuaggio è un’arte indelebile, dunque irreversibile.

Non si tratta di un tattoo temporaneo che si può cancellare con una doccia. In quel caso, usate l’henné!

Ma dove trovare idee e ispirazioni per non sbagliare?

Recarsi ai Mondiali del tatuaggio, guardare foto in rete, girare per il Giappone…

E perché non ispirarsi ai film d’animazione giapponesi?

Pinterest

Il social degli artisti, Pinterest è una banca immagini online che può ispirarvi su tutto.

Basta digitare « tatuaggio donna » « Tatuaggio drago », « Tatuaggio fiore » per immergervi nell’universo dell’arte giapponese.

Non vi resterà che scegliere tra migliaia di foto quella che preferite.

Instagram

Anche Instagram è un social network he potrà ispirarvi. Piccoli tattoo, tigri, leoni, kanji… potrete trovare davvero qualsiasi soggetto.

Potrete anche seguire alcuni tatuatori giapponesi o di altre nazionalità specializzati nel tebori, ad esempio.

Direttamente in studio

Perché non andare direttamente in un salone di tatuaggi in stile giapponese ?

Il laboratorio potrà darvi anche informazioni sui prezzi e disegnare in anticipo ciò che desiderate con l’inchiostro di china o altre tecniche.

Inchiostro nero, inchiostro colorato… il tatuatore saprà anche consigliarvi su questo, a seconda dei vostri gusti.

Non siate timidi: prima di decidere, fate tutte le domande che vi vengono in mente al tatuatore, proprio come fareste durante le lezioni di giapponese!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar